01/09/2015 - 18:49

“Cassandre e vampiri della politica italiana non potranno smontare anche il nuovo quadro di ripresa economica e di respiro del tessuto socio-economico che l’Istat ha fotografato con indicatori tanto precisi quanto positivi”. Lo dichiara Laura Venittelli, deputata del Partito Democratico.

“Al termine di una stagione durissima – continua Venittelli - con dibattito su come riformare gli impianti costituzionali e istituzionali del Paese, sia per l’uscita da un periodo di crisi tra i più devastanti da 85 anni a questa parte, intravediamo la luce alla fine del tunnel”.

“Ora – prosegue la deputata democratica - occorre profondere il massimo sforzo nella direzione indicata, senza tentennamenti, poiché sarebbe inspiegabile agli occhi dei cittadini non cavalcare un’onda positiva attraverso il miglioramento della nostra competitività. L’Italia non è più il lido per chi vuole godere delle rendite di posizione”.

“L’aumento del Pil, mai così alto da almeno 4 anni e il consolidamento della nuova occupazione, rappresentano la base che conferma l’importanza delle scelte di Governo e soprattutto il terreno fertile su cui continuare a investire in semplificazione, legalità e stabilità, legate al percorso riformista in atto da un anno e mezzo”, conclude Laura Venittelli.

29/07/2015 - 13:11

Occorre che le istituzioni e le autorità competenti facciano piena luce sulle cause che hanno provocato una mattanza come quella delle 200 tonnellate di pesce morto nella laguna di Orbetello. Si accerti se il fattore scatenante sia stato realmente il fattore climatico e il luglio torrido di quest’anno, tra i più caldi di sempre, oppure se ci siano anche delle concause che possano far emergere profili di responsabilità”. Lo chiede la deputata Pd Laura Venittelli, responsabile nazionale per la Pesca e l’Acquacoltura, al ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Martina, in una sua interrogazione condivisa anche dai colleghi Luca Sani, Nicodemo Oliverio, Marco Donati e Sabrina Capozzolo, in elazione al disastro che ha colpito la laguna di Orbetello.

“Quanto accaduto a Orbetello – dice la parlamentare dem Venittelli - non è un fenomeno da sottovalutare e andranno prese tutte le misure, anche di ristoro rispetto al danno subito dalla locale economia ittica in un periodo di alta stagione. Il Partito democratico è vicino alla comunità della Laguna e oltre a impegnarsi a favore di un’azione indennizzante, promuove la costituzione di un laboratorio di ricerca che monitori permanentemente la situazione e l’eco-sistema marino locale”.

17/07/2015 - 19:02

“La riforma della Pubblica amministrazione è una ‘rivoluzione digitale nell’erogazione dei servizi’. Quasi un decalogo che permette al cittadino di essere al centro della rete istituzionale, a cui accedere attraverso un codice unico”. Così Laura Venittelli, deputata Pd, commenta la riforma approvata alla Camera. “La modernizzazione del Paese – aggiunge - non può prescindere dalla riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche, che potrà rendere efficace ed efficiente il rapporto tra collettività ed uffici, in un sistema virtuoso capace di snellire le procedure”. “Tante e importanti le novità, capaci di migliorare organizzazione e gestione interna di enti e sistemi istituzionali: basterà un click per richiedere e ricevere documenti e accedere a qualunque servizio online con un solo Pin; silenzio assenso tra le amministrazioni e con i cittadini, cioè stop ai ritardi sulle richieste; regole certe per avviare un'attività; riorganizzazione dell'Amministrazione dello Stato: politiche pubbliche più coordinate e valutazioni per decisioni più rapide, eliminazione delle duplicazioni, forme più snelle di funzionamento; gestione associata dei servizi delle Forze di Polizia, accorpati PRA e Motorizzazioni (documento unico di circolazione e proprietà dei veicoli); riforma delle Camere di commercio (ridotte da 105 ad un massimo di 60 in tutta Italia) per un maggior sostegno alle imprese; enti di ricerca pubblici più efficienti ed europei; maggiore flessibilità organizzativa per garantire una migliore conciliazione tra vita e lavoro. Incentivi per modelli organizzativi che favoriscano il lavoro remoto, lo smart-working e il co-working; forte riduzione del numero delle Società Partecipate; organizzazione e gestione dei servizi pubblici: incentivi e premi a enti locali che scelgono di aggregare attività di gestione per favorire efficienza e risparmio. Tariffari che tengano conto di produttività per ridurre aggravio su cittadini e imprese. Maggiore trasparenza nei contratti di servizio. Strumenti di rilevazione e obbligo di standard di qualità nazionali”.

