04/06/2015 - 17:14

“L’approvazione delle mozioni sulla Xylella che ha funestato gli ulivi, in particolare in Puglia e che impegna il governo a risarcire le imprese agricole più danneggiate è il segno di una politica e di un Parlamento che camminano a fianco degli agricoltori ed olivicoltori. Un Parlamento che su questo tema si mostra ancora una volta particolarmente attento”. Lo ha dichiarato il presidente della commissione Agricoltura Luca Sani che si dichiara “soddisfatto del sì alla mozione del Partito democratico che impegna il governo al pieno sostegno alle imprese, all’esenzione Imu, alla trattativa con l’Ue, al blocco vivai e all’obbligo di eradicazione in fascia cuscinetto. Sull’xylella - aggiunge Sani - c’è stato un impegno determinante da parte di tutto il Parlamento. Siamo sulla strada giusta , tutte le forze politiche hanno la percezione che ci troviamo di fronte a un problema a cui dobbiamo trovare al più presto una soluzione”. 

04/06/2015 - 14:41

“Se, come ha detto il ministro Martina al Forum internazionale sull’agricoltura, nell’ambito dell’Expo, l’agricoltura gioca un ruolo cruciale per la sfida a essere la generazione ‘fame zero’, noi in Parlamento, che abbiamo il compito di tradurre le parole in fatti, accogliamo questa sfida e diciamo che stiamo già lavorando per dare impulso e strumenti al settore e che proseguiremo con determinazione su questa strada”. Lo ha dichiarato il presidente della commissione Agricoltura Luca Sani, deputato Pd, che aggiunge: “Oggi parte in Milano il Forum internazionale dell’Agricoltura, un’occasione straordinaria di confronto tra 115 paesi, più di 50 ministri, 370 delegati , oltre al direttore della Fao. Un’occasione prima di oggi inimmaginabile che avviene nel nostro Paese a dimostrazione di quanto l’agricoltura e l’agroalimentare sia al centro della strategia economica e politica di questo governo e parlamento.

Il confronto tra così tanti paesi darà l’opportunità a tutti di crescere e di scambiarci informazioni utili per una strategia globale di crescita più democratica che vada sempre più a sanare inaccettabili disuguaglianze tra chi ha troppo e chi ha troppo poco. Disuguaglianze che sono anche alla base di migrazioni di intere popolazioni con conseguenti sconvolgimenti epocali. Questa è la vera scommessa per il futuro.

 

29/05/2015 - 14:16

“ I dati Istat ci confermano nelle nostre scelte, ci dicono che governo e Parlamento hanno intrapreso la strada giusta. Se l’agricoltura cresce ben 10 volte l’industria, se i conti economici trimestrali registrano nel settore agricolo e nella pesca un aumento in valore aggiunto del 6% , vuol dire che il nostro lavoro sta dando i frutti auspicati. Vuol dire che i suggerimenti fornitici dagli operatori del settore sono stati ascoltati e che le misure fin qui adottate sono quelle giuste, sono quelle che concretamente servono a valorizzare e a proteggere il nostro agroalimentare .

Ma dobbiamo andare avanti. La tappa successiva, il decreto sulle emergenze agricole (n.51), che stiamo esaminando in commissione Agricoltura, e che prevede disposizioni urgenti in materia di rilancio dei settori agricoli in crisi, di sostegno alle imprese agricole colpite da eventi di carattere eccezionale, e di razionalizzazione delle strutture ministeriali. Nell'ambito dell'esame di questo provvedimento in commissione abbiamo ascoltato i suggerimenti e le indicazioni di numerose associazioni e cooperative del settore e lavoreremo con determinazione per arrivare a ulteriori misure concrete a vantaggio sia di chi opera nel settore e, di conseguenza, di tutti i consumatori”. Lo ha dichiarato il presidente della commissione Agricoltura Luca Sani (Pd).

 

21/05/2015 - 18:03

"Sul ddl Agricoltura, all’esame della XIII commissione, è probabile che ci sarà la necessità di intervenire con alcuni cambiamenti tesi a migliorarlo ”. Lo ha dichiarato il presidente della commissione Agricoltura Luca Sani (Pd), relatore del provvedimento che spiega: “ Sul latte Per quanto concerne le organizzazione interprofessionali si ipotizza di ritoccare a rialzo le soglie minime per la loro istituzione. E’ una modifica che ci è stata richiesta da più parti. Inoltre, si dovrà riflettere sull’ allargamento dell’accesso al fondo di solidarietà nazionale ad altre forme di eventi calamitosi diversi dalla piogge alluvionali. Su questo versante, però, dovremo tenere presente il fattore risorse. Sulla misura riguardante i contratti di vendita del settore latte, infine, si devono in conto i rilievi dell'Antitrust. Inoltre stiamo valutando di intervenire su alcuni aspetti tendenti a migliorare l'operatività delle strutture e degli enti controllati dal MIPAAF. L'obiettivo finale – conclude Sani -  è quello di dare ulteriore contributo alla competitività e al rilancio del settore primario".

