14/11/2017 - 17:20

“Quello della mensa scolastica di Montevarchi non è il primo caso di discriminazione a cui assistiamo in materia di erogazione del servizio delle mense scolastiche, servizio fra l’altro molto difforme sul territorio nazionale”. Lo dichiara la deputata del Pd, Chiara Scuvera, prima firmataria della proposta di legge, presentata nel 2014, per garantire le mensa scolastica come livello essenziale.

“È urgente regolamentare in modo nuovo il servizio, affinché sia garantito in modo eguale su tutto il territorio nazionale, come chiede Save The Children. Prevediamo inoltre delle premialità per quei comuni che si fanno promotori di buone prassi”.

“La nostra proposta di legge prevede anche il sostegno economico-finanziario per i Comuni nell’erogazione del servizio. Inoltre si possono creare economie di scala ad esempio evitando gli sprechi alimentari e in questo senso il Pd si è fatto promotore dell'approvazione di un'importante legge", aggiunge la deputata democratica.

“Le imprese della ristorazione stanno soffrendo di questa difforme, e in alcuni casi, cattiva gestione delle mense scolastiche. Ma soprattutto non si possono privare i bambini di un momento sociale ed educativo importante come quello della mensa a scuola”.

“Auspichiamo quindi che venga calendarizzata al più presto la nostra proposta di legge ferma dal 2014 sia per preservare l’educazione e la partecipazione dei bambini sia per preservare e aiutare la parte produttiva erogatrice del servizio e tutti quei comuni che esercitano buone prassi", conclude Chiara Scuvera.

21/07/2017 - 13:00

"Finalmente con la legge europea un bel passo avanti per settore ascensori e relativi componenti di sicurezza, con specifico riferimento ai certificati di abilitazione. Una buona notizia per il lavoro di qualità e la sicurezza". Lo dichiara la deputata Pd, Chiara Scuvera, relatrice in commissione Attività produttive di Montecitorio dell'atto del governo sugli ascensoristi e recentemente della legge europea, su cui è stato approvato l'emendamento in materia.

"Nello specifico - spiega Scuvera - vengono riattivate le commissioni prefettizie che saranno composte da cinque funzionari, in possesso di adeguate competenze tecniche e dei quali almeno uno, oltre al presidente, fornito di laurea in ingegneria, designati dai Ministeri del Lavoro, delle Infrastrutture, dello Sviluppo Economico, dall'Istituto nazionale per gli infortuni sul lavoro (INAIL) e da una Azienda sanitaria locale".

20/07/2017 - 11:40

"La legge europea introduce  l'esenzione Iva sulle cessioni di quei beni - effettuate nei confronti dei soggetti della cooperazione allo sviluppo - destinati ad essere trasportati o spediti fuori dall'Unione europea in attuazione di finalità umanitarie, come previsto dalla direttiva Ue 2006/112. Tra tali soggetti vi sono le organizzazioni del commercio equo e solidale.
In linea con la legge europea e per un deciso impulso all'economia solidale che pone il nostre Paese all'avanguardia in Europa, in questa legislatura abbiamo approvato in prima lettura alla Camera la prima legge nazionale sul commercio equo e solidale. Per questo abbiamo presentato un ordine del giorno, accolto dal Governo, affinché assuma iniziative di propria competenza per facilitare ed accelerare l'approvazione in via definitiva di tale legge, ora all'esame del Senato. Quindi al via la legge europea e ci auguriamo che venga approvata al più presto anche la legge quadro sul commercio equo e solidale". Lo dichiara la deputata del Pd, Chiara Scuvera, prima firmataria dell'odg alla legge europea e relatrice alla Camera della legge sul commercio equo e solidale.

05/07/2017 - 13:01

"Circa la notizia che sta circolando in queste ore su alcune agenzie di stampa riguardo ad alcuni emendamenti alla Legge europea 2017 a prima firma del collega PD Francesco Sanna sugli importanti temi di imprese energivore e fonti rinnovabili, voglio chiarire che non è stato espresso alcun parere nel merito, perché i suddetti emendamenti sono stati ritirati. Come gruppo PD stiamo continuando a lavorare su tali importanti questioni dai molti risvolti anche in queste ore". Lo dichiara la deputata Pd, Chiara Scuvera, relatrice della legge europea 2017 in  Commissione Attività Produttive di Montecitorio.

