30/09/2016 - 16:02

"Assurdo il voto del del consiglio capitolino, con il NO politico al progetto olimpico per l'Italia si è persa una grande occasione di crescita occupazionale, di visibilità internazionale e per la valorizzazione urbanistica e dell’impiantistica sportiva della capitale e di tutte le altre sedi italiane che avrebbero potuto ospitare i Giochi. E' stata una brutta figura dell'Italia davanti a tutto il mondo che si è dimostrata litigiosa su un appuntamento che avrebbe invece rappresentato un'occasione unica per il rilancio di Roma e tutto il Paese.
Il mondo dello sport è stato nuovamente umiliato. Dopo il vergognoso mancato incontro tra la Sindaca Raggi  con il Coni, il Comitato Italiano Paraolimpico  e il Comitato promotore Roma2024, ieri nella discussione sulla mozione dei 5stelle le parti coinvolte dal progetto olimpico non hanno nemmeno avuto l’opportunità di esprimersi.
 
Questa decisione potrebbe avere un effetto drammatico anche sulle altre candidature per le competizioni internazionali avviate per singoli sport, come è avvenuto per la candidatura per l’Italia ai mondiali di Rugby.
La partita ancora però non è formalmente chiusa, penso che il comitato promotore faccia bene a perseguire tutte le strade possibili per portare avanti una candidatura che sarebbe importante per tutto il Paese. Con il sostegno del Governo, della Regione, del Coni, del Comitato Olimpico Internazionale e dei privati si sarebbe potuto costruire un evento a costo zero per la capitale, regalando così a Roma l'opportunità di un riscatto urbanistico.

Oggi Repubblica.it ha riportato la storia del sogno infranto di Lorenzo, un bambino di 10 anni che con un disegno - vedi foto - aveva voluto raccontare il suo sogno di vincere le Olimpiadi per l'Italia nella sua città. Da mamma e da sportiva penso che con la scelta della giunta Raggi si siano distrutti i sogni di una generazione di giovani, il sogno di vincere le olimpiadi nel proprio Paese e il sogno, per i romani,  di vivere in una città moderna e all’ avanguardia nei servizi dedicati al tempo libero e all’attività fisica."

29/09/2016 - 17:03

Alla Camera dei deputati il gruppo del Partito Democratico interroga il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, tra i principali firmatari l’On. vicentina Daniela Sbrollini, Vicepresidente della XII Commissione Affari Sociali e Sanità.
 
“Chiediamo al Ministro Lorenzin ancora più impegno del Governo per adottare politiche efficaci per la famiglia affinché non siano le ragioni sociali o economiche ad incidere sulla scelta di una coppia ad avere figli, inoltre vogliamo che siano sostenute ed incentivate le disponibili tecniche di fecondazione. Secondo i dati Istat nel 2015 le nascite sono state 488 mila (-15 mila), nuovo minimo storico dall’Unità d'Italia. Il 2015 è il quinto anno consecutivo di riduzione della fecondità, giunta a 1,35 figli per donna. Inoltre, secondo l’Istituto Superiore di Sanità, complessivamente, l’infertilità riguarda circa il 15% delle coppie.
La questione nascite, rimane un problema prioritario da risolvere, tale questione demografica infatti incide in maniera molto pesante soprattutto sulle politiche socio-sanitarie e su un’adeguata programmazione del sistema pensionistico e quindi sul mondo del lavoro. La situazione attuale, se non dovesse cambiare, obbligherebbe lo Stato ad investire sempre più risorse da rispondere ad una crescente domanda sanitaria e di servizi sociali, togliendo la possibilità ad importanti investimenti per la prevenzione e per nuovi diritti alle giovani generazioni.
In questa legislatura è stato fatto molto: bonus bebè, voucher baby sitter, nuovi incentivi al welfare aziendale per la conciliazione della vita privata e del lavoro, divieto di dimissioni in bianco, congedi maternità anche per le lavoratrici atipiche e libere professioniste, congedi papà, sono alcune delle misure già introdotte. Questi risultati sono arrivati grazie prima di tutto all’impegno del Partito Democratico in Parlamento e anche grazie al lavoro costante della Commissione Affari Sociali e Sanità sostenuta da un Governo che finalmente ha voluto dare valore e priorità ad una lunga serie di interventi nel campo del sostegno alla famiglia e a nuovi strumenti di welfare. Ora vogliamo fare di più, - conclude Sbrollini - vogliamo ancor più sostenere la libertà delle coppie di voler avere figli. E ‘ un impegno prioritario per il Partito Democratico e per la mia Commissione, una battaglia di responsabilità e giustizia nei confronti delle giovani famiglie italiane e per il futuro del nostro Paese”