 

13/05/2015 - 16:47

“Ancora una volta sull’agricoltura governo e Parlamento avanzano a passo veloce: l’approvazione oggi al Senato del ddl lo conferma e, alla Camera, ci impegneremo per un iter rapido”. Lo ha dichiarato il presidente della commissione Agricoltura Luca Sani (Pd), commentando il sì a Palazzo Madama al ddl sull’agricoltura.

Sani ha poi aggiunto: “E un ‘sì’ importante: il mondo dell’agricoltura non è più considerato marginale, bensì settore prioritario e trainante della nostra economia. Con il ddl approvato oggi in Senato, con il decreto sul rilancio dei settori agricoli in crisi che stiamo discutendo in commissione Agricoltura e con il piano Campo Libero che sta andando in attuazione per portare semplificazione e competitività al settore, questo governo e questo Parlamento stanno dimostrando di aver intrapreso la strada giusta” 

 

08/05/2015 - 13:23

“Bene Italia con Expo e Carta Milano”

“Al ministro Martina un augurio di buon lavoro al G20 dei ministri dell'Agricoltura che si è aperto questa mattina ad Istanbul. Con questo G20, dopo quello di Parigi, l’agricoltura si conferma per la seconda volta tema globale da affrontare tutti insieme per trovare strategie comuni e concordi. Un tema che invece troppo a lungo è rimasto relegato a un livello territoriale ed emarginato dai confronti internazionali.

Oggi questo non è più possibile. Il mercato globale, i trattati intercontinentali, la necessità di preservare le specificità dei prodotti nazionali e la disparità alimentare inaccettabile tra paesi poveri e paesi ricchi, ci portano inevitabilmente a uno sguardo globale, a 360 gradi, anche sull’agricoltura. Comparto vitale per tutto il pianeta.

Siamo soddisfatti che il ministro Martina abbia potuto portare sul tavolo del G20, l’Expo e la Carta di Milano, due obiettivi importanti raggiunti per l’impegno di governo e Parlamento italiani e le sue dichiarazioni sul comunicato finale del G20 con il quale verrà riconosciuto il ruolo fondamentale dell'Expo e della Carta di Milano ci conferma nella giustezza del nostro operato e delle scelte intraprese”. Lo ha dichiarato il presidente della commissione Agricoltura Luca Sani.

 

28/04/2015 - 17:16

“La tutela del suolo è priorità del parlamento e del governo come ribadito anche nella mozione sulla Carta di Milano votata alla Camera la scorsa settimana. Bene quindi che il testo della Carta di Milano, eredità di Expo, metta tra gli impegni principali per le istituzioni 'rafforzare le leggi in favore della tutela del suolo agricolo, per regolamentare gli investimenti sulle risorse naturali, tutelando le popolazioni locali'.

Passa anche da qui un pezzo decisivo della sfida alimentare del futuro. Il nostro impegno come parlamentari deve essere quello di dare all'Italia una legge contro il consumo di suolo entro l'anno di Expo. Il Pd è in prima linea e chiediamo a tutte le forze politiche di fare la loro parte per arrivare presto all'approvazione del testo ora all'esame del Parlamento”.  Lo ha dichiarato il presidente della commissione Agricoltura Luca Sani (Pd)

 

23/04/2015 - 14:22

“Una bandiera italiana verde rossa e bianca, ‘metaforicamente’ smozzicata in un suo lato, sarà il segno unico distintivo, individuato per rappresentare il Made in Italy agroalimentare sugli scaffali esteri, utilizzando le eccellenze delle denominazioni Dop e Igp come volano e traino”. E’ quanto ha dichiarato il Presidente della Commissione Agricoltura Luca Sani che ha aggiunto: “Si tratta di un ulteriore passo avanti che rende concreta la decisione del segno distintivo, voluto con forza dal Ministro delle Politiche Agricole Martina a tutela del Made in Italy”.

“Il cibo italiano – continua Sani – è uno dei tratti riconoscibili del nostro Paese nel mondo e il segno unico distintivo è una risposta concreta alle richieste del mercato. Non si tratta di un marchio di prodotto, bensì di un segno che qualifica l’identità italiana, all’interno della strategia che il governo ha messo in campo per sostenere il nostro agroalimentare nel mondo”.

22/04/2015 - 15:30

“Nella giornata di celebrazione del pianeta Terra, fanno riflettere i dati allarmanti sulla perdita di terra fertile a causa di cementificazione e abbandono. Su questo il Parlamento sta rispondendo attraverso la proposta di legge sul consumo del suolo, attualmente all’esame delle commissioni Ambiente e Agricoltura riunite, con l’obiettivo di arrivare alla sua veloce approvazione”. Così il presidente della commissione Agricoltura, deputato Pd Luca Sani che prosegue: “Questa giornata dedicata alla Terra sia da impulso a proseguire con sempre maggiore determinazione sulla strada, intrapresa da Governo e maggioranza, di grande attenzione e di lavoro nel recupero e nella difesa del territorio”.

“La pdl sul consumo del suolo – spiega – rappresenta un importante passo avanti e prevede l’introduzione nella normativa vigente dei principi fondamentali di riuso, rigenerazione urbana e limitazione del consumo di suolo, attraverso la tutela e la valorizzazione dell’attività agricola. Un meccanismo che permette di definire una riduzione.

 

 

10/04/2015 - 14:49

“Ben venga l’iniziativa degli eurodeputati del gruppo S&d (Socialisti e Democratici) De Castro, Gentile e Paolucci, che sul divieto di import dei 102 prodotti pugliesi, tra cui vite e agrumi, imposto dalla Francia, hanno chiesto conto oggi alla commissione Eu con una loro interrogazione”. Lo ha dichiarato il presidente della commissione Agricoltura della Camera Luca Sani (Pd) che aggiunge: “La Ue sbaglia ad appoggiare la Francia: governo e parlamento italiano si attiveranno con determinazione e forza affinché questa misura venga rimossa con un ragionevole dietro front.

“Questo è un problema – conclude Sani – che va affrontato senza emotività, bensì da una prospettiva scientifica, con le giuste indicazioni di esperti e non con azioni politiche. Non servono davvero decisioni estemporanee. Allo stesso tempo occorre una iniziativa urgente da parte del governo a sostegno del territorio e delle aziende agricole colpite dal batterio al fine di tutelare le produzioni e il paesaggio".

 

13/03/2015 - 13:09

“Una nota ad hoc con indicazioni puntuali per cooperare alla messa a punto di interventi legislativi o strumenti di indirizzo al governo per permettere all’Antitrust di individuare condotte commerciali sleali. Dobbiamo evitare che ci sia un’ azione di cartello da parte dell’industria del latte che alla fine penalizza gli allevatori”. E’ quanto chiede il deputato Pd Luca Sani, presidente della commissione Agricoltura, in una lettera inviata al presidente dell’Antitrust,Giovanni Pitruzzella dove si legge: “E’ notizia di questi giorni la condanna di società produttrici di latte al pagamento di una multa di 88 milioni di euro da parte dell’organismo antitrust della Spagna, e di analoga vicenda in altri Paesi, per aver effettuato pratiche anticoncorrenziali. Anche con riferimento al Suo recente intervento presso la commissione Agricoltura, nel quale ha fatto riferimento alle cause della mancata operatività in senso analogo dell’Organismo nazionale rispetto ai consimili organismi di altri importanti paesi europei, Le chiedo di voler formalizzare con una nota ad hoc Sue puntuali indicazioni al fine di cooperare alla individuazione di interventi legislativi o strumenti di indirizzo al Governo che contribuiscano a superare le criticità segnalate rispetto al funzionamento dell’apparato sanzionatorio e alla verifica delle eventuali condotte commerciali non conformi alla leale concorrenza”.

“L’ azione di cartello da parte dell’industria del latte – spiega Sani - penalizza gli allevatori attraverso un prezzo eccessivamente basso che addirittura non ripaga i costi di produzione e mette a repentaglio la sopravvivenza di molte aziende agricole, con questa lettera – conclude – vogliamo dire che è dovere della politica compiere tutti i passi necessari per aiutare le autorità predisposte a far emergere quei comportamenti commerciali non leali da un punto di vista della concorrenza che tanto danno procurano alla nostra immagine all’estero, al made in Italy e all’ economia tutta”.

 

26/02/2015 - 15:24

“Bene ha fatto il Ministro Martina a chiarire la vicenda quote latte. Il disastro compiuto negli anni passati da coloro che sulle quote latte hanno sempre speculato, costruendo campagne elettorali sulle bugie, è già costato agli agricoltori italiani 4,5 miliardi di euro. Adesso, con la notizia del deferimento da parte della Commissione Ue alla Corte di giustizia europea e la successiva probabile sanzione per la mancata riscossione di 1,7 miliardi di multe, la vicenda assume i contorni della beffa.

una coda pesante che chiama a responsabilità gli urlatori leghisti...” Lo ha dichiarato il presidente della commissione Agricoltura Luca Sani, deputato Pd.