 

16/07/2015 - 20:12

“Con la firma del Ministro del Lavoro Giuliano Poletti abbiamo compiuto un altro ​passo in avanti in favore dei dipendenti degli armatori​ coinvolti​ nel processo di fermo biologico del 2014 per la pesca produttiva”. Lo dichiara Laura Venittelli, deputata e responsabile Pesca e Acquacultura del Partito Democratico.

“​L’accoglimento dell’odg – spiega Venittelli - che impegna il Governo a rifinanziare la Cassa integrazione in deroga per il settore ittico con 35 milioni di euro, nell’ambito del decreto approvato ieri sugli ammortizzatori sociali, è l'inizio di un processo a tutela degli operatori del settore ittico​”.

“E’ necessario ora – continua la deputata democratica - compiere l’ultimo step e per questo lanciamo un monito all’indirizzo del Mef, affinché provveda in tempi strettissimi a validare l’iter burocratico, magari riuscendo a far arrivare i fondi a destinazione prim’ancora che in alcuni distretti e compartimenti cominci il fermo 2015”.

“Ciò permetterebbe una ulteriore iniziazione di fiducia per il buon fine del processo di concertazione che da alcuni mesi sta riavvicinando le componenti istituzionali e le imprese di pesca, dopo anni di conflittualità, per le scelte imposte e non condivise coi diretti interessati”, conclude Laura Venittelli.

09/07/2015 - 19:59

“La nostra battaglia politica e parlamentare per modificare e rendere più vicino alle esigenze di tutte le componenti il fermo biologico. La Commissione Agricoltura della Camera una risoluzione che mira a configurare un nuovo regime per il fermo pesca”. Lo dichiara Laura Venittelli, deputata e responsabile Pesca e Acquacoltura del Partito Democratico per commentare l’approvazione della risoluzione sul fermo biologico da lei presentata.

“Si tratta – spiega Venittelli - di un successo importante, che porrà ora il Governo e il Mipaaf dinanzi a un atto di indirizzo che li spinge verso sperimentazioni e studi miranti a individuare la metodologia migliore per trovare un equilibrio tra gli interessi in gioco, sia quelli del ripopolamento e della tutela dell’eco-sistema marino e della fauna ittica, sia per andare incontro alle aspettative degli operatori lungo le coste del Paese”.

“Siamo riusciti a far passare in Commissione il concetto di fermo di spazio al posto di quello di tempo: le marinerie quindi, invece di sospendere l’attività di pesca per almeno 30 giorni, per un periodo di tempo limitato, dovrebbero evitare di pescare in alcune aree, per esempio le aree di ripopolamento o all’interno delle 6 miglia dalla costa”.

“E questo, unito alla diversa scadenza ottenuta quest’anno per il distretto del Medio Adriatico, sta a significare che il modello culturale e istituzionale sinora portato avanti a prescindere dalle segnalazioni delle categorie produttive e sindacali potrà essere revisionato, realizzando così una rivoluzione utile al recupero della redditività delle impresa di pesca senza nocumento per l’ambiente”, conclude Laura Venittelli.

 

03/07/2015 - 14:41

L'onorevole Laura Venittelli, responsabile del settore Pesca e acquacoltura per il Partito democratico, esprime soddisfazione per il decreto ministeriale che ha ufficializzato il fermo biologico nel compartimento del Medio Adriatico dal 16 agosto al 27 settembre.

