01/06/2016 - 15:00

"Roberto Giachetti ha ragione: sarebbe criminale per la città di Roma non utilizzare una grande opportunità come le Olimpiadi, che non c’entrano nulla con la manutenzione. Contrapporre come fa la Raggi la candidatura della Capitale d’Italia per le Olimpiadi con gli interventi di ordinaria amministrazione significa avere una visione ottusa della città che si vorrebbe governare. Nessuno nega che Roma abbia urgente bisogno di pulizia e manutenzione in numerosi quartieri. Ma non è certo rinunciando alle Olimpiadi che si risolvono questi problemi.  Anzi, una manifestazione come le Olimpiadi potrebbe giovare non poco a Roma e ai cittadini romani sotto diversi punti di vista, a partire dalle ricadute occupazionali”.

Così la deputata Daniela Sbrollini, responsabile nazionale Sport del Partito Democratico.

31/05/2016 - 13:41

“Con la gaffe di ieri sulle olimpiadi Virginia Raggi dimostra, ancora una volta, la sua più totale inadeguatezza per candidarsi a sindaco di Roma. Dopo aver detto ‘No’ a qualsiasi opera di sviluppo della città,  secondo la candidata pentastellata adesso persino parlare di olimpiadi diventa un’azione criminale. Bene ha fatto il Presidente del Coni Giovanni Malagò a prendere immediatamente le distanze da queste parole ignobili. La città di Roma non merita un sindaco che lavora per ostacolare lo sviluppo, invece che promuoverlo. Non merita un sindaco che guarda al passato, come sarebbe la Raggi, e che predica l’immobilismo. Al contrario della Raggi, noi pensiamo che la Capitale d’Italia abbia certamente bisogno di urgenti lavori di manutenzione ordinaria, ma nello stesso tempo ha anche necessità di cambiare e di aprirsi al futuro”.

Così la deputata Pd Daniela Sbrollini, responsabile nazionale Sport del Partito democratico.

29/05/2016 - 19:43

Un uomo che ha responsabilità politiche come Salvini non può permettersi di usare parole gravissime come quelle di oggi. Riferendosi ai migranti ha affermato "che è in atto a causa loro un genocidio degli italiani". Ma come si fa ad essere così superficiali e ignoranti? Ma dov'è il rispetto verso quei popoli che hanno conosciuto il dramma del genocidio? Le parole sono importanti: chi parla in questo modo non può ricoprire nessun incarico pubblico. Penso ai nostri figli, che ascoltano ogni giorno questa violenza verbale. Simili azioni vanno severamente giudicate e dove possibile anche punite se vogliamo educare i nostri ragazzi a costruire un mondo migliore.

Lo afferma Daniela Sbrollini, vicepresidente della Commissione Affari Sociali e Sanità della Camera.

20/05/2016 - 12:35

“Un protocollo per la prevenzione dall'infiltrazione mafiosa nelle società di calcio professionistiche e negli stadi, è una bellissima notizia che porta il nostro calcio all'avanguardia a livello europeo e mondiale nel combattere le infiltrazioni della criminalità organizzata . Va dato merito al presidente della Figc Carlo Tavecchio e al Ministro dell'interno Angelino Alfano per aver sottoscritto un documento importantissimo che segna un nuovo passo avanti nel sostegno della legalità dentro e fuori dal campo e della piena credibilità del mondo del calcio.” . Lo ha dichiarato la deputata Pd Daniela Sbrollini che aggiunge: “Bisogna scommettere sulla maggioranza dei tifosi italiani che sono la parte sana della passione per il calcio, Questo impegno deve necessariamente accompagnarsi con l'ammodernamento degli impianti sportivi che grazie ad uno sforzo congiunto tra i comuni e le leghe professionistiche deve prevedere un miglioramento della fruizione dello spettacolo calcistico. In molti stadi italiani sono già state tolte le barriere ed ovunque questa sperimentazione premiante per i tifosi ha funzionato, è un fatto dì crescita culturale, sicuramente potranno esserci casi spiacevoli all'inizio ma con un efficace sistema di sanzioni sono sicura che ci sia abituerà ad osservare comportamenti corretti simili a quelli degli altri grandi campionati europei. E' tempo di premiare i tifosi corretti che vogliono assistere nel migliore dei modi allo spettacolo del nostro calcio, vogliamo far tornare le famiglie e i più giovani negli stadi così che tutti possano assistere serenamente ed in sicurezza allo spettacolo dei nostri campionati.