"Nella risposta immediata il Ministro della Salute ha sottolineato come l'Italia abbia anticipato i temi della salute riproduttiva e della fertilità anche rispetto alle ricerche evidenziate dall'Unione Europea e dell'Organizzazione mondiale della Sanità. Inoltre nei nuovi LEA già approvati ed in vigore è stata inserita l’endometriosi, malattia cronica. La Ministra ha risposto infine che il Governo sta per elaborare una strategia complessiva e trasversale che metta la famiglia al centro delle scelte strategiche di politica socioeconomica, ciò avverrà attraverso incentivi già nel prossimo DEF e nel potenziamento degli asili nido."

23/09/2016 - 14:00

"La stampa locale sta giustamente evidenziando in questi giorni la condizione drammatica dell’edificio del nuovo Tribunale di Vicenza. Una struttura così nuova non può avere queste problematiche, se poi si tratta di un edificio pubblico, ancor più un tribunale, ecco che diventa necessario accertare le responsabilità. Qualcosa sicuramente non è funzionato nella costruzione dell’edificio o nella manutenzione perché non è possibile che esistano problematiche strutturali apparentemente così gravi in un’opera costruita solo pochi anni fa. Appena appresa la notizia mi trovavo in Aula alla Camera dei deputati con il sottosegretario alla Giustizia Gennaro Migliore, l’ho avvertito e mi ha garantito che seguirà personalmente la vicenda. Poco dopo insieme abbiamo anche avvertito il ministro Andrea Orlando. Ho depositato oggi un’interrogazione parlamentare per avere al più presto una nota scritta dall’esecutivo. È una questione delicata a cui il Governo intende collaborare".

Lo afferma Daniela Sbrollini, deputata del Pd.

20/09/2016 - 17:23

"Sono sempre più sconvolgenti le notizie che apprendiamo dagli organi di stampa sull'uomo che avrebbe ucciso barbaramente a bastonate la moglie. Il noto dermatologo, Matteo Cagnoni, nel 2013 collaborò ad una serata organizzata da Linea Rosa, associazione che tutela le donne vittime di violenza, associazione che fu proprio lui a contattare per organizzare l'evento e donarle il ricavato per aiutare le vittime di violenza. Tutto ciò ha dell'incredibile se pensiamo che l'uomo da tempo aveva manifestato segni di squilibrio nei confronti della moglie Giulia Ballestri fino a diventare ossessivo. Ma quel che ancora di più preoccupa e deve essere sottoposto all'attenzione di tutti noi è che dal 2015 ad oggi i casi di femminicidio avvengono soprattutto fra le mura domestiche, secondo quanto emerge da un servizio pubblicato ieri da Adnkronos, ed in particolare sono sempre i mariti o conviventi che uccidono brutalmente le mogli o compagne. Nel caso di Ravenna si tratterebbe di "duplice omicidio", omicidio della 'moglie' e omicidio della 'mamma' di tre bambini minori che avranno per sempre la vita segnata. Ora è importante non solo ribadire vicinanza e immenso affetto alla famiglia di Giulia nonché rispettare il loro massimo riserbo, ma soprattutto fare in modo che i tre bambini che la giovane di Ravenna ha lasciato vivano questa fase in una situazione familiare il più confortevole possibile e, nel caso venga accertato dalla magistratura l'omicidio in via definitiva, siano portati via e messi in salvo da quel mostro che ha ucciso la loro mamma e affidati a parenti che possano prendersi cura di loro". Lo dichiara in una nota la deputata del Pd e vicepresidente della commissione Affari sociali e Sanità della Camera, Daniela Sbrollini.