"Con un provvedimento fulmineo rispetto alle richieste quasi unanimi delle marinerie delle Regioni di Marche, Abruzzo, Molise e Puglia - afferma l'onorevole Venittelli - il sottosegretario Giuseppe Castiglione ha accolto le istanze delle flottiglie disponendo lo stop all'attività della pesca produttiva necessaria per permettere il ripopolamento della fauna marina. Con questa decisione si consolida il progetto di realizzazione di un distretto unico interregionale per il settore ittico con la possibilità di riuscire davvero a tutelare questa parte importante di economia territoriale del Paese. Ringrazio tutte le associazioni di categoria e le componenti politiche capaci di fare sintesi e avviare un nuovo percorso di concertazione per i processi decisionali afferenti alle categorie marittime”.

01/07/2015 - 18:07

Soddisfazione per il sì dell’aula all’odg che impegna il governo a riconoscere sussidi sociali diretti per gli operatori e le maestranze del comparto della pesca produttiva soggetti al fermo biologico. E’ stata espressa dai deputati Laura Venittelli, responsabile nazionale del settore Pesca e Acquacoltura del Pd, proponente e firmataria dell’odg, insieme al deputato Piergiorgio Carrescia, che definiscono questa approvazione “un passo avanti decisivo per andare incontro alle esigenze delle categorie ittiche e armatoriali, che ogni anno incontrano difficoltà di carattere economico per l’osservanza del fermo pesca.

“Si tratta – ha spiegato Venittelli – di un impegno mirato a modificare il contenuto del ddl di conversione in legge del decreto (n. 65) che prevede disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR. Il comparto ittico sta ricevendo un’attenzione specifica che in passato ha avuto pochissimi riscontri, frutto senza dubbio del dialogo costruttivo instaurato con le parti interessate e soprattutto per la chiarezza d’idee della maggioranza di governo che punta a rivitalizzare i settori dell’economia del Paese, permettendo attraverso l'accesso ad opportuni ammortizzatori sociali che anche queste imprese e i loro dipendenti non siano più discriminati”.

23/06/2015 - 17:59

“Ancora un segnale tangibile di quanto la maggioranza di governo tenga in debita considerazione i problemi della pesca e del comparto ittico quello provenuto oggi dalla commissione Agricoltura”. Esprime soddisfazione la deputata Laura Venittelli, responsabile nazionale del settore Pesca e Acquacoltura del Partito democratico che spiega: “L’assise tematica permanente di Montecitorio ha infatti dato parere favorevole alla mia proposta di incrementare ulteriormente l’impegno finanziario previsto all’articolo 3 sulla cassa integrazione in deroga per le marinerie italiane in sede di discussione del disegno di legge sugli ammortizzatori sociali, sulle garanzie Tfr e sulle pensioni. E non solo, poiché il mio parere si è esteso anche al comparto agricolo nel suo complesso”.

“In dettaglio – prosegue Venittelli - è stato dato parere positivo anche per introdurre norme in grado di attivare nel più breve tempo possibile la rete di lavoro agricolo per contrastare il lavoro nero e il caporalato; si prevedono norme al fine di promuovere iniziative di approfondimento sul tema generale della previdenza in campo agricolo; si inserisce una norma che tuteli i dipendenti delle imprese agricole interessate dalla fitopatologia della Xylella fastidiosa”

“Con questo impegno – conclude la parlamentare dem - riusciremo ad andare incontro alle esigenze delle categorie in modo più diretto, sostenendone le necessità allo scopo di rilanciare economie vitali per la salvaguardia non solo del benessere diffuso, ma anche della riqualificazione del nostro territorio, a terra e in mare”. 

19/06/2015 - 16:00

“La seduta di ieri in commissione Agricoltura ha dato la possibilità di dialogare e confrontarsi con gli operatori del settore pesca per giungere a un più equo fermo pesca” . Lo ha dichiarato la parlamentare dem Laura Venittelli, responsabile Pesca e acquacoltura del Pd, che ha illustrato la sua risoluzione dove si sottolinea come “occorre in primo luogo una verifica della reale entità degli stock ittici esistenti per procedere a una diversificazione del fermo pesca con il concorso della ricerca scientifica, alla luce degli strumenti della flessibilità spaziale e temporale, al fine di individuare soluzioni migliori rispetto alle attuali, che non hanno contribuito all'accrescimento degli stock. Nella seduta di martedì prossimo si darà seguito alla discussione della risoluzione coinvolgendo le associazioni di categoria”.

