13/05/2016 - 17:38

“Ormai siamo all’occultamento degli avvisi di garanzia”. Lo dice Walter Verini, capogruppo Pd nella commissione Giustizia di Montecitorio, il quale spiega: “apprendiamo oggi una novità e cioè che il già chiacchierato sindaco grillino di Pomezia è stato raggiunto da un avviso di garanzia per una indagine poi archiviata. Di grazia, possono Fucci e i dirigenti pentastellati spiegare ai cittadini di che si tratta? Il Direttorio 5 Stelle era informato? In nome della trasparenza ci saremmo aspettati un atto chiarificatore, se possibile. Gli avvisi di garanzia sono un istituto di tutela ma ci sembra di capire che il sindaco Fucci e il Movimento 5 Stelle si siano vergognati di questa vicenda tanto da tacerla. Un fatto gravissimo”.

12/05/2016 - 20:26

“Sugli avvisi di garanzia il M5S ha una doppia morale: sono un fatto grave quando il destinatario è un esponente del Pd, diventano ‘manganelli’, come ha detto oggi Virginia Raggi, quando arrivano a uno di loro. Un uso davvero singolare di uno strumento giudiziario introdotto a tutela dei cittadini, un istituto serio: ci piange il cuore assistere alla tua interpretazione in chiave della Ditta pentastellata”. Così Walter Verini, capogruppo del Pd in commissione Giustizia, il quale aggiunge: “ma deve esserci una spiegazione a questa operazione di snaturamento dell’avviso di garanzia. Visto che governano in una manciata di amministrazioni locali, se usassero lo stesso metro per i loro eletti attenzionati dai magistrati rischierebbe di farli dimettere tutti”.  

11/05/2016 - 16:26

Grazie a tanti, in particolare a Nilde Iotti e a Marco Pannella   

Oggi è un giorno di straordinaria importanza per tutti gli italiani: la nuova legge sulle Unioni Civili cancella odiose e anacronistiche discriminazioni e rende l'Italia un Paese più europeo, più moderno e civile. E' molto bello che questo sia avvenuto in occasione del 12 maggio. Nello stesso giorno, nel 1974, l'Italia fece un grande passo di civiltà, con la vittoria nel referendum che mantenne la legge sul divorzio Baslini-Fortuna, data che è un po' "madre" di questa bella giornata che va dedicata innanzitutto a migliaia di persone che sulla propria pelle hanno sofferto pregiudizi, discriminazioni, omofobia e sessuofobia. E per questo mi fa piacere oggi dire un grazie a due persone che, in modi e forme diverse, hanno aperto la strada a modernità e rottura di arcaici pregiudizi. Una non c'è più, ed è Nilde Jotti. L'altro combatte ancora, ed è Marco Pannella”.

Così Walter Verini, capogruppo del Pd nella commissione Giustizia di Montecitorio.

30/04/2016 - 13:34

Più risorse, più automatismi, più attenzione al disagio sociale

"Il provvedimento del Governo per i rimborsi agli obbligazionisti che, in buona fede o senza adeguata informazione dei rischi, avevano investito i propri risparmi, rappresenta una risposta significativa alle attese di tanti cittadini, che - per responasbilitá di banchieri e bancari di cui avevano fiducia - avevano investito su titoli e obbligazioni senza avere la piena informazione circa gli altissimi rischi dell'investimento". Lo dichiara Walter Verini, capogruppo Pd in Commissione Giustizia alla Camera.
"Il Governo - continua - con il provvedimento di novembre aveva salvato dal fallimento i quattro istituti bancari, evitando gravissimi contraccolpi all'economia, a migliaia di piccole e medie imprese dell'Italia centrale. E lo ha fatto nel quadro delle rigidissime regole europee. Oggi, dopo mesi di serrato impegno a livello europeo e di difficili trattative, è stato possibile emanare un decreto che raccoglie molte delle aspettative di cittadini e associazioni, ed estende in maniera davvero importante meccanismi automatici per i ristori. In attesa del passaggio parlamentare per la conversione del decreto, si può dire che lo stesso va oltre e migliora i contenuti del provvedimento contenuto nella legge di Stabilità, aumenta le risorse che ricadranno sul fondo interbancario e che offre una risposta seria e concreta a migliaia di obbligazionisti, in particolare, a quelli che vivono in condizioni economiche e sociali più disagiate. Per tutti gli altri ci sarà la possibilità di ricorrere all'arbitrato e sarà nostro impegno fare in modo che questo avvenga nel più rapido tempo possibile".
"Ci sono insomma le condizioni perché il provvedimento approvato possa sortire effetti significativi e una grave ingiustizia subita possa essere riparata. E l'insieme  del provvedimento, con l'auspicato consolidamento del sistema delle quattro banche interessate, potrà offrire in prospettiva risposte anche agli azionisti che hanno subito le conseguenze delle regole europee", conclude.