“Il dati del Governo – prosegue -  indicano che nell'ultima stagione calcistica c'è stato un calo del 38,8% degli incontri con feriti rispetto alla passata stagione, un calo del 17,2% dei feriti tra le forze dell'ordine e del 42,8% dei feriti civili, e meno 11% sulle persone arrestate. Il calcio italiano – conclude Sbrollini - sta migliorando sempre di più, ed è fondamentale che dal calcio, seguito dal oltre 20 milioni di italiani, partano questi importanti segnali educativi di lotta alla criminalità"

05/05/2016 - 17:17

Lunedì al via le audizioni della Commissione sugli ecoreati e presto anche in Commissione Sanità

“Sì alla collaborazione tra gli enti, no allo scaricabarile di responsabilità dietro cui cerca di nascondersi la Regione. Il sottosegretario Degani ci ha dato ampi segnali di disponibilità. Sta seguendo da vicino l'evolvere della situazione e anche lunedì sarà a Vicenza per incontrare amministratori, autorità e gestori e lavorare assieme al territorio per trovare soluzioni”. Così i parlamentari del Pd Federico Ginato e Daniela Sbrollini commentano gli esiti dell'incontro avuto ieri con il sottosegretario Degani sul tema della contaminazione da Pfas, annunciando anche le prossime azioni in programma. All'incontro hanno partecipato anche i deputati veneti del Pd Diego Zardini, Giulia Narduolo e Diego Crivellari.

“Le priorità sono chiare e su queste ci stiamo muovendo: portare avanti il monitoraggio sulle eventuali possibili patologie collegate all'assunzione di acqua contaminata; trovare i fondi per gli interventi per dare una soluzione al problema dell'acqua potabile, che vada oltre quella temporanea dei filtri a carbone; identificare le azioni prioritarie per garantire la messa in sicurezza delle acque superficiali, sotterranee e di scarico; individuare infine le responsabilità e pretendere che chi ha sbagliato paghi” spiega il deputato Federico Ginato che già nel 2013 aveva presentato un'interrogazione sul tema e nelle scorse settimane ha invocato l'intervento della Commissione sugli ecoreati, i cui lavori prenderanno il via lunedì con l'audizione dell'assessore regionale Bottacin.

Sul tema Pfas si metterà al lavoro anche la Commissione Affari Sociali della Camera grazie all'azione della vicepresidenteDaniela Sbrollini. “Inizieremo le audizioni con il Presidente della Regione Zaia e con l’Istituto Superiore di Sanità - dice Sbrollini - e procederemo con l’ispezione della Commissione in tutti i Comuni coinvolti tra le province di Vicenza, Padova e Verona. L’emergenza inquinamento è prima di tutto un problema sanitario oltre che ambientale. Ancora una volta Luca Zaia dimostra di strumentalizzare il problema invocando ogni giorno maggiore autonomia per il Veneto e attaccando il Governo su presunte mancanze. L’autonomia che già ha la nostra Regione però non viene esercitata perché il controllo ambientale è un tema di competenza regionale come definito dal decreto legislativo 152/2006 e inspiegabilmente il Veneto è rimasto in silenzio nonostante l’Arpav avesse già nel 2013 evidenziato il problema”.

 

22/04/2016 - 12:01

"Oggi 22 aprile 2016 è la prima giornata nazionale della salute della donna. È stata istituta dal Ministero della Salute in collaborazione con l'Istituto Superiore di Sanità, l'associazione Onda , AGENAS; AIFA; INMP e LILT . 

Per tutta la settimana dal 22 al 28 aprile nei 180 ospedali che hanno aderito in tutta Italia ci saranno visite mediche, consulti, esami,  screening ed informazioni per salute della donne. La maggior parte di queste prestazioni sarà completamente gratuita.

È la prima volta che si fa a livello nazionale, un'iniziativa importantissima che interviene in maniera particolare sulle specificità del genere femminile e sulle sue particolarità dal punto di vista medico e clinico.

Le donne si ammalano in maniera diversa dagli uomini e molte patologie toccano più le donne : è un fatto da tener presente sempre ed in particolar modo quando si parla di ricerca medico-scientifica  e di investimenti per il benessere di tutte le donne italiane. Le politiche sanitarie che indirizzano la ricerca devono tener conto di questo per una corretta programmazione socio-sanitaria.

Noi parlamentari e in particolar modo particolare con i colleghi della Commissione Affari Sociali e Sanità abbiamo fortemente voluto che si concretizzasse questo progetto. Queste giornate servono per una corretta informazione su come le donne devono affrontare la propria condizione fisica anche quando sono in salute e sottolineano l' importanza della prevenzione sanitaria.

La prevenzione e l'eliminazione dei fattori di rischio sono la nuova priorità dell' impostazione delle politiche sulla sanità, grazie alla prevenzione e agli screening di massa si può vivere meglio, più a lungo riducendo il rischio di ammalarsi e riducendo i costi diretti della sanità pubblica così da liberare risorse per gli investimenti e mantenere sostenibile l' universalità e la gratuità del nostro servizio sanitario nazionale.

Voglio fare un appello a tutte le donne italiane perchè approfittino di questa grande opportunità, una bella occasione per prendersi cura gratuitamente della propria salute insieme a medici ed infermieri competenti."

Lo dichiara l' On. Daniela Sbrollini  Vicepresidente XII Commissione Affari Sociali e sanità Camera dei deputati

21/04/2016 - 13:13

A fianco di sindaci e cittadini

"L'Istituto Superiore di Sanità conferma che l'inquinamento da Pfas nell'ovest vicentino è reale e può costruire un serio problema per la salute. Sono direttamente coinvolte sessanta mila persone, si tratta di un caso unico nel vicentino ed in Italia. I cittadini devono pienamente veder loro riconosciuto il diritto alla salute, serve un'indagine approfondita ed un programma di controllo medico capillare e gratuito”. Lo ha detto Daniela Sbrollini, deputata del Pd e vicepresidente della commissioni Affari sociali della Camera. 

“Questo risultato - ha proseguito Sbrollini - purtroppo nasce dal mancato controllo sullo scarico di sostanze perfluoroalchiliche che rappresentano un rischio reale per la salute e che possono portare a complicanze gravi sull'organismo. Nonostante l'inquinamento sia terminato ormai da tre anni è certo che l'area dovrà avere un monitoraggio speciale perché questa situazione non si ripresenti mai più. Sono già in contatto con il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e con il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, per sottolineare i fatti ed esprimere la necessità del sostegno del Governo alla Provincia di Vicenza. Voglio collaborare con i sindaci ed i cittadini dei comuni interessati per far sentire la nostra voce a Roma, è compito dello Stato tutelare e monitorare la salute pubblica, i livelli di inquinamento e risarcire i cittadini che sono stati esposti ad avvelenamento. Devono essere individuati i responsabili che non possono rimanere impuniti. Nel mio ruolo di vice presidente della commissione Affari Sociali sarò a fianco dell'Istituto Superiore di Sanità perché dal punto di vista clinico ci sia la massima attenzione nello studiare le conseguenze di questo inquinamento e dove si verificheranno patologie dovrà esserci la massima attenzione sulle cure e sull'assistenza ai cittadini e alle loro famiglie. I vicentini non saranno soli".

18/04/2016 - 20:12

“Mettere in contrapposizione la riparazione delle buche stradali all’organizzazione di una sfida così importante come le Olimpiadi non è solo demagogico, ma anche miope per il futuro stesso della Capitale. La candidata Raggi dovrebbe riflettere sul fatto che la maggior parte delle opere previste per Roma 2024 rimarranno a disposizione dei cittadini. Che è previsto un regolamento molto stringente di controllo sugli appalti, con un forte ruolo in questo senso per l’Autorità anticorruzione. Senza considerare il grande impatto in termini di ricadute occupazionali e di prestigio internazionale per la città. Se il M5S non si sente all’altezza di cogliere queste opportunità per il bene di Roma, getti la spugna subito e non faccia perdere ai romani e all’intero Paese questa grande occasione”.