01/02/2017 - 14:41

"Era necessario adottare un nuovo regolamento europeo sulla cooperazione tra le Autorità nazionali preposte alla tutela dei consumatori, perché la normativa precedente si era rivelata inefficace, generando anche scarsa fiducia nell'e-commerce per timori di frodi. Con questo documento chiediamo anche un comune terreno normativo fra i Paesi dell'Ue riguardo alle tutele dei consumatori per la sfida del mercato unico digitale". Lo dice la deputata Pd, Chiara Scuvera, relatrice del documento finale della commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati sul regolamento europeo sulla cooperazione tra le autoritá per attuare la normativa a tutela dei consumatori.

"Volevamo dare un input politico importante alle istituzioni europee - prosegue la deputata democratica - per il miglior allineamento possibile delle normative nazionali con il regolamento europeo, il tutto nell'ottica di una nuova integrazione europea, anche sulle tutele, di fronte ai nuovi modelli di business, e-commerce e mercato digitale".

"Nel documento abbiamo chiesto anche migliorie all'attuale testo di Regolamento. ll gruppo di lavoro presso il Consiglio europeo ha già raggiunto dei risultati negoziali importanti, anche grazie all'Italia, ad esempio nella definizione di infrazione. Si sta cercando di superare alcune difficoltà interpretative e di rendere più flessibile il rapporto fra la Commissione Ue e le varie Autorità nazionali, anche coinvolgendo i consumatori stessi. Ora dobbiamo fare in modo che le diverse competenze si integrino con una governance strutturata", conclude Chiara Scuvera.

16/09/2016 - 11:44

 “Nonostante negli ultimi anni si registri un miglioramento, le imprese italiane brevettano ancora troppo poco in Europa. Con il nuovo Patent system (brevetto unitario europeo e Tribunale Unificato Brevetti), le nostre imprese innovative avranno, grazie alla semplificazione amministrativa e a un più solido sistema di tutela sovrannazionale, più opportunità di tutelare la loro proprietà intellettuale, di difendersi dalla contraffazione,  di internazionalizzare. Brevettare è strategico per le aziende italiane, ancor più adesso che il nostro Paese ha accettato le sfide di Industria 4.0.

La scelta politica che abbiamo fatto nel 2015 come Parlamento e come Governo di aderire alla cooperazione rafforzata in materia di brevetto unitario europeo ha consentito al nostro Paese, finalmente, di sedere come membro, e non più come semplice osservatore, nel Select  Committee, potendo così incidere sulle regole del sistema e ottenendo agevolazioni economiche e processuali per le imprese di minore dimensione. Abbiamo quindi di fronte una grande opportunità di internazionalizzazione, di rafforzamento di una tutela specializzata in Europa e di un contrasto alla contraffazione.

L'Italia potrebbe aspirare ad ottenere non solo una sede locale, ma anche una sede centrale del TUB. In merito abbiamo presentato un ordine del giorno, ritenendo che questo risultato rafforzerebbe la coesione e l'integrazione europea, dando protagonismo anche il sud Europa”. Lo dichiara la deputata del Pd, Chiara Scuvera, prima firmataria della risoluzione in materia di adesione alla cooperazione rafforzata sul brevetto unitario europeo e intervenuta in Aula in dichiarazione di voto sulla ratifica TUB.

13/09/2016 - 17:00

"La riforma degli Studi di Settore e la sostituzione con un nuovo indice è una buona notizia, un vero e proprio passo in avanti soprattutto per le PMI che anche noi come Pd già avevamo sollecitato con una mozione proprio del marzo 2015 e poi approvata dalla Camera". Lo dice la deputata del Pd, Chiara Scuvera, prima firmataria della mozione che impegnava fra l'altro il Governo "a continuare nel percorso di rafforzamento della collaborazione tra fisco e contribuente, di semplificazioni delle procedure e riduzione degli adempimenti".

"L'Agenzia delle Entrate ha non solo provveduto alle semplificazioni nei nuovi modelli di studi di settore, ma ha addirittura proposto un Modello Unico per il 2017 con dei nuovi parametri", aggiunge Scuvera.

07/06/2016 - 20:30

"Ho chiesto al governo se intenda confermare le attuali esenzioni dal pagamento degli oneri di sistema per i sistemi di distribuzione chiusi (Sdc) e per i sistemi efficienti di utenza (Seu). Questi strumenti sono infatti importanti per l'autoproduzione efficiente di energia da parte delle imprese". Lo dice la deputata del Pd, Chiara Scuvera, in riferimento "alle politiche di sostegno alle energie rinnovabili, al fine di superare gli obiettivi 2020 e contribuire agli obiettivi 2030, confermando l'importanza di una profonda innovazione del sistema energetico in cui l'Italia può peraltro esprimere posizioni di eccellenza industriale e tecnologica", come ha premesso il Governo.