22/04/2016 - 16:44

Governo e parlamento hanno fatto buone leggi contro i corrotti, c’è ancora molto da fare nel rispetto dei propri ruoli   

“Nell’intervista al Corriere della sera Piercamillo Davigo si è costruito un ring dove tira cazzotti da solo. Perché, a chi giova?”. Walter Verini, capogruppo Pd della commissione Giustizia di Montecitorio, ricorrere all’immagine di un boxer solitario per commentare le affermazione del neo-presidente dell’Anm e aggiunge: “l’impressione fortissima è che Davigo sia rimasto agli anni in cui le maggioranze politiche facevano leggi ad personam e davvero non volevano l’indipendenza della magistratura. Oggi non è più così e non esiste più un nemico da colpire. Questo Parlamento e questo governo hanno fatto buone leggi per la legalità, da quella anti-corruzione, al nuovo Codice degli appalti, dal falso in bilancio alla Riforma della PA e l’auto-riciclaggio. Il nostro Paese ha bisogno di una magistratura autorevole,  come senz’altro sono i nuovi vertici dell’Anm, e di una politica che, nel rispetto dei propri ruoli, faccia le leggi indispensabili per riformare la vecchia macchina dello Stato. Non siamo più a vent’anni fa, è inutile oggi mostrare i muscoli”.       

21/04/2016 - 14:16

E' un tema troppo serio per essere trasformato in spettacolo

“La sicurezza è un tema molto serio e non può essere abbandonato agli spettacoli di Matteo Salvini”. Così il capogruppo del Pd in commissione Giustizia, Walter Verini, ha sostenuto in Aula la proposta di rinviare ad un approfondimento la riforma della legittima difesa. “Noi abbiamo a cuore davvero la sicurezza di tutti e vogliamo discutere seriamente la possibilità di migliorare le norme esistenti ma a condizione che il dibattito sia tenuto lontano dalla propaganda elettorale della Lega. Deve esserci una proporzione tra l’offesa e la legittima difesa e a noi non vogliamo la società del far west che piace a Salvini

19/04/2016 - 12:12

Conferenza stampa oggi, martedì 19, con Ermini, Ferranti, Verini

Oggi, martedì 19, aprile, alle ore 14,30, presso la Sala Stampa di Montecitorio il Partito democratico presenta la proposta di riforma della giustizia tributaria. Le nuove norme vogliono garantire tempestività, trasparenza ed efficienza nel rendere giustizia sui temi che incidono così profondamente sui diritti dei cittadini e sui rapporti tra il cittadino e la pubblica amministrazione. Cuore della riforma è la soppressione delle attuali commissioni tributarie regionali e provinciali e l’istituzione di sezioni specializzate presso i tribunali ordinari con l’assunzione di 750 nuovi magistrati nell’arco di un anno.

Intervengono: David Ermini, responsabile Giustizia del Pd, Donatella Ferranti, presidente della commissione Giustizia di Montecitorio, e Walter Verini, capogruppo in commissione Giustizia.

18/04/2016 - 20:14

Conferenza stampa domani, martedì 19, con Ermini, Ferranti, Verini

Domani, martedì 19, aprile, alle ore 14,30, presso la Sala Stampa di Montecitorio il Partito democratico presenta la proposta di riforma della giustizia tributaria. Le nuove norme vogliono garantire tempestività, trasparenza ed efficienza nel rendere giustizia sui temi che incidono così profondamente sui diritti dei cittadini e sui rapporti tra il cittadino e la pubblica amministrazione. Cuore della riforma è la soppressione delle attuali commissioni tributarie regionali e provinciali e l’istituzione di sezioni specializzate presso i tribunali ordinari con l’assunzione di 750 nuovi magistrati nell’arco di un anno.

Intervengono: David Ermini, responsabile Giustizia del Pd, Donatella Ferranti, presidente della commissione Giustizia di Montecitorio, e Walter Verini, capogruppo in commissione Giustizia.

18/04/2016 - 15:30

“La presidente della Associazione tra i parenti della Strage di Ustica, Daria Bonfietti, solleva l’urgenza della definitiva ratifica della Convenzione sull'assistenza giudiziaria in materia penale tra gli Stati membri dell'Ue. Credo che sia giusto dare seguito al suo appello". Così  Walter Verini, capogruppo del Pd nella commissione Giustizia di Montecitorio, relatore del provvedimento alla Camera e presentatore della relativa proposta di legge insieme ad Enzo Amendola.

Verini ricorda che "quella norma, sottoscritta dal governo italiano nel 2000, è rimasta ad oggi incompiuta. Nel 2012 anche il presidente del parlamento europeo, Martin Schultz, volle sottolineare la sua centralità proprio al fine di consentire all’Italia di ottenere da altri Stati informazioni che potrebbero rivelarsi molto utili anche per chiarire definitivamente come sia stato possibile l’abbattimento da parte di un missile dell’ aereo dell’Itavia partito da Bologna e diretto ad Ustica”. 

15/04/2016 - 16:51

“Il raddoppio dei tempi della prescrizione nei reati di corruzione e contro la pubblica amministrazione è il punto di sintesi ragionevole cui si può arrivare tra le forze politiche e parlamentari. Alla Camera, ormai molti mesi fa, si raggiunse un risultato per noi soddisfacente, nel combinato disposto di aumento delle pene (e quindi dei tempi di prescrizione) per questi gravissimi reati e l'aumento specifico  dei termini di prescrizione. Il motivo era e rimane serio e attualissimo: spesso i reati di corruzione, nei quali c'è omertà e complicità, vengono scoperti dopo anni e spesso cadono in prescrizione senza arrivare, addirittura, al primo grado di giudizio. Le decisioni della Camera, che andarono oltre il raddoppio dei termini, possono certamente essere discusse e modificare. Ma a condizione che il punto di sintesi sia chiaro: raddoppio dei termini, considerato obiettivo efficace e ragionevole, come confermato più volte da importanti settori della magistratura impegnati nel contrasto a queste forme di reati e come più volte giustamente affermato dal Presidente del Consiglio Renzi”.

Così Walter Verini, capogruppo del Pd nella commissione Giustizia dalla Camera.

15/04/2016 - 12:21

Conferenza stampa martedì 19 con Ermini, Ferranti, Verini

Martedì 19 aprile, alle ore 14,30, presso la Sala Stampa di Montecitorio il Partito democratico presenta la proposta di riforma della giustizia tributaria. Le nuove norme vogliono garantire tempestività, trasparenza ed efficienza nel rendere giustizia sui temi che incidono così profondamente sui diritti dei cittadini e sui rapporti tra il cittadino e la pubblica amministrazione. Cuore della riforma è la soppressione delle attuali commissioni tributarie regionali e provinciali e l’istituzione di sezioni specializzate presso i tribunali ordinari con l’assunzione di 750 nuovi magistrati nell’arco di un anno.

Intervengono: David Ermini, responsabile Giustizia del Pd, Donatella Ferranti, presidente della commissione Giustizia di Montecitorio, e Walter Verini, capogruppo in commissione Giustizia.

 

14/04/2016 - 17:51

"L'introduzione della legge sul depistaggio nel nostro ordinamento, quando arriