17/05/2016 - 12:26

"Nel pieno rispetto delle opinioni di tutti ritengo che il cardinale Bagnasco sbagli nell'affermare che la politica, dopo il via libera alla legge sulle unioni civili, stia preparando il terreno per un 'colpo finale' rappresentato dalla gestazione per altri: lo ritengo un allarmismo ingiustificato". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd, Marietta Tidei. "Il riconoscimento delle unioni civili, che rappresenta un traguardo di civiltà e responsabilità, non può essere inficiato da altri ragionamenti tesi a screditare questo traguardo: dopo anni abbiamo messo fine a discriminazioni ingiustificate e affermato il principio che le coppie omosessuali devono avere gli stessi diritti di quelle eterosessuali",prosegue Tidei. "Non esiste alcuna equiparazione tra le unioni civili e i matrimoni, anche se personalmente sono favorevole ai matrimoni gay: questo parallelismo, oggi, è alquanto fuorviante e distorsivo della realtà dei fatti", aggiunge. "I diritti sono di tutti e mi auguro che questa consapevolezza, che proviene dal Paese, possa diventare un principio ineludibile", conclude Tidei.

16/05/2016 - 17:00

"In occasione della giornata mondiale contro l'omofobia, che si celebra domani, credo che sia necessario arrivare quanto prima alla ripresa dell'esame del disegno di legge per l'introduzione di un reato ad hoc nel nostro ordinamento: il Paese non può più attendere". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd,
Marietta Tidei. "L'irruzione squadrista al ‪Gay Center di ‪‎Roma e quella all'incontro con la collega e amica Monica Cirinnà a Gaeta sono soltanto due dei tanti episodi che mettono in evidenza come sia
necessario arrivare all'approvazione di una legge contro l'omofobia in Italia: dopo il via libera al riconoscimento delle unioni civili credo che questo ulteriore passo di civiltà sia importante per mettere in
campo un forte deterrente contro chi condanna l'amore tra persone dello stesso sesso", aggiunge Tidei. "Chi discrimina oggi una persona per il suo orientamento sessuale è un razzista e come tale va trattato: lasciare impuniti questi comportamenti significa alimentar un'onda pericolosa, che porta tante persone oggi in Italia a sentirsi relegate nell'angolo per colpe che non hanno", prosegue. "Mi auguro
che tutte le forze politiche si impegnino per sbloccare il ddl in Senato in modo da arrivare a un'approvazione del provvedimento in tempi rapidissimi", conclude Tidei.

04/05/2016 - 18:01

 "Condivido e sostengo l'analisi del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che nel corso del question time alla Camera ha sottolineato come sulla vicenda dei controlli al Brennero in Austria si stia dando vita a un puro esercizio di propaganda: a noi e all'Europa spetta il dovere di respingere questo tentativo". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd e membro della commissione Esteri della Camera, Marietta Tidei. "Il Brennero è un simbolo di amicizia e di dialogo tra due Paesi che devono continuarsi a parlare all'interno di un contesto, quello dell'Unione europea, che deve puntare a rendere più forte la dimensione di accoglienza e di solidarietà nei confronti dei migranti", aggiunge la deputata del Pd. "'Apprezziamo il fatto che il vicepresidente vicario della Commissione europea, Frans Timmermans, abbia sottolineato come non ci sono elementi che possono giustificare la chiusura del confine tra Austria e Italia: questa consapevolezza deve essere condivisa da tutti i Paesi", prosegue. "L'Europa ha sperimentato, nel recente passato e anche oggi, l'inutilità dei muri e dei fili spinati: la chiusura del Brennero va evitata a ogni costo", conclude Tidei.
 