"Ritengo importante - aggiunge la deputata - l'impegno del governo a mantenere tali agevolazioni e a portare avanti la posizione dell'Italia nel confronto che si sta svolgendo in Europa, per cui nelle nuove Linee Guida vengano salvaguardati i nuovi obiettivi di politica energetica, nel senso dell'innovazione e dell'efficienza, in tutte le forme consentite dalle regole europee. In questo senso si è mosso anche il Green Act che abbiamo approvato nel dicembre 2015", conclude Scuvera.

03/03/2016 - 19:29

Importante passo avanti per una nuova economia

“Oggi abbiamo approvato la prima legge nazionale sul commercio equo e solidale, una legge attesa da dieci anni e frutto del lavoro nel tempo di tanti parlamentari, dell’impulso delle associazioni e dei movimenti civici. Dinamismo, sussidiarietà, promozione sono i principi ispiratori che la connotano. Lo storico accordo sul clima raggiunto a Parigi, la stessa Unione Europea e l’Agenda per il Cambiamento indicano la necessità di sostenere i piccoli produttori rurali e, in generale, lo sviluppo economico locale nei paesi del Sud del mondo. E in questo senso è necessario che l’Unione dia vita a una normativa europea, cogliendo la sfida che alcuni Paesi membri, come la Francia e la Germania e ora anche l’Italia (e, ancor prima, nel nostro Paese, le regioni) lanciano con questa normativa quadro. Il commercio equo e solidale svolge una funzione rilevante nella crescita economica e sociale nelle aree economicamente marginali del pianeta, nella pratica di un modello di economia partecipata, fondata sulla cooperazioni internazionale e sulla giustizia sociale, attenta alla conservazione dell’ecosistema, rispettosa dei diritti di tutti i soggetti parte dello scambio economico. Favorisce la concorrenza leale e l'adeguata protezione dei consumatori”.

Lo dichiara Chiara Scuvera, deputata Pd e relatrice del ddl in Aula.

18/01/2016 - 18:14

"Con la tessera professionale europea (EPC) i cittadini europei avranno più opportunità di esercitare la propria professione nei vari stati membri e si promuoverà lo spazio europeo delle competenze.  La novità -  che per il momento interessa cinque categorie: infermieri, farmacisti, fisioterapisti, guide alpine e agenti immobiliari - è contenuta nel decreto legislativo che recepisce la direttiva 2013/55. Appena sarà operativo, questo 'passaporto' elettronico riguarderà sia i professionisti italiani che intendono esercitare in un altro Paese sia - viceversa - i professionisti europei che vogliono esercitare in Italia. In questo modo sarà più facile il trasferimento temporaneo o permanente della propria attività in un altro Paese dell'Unione. La direttiva prevede anche l'aggiornamento, da parte della Commissione europea, delle attività artigianali per cui é previsto il riconoscimento automatico : un'occasione anche per avviare un'iniziativa per valorizzare le attività dell'artigianato tradizionale riconosciute come espressione di identità culturale collettiva e tutelarle". Lo dichiara la deputata del Pd, Chiara Scuvera, relatrice del parere in commissione Attività produttive della Camera.

08/01/2016 - 19:17

Ci risiamo: anche quest’anno, alla riapertura delle scuole, un altro comune ha escluso bambini e bambine dal servizio di mensa scolastica a causa della morosità delle loro famiglie. Questa volta è successo a Corsico, nell’hinterland milanese, dove grazie alla reazione dei presidi, che si sono opposti al provvedimento del sindaco, per fortuna nessun bambino è rimasto senza cibo. Si tratta dell’ennesimo grave episodio che ci indica quanto sia urgente calendarizzare la nostra proposta di legge, che stabilisce il principio per cui il servizio di mensa scolastica debba essere considerato come livello essenziale delle prestazioni. Riteniamo, infatti, che anche se la morosità da parte delle famiglie fosse colpevole, il minorenne non dovrebbe essere escluso da un momento fondamentale per la sua educazione e la sua salute. 

Lo afferma Chiara Scuvera, deputata Pd prima firmataria della proposta di legge in questione.

27/11/2015 - 11:08

Oggi, venerdi’ 27 novembre, alle 14.30, presso la Sala stampa della Camera (via della Missione, 4), si terrà una conferenza stampa su “Varzi Repubblica partigiana. La libertà non è un dono”.