Così la deputata Daniela Sbrollini, Responsabile Nazionale Sport e Welfare del Pd.

15/04/2016 - 14:58

Il calcio impari a valorizzare le donne competenti ed appassionate 

"Ancora una volta purtroppo le parole di Mihajlović dimostrano come in una larga parte del calcio permanga  un clima di maschilismo. Quest’ennesima uscita infelice deve farci riflettere non solo per fare un passo avanti contro un’inaccettabile discriminazione delle donne, ma anche per ragionare su come dovrebbero essere fatte le scelte di chi lavora nel mondo dello sport: troppo spesso il carisma, l’aspetto fisico o la parentela sono preferiti alle competenze sportive e calcistiche, in particolare nelle redazioni di settore e per la conduzione e il commento delle principali trasmissioni sportive. Siamo noi donne che per prime dobbiamo pretendere che le scelte delle redazioni sportive vengano fatte solo in funzione della competenza, del merito e della passione sportiva. Proprio per dimostrare che le donne possono parlare di tutto e possono praticare anche il calcio negli scorsi mesi, con le colleghe parlamentari, abbiamo creato la nazionale femminile del Parlamento italiano, un progetto nato dalla passione per lo sport, da noi finanziato, attraverso il quale stiamo sostenendo progetti di lotta alla discriminazione di genere e di contrasto ad una cultura solo maschilista nel mondo dello sport. Sono milioni le donne appassionate di calcio nel nostro Paese e migliaia le giornaliste sportive, le allenatrici, le dirigenti di società donne che in prima persona, ogni giorno, contribuiscono al mondo del calcio nel nostro Paese. Mi aspetto le scuse di Mihajlovic nei confronti di tutte le donne di sport; nel 2016 queste espressioni non dovrebbero esistere. Il Calcio femminile è una realtà in crescita, che va sostenuta, in questo senso proseguirà il mio lavoro all’interno del Parlamento italiano per arrivare veramente ad una pari dignità tra i sessi nel mondo del calcio e dello sport in generale”. Lo dichiara la deputata e responsabile Welfare e Sport del Pd, Daniela Sbrollini, dopo le parole dell'ex allenatore del Milan, Sinisa Mihajlović, che aveva detto che le donne non devono parlare di calcio.

14/04/2016 - 14:06

“Una vera e propria rivoluzione. Il Servizio Sanitario Nazionale cambia e migliora la propria offerta di servizi per una sanità più vicina a tutti. In una società che cambia, in cui le esigenze dei singoli cittadini sono diverse, ecco che finalmente il servizio pubblico è più disponibile garantendo a tutti l’accesso al medico di famiglia nella propria zona per 16 ore al giorno, 7 giorni su 7”. Lo ha detto Daniela Sbrollini, vicepresidente della commissione Affari Sociali della Camera.

“Inoltre basta code ai CUP - prosegue Sbrollini - perché le visite si potranno prenotare direttamente dagli studi medici così come si potrà anche pagare il ticket. Si semplifica finalmente, l’accesso ai servizi di cura agevolando chi già per precarie condizioni di salute si trova in difficoltà. Una scelta che dovrebbe anche alleggerire i pronto soccorso su tutto il territorio nazionale, spesso infatti molti cittadini per motivi apparentemente non urgenti o gravi non trovando il loro medico di base disponibile erano costretti ad accedere ai triage del pronto soccorso, moltiplicando i “codice bianco”. Altro aspetto fondamentale è che questa riforma è stata approvata da tutte le Regioni italiane e sarà estesa su tutto il territorio nazionale, eliminando le differenze organizzative regionali e all’interno delle varie ASL. Un passo avanti verso una sanità moderna; manca l’ok definitivo dei sindacati ma contiamo che si possa trovare un’intesa nelle prossime settimane”.