 

13/01/2015 - 16:06

“Il 76 per cento dei consumatori che si oppone agli alimenti geneticamente modificati da oggi può dormire sonni tranquilli: l’europarlamento ha detto sì alla libertà degli Stati membri di scegliere sulla coltivazione Ogm.

E’ la conferma che il governo e il parlamento italiano hanno lavorato con determinazione per arrivare a scrivere una parola che faccia finalmente chiarezza. Questo a contraddire chi vuole pretestuosamente denigrare l’operato del presidente Renzi durante il semestre europeo”.

Lo ha dichiarato il deputato Pd Luca Sani, presidente della commissione Agricoltura

 

13/01/2015 - 14:20

“Se oggi investimenti e ‘flessibilità’ sono al centro dell’azione della nuova Commissione, si deve all’Italia. Un ottimo punto d’arrivo considerate le difficoltà al momento di assumere la guida del semestre”. Lo ha dichiarato il presidente della commissione Agricoltura, il deputato Pd Luca Sani che aggiunge: “Molti i risultati importanti ottenuti. Dai Fondi europei di investimento a lungo termine alla direttiva OGM. In particolare, per il settore agroalimentare: azioni a favore dei giovani come il sostegno economico attraverso garanzie bancarie, coinvolgendo la Banca europea per gli investimenti (BEI), e facilitazioni per l’acquisto dei terreni; approvata la nostra proposta di istituire un “Erasmus” per i giovani agricoltori per lo scambio di informazioni tra le diverse realtà agricole europee; evitato il taglio di oltre 400 milioni di euro dal bilancio agricolo (FEAGA); portato avanti il dossier sul biologico sotto il profilo dei controlli e della sicurezza. Inoltre, è stato approvato il Regolamento Ue per la promozione dei prodotti agricoli nel mercato europeo con l'obiettivo di rafforzare la consapevolezza del nostro standard di qualità.

Si tratta – spiega ancora Sani - di un primo passo fondamentale per il necessario cambio di rotta delle politiche europee. In particolare, pur scontando la dimensione contenuta della dotazione finanziaria iniziale, il Piano Juncker istituirà un nuovo strumento, l’Efsi, dalle grandi potenzialità. Soprattutto, la comunicazione sulla flessibilità prevederà lo scorporo del cofinanziamento dei programmi europei dal patto di stabilità, ridimensionerà in modo significativo il ruolo della “regola del debito” e definirà il rapporto tra riforme strutturali e flessibilità in modo diverso e più equilibrato”.

 

 

18/12/2014 - 19:41

“Un ottimo risultato approvato alla unanimità” . E’ il commento del presidente della commissione Agricoltura , il deputato Pd Luca Sani, al sì dell’aula della Camera alla proposta di legge sulla biodiversità.

“Il lavoro proficuo che in questi mesi ha svolto la commissione Agricoltura con serietà e determinazione - spiega Sani - ha trovato oggi nell’aula un punto d’arrivo importante. Si tratta di una proposta che per la prima volta modifica profondamente la prospettiva attraverso la quale interpretare l’ ambiente nel suo complesso. I capisaldi della legge sono l’istituzione del Sistema nazionale di tutela e valorizzazione della biodiversità agraria e alimentare, per la tutela delle risorse genetiche locali dal rischio di estinzione e di erosione genetica; l’Anagrafe nazionale della biodiversità alimentare, presso il Ministero delle politiche agricole; la Rete nazionale della biodiversità agraria e alimentare per la conservazione del germoplasma; il Portale nazionale della biodiversità e il Comitato permanente per la biodiversità agraria e alimentare, presso il Mipaaf . Ancora: dal 2015, il Fondo per la tutela della biodiversità agraria e alimentare per sostenere le azioni degli agricoltori e degli allevatori nell’ambito delle disposizioni previste dalla legge e appositi indennizzi ai produttori agricoli danneggiati da forme di contaminazione dagli Ogm coltivati in violazione dei divieti stabiliti”.

“Investire in biodiversità nell’era della globalizzazione – ha concluso Sani - è una scelta decisiva che ci permetterà di essere presenti sui mercati internazionali con un livello di competitività sempre più alto. Dobbiamo valorizzare i prodotti del nostro territorio e tutelarli costruendo un’economia imperniata del valore della grande qualità del nostro cibo”.

 

Pagine