26/01/2017 - 14:09

Molto bene apprezzamento per il lavoro svolto da governo e parlamento

“Dalla relazione del procuratore Giovanni Canzio,  e da tutti gli interventi che abbiamo ascoltato,  si conferma la necessità di utilizzare questa ultima fase della legislatura per approvare provvedimenti di grande rilievo al fine di rendere il sistema giudiziario più efficiente, come quelli che riguardano la riforma del processo penale, civile e fallimentare. Molto positiva la conferma dell’apprezzamento per il lavoro svolto da governo e parlamento e, in generale, per il clima di dialogo”.

Così il capogruppo del Pd in commissione Giustizia, Walter Verini, che ha partecipano alla inaugurazione dell’anno giudiziario svolta stamane in Cassazione.

23/01/2017 - 16:21

“Riccardo Orioles rappresenta il giornalismo nella sua funzione di strumento della democrazia e di impegno civile. Non è accettabile che si trovi in condizioni di disagio, noi gli dobbiamo molto, per come ha svolto il suo mestiere e per il suo ruolo nel campo dell’affermazione dei valori di legalità. Perciò sostengo pienamente l’appello affinchè gli sia attribuita la Legge Bacchelli”.

Così Walter Verini, capogruppo Pd nella commissione Giustizia, dopo aver partecipato alla conferenza stampa presieduta dall’on. Claudio Fava, insieme ai presidente dell’Odg, Enzo Iacopino, e della Fnsi, Beppe Giulietti, e ai promotori dell’iniziativa a favore di Orioles.

Verini aggiunge di condividere inoltre l’appello “per chiudere al più presto l’iter del provvedimento teso a rafforzare la libertà d’informazione cancellando la pena del carcere per i giornalisti e limitando l’odiosa pratica delle querele temerarie”.

18/01/2017 - 17:31

Nel nuovo clima incomprensibile scelta magistrati di disertare anno giudiziario

“La relazione del Ministro della Giustizia è il bilancio di un lavoro importante fatto da governo e parlamento: ricordiamo come, oltre un terzo della produzione legislativa di questa legislatura, abbia riguardato proprio il sistema Giustizia. Ma abbiamo colto anche uno stimolo forte e un impegno a completare riforme che possono cambiare in meglio la situazione e il funzionamento della Giustizia in Italia. In particolare, auspichiamo con forza che il Senato possa votare al più presto la riforma del Processo Penale, che questa Camera ha licenziato un anno e mezzo fa. Si tratta di una riforma di sistema, strutturale, che interviene incisivamente sui tempi del processo, semplificando il regime delle impugnazioni. Disciplinando meglio la prescrizione; introducendo pienamente la giustizia riparativa. Una riforma che ridisegna in maniera civile l'ordinamento penitenziario, anche sulla base del lavoro importante compiuto nel corso degli Stati generali dell'Esecuzione Penale”.

Lo ha detto il capogruppo del Pd in commissione Giustizia, Walter Verini, dopo l’intervento del ministro Orlando alla Camera. Verini aggiunge che “ In questi anni è ripreso il dialogo tra tutte le componenti dell'Ordinamento giudiziario. La Magistratura, innanzitutto, nel rispetto rigoroso dell'indipendenza e della divisione dei poteri; l'Avvocatura, con la quale si è ricucito un rapporto positivo e costruttivo. Il personale amministrativo e di Cancelleria, che tra qualche mese potrà conoscere nuovi ingressi che in misura significativa potranno venire incontro alla cronica mancanza di organico. Per questo appare incomprensibile, alla luce del clima nuovo instaurato dopo tanti anni di scontro tra Politica e Giudici, la decisione di disertare la prossima cerimonia di inaugurazione dell'Anno giudiziario in Cassazione. E’ una risposta fuori scala rispetto alle questioni sollevate (il tema del pensionamento dei giudici e gli organici) e ci auguriamo che possano esserci ripensamenti, anche alla luce della volontà di dialogo e confronto ribadita dal Ministro”.