Roma, 14 Aprile 2016

07/04/2016 - 11:12

Oggi, giovedì 7 aprile, alle ore 13, conferenza stampa del Pd presso la sala stampa della Camera, via della Missione 4.

Parteciperanno Vito De Filippo, sottosegretario al ministero della Salute, Daniela Sbrollini del Pd, vice presidente della commissione Affari Sociali della Camera, Prof. Roberto Mattina, Microbiologo Università di Milano e Antonio Lubrano, giornalista, storico conduttore di “Mi manda Lubrano”.

Le resistenze batteriche agli antibiotici rappresentano attualmente una grave minaccia per la salute pubblica che riguarda non solo il nostro Paese ma tutta l’Europa e anche gli Stati Uniti.  Se non si corre ai ripari, la situazione potrebbe aggravarsi fino a un punto di non ritorno: lo mette per la prima volta nero su bianco anche l'OMS, l'Organizzazione mondiale della sanità, in un rapporto recentemente rilasciato. Mentre alcuni esperti affidano a Nature un appello: la necessità di istituire un organismo internazionale sul modello di quello che si occupa dei cambiamenti climatici, per tenere sotto controllo la situazione e trovare soluzioni.  Negli  ultimi quindici anni si è registrato, da una parte, un aumento continuo delle resistenze dei più comuni batteri patogeni e, dall’altra, la mancanza di nuovi farmaci antibatterici. La resistenza agli antibiotici è un problema urgente, che necessita di soluzioni rapide ed efficaci.       

30/03/2016 - 12:23

 “I bambini dovrebbero muoversi almeno per un’ora al giorno e fare attività fisica almeno tre volte a settimana; purtroppo secondo le ultime indagini registriamo che soltanto 1 bambino su 10 fa attività fisica in modo adeguato per la sua età. Muoversi quotidianamente produce effetti positivi sulla salute fisica e psichica della persona, aiuta la crescita e lo sviluppo sano dei ragazzi. I cambiamenti nelle abitudini di vita negli ultimi decenni hanno fatto si che i giovani si muovano sempre di meno, l’atletica se insegnata da personale qualificato sta alla base dello sport e l’educazione motoria impartita correttamente può far sviluppare ai ragazzi gli schemi motori di base necessari a tutte le attività sportive e pratiche che troppo spesso non vengono acquisiti correttamente. L’Italia purtroppo è nei primi posti in Europa per sovrappeso e obesità infantile. I bambini in sovrappeso sono il 20,9% e gli obesi sono quasi il 10 % con una maggior prevalenza nelle regioni del sud e del centro Italia. "Atletica è Salute" è una grande operazione capillare di promozione dello sport e di promozione dell'educazione motoria, un’occasione a costo zero per migliaia di famiglie italiane. Iniziative come questa vanno sostenute sempre, a partire anche dalle scuole, che devono comprendere l’importanza del movimento per la crescita dei più giovani. I migliori auguri quindi a questo progetto che seguirò da vicino nella mia città, Vicenza”. Lo dichiara la responsabile Sport e Welfare del Pd, Daniela Sbrollini, alla presentazione del nuovo progetto della Federazione italiana d’Atletica leggera : “Sport è Salute”. Il progetto , patrocinato sia dal Ministero della Salute che dal CONI e supportato da un valido comitato scientifico sarà avviato in 11 capoluoghi di provincia italiani, in tutto il territorio nazionale ed ha già coinvolto 5000 pediatri con l’obiettivo di prescrivere l’attività sportiva a 330 mila ragazzi che avranno a disposizione gratuitamente gli impianti sportivi d’atletica nella propria città.

15/03/2016 - 16:39

“Alla luce delle nuove indagini, intercettazioni e dichiarazioni bisogna fare di tutto perché emerga la verità al più presto.

Marco Pantani è stato vittima di criminali che hanno macchiato la sua carriera; il campione romagnolo ha dato tantissimo allo sport e al nostro paese in termini di orgoglio e di risultati. Il fatto stesso che la camorra abbia voluto tradire ed inquinare l’immagine di un campione italiano così straordinario è inquietante.