Tra i relatori, Irene Manzi, deputata del Pd e segretario della Commissione Cultura della Camera, Giuseppe Villani, consigliere regionale lombardo Pd, il sindaco di Varzi Gianfranco Alberti. Durante l’incontro verranno proiettate delle immagini sulla battaglia di Varzi.

Coordina la deputata del Partito Democratico Chiara Scuvera.

08/10/2015 - 16:36

"Chiediamo al ministro competente di avviare le procedure necessarie per conferire alla città di Varzi, in provincia di Pavia, una ricompensa al valore civile, considerando che Varzi si è distinta durante la Resistenza, negli anni tra il 1943 e il 1945, per episodi di eroismo nella battaglia contro il nazifascismo, e la sua popolazione ha dato prova di straordinaria dignità e coraggio". Lo dichiara Chiara Scuvera che ha presentato una interrogazione al ministro dell'Interno.

"Le leggi 20 giugno 1956, n. 658, e 2 gennaio 1958, n. 13, hanno previsto l’istituzione di una ricompensa al merito civile per premiare persone o enti che si sono prodigati per salvare persone e alleviare sofferenze altrui", aggiunge la deputata democratica.

"Chiediamo dunque che ai sensi delle succitate leggi venga assegnata a Varzi una ricompensa al merito civile e alle persone di Fortunato Repetti, Costantino Pizzardi, Guido Versari, Mario Grazi, Salvatore Lai, Emilio Piana, Leopoldo Braghieri, Luigi Rebaschio, Lino Tarditi una medaglia d'oro", conclude Chiara Scuvera.

06/10/2015 - 12:37

Domani mercoledì, 7 ottobre, alle ore 14.30, presso la Sala stampa della Camera dei deputati si terrà la conferenza stampa di presentazione della proposta di legge sul congedo parentale per motivi di ricongiungimento familiare.

In Italia il testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e le norme sulla condizione dello straniero prevede il diritto al ricongiungimento familiare, ma i minori che lo ottengono, una volta raggiunto il nostro Paese, faticano ad integrarsi a causa del poco tempo che i genitori possono dedicargli.

La proposta di legge in oggetto è stata concepita prendendo spunto proprio dai suggerimenti di varie associazioni di donne immigrate impegnate nella ricostruzione del rapporto genitore-figlio dopo una lunga separazione.

Con le disposizioni in essa contenute i genitori potranno avere la possibilità di accompagnare i figli nel percorso di inserimento a scuola e nella società, prevenendo così i costi sociali che potrebbero derivare da emarginazione o mancata messa a frutto delle proprie capacità.

Presenterà la proposta di legge la deputa del Pd, Chiara Scuvera e interverrà la presidente Unione donne latino-americane, Lorena Ramirez.

02/10/2015 - 12:56

“L'Italia ha aderito ufficialmente al brevetto unico europeo: un’ottima notizia che mette il nostro Paese nelle condizioni di avere voce in capitolo sulla questione degli oneri amministrativi sui brevetti. Ringrazio il governo ed, in particolare, il sottosegretario Sandro Gozi per l'impegno davvero efficace”. Lo dichiara in una nota la deputata del Pd, Chiara Scuvera, prima firmataria della risoluzione approvata in commissioni congiunte della Camera Politiche europee e Attività produttive sul brevetto unico europeo.

“La stessa Commissione europea ha visto l’adesione dell’Italia come un importante passo in avanti, in quanto l'Italia è il quarto mercato in Europa in termini di brevetti approvati. E ha detto che per le società italiane l’adesione al brevetto unico significherà un risparmio di tempo e costi per ottenere i brevetti”, aggiunge Scuvera.

“A metà ottobre l’Italia siederà per la prima volta nel selected committee degli Stati membri aderenti, che sta scrivendo le regole del nuovo meccanismo, e, soprattutto, sta studiando come ripartire gli oneri finanziari tra i diversi Paesi. Resta ancora la parte relativa al Tribunale unificato brevetti: finora, 8 paesi hanno aderito (Austria, Francia, Belgio, Danimarca, Lussemburgo, Malta, Portogallo e Svezia), e ora la Commissione europea chiede che anche gli altri paesi, fra cui l’Italia, ratifichino al più presto tale sezione, in modo che l’intero pacchetto del brevetto unico possa essere operativo entro la fine del 2016”, conclude Scuvera.

Pagine