03/01/2017 - 17:31

“Quella di Grillo di oggi in tema di media e informazione non si può archiviare come l’ennesima pessima battutaccia di un comico in cerca del consueto titolone sui giornali. Qui ci troviamo di fronte a qualcosa di ben più grave. Si mostra a tutto tondo quale idea di comunicazione, di società, di relazioni, sembra avere in mente per il nostro Paese il M5s. Anziché condividere un impegno comune per una informazione sempre più libera e corretta, siamo al linciaggio e alla minacce per chi ogni giorno tenta di svolgere il proprio mestiere con cura e approfondimento, spesso mettendo anche a rischio la vita, come accaduto ai tanti giornalisti impegnati nelle inchieste sulla malavita organizzata. È forse questa, dunque, la deriva autoritaria con cui hanno inondato la rete in questi anni?”.

Così il deputato Dem Walter Verini, capogruppo in Commissione Giustizia.

26/11/2016 - 22:05

“Apprendiamo che l'ex attivista Cinque stelle che ha dato il via all’inchiesta bolognese sulle firme false è oggetto di minacce, tanto che le autorità hanno deciso di applicare misure di sorveglianza a sua salvaguardia. Sulla vicenda si registra un grave silenzio dei vertici 5S: perché non esprimono solidarietà ad una persona che si è concretamente esposta perché il principio della legalità, a loro tanto caro, sia rispettato?”.   

Lo dice Walter Verini, deputato del Partito Democratico.

23/11/2016 - 17:46

Bene unanimità in Commissione Giustizia, è un reato disumano, giuste pene severe

“Il voto unanime di oggi è molto importante perché introduce nel nostro ordinamento un reato disumano che è giusto punire severamente”. Così Walter Verini, capogruppo Pd nella commissione Giustizia, commenta l’approvazione definitiva della nuova legge sul commercio illecito di organi prelevati da persone viventi. “E’ davvero orribile sapere che il traffico di organi ha un giro d'affari globale stimato in quasi un miliardo e mezzo di dollari. Perciò è una buona notizia che da oggi, anche grazie all’impegno della presidente Donatella Ferranti, esista una normativa specifica contro questa vera e propria forma di tratta degli esseri umani”.

18/11/2016 - 16:27

Presidente commissione passi dalle parole ai fatti e visiti Norcia

"La dichiarazione con la quale il Presidente della Commissione Europea, Jean Claude Juncker, assegna alla Commissione stessa l'impegno e il compito di ricostruire la Basilica di San Benedetto a Norcia è importante. Lo è perché rappresenta un fatto concreto di grande valore simbolico, riguardando un bene culturale che è patrimonio dell'umanità e non solo di Norcia e dell'Umbria, intitolato a San Benedetto, patrono d'Europa. Significative sono anche le dichiarazioni sulla naturale necessità che la UE sia concretamente vicina all'Italia nella ricostruzione delle zone colpite dal terremoto. L'augurio è che l'Europa dia seguito davvero a queste parole e che quanto chiesto dal Governo e dal nostro Paese venga pienamente riconosciuto evitando di far prevalere logiche meramente ragionieristiche che darebbero spazio a egoismi e nazionalismi; l’UE si faccia invece carico di questioni, come migranti e terremoto, che richiedono uno sforzo comune. E sarebbe importante dare seguito anche a quell'auspicio espresso l'altra sera in tv da Walter Veltroni: Jean Claude Juncker, Presidente della Commissione Europea, venga a visitare le zone terremotate".

17/11/2016 - 19:38

Stima per il suo impegno alla guida dell'Antimafia

"Voglio esprimere la mia solidarietà  politica e umana a Rosy Bindi, fatta oggetto di attacchi semplicemente inqualificabili. Anche se in qualche modo smentite, le parole attribuite a De Luca sono gravissime. A lei rinnovo la stima per l'impegno e il rigore con i quali presiede la Commissione Parlamentare Antimafia".

Così Walter Verini, Capogruppo Pd in Commissione Giustizia della Camera.