“Finalmente – conclude la deputata - anche il dibattito sul fermo pesca si apre concretamente alla concertazione e all’acquisizione delle giuste conoscenze. In commissione cercheremo di comprendere quali siano le reali esigenze per l’economia ittica e per la tutela del mare”.

 

17/06/2015 - 16:30

“Nell’anno dell’Expo di Milano la politica e le istituzioni italiane hanno fornito ieri un esempio tangibile di responsabilità e capacità decisionale, approvando il Dl Agricoltura chiamato a sostenere il comparto primario con misure adeguate alle necessità e allo sviluppo ulteriore della competitività dei settori più dinamici”. Lo dichiara l’onorevole del Pd Laura Venittelli, componente della XIII commissione alla Camera dei deputati.

Prosegue Venittelli:“Con un provvedimento unico e condiviso, fattore da non sottovalutare, si sono forniti strumenti e misure, risposte e sostegni sia agli agricoltori in crisi sia a coloro che debbono ‘cavalcare’ l’onda in un mercato sempre più globalizzato. Con questo testo normativo si disciplinano ora tutti i segmenti della filiera agro-alimentare, ma anche si mettono in campo tutte le risorse e le conoscenze possibile per sconfiggere infestazioni e patologie fito-sanitarie che minano le colture”.

“ Governo e Pd – conclude la parlamentare Dem -  hanno le idee chiare sull’agricoltura, mostrando di credere a un ritorno alla piena sostenibilità”. 

12/06/2015 - 18:03

"Sfruttare al meglio ogni possibilità di sviluppo che si apre nel comparto agricolo e ortofrutticolo è un obiettivo irrinunciabile, da perseguire attraverso pianificazioni e programmazioni adeguate, come ad esempio la coltivazione e la commercializzazione della frutta secca, dove la domanda mondiale è tripla rispetto all’offerta".

Lo afferma la deputata molisana del Pd, Laura Venittelli, che domani pomeriggio, sabato 13 giugno, dalle 15 al Vivaio Verde Molise in via Biagi al nucleo industriale di Termoli, parteciperà insieme ad altri relatori a un convegno a tema, organizzato proprio dai titolari dell'azienda floro-vivaistica termolese.

La parlamentare democratica, componente della XIII commissione alla Camera dei deputati, ha coinvolto in questa manifestazione che porterà a contatto di questo progetto centinaia di agricoltori e addetti al settore primario, il capogruppo del Pd in Commissione Agricoltura On. Nicodemo Oliverio, il responsabile dell'innovazione e made in italy del Pd On. Ernesto Carbone ed il responsabile di Ismea On. Francesco Laratta.

L'evento tratterà le prospettive di sviluppo di un settore in forte crescita, quello della frutta secca appunto (mandorlo, nocciolo, pistacchio), che permetterà di attrarre forti investimenti nella nostra Regione e potrebbe creare numerosi posti di lavoro nell'indotto.

Il convegno si pone l'obiettivo di illustrare le tecniche di valorizzazione delle risorse del nostro territorio, puntando sulla produzione di frutta secca.

 

10/06/2015 - 20:47

"Un passo avanti fondamentale che potrà rivelarsi decisivo per la tutela di una delle produzioni di più alta qualità del paese: l'olio di oliva". Così la deputata del Partito Democratico Laura Venittelli commenta l'approvazione in Commissione Agricoltura della Camera dell’emendamento che destina di 32 milioni di euro a un comparto uscito da un 2014 di mera sofferenza e che si dibatte tra molteplici difficoltà, non ultime le infestazioni e la concorrenza mediterranea.

“Anche in questo caso – continua Venittelli - come per le misure sulla pesca, grande è stata la condivisione delle associazioni dei produttori, che evidentemente hanno compreso l’approccio costruttivo della maggioranza di governo”.