15/09/2016 - 15:16

E’ la prima donna eletta nel board

“Orgoglio, soddisfazione e i migliori auguri di buon lavoro a Evelina Christillin, prima donna eletta nel board Fifa, il vertice del calcio mondiale”. Lo dichiara Daniela Sbrollini, deputata e responsabile Sport del Patito democratico .

“La manager Evelina Christillin – continua - merita pienamente questa nomina. Sono davvero orgogliosa che la prima donna eletta nel massimo organo del calcio internazionale possa essere italiana. Il calcio italiano ha molti problemi che purtroppo ne oscurano grandi spesso le potenzialità e le professionalità. Quella della Christillin è una figura che può ridare al calcio italiano lo slancio internazionale che merita. E già con questa elezione, l’Italia torna a contare veramente nel massimo organo che governa il calcio internazionale”.

“Voglio anche fare i miei personale complimenti al Presidente Figc Carlo Tavecchio e al dg Michele Uva per questo risultato storico, sostenendo fin dall’inizio la manager piemontese”, conclude.

14/09/2016 - 15:05

Oggi la Camera ha ascoltato l’esame della relazione della commissione d’Inchiesta parlamentare sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e illeciti ambientali. E' ampiamente coinvolta anche la regione Veneto.  l presidente della commissione Alessandro Bratti, dopo aver riferito all’Aula, ha sottoscritto una mozione per impegnare il governo ad affrontare e risolvere le grandi problematiche di illegalità rilevate anche sul territorio veneto. Ci sono pericolosi segnali di infiltrazione mafiosa nel ciclo dei rifiuti anche al Nord est , un  comportamento illegale diffuso. L'inchiesta condotta dalla commissione d’Inchiesta, fortemente voluta dal gruppo parlamentare del Partito Democratico, evidenzia come ormai le sinergie tra le criminalità organizzate, compreso quella siciliana, abbiano da tempo oltrepassato i propri confini geografici anche nel settore del ciclo dei rifiuti inserendosi prepotentemente nel business dello smaltimento. Il lavoro della commissione è stato fondamentale per tornare a porre nell’agenda politica un tema così importante e delicato ma allo stesso tempo spesso sottovalutato. L’obiettivo principale del Governo e del Parlamento devono essere la tutela dell’ambiente e della salute di tutti i cittadini. Proprio con questo intento la mozione approvata oggi impegna il governo a intraprendere ogni iniziativa utile al fine risolvere le questioni evidenziate dalla commissione sul ciclo dei rifiuti anche in collaborazione con gli enti locali.

La politica deve impegnarsi urgentemente non solo per risolvere le situazioni di illegalità, ma per promuovere un nuovo modello di sviluppo basato sul rispetto dell’ambiente, della salute e sul rifiuto assoluto dell’illegalità. Ora serve un’azione comune a tutti i partiti e a tutti i livelli istituzionali per sconfiggere un sistema malato. Contemporaneamente, è necessario trovare una collaborazione con le categorie e le aziende del settore per  un cambio di mentalità che sia  profondo anche nel mondo dell’industria.
 Il presidente Bratti sarà con me nelle prossime settimane in Veneto, dove incontreremo le principali realtà ambientali e industriali per provare anche in aiuto agli enti locali ad attuare politiche di bonifica e sviluppo del territorio. Solo un’azione forte di Governo e coordinata con le forze locali può sconfiggere le situazioni di illegalità che danneggiano gravemente il nostro territorio."

Lo afferma Daniela Sbrollini, vicepresidente della Commissione Affari Sociali e Sanità della Camera.