11/11/2016 - 20:31

“Siamo passati dal ‘Movimento 5S parte lesa’ di Toninelli, al riconoscimento di aver commesso un reato da parte di Grillo. Falsificano le firme e parlano di onestà. Hanno cercato di offuscare la vicenda in ogni modo e solo davanti all’evidenza di una inchiesta giornalistica hanno dovuto cedere. Da adesso in poi quando vogliono parlare di trasparenza lo facciano guardandosi dentro”.

Lo afferma Walter Verini, capogruppo Pd in commissione Giustizia, in merito alla vicenda della falsificazione delle firme presentate a Palermo per le elezioni amministrative del 2012.

11/11/2016 - 15:11

“Auspico che quanto uscito dai recenti stati generali sull’esecuzione penale, tenuti proprio a Rebibbia qualche tempo fa, possa trovare attuazione. Si tratta di una piattaforma di grande valore civile perché pone al centro il tema della pena intesa come detenzione finalizzata al recupero e al reinserimento sociale, come ricordato anche domenica scorsa da Papa Francesco”. Lo ha detto Walter Verini, capogruppo Pd in Commissione Giustizia alla Camera, intervenendo questa mattina al convegno sul tema della scuola in carcere, organizzato dal Cesp a Rebibbia.

“In questo quadro – continua - mi auguro che la prossima settimana il Senato possa definitivamente approvare la riforma del processo penale, già licenziata dalla Camera, dal momento che, oltre a contenere innovazioni di grande portata per il procedimento penale, la riforma prevede anche parti fondamentali sui temi dell’ordinamento penitenziario, della giustizia riparativa e del miglioramento della situazione carceraria”.

“Sarebbe un traguardo atteso da tanto tempo e che manderebbe un segnale davvero importante al Paese”, conclude.

10/11/2016 - 16:49

"Qualche mese fa, in una lettera aperta al Presidente Smuraglia, espressi tutta la mia contrarietà per la scelta dell'ANPI di schierarsi al referendum, tra l'altro con posizioni estremiste e in pessima compagnia. Allora, ovviamente, non contestavo la piena libertà di esponenti dell'Associazione Partigiani di schierarsi personalmente per il No, ma rilevavo il gravissimo errore di schierare l'ANPI in quanto tale. l'ANPI, la casa di tutti i partigiani e  dei loro figli e nipoti. Quanto è accaduto a Latina e ora in Veneto con l'incredibile "espulsione" della Puppato conferma la gravità di quella scelta e la deriva estremistica di questa associazione, dominata in giro per l'Italia da pezzi di ceto politico dell'estrema sinistra che la usano non per tenere alti i valori unitari della Resistenza e della Costituzione, ma per battaglia politica. Il mio rispetto per Smuraglia, per il gruppo dirigente nazionale rimane intatto, ma intatto rimane anche il mio giudizio di figlio di partigiano, che non avrebbe voluto vedere questo spettacolo di espulsioni e purghe tipico di ben altri ambienti contro i quali l'ANPI ha sempre combattuto".

Così il deputato del Pd Walter Verini.

04/11/2016 - 11:31

“La Marcia dei radicali e, su un piano diverso ma assolutamente contiguo, il Giubileo dei detenuti scuotono le coscienze e chiamano tutti, a partire da chi ha responsabilità istituzionali e politiche, a misurarsi con il tema della condizione carceraria”.

Così il deputato Dem Walter Verini, capogruppo in Commissione Giustizia, in un commento pubblicato oggi dal quotidiano ‘l’Unità’ in cui spiega le ragioni della sua adesione personale alla manifestazione di domenica promossa dal Partito radicale.

“Ora la situazione nelle carceri italiane è migliorata”, spiega Walter Verini, segnalando come non vi siano oggi le condizioni per una legge di amnistia o indulto. “Si tratta di passi in avanti ottenuti grazie a provvedimenti di Governo e Parlamento - continua il deputato Dem - a misure legislative che hanno consentito di avviare reali processi di de-carcerizzazione per reati di non grave allarme sociale; grazie all’introduzione e all’intensificazione di misure alternative alla pena in carcere e di messa alla prova; ed anche le esperienze di formazione, lavoro, socialità e cultura hanno visto un aumento di risorse finanziarie. E’ ancora poco - conclude il capogruppo Pd in Commissione Giustizia - ma la direzione è quella giusta, con l’obiettivo di giungere a carceri davvero umane, nelle quali chi ha sbagliato sconta una giusta pena ma viene recuperato e reinserito nella società”.

