02/02/2015 - 17:47

“Sono apprezzabili le parole del ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, che giudica ‘irreversibile’ la costruzione dello Stato Palestinese e ricorda che l'Italia ha votato, nel novembre 2012, a favore dell'attribuzione alla Palestina dello status di Stato osservatore non membro dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Siamo convinti che la costruzione dello Stato di Palestina sia una soluzione giusta e non rinviabile, l’unica alternativa per la risoluzione di questo conflitto. Mi auguro perciò che al più presto il Parlamento voti a favore del riconoscimento dello Stato Palestinese.

Lo afferma Marietta Tidei, deputata del Partito Democratico, commentando le parole del ministro Gentiloni in un' intervista a Liberté in occasione della sua visita ad Algeri.

 

27/01/2015 - 19:22

"Occorre tutelare i lavoratori di E.On, uno dei principali 'player' del settore dell’energia elettrica e del gas a livello europeo e mondiale, preservando allo stesso tempo il carattere strategico degli asset". Lo dichiarano, in una nota congiunta, il capogruppo del Pd in commissione Attivita' produttive alla Camera, Gianluca Benamati, e la deputata del Pd, Marietta Tidei, che hanno presentato un'interrogazione al ministro dello Sviluppo economico proprio sulla vendita con il "break-up" delle attività di E.ON ad altri player. "Apprezziamo la risposta del Vice Ministro De Vincenti, che ci ha comunicato l'apertura un tavolo di confronto interministeriale, con la partecipazione dei vertici di E.On  e dei sindacati", aggiungono i due esponenti del Pd. "Ci auguriamo che si garantisca la continuità  occupazionale, a parità di trattamento contrattuale, a tutti i  lavoratori di E.On", sottolineano. "Auspichiamo che la cessione di alcuni asset di E. On ad Eph sia un’opportunità di rilancio per l’azienda e che non si perda valore nel settore italiano dell’energia elettrica", proseguono Benamati e Tidei. "Continueremo a seguire gli sviluppi di questa vicenda, augurandoci che si arrivi a una soluzione positiva in grado di dare risposte certe ai lavoratori e di garantire lo sviluppo ai territori interessati", concludono.

 

16/12/2014 - 15:33

"In Italia i tempi sono maturi affinchè il Parlamento approvi una mozione per il riconoscimento della Palestina come Stato indipendente e sovrano, così come avvenuto in molti Paesi, tra i quali il Portogallo e la Francia". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd e membro italiano dell'ufficio di presidenza dell'assemblea parlamentare dell'Osce, Marietta Tidei. "Durante l'incontro che si è tenuto a Roma tra il premier israeliano Benyamin Netanyahu e il segretario di Stato americano John Kerry, è emerso che gli Stati Uniti potrebbero, a differenza del passato, non esercitare il diritto di veto nel Consiglio di sicurezza dell'Onu: la decisione spetterà ovviamente agli Usa, ma la possibilità che l'amministrazione Obama
possa avere un atteggiamento più morbido nei confronti della causa palestinese deve essere incoraggiata e sostenuta". "La Palestina merita di essere riconosciuta come Stato indipendente e mi auguro che il percorso verso la creazione di due Stati per due popoli possa proseguire con ancora più forza", conclude Tidei.

 

10/12/2014 - 21:18

"Esprimo cordoglio all'ambasciatore palestinese a Roma, Mai Alkaila, per la morte del ministro Ziad Abu Ein, un ennesimo, gravissimo episodio di violenza avvenuto nel corso di una manifestazione di protesta in Cisgiordania. Spero che la Comunità internazionale pretenda chiarezza sulle responsabilità di questo assassinio che aggrava la tensione nei Territori occupati”.

Lo afferma Marietta Tidei, deputata Pd e membro della delegazione italiana all’Osce.

 

02/12/2014 - 20:49

“Il voto di oggi del Parlamento francese sul riconoscimento dello Stato palestinese è un segnale importante per i popoli di quella martoriata regione. Auspichiamo che presto anche il nostro Paese segua questo esempio perché su questa strada si può arrivare ad una pace giusta in Medio Oriente”. Lo ha detto Marietta Tidei, deputata del Partito Democratico

 

26/11/2014 - 20:20

"Accogliamo con favore l’attenzione del Governo sulla questione del riconoscimento dello Stato palestinese, sulla scia dell’Europa che, con Federica Mogherini, sta attuando una politica di impegno e dialogo. Il ministro Gentiloni ha spiegato oggi di essere al lavoro per riaprire i tavoli per gli accordi bilaterali tra israeliani e palestinesi. Mi auguro che al più presto, visti anche gli ultimi episodi di violenza a Gerusalemme, si possa arrivare a costruire una pace durevole in Medio Oriente”.

Lo afferma Marietta Tidei, deputata del Partito Democratico, commentando le parole del ministro Gentiloni durante il question time di oggi di Montecitorio.

 

05/11/2014 - 16:06

“L’appello alle autorità israeliane dell’Alto Rappresentante Ue Federica Mogherini è di grande importanza perché indica il punto di caduta di qualsiasi possibile futuro per un Medioriente di pace. Tel Aviv deve interrompere l’espansione coloniale a Gerusalemme est e Cisgiordania perché è illegale e sottrae terra al futuro Stato di Palestina. Auspichiamo che il governo israeliano non prosegua per la sua strada scellerata e che la Comunità internazionale faccia ancora di più per far sostenere lo sforzo che in questo momento sta facendo l’Europa”.

Così Marietta Tidei, deputata del pd e membro dell’Intergruppo per la Pace.

 

30/10/2014 - 18:36

“E’ importante che l’Alto Rappresentante della Politica Estera e della Sicurezza europea, Federica Mogherini, abbia oggi dato un segnale preciso alle autorità israeliane contro la loro decisione di costruire oltre 1000 nuove abitazioni a Gerusalemme Est”. Lo dichiara Marietta Tidei , deputata del Partito Democratico e membro dell’intergruppo parlamentare per la pace.  “La nota diffusa oggi dalla Farnesina mette in rilievo due aspetti fondamentali: l’illegalità di questa scelta nell’ambito del diritto internazionale e l’effettiva intenzione del Governo Netanyahu di arrivare ad una soluzione del contenzioso israelo-palestinese secondo la formula dei due Stati. Ci auguriamo, conclude la deputata, che su questa linea politica si attesti in futuro l’Unione europea con azioni efficaci”.

 

27/10/2014 - 18:31

“La decisione del Governo Netanyahu di costruire 1.060 nuove case a Gerusalemme Est (a maggioranza araba e rivendicata dai Palestinesi) non aiuta la pace anzi rappresenta un nuovo elemento di tensione per la città e per l’intera area, aumentando tensioni vecchie e nuove”. “Ci auguriamo che l’Unione Europea e la comunità internazionale intervengano per bloccare i progetti dell’amministrazione Netanyahu”.

Lo dichiara Marietta Tidei, deputata del Partito Democratico e membro dell’intergruppo parlamentare per la pace.

 

08/10/2014 - 18:18

Marietta Tidei è capo della delegazione parlamentare degli Osservatori dell’Osce che parteciperà in Bosnia alla missione di monitoraggio alle elezioni indette domenica 12 ottobre per il rinnovo del Parlamento e della carica di Presidente

 

21/07/2014 - 16:13

“A Gaza la gente muore sotto le bombe, oggi è stato colpito anche uno dei principali ospedali. Dobbiamo indignarci e far sentire la nostra voce contro la guerra, non possono esserci ragioni politiche che giustifichino tanto orrore. Spero che l’appello di Gianni Cuperlo sia raccolto dai territori e che il Partito democratico si faccia promotore di una forte mobilitazione, anche attraverso le Festa dell’Unità con dibattiti e informazione su quanto sta accedendo in Medioriente, affinché il governo italiano raccolga la pressante richiesta giunta da più parti e in particolare dall’Onu affinché si giunga subito ad un cessate il fuoco”.

Così Marietta Tidei, deputata del Partito democratico, esponente dell’Associazione nazionale Italia-Palestina.

 

16/07/2014 - 21:13

Sarebbe una sciagura

“Sono sempre più insistenti le voci che definiscono ‘molto elevata la probabilità’ che Israele lanci a Gaza un'operazione di terra: questa sciagura va impedita. La comunità internazionale la fermi. Ci appelliamo al ministro Mogherini affinchè si impegni con ogni sforzo contro questa ipotesi che causerebbe ancora più lutti e sofferenze tra i civili palestinesi”.   Così Marietta Tidei, deputata del Pd e membro dell’Associazione Nazionale Italia-Palestina.

 

15/07/2014 - 20:05

La democratica Marietta Tidei, insieme a Vincenzo Vita, Alberto La Volpe e Fabrizio Andreoli, dell’associazione nazionale Italia-Palestina, ha promosso un appello sottoscritto da circa 40 parlamentari di vari gruppi nel quale si legge: “Gaza sta diventando luogo di distruzione e di violenza di massa. La questione palestinese rimbalza in tutta la sua storica drammaticità ancora una volta. E’ un dramma che coinvolge il mondo intero, a partire dall’Europa e dall’Italia, e che tocca i paesi interessati a dar vita ad un serio negoziato, superando stallo e pregiudizi. Va ribadita l'ispirazione di sempre: due popoli, due Stati, no a ogni violenza. L'invito a cessare il fuoco venga accolto subito anche da Hamas.

L’Europa, ora che si sta riorganizzando nelle sue istituzioni, metta in cima all’agenda il Medio Oriente; l’Italia, nel semestre che guida e in occasione del viaggio della ministra Mogherini, si faccia interprete della volontà di pace, ribadita con grande autorevolezza da Papa Francesco nel recente incontro tenutosi in Vaticano. Anzi, l'Italia diventi ospite e protagonista delle trattative.

Si metta fine –subito- alle aggressioni e alle violenze da ogni parte.

Il popolo palestinese va tutelato –prima che diventi persino inutile- dagli organismi internazionali, a cominciare dall’Onu cui spetta di mettere in pratica le sue stesse risoluzioni. La legalità internazionale va rispettata, non rimossa ogni volta che le guerre si riaffacciano nella loro brutalità. Si alzi la protesta delle persone di buona volontà, perché cessi il conflitto”.

 

L’appello è stato sottoscritto dai seguenti parlamentari: Francesco La Forgia, Renzo Carella, Andrea Ferro, Carlo Lucherini, Beppe Guerini, Luca Pastorino, Massimiliano Manfredi, Monica Cirinnà, Maria Grazia Rocchi, Romina Mura, Vittoria D’Incecco, Patrizia Maestri, Laura Puppato, Maria Spilabotte, Francesco Scalia, Francesca La Marca, Antonio Boccuzzi, Salvatore Capone, Sofia Amoddio, Paolo Fontanelli, Alessandro Zan (Gruppo Misto), Vincenza Bruno Bossio, Emanuele Lodolini, Eleonora Cimbro, Miriam Cominelli, Antonella Incerti, Daniela Gasparini, Roberta Agostini, Tino Iannuzzi, Daniele Montroni, Liliana Ventricelli, Michele Mognato, Maria Iacono, Laura Venittelli, Antonio Distason (FI), Ernesto Magorno, Elisa Mariano, Sergio Lo Giudice, Sabrina Capozzolo.

 

Pagine