09/09/2016 - 12:16

"Dopo 15 anni, arrivano i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza. Quest’anno sono già garantiti 800 milioni di euro per le nuove prestazioni sanitarie, una somma destinata a crescere con la prossima legge di stabilità.
La conferenza Stato - Regioni ha approvato definitivamente l’entrata in vigore di tutte le nuove prestazioni 
e le Regioni in queste settimane sono tenute ad organizzarsi al più presto per garantire i servizi descritti nella legge. Per monitorare e sostenere questo processo di attivazione è stata richiesta l’immediata attivazione della Commissione Nazionale per l’aggiornamento dei LEA e l’appropriazione del SSN.
Contemporaneamente la Commissione si è espressa anche per rimuovere dalla lista delle prestazioni garantite tutte quelle attività obsolete, superate e poco erogate al fine di risparmiare risorse e mantenere sostenibile l’applicazione dei nuovi servizi.
Nei nuovi Lea rientrano moltissimi servizi fondamentali per la cura ed il sostegno alla persona come  il nuovo nomenclatore per le protesi e ausili, il piano vaccinale, lo screening neonatale, la fecondazione assistita omologa ed eterologa (comprese le prestazioni che precedono l’accesso alle tecniche) e la cura per l’endometriosi. Ma anche la dipendenza dal gioco d’azzardo e le cure per l’autismo, la terapia del dolore (con l’anestesia epidurale per il parto). 
Un grande passo avanti per la Sanità italiana, che si rinnova e dando nuovi diritti a sempre più persone. Dietro a questa scelta c’è l’ennesima dimostrazione dell’attenzione e della sensibilità politica della maggioranza e del Governo per quanto riguarda i temi della Sanità. Come Vicepresidente della XII Commissione Affari Sociali e Sanità voglio complimentarmi ancora una volta per lo straordinario lavoro legislativo della mia commissione. All'inizio dell'ipotesi di riforma dei LEA il Governo ed il Partito Democratico hanno svolto un lavoro attento, ascoltando i bisogni dei territori, delle famiglie e delle associazioni. Per noi è fondamentale mettere al centro i bisogni della persona e garantire a tutti l'accesso alle cure. Per questo pian piano stiamo completamente rinnovando il welfare del nostro Paese”. Lo ha dichiarato la deputata Pd Daniela Sbrollini , vicepresidente commissione Affari Sociali.

07/09/2016 - 16:59

In bocca al lupo a tutti gli atleti che da oggi sono a Rio de Janeiro per questa edizione delle Paralimpiadi. Dopo molti anni di allenamenti, sacrifici e competizioni, è finalmente arrivato il grande momento olimpico per  101 atleti azzurri, coraggio ragazzi!

In particolare voglio esprimere tutto il mio sostegno all’intera delegazione italiana, al nostro comitato Paralimpico e al Presidente Luca Pancalli, da molti anni uno straordinario riferimento per lo sport italiano. Il Governo Renzi nel Consiglio dei Ministri di fine agosto ha decretato che il CIP diventi un ente di diritto pubblico, un passo avanti importantissimo verso il pieno riconoscimento della funzione pubblica e  sociale dello sport, in particolare dello sport organizzato per chi ha disabilità. È un atto politico attraverso il quale questo Governo intende riconoscere pienamente la dignità del Comitato Italiano Paralimpico e dello sport rivolto a tutti.

Mi auguro che dalla spedizione brasiliana di Rio 2016 i nostri atleti portino a casa sicuramente tante medaglie e grandi risultati, ma anche mostrino al mondo la bellezza, la normalità e la passione che lo sport paraolimpico può regalare.

I nostri atleti possono, anzi devono rappresentare un’ispirazione per migliaia e migliaia di persone. Lo sport può essere uno strumento eccezionale di inclusione, di crescita della persona per il miglioramento della sua condizione fisica e mentale. Tutti dovrebbero poterlo praticare, e lo stato dovrebbe sostenere maggiormente le famiglie e le persone nella scelta di praticare sport. Seguirò con passione ed attenzione i risultati dell’olimpiade e del nostro movimento Paralimpico, e sono disponibile al termine della spedizione, a riprendere il dialogo con il CIP per lo sviluppo dello sport italiano.
 Lo afferma Daniela Sbrollini, vicepresidente della commissione Affari Sociali e Sanità della Camera e Responsabile nazionale Sport e Welfare del Pd.

24/08/2016 - 14:17

#LoFaccioPerchéInCampoNonServonoLibri. Il riferimento è allo sport, al calcio in particolare e sullo sfondo un ragazzo che gioca a calcio. E' questa la pubblicità di Decathlon Italia, evidentemente mal riuscita, diventata virale sui social network. In tanti, insegnanti, librai e le lettori, ne chiedono il ritiro.