28/10/2016 - 11:56

"La visita del presidente del Consiglio al carcere di Padova è stata davvero un gesto di grande valore e significato. In questi anni Governo e Parlamento hanno lavorato sodo, per combattere la vergogna del sovraffollamento, per carceri umane. La pena non deve né può essere vendetta, ma rieducazione e reinserimento. Con gli Stati generali promossi dal Ministro Orlando si sono individuate strade serie e concrete che, tra l'altro, significano per i detenuti socialità, formazione, lavoro, per dare un futuro anche a chi ha sbagliato e per non tornare a delinquere una volta scontata la pena. La visita del Presidente Renzi al carcere di Padova, uno dei più avanzati, rappresenta un atto coraggioso e importante, che aiuta molto a percorrere questa strada di civiltà, umanità e sicurezza".

Così Walter Verini, Capogruppo Pd in Commissione Giustizia della Camera.

19/10/2016 - 15:12

Ora nuovo impulso alle indagini per la piena verità e giustizia

"Con la sentenza della Corte d'Appello di Perugia sul caso Ilaria Alpi viene fatta un po’ di luce confermando come dietro l'assassinio di Ilaria e Miran Hrovatin  e in questi ventidue anni vi siano stati traffici loschi all'ombra della cooperazione internazionale, depistaggi e manovre di connivenza con questi traffici  da parte di pezzi dello stesso Stato italiano. Un innocente come il somalo Ashi Omar Hassan che si è fatto sedici anni di galera per una falsa testimonianza manovrata da quegli stessi ambienti, è stato riconosciuto innocente, come la famiglia Alpi aveva sempre pensato e saputo. Questo risultato è stato raggiunto innanzitutto grazie alla tenacia di Luciana e Giorgio Alpi, che ora purtroppo non c'è più e all'impegno coraggioso della trasmissione "Chi l'ha visto" e della giornalista Chiara Cazzaniga che ha  fatto luce sulla falsa testimonianza e sul depistaggio che ha portato finalmente a questo esito processuale. Oggi ho voluto essere a  Perugia, insieme a Luciana Alpi. Per una vicinanza umana consolidata in tanti anni innanzitutto, ma anche per riaffermare un impegno:  questa sentenza deve ora dare nuovo impulso alle indagini della Procura di Roma sul caso Alpi-Hrovatin. Vanno squarciati i troppi veli  dì opacità, complicità, connivenze che stettero dietro i traffici illeciti di armi e rifiuti e che in questi anni hanno impedito quello che un  Paese civile deve ottenere, per rispetto di Ilaria e Miran e per rispetto di se stesso: verità e giustizia.

Così il deputato Walter Verini, capogruppo Pd in Commissione Giustizia alla Camera dei Deputati.

14/10/2016 - 12:32

“Credo sia giusto condividere la posizione espressa dall'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane contro la decisione del Consiglio Esecutivo dell'UNESCO che ieri ha votato una risoluzione preliminare che rischia di minimizzare, se non oscurare, le radici ebraiche dell'area della città vecchia di Gerusalemme, che comprende tra l'altro il Monte del Tempio e il Muro del Pianto.

L'impressione è che si sia trattato di un voto non tanto basato su motivazioni storico-culturali, che peraltro appaiono poco fondate, quanto viziato da elementi di natura politica che certo non contribuiscono a rasserenare un pessimo clima internazionale, nel quale sono fin troppo presenti e inquietanti pulsioni e atteggiamenti antisemiti.

Il fatto che alcuni Paesi (tra i quali Stati Uniti, Regno Unito, Germania  e Olanda) abbiano votato contro la risoluzione, passata con ventuno voti a favore grazie a ventisei astensioni, rende ancora più inquietante il quadro in cui la decisione è maturata. Mi auguro davvero ci siano le condizioni, in sede di voto definitivo, per ribaltare questa decisione preliminare”. Così il deputato Pd Walter Verini.

Pagine