Personalmente, da appassionata di sport, non ho mai dubitato della lealtà sportiva del campione romagnolo ed è un vero peccato che oggi Pantani non possa esser qui con noi per godersi questa “rivincita”. Va onorata la sua memoria e mi auguro che l’UCI (Unione ciclistica internazionale) possa assegnare il titolo del Giro d'Italia a Pantani a maggio nel prossimo giro d'Italia.

Queste situazioni hanno portato poi alla morte di Pantani, anch’essa accaduta in circostanze non del tutto risolte. La famiglia di Marco merita la verità come la meritano anche tutti gli appassionati di ciclismo e di sport nel nostro Paese. La vicenda rimane nel torbido e a distanza di diversi anni sta diventando inaccettabile". Lo dichiara la deputata Pd e responsabile nazionale Sport, Daniela Sbrollini.

04/02/2016 - 13:53

"E’ una bellissima giornata per le famiglie, per le associazioni e le fondazioni che si occupano di tematiche sociali e disabilità. Questa mattina con larghissima maggioranza è stato approvato il provvedimento Dopo di noi, un testo atteso da molti anni che definisce i diritti delle persone affette da disabilità grave nel momento in cui viene a mancare il diretto sostegno della famiglia. Da oggi alle persone con disabilità viene assicurata una continuità qualitativa di vita. E’ assicurata intorno al soggetto debole una rete di protezione che assicuri un futuro anche dopo la scomparsa dei genitori. Sono molte le novità : innanzitutto viene istituito un nuovo fondo per la disabilità, già finanziato, e vengono agevolate le donazioni di privati sia durante il sostegno familiare sia dopo, permettendo di vincolare un patrimonio a coprire i costi di assistenza e sostegno per una o più persone. Vengono anche definite le linee guida per i livelli essenziali dell’assistenza ai soggetti disabili, così da garantire sempre qualità e attenzione nelle prestazioni socio-sanitarie”.Così la deputata Dem Daniela Sbrollini, intervento in Aula durante l’approvazione della legge: “Ora il testo andrà al Senato – prosegue - dove verrà approvato definitivamente entro l’estate. Il fatto straordinario è che le risorse finanziarie per il sostegno di migliaia di persone sono già disponibili, nella legge di stabilità 2016 erano già stati previsti 90 milioni di euro che si aggiungono agli oltre 400 milioni stanziati nel fondo per la non autosufficienza."

03/02/2016 - 15:24

“La Camera dei Deputati ha approvato il provvedimento che garantisce l’equilibrio di genere nei consigli regionali. Questa nuova legge prevede che all’interno delle liste che si presentano alle elezioni non vi possa essere presenza dello stesso genere oltre il 60%. Inoltre, viene introdotta la doppia preferenza così da poterne esprimere una per genere. Nella scorsa legislatura ero stata prima firmataria di un progetto di legge analogo per tutelare e favorire la partecipazione delle donne nella vita pubblica. Quella proposta di legge venne approvata definitivamente, e infatti oggi per le elezioni amministrative comunali c’è la possibilità di esprimere la doppia preferenza. Sono davvero orgogliosa che il nostro parlamento sia tornato sul tema, legiferando con convinzione per estendere questa possibilità anche ai consigli regionali.

Ci sono ancora troppe regioni in cui la presenza femminile è decisamente scarsa, tra queste il Veneto, la mia regione, dove siedono in Consiglio Regionale solo 11 consigliere donne su 51 eletti.

La nostra democrazia ha sempre sofferto di una scarsa rappresentanza di donne nelle istituzioni, non è solamente una questione di quote e di diritti: è un tema più ampio che interessa la qualità e sensibilità della rappresentanza politica e di genere.

Le Regioni hanno sempre più competenze e potere reale nel legiferare e nell’intervenire sulla vita dei cittadini, sulle politiche della sanità, del sociale, del lavoro, nei trasporti e nell’istruzione. E’ necessario garantire che anche le donne siano rappresentate al meglio con competenza e sensibilità in tutti i partiti, tra i quali alcuni come il Pd sono nettamente più avanti, mentre altre liste soffrono ancora di un’ incontrastata maggioranza maschile.”

 

Pagine