“Il governo – spiega la deputata democratica - non può che mettere in campo risorse e strumenti per favorire lo sviluppo di una filiera che ci pone in avanguardia rispetto al resto del mondo, per qualità organolettiche e salubrità dei prodotti”.

“Importante anche la misura del Piano olivicolo che stanzia finanziamenti per gli impianti storici, laddove tradizione e produzione rappresentano il migliore combinato disposto possibile, anche per gli oliveti del Molise e per il lodevole progetto del parco di Venafro, che esporrà le varietà di coltivazioni esistenti”, conclude Laura Venittelli.

21/04/2015 - 19:56

“Ancora una volta la credibilità dell’azione di governo è riuscita a sbloccare una impasse che poteva creare grossi problemi a un settore importante dell’economia ittica italiana, quella della pesca delle vongole”. Lo dichiara Laura Venittelli, responsabile nazionale del Pd per la pesca e l’acquacoltura, a proposito dei lavori del Consiglio dei Ministri dell’agricoltura e della pesca in Commissione europea.

“Bene la chiara apertura da parte di Bruxelles alla modifica delle norme che regolano la taglia minima dei cosiddetti molluschi bivalvi”, continua Venittelli.

“Un plauso al sottosegretario al Mipaaf Giuseppe Castiglione – conclude la deputata – che ha saputo portare avanti con successo le istanze dei Cogevo che operano lungo le coste del Paese, portando il commissario Karmenu Vella a prendere in considerazione la variazione della taglia minima”. 

 

26/03/2015 - 19:25

“Il Molise può ancora salvare un servizio sanitario e una rete ospedaliera che garantisca il diritto alla salute della cittadinanza, ma occorre che i vertici regionali si impongano una volta per tutte chiedendo la riconvocazione della conferenza Stato-Regioni per modificare il regolamento Balduzzi prima che venga promulgato come decreto”. Lo dichiara Laura Venittelli, deputata del Partito Democratico, che dopo aver ottenuto risposta alla sua interrogazione al Ministro della Salute, individua nella ‘teorica possibilità di rivisitazione del regolamento’ uno spiraglio da cogliere al volo.

“La complessità della procedura evidenziata dal Ministero – continua la deputata democratica - non ci farà arretrare rispetto alla volontà che si conservi una rete ospedaliera adeguata alle necessità del Molise e del suo territorio, da qui l’invito al presidente della giunta regionale Paolo di Laura Frattura a compiere immediatamente tutti i passi necessari per far riconvocare la conferenza Stato-Regione e per chiedere in quella sede la deroga per il Molise”.

“Non vogliamo più discutere delle motivazioni che nel passato hanno impedito questo passaggio, si cerchi ora, senza indugio, di porvi rimedio, a vantaggio e a beneficio di tutti i molisani”, conclude Laura Venittelli.

 

27/02/2015 - 20:29

“Adeguare alle reali esigenze delle imbarcazioni la capacità massimale di cattura, tenendo presente il raggiungimento di un equilibrio tra capacità di pesca e possibilità di pesca”. E’ uno degli obiettivi a cui punta una risoluzione che la deputata del Partito Democratico Laura Venittelli, componente in Commissione Agricoltura, ha presentato insieme ai colleghi Nicodemo Oliverio, Francesco Sanni ed Emanuele Cani, per affrontare l’annosa questione del tonno rosso, in vista dell’incremento del 20%, rispetto al 2014, delle quote di tonno rosso pescabile in Italia.

“Vogliamo – continua la deputata democratica - che anche le regioni escluse​ possano beneficiarne e, soprattutto, che si concedano opportunità significative agli operatori ittici che utilizzino sistemi sostenibili per la cattura del tonno rosso, quali palangaro e tonnara fissa. Un ulteriore impegno richiesto al governo – aggiunge Venittelli - è quello di ​limitare, per la pesca non professionale, la cattura di un singolo esemplare ad imbarcazione.

“La nostra battaglia politica è imperniata sul rafforzamento del sostegno alla ricerca scientifica connessa alla biologia ittica e all’ecosistema marino, coinvolgendo gli enti e le autorità competenti a livello nazionale”, conclude Laura Venittelli.

 

Pagine