02/05/2016 - 17:42

"La decisione del Tribunale dell'Aja che ha accolto le richieste del governo italiano, permettendo a Salvatore Girone di poter rientrare in Italia fino alla conclusione dell'arbitrato, è motivo di gioia e di soddisfazione: finalmente potrà ritornare a casa e riabbracciare i suoi familiari". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd e membro della commissione Esteri della Camera, Marietta Tidei. "Il risultato di oggi è il giusto riconoscimento allo sforzo politico e diplomatico promosso dal nostro Governo, a iniziare dai ministri Gentiloni e Pinotti, e dall'Alto commissario per la politica estera e di sicurezza comune dell'Unione europea, Federica Mogherini", prosegue Tidei. "Abbiamo sempre sostenuto la necessità di un tribunale internazionale per decidere su una vicenda che non può finire in balìa di una controversia tra l'India e l'Italia, ma che al contrario deve puntare a un mantenimento dei buoni rapporti tra i due Paesi garantendo però ai nostri marò il pieno diritto a difendersi in condizioni di diritto che non sono sempre state garantire da New Delhi", aggiunge. "Mi auguro che la decisione di oggi possa essere il primo passo per arrivare a una soluzione positiva e in tempi rapidi dell'intera vicenda che riguarda i nostri due fucilieri di Marina", conclude Tidei.

27/04/2016 - 18:42

"La chiusura del confine tra l'Italia e l'Austria al Brennero costituirebbe un danno enorme non solo per il nostro Paese, ma per l'intera Europa: ci auguriamo che il governo austriaco non decida di agire in autonomia, predisponendo controlli e blocchi alle frontiere che sarebbero inaccettabili". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd e membro della commissione Esteri della Camera, Marietta Tidei.

"I problemi legati all'immigrazione non si risolvono con le barriere: l'Austria non può ignorare questo ragionamento e pensare di fare per conto proprio, tradendo lo spirito europeo e intaccando i valori della solidarietà e della condivisione, che sono l'architrave dell'Unione europea", aggiunge Tidei. "Il governo italiano, e in primo luogo il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, sta agendo in modo deciso per evitare uno scenario catastrofico: sosteniamo questo sforzo e incoraggiamo l'esecutivo a proseguire in questo percorso", prosegue la deputata del Pd. "Chi ha cuore l'idea di Europa non può che vedere la chiusura del Brennero come un oltraggio allo stesso spirito europeo: dove è finita la nostra umanità di fronte al dramma dei migranti? Pensiamo davvero che i controlli ai confini possano risolvere la situazione?", aggiunge. "L'Europa oggi non può e non deve indietreggiare rispetto a un dovere imprescindibile e l'Austria non ha alcuna ragione per mettere i bastoni tra le ruote", conclude Tidei.

22/04/2016 - 15:44

"La 46esima Giornata mondiale della Terra, a difesa e a salvaguardia del pianeta, che si celebra oggi costituisce un promemoria importante sugli impegni in agenda nella lotta al riscaldamento globale alla luce dello storico accordo sul clima Cop21 di Parigi: con l'adesione di Stati Uniti, Cina, Russia e di altri Paesi cresce la speranza che questo accordo possa entrare in vigore anche prima del 2020". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd e rapporteur della Commissione Affari economici, scienza, tecnologia e ambiente dell'assemblea parlamentare dell'Osce, Marietta Tidei. "Solo quando i governi si impegneranno ad assumere azioni radicali per muoversi rapidamente verso un'economia a basse emissioni di carbonio possiamo davvero cominciare a festeggiare un'inversione di marcia che riguarderà il cambiamento climatico e le sfide correlate a questo tema, tra cui l'aumento dell'immigrazione", aggiunge Tidei. "Per rispondere alla sfida del riscaldamento globale, i leader dei diversi Paesi devono cogliere ogni opportunità per rafforzare e superare gli obiettivi di riduzione delle emissioni, nonché perseguire politiche

orientate verso l'adattamento degli effetti dei cambiamenti climatici già in atto", prosege la deputata del Pd. "Il governo italiano sta sostenendo questo impegno e l'annuncio del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, della chiusura di cinque centrali a carbone attesta la volontà di rafforzare la nostra dimensione di leader nel settore delle energie rinnovabili", conclude Tidei.

19/04/2016 - 19:04

"Il niet del governo tedesco all'ipotesi di bond comuni per l'immigrazione, contenuta nel Migration Compact presentato dall'Italia a Bruxelles, denota un atteggiamento di chiusura inaccettabile". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd e membro della commissione Esteri della Camera, Marietta Tidei.

"Il governo italiano, che ha già raccolto consensi sul documento inviato alla Commissione europea, vada avanti: oltre agli eurobond, infatti, è di fondamentale importanza attivare accordi e programmi di cooperazione con i Paesi di origine e di transito dei migrati, in particolare quelli africani", prosegue.

"Il Migration Compact è un documento che può far imprimere un cambio di rotta decisivo all'Europa, che deve acquisire la consapevolezza di potenziare la sua dimensione unitaria perchè i problemi si gestiscono insieme e non di certo attraverso gli egoismi, le chiusure, i muri e i fili spinati", aggiunge. "Mi auguro che tutti i Paesi, Germania in primis, dimostrino un atteggiamento costruttivo e diano prova di voler concorrere davvero a una gestione comune dell'immigrazione", conclude Tidei.

25/02/2016 - 12:59

"A un mese esatto dalla scomparsa di Giulio Regeni, che si è poi rivelata tragica, le autorità egiziane non stanno collaborando fattivamente con gli investigatori italiani presenti al Cairo: l'Italia deve continuare a pretendere la piena verità sulla morte del giovane ricercatore". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd e membro della commissione Esteri, Marietta Tidei. "Apprezzo l'impegno del ministro Gentiloni e della Farnesina: è giusto e doverso, per la memoria di Giulio e della sua famiglia, non accontentarsi di verità di comodo", prosegue Tidei. "Quella di Giulio è una delle tante storie di sparizioni sulle quali occorre fare luce per arrivare a individuare i responsabili delle atroci torture a cui è stato sottoposto quel ragazzo", aggiunge. "La ricerca della verità è
un dovere imprescindibile e lo dobbiamo anche al popolo egiziano, che merita di essere governato da istituzioni di cui potersi fidare", conclude Tidei.

17/02/2016 - 12:57

"Le capriole del Movimento 5 Stelle sul ddl Cirinnà in Senato sono riprovevoli: d'altronde quando la convenienza e i tatticismi politici vengono prima dei diritti non c'è da aspettarsi altro". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd, Marietta Tidei. "Le parole amare che hanno accompagnato le riflessioni della collega Cirinnà spiegano bene l'impegno che il Pd ha messo su un tema di civiltà che è imprescindibile per il nostro Paese: invito Monica a non mollare in questo momento seppur difficile perchè sono tantissimi i cittadini che hanno riposto nel disegno di legge, che reca la sua prima firma, la speranza di un presente e di un futuro di diritti e libertà", aggiunge Tidei. "I diritti in questo Paese non possono diventare appannaggio dei diktat della premiata ditta Grillo-Casaleggio e del Movimento 5 Stelle: ora dovranno assumersi la responsabilità dei loro deliri davanti ai cittadini, gli stessi a cui hanno promesso mari e monti e che ora prendono in giro", prosegue la deputata del Pd. "Al mio partito dico: andiamo avanti", conclude Tidei.

02/02/2016 - 14:20

"Le norme sulla cosiddetta stepchild adoption, previste nel ddl Cirinnà per il riconoscimento delle unioni civili, non vanno stralciate: il provvedimento rappresenta già una soluzione di equilibrio ed è fondamentale che si arrivi a una sua approvazione secondo i tempi stabiliti". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd, Marietta Tidei. "L'interesse affettivo del minore deve essere l'elemento prioritario da tenere in considerazione quando ci si accosta a questo tema: chi parla di mercificazione di bambini strumentalizza una vicenda che meriterebbe altre parole e soprattutto rispetto", aggiunge Tidei. "Mi auguro che si possa procedere sulla strada stabilita perchè il Paese non può più aspettare: sui diritti non possiamo giocare al ribasso perchè così non faremmo altro che perpetuare una situazione di discriminazione che oggi vede cittadini di serie A contrapposti a cittadini di serie B", conclude la deputata del Pd.

26/01/2016 - 19:04

"Anche il Consiglio d'Europa incoraggia l'Italia a garantire il riconoscimento legale delle coppie dello stesso sesso, così come stabilito dalla Corte Europea dei diritti umani: il ddl Cirinnà, che rappresenta un punto di equilibrio, va approvato". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd, Marietta Tidei.

"Le strumentalizzazioni che si levano da alcuni esponenti delle opposizioni sono inaccettabili: non possiamo restare indietro rispetto a quello che è il sentimento prevalente nella società civile", aggiunge Tidei.

"L'unanimità che si è registrata nell'assemblea dei senatori del Pd sul testo che prevede il sostegno di tutti al ddl Cirinnà è il miglior segnale che potevamo dare in questo momento: mi auguro che si possa proseguire all'insegna dell'unità con l'obiettivo di arrivare all'approvazione del ddl nei tempi stabiliti", conclude Tidei.

06/01/2016 - 15:29

Voglio tranquillizzare il senatore Calderoli, sempre pronto a puntare il dito contro il Governo e il Pd: quello che è avvenuto a Colonia, così come in altre città della Germania, è ovviamente meritevole di condanna". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd, Marietta Tidei. "C'è una piccola ma sostanziale differenza tra noi e la Lega, che va rivendicata con orgoglio: la responsabilità di non generalizzare, trasformando tutti gli immigrati in orchi pericolosi", aggiunge la deputata del Pd. "I fatti di Colonia sono da condannare a prescindere dall'origine geografica di chi si è reso protagonista di quei gesti ignobili, ma strumentalizzare questi episodi per cavalcare un'onda razzista e xenofoba è ingiustificabile", conclude la deputata del Pd.
 

25/11/2015 - 15:58

"I due miliardi di euro che saranno stanziati dal Governo per la sicurezza e la cultura rappresentano una prima risposta concreta ed efficace contro il terrorismo: la sicurezza è un valore prioritario, ma investire sulla cultura significa rendere più consapevoli i cittadini e far sì che i giovani possano costruirsi una visione più complessa e articolata del mondo che li circonda". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd, Marietta Tidei."Investimenti in cyber sicurezza, bonus di 80 euro a tutti i componenti delle forze dell'ordine, ammodernamento della strumentazione, spese per la difesa, ma anche riqualificazione delle periferie, bonus di 500 euro per spese culturali ai ragazzi che compiono 18 anni, nuove borse di studio: si delinea una serie di interventi importanti che vanno nella giusta direzione", aggiunge la deputata del Pd. "Spiace constatare che da Forza Italia si levi la solita litania che tende sempre ad affossare ogni decisione assunta dal Governo: il bene dei cittadini e del Paese dovrebbe registrare il massimo consenso eppure c'è ancora chi pensa che sia meglio ridurre tutto alla polemica strumentale", conclude Tidei.

21/11/2015 - 10:14

"Voglio esprimere la mia solidarietà e la mia vicinanza al collega e amico Khalid Chaouki, che da oggi si trova costretto a vivere sotto scorta per le gravi minacce ricevute negli scorsi giorni". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd, Marietta Tidei. "Spiace constatare che in un momento delicato e complesso come quello che il nostro Paese e l'Europa intera si trovano a vivere dopo gli attentati di Parigi, qualcuno non trovi di meglio da fare che prendersela con chi, come Chaouki, ha sempre lavorato per promuovere un dialogo costruttivo con le comunità islamiche", prosegue Tidei. "Una cosa è certa: non ci piegheremo alle minacce degli sciacalli, di chi cioè oggi coglie l'occasione per strumentalizzare quanto è avvenuto in Francia cercando di gettare benzina sul fuoco", conclude la deputata del Pd.

12/11/2015 - 20:08

"Plaudo alla scelta del segretario generale dell'Onu, Ban Ki Moon, che ha designato ‎Filippo Grandi nel ruolo di nuovo responsabile dell'Alto commissariato per i rifugiati: è una scelta di valore, che premia l'impegno dell'Italia sul fronte dell'immigrazione". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd e membro dell'ufficio di presidenza dell'assemblea parlamentare dell'Osce, Marietta Tidei. "L'esperienza e il profilo internazionale di Grandi permetteranno all'Unhcr di compiere un ulteriore passo in avanti nella sua azione che ogni giorno si rivela fondamentale per l'assistenza ai migranti", sottolinea Tidei. "A tal proposito giudico positivamente il fatto che sia stata scelta una persona, come Grandi, che da 30 anni vive nel mondo delle Nazioni Unite, dove ha ricoperto incarichi importanti e delicati a iniziare da quello di responsabile dell'Unrwa, l'agenzia dell'Onu che si occupa dei rifugiati palestinesi e che assiste la popolazione della striscia di Gaza", prosegue la deputata del Pd. "La gestione dei flussi migratori necessità di lungimiranza e senso di responsabilità, doti che appartengono a Grandi e che ora potranno essere messi al servizio delle politiche dell'Unhcr", conclude Tidei.

Pagine