"Sono assolutamente solidale con il presidente dell’Associazione Librai Italiani Alberto Galla e con tutti coloro che chiedono il ritiro della pubblicità di Decathlon Italia. 'Libri e sport' è un connubio perfettamente valido, sono compatibili fra loro e l'uno non esclude l'altro. Dobbiamo educare i nostri figli alla lettura così come li dobbiamo educare allo sport e alla cultura sportiva, cultura e sport insieme. La lettura aiuta la mente, lo sport il benessere fisico, ma ritengo che uniti abbiano ancora un effetto migliore. Auspichiamo quanto prima una spiegazione da parte dell'azienda Decathlon Italia ed il conseguente ritiro della pubblicità". Lo chiede la deputata Pd e responsabile nazionale Welfare e Sport, Daniela Sbrollini.

08/08/2016 - 15:50

“Non possiamo più tollerare titoli come quello apparso oggi sul Resto del Carlino in merito al trio azzurro di tiro con l’arco femminile; titolo nel quale le atlete italiane vengono apostrofate come ‘cicciottelle’. È una vergogna che nei confronti delle donne ci siano questi atteggiamenti, in particolare da parte da chi fa informazione e in questi giorni in cui ci sono state vittorie alle Olimpiadi di atlete azzurre. Purtroppo il sessismo trova ancora terreno fertile anche tra quanti fanno informazione”.

Lo dice Daniela Sbrollini deputata dem e responsabile Sport e Welfare del Pd. 

04/08/2016 - 19:58

"Con il voto definitivo del Senato oggi il Parlamento, ancora una volta, assolve alla sua funzione dettando le linee sulla sanità estendendo a tutti il diritto per lo screening neonatale per altre 40 malattie rare”. Lo dichiara Daniela Sbrollini, deputata del Partito democratico e vice-presidente della Commissione Affari sociali della Camera.

“È un grande risultato – continua - conseguito grazie al lavoro e alla sensibilità della Commissione Affari sociali e Sanità prima alla Camera, e poi al Senato. In virtù di questo percorso, fortemente voluto in maniera trasversale, s’intende non solo estendere nei fatti il diritto alla salute, aggiungendo molte prestazioni nei Lea (Livelli Essenziali di Assistenza) ma anche andare a colmare le differenze tra i servizi socio-sanitari erogati nelle diverse regioni. Verrà ulteriormente assicurata la buona salute delle future mamme e dei nascituri, sottolineando così anche l'importanza della prevenzione, grazie alle nuove regole si potranno prevenire molte patologie. Meno sintomi comporteranno un'enorme risparmio in termini di costi sociali ed economici e si avrà contemporaneamente una popolazione più sana”.

“C'è ancora molto lavoro da fare ma la strada intrapresa è quella giusta", conclude.

26/07/2016 - 16:51

Si terrà domani​,​ 27 luglio alle ore 13.00 in sala stampa alla Camera dei deputati​,​ la conferenza stampa convocata dalla responsabile nazionale Sport e Welfare PD, Daniela Sbrollini.

I principali temi all'ordine del giorno saranno l'illustrazione dell' accordo di programma ANCI-ICS per l'impiantistica sportiva (160 milioni di euro) e l'annuncio di altri progetti previsti per l'autunno a sostegno dello sport nelle periferie.

Saranno presenti Roberto Pella, Vicepresidente ANCI e delegato per le politiche dello sport; Paolo D'Alessio, Commissario straordinario dell' Istituto per il Credito Sportivo;  Francesco Soro, Capo di Gabinetto del Comitato Olimpico Nazionale Italiano CONI.

22/07/2016 - 16:05

"Approvato alla Camera il decreto Enti locali, un importante insieme di interventi che riguardano i comuni, le regioni e la vita quotidiana dei cittadini. Questo testo ridefinisce un rapporto tra stato centrale ed enti locali che da troppo tempo andava rinforzato, un rapporto di confronto e grande collaborazione per il benessere dei cittadini”. Lo ha detto Daniela Sbrollini del Pd e vice presidente della commissione Affari sociali della Camera.

“Sono tantissime le novità previste dal testo - prosegue Sbrollini -: finalmente stanziati i risarcimenti per i malati di talidomide, un tema su cui la mia commissione Affari sociali e Sanità si è molto spesa e che restituisce dignità alla politica, semplificazione delle procedure burocratiche in materia sanitaria, ambientale e agricola, finanziamento per il trasporto pubblico locale, assunzioni e blocco del turn-over, stop alla tassazione addizionale sui diritti di imbarco aeroportuali per il 2016 e aiuti ai comuni in procedura di pre-dissesto, per evitare che vadano in dissesto. Da parlamentare e da dipendente ANCI posso dire, anche a nome dei colleghi PD, di essere soddisfatta dei contenuti approvati in questo decreto che però non risolve ancora completamente alcuni aspetti decisivi per il buon governo nei comuni e nelle regioni. Bisognerà lavorare molto per far seguire a questa legge una vera e propria riforma degli enti locali. I comuni e le regioni offrono servizi fondamentali direttamente ai cittadini, l’efficientamento dei servizi rimane una priorità di questo parlamento e del Governo. Dobbiamo sostenere e controllare gli enti locali perché per molte delle competenze affidate agli enti locali passa la qualità della vita di tutti i cittadini italiani. Il provvedimento segna una nuova strada che percorreremo con convinzione nei prossimi anni."

13/07/2016 - 16:37

"Il nostro impegno e' puntare su societa', cultura e cooperazione, partendo anche dal welfare, per aprire un nuovo terreno di confronto e di dialogo. Vogliamo creare una sinergia vera per abbattere steccati e pregiudizi verso un paese che conosciamo ancora poco, migliorando le potenzialita' e gli interscambi, culturali oltre che economici”.

Cosi’ Daniela Sbrollini, presidente dell’Associazione parlamentare di amicizia Italia – Iran, in occasione dell’iniziativa “Italia – Iran, un modello di cooperazione”, che si è svolta oggi alla Camera dei Deputati.

“Le recenti visite – ha dichiarato Sbrollini - del Presidente dell’Iran Hassan Rouhani  a Roma e del nostro Presidente del Consiglio Matteo Renzi a Teheran hanno segnato una nuova epoca nelle relazioni tra l’Italia e la Repubblica Islamica dell’Iran. La comunità internazionale ha rimosso le sanzioni economiche e finanziarie imposte fin dal 2006 e a partire da quest’anno l’Italia si candida per essere il principale partner commerciale dell’Iran.  In questo momento storico per relazioni tra i due Paesi le istituzioni, le categorie economiche e le associazioni di cooperazione internazionale sono chiamate a compiere un passo avanti e a saper cogliere le opportunità di un nuovo scenario internazionale.”

13/07/2016 - 11:44

Oggi, mercoledì 13 luglio alle ore 14.00, si terrà a Roma, presso la Camera dei Deputati (Sala della Regina), un incontro sul modello di cooperazione tra Italia e Iran, organizzato dall’Associazione parlamentare di amicizia tra i due Paesi.

Ai lavori prenderanno parte, tra gli altri, Daniela Sbrollini, Presidente dell’associazione parlamentare di amicizia Italia–Iran, il professor Eugenio Gaudio, Rettore de La Sapienza - Università di Roma, Fatemeh Hashemim,Presidente del Fondazione benefica per le malattie speciali (CSFFD),Massimo Papa, Professore ordinario di diritto musulmano e dei paesi islamici dell’Università di Tor Vergata, Ali Nobakht Haghighi, membro del Parlamento della Repubblica Islamica dell’Iran,  Saeed Namaki,viceministro del Dipartimento nazionale di gestione e pianificazione pubblica e sociale del Governo della Repubblica Islamica dell’Iran, Cem Ozenc, Vice Presidente General Manager Novo Nordisk Iran.

E’ prevista la presenza del capogruppo dei Deputati Pd Ettore Rosato e dell’ambasciatore della Repubblica Islamica dell’Iran Jahanbakhsh Mozaffari. Modererà il capo ufficio stampa della Camera dei Deputati Stefano Menichini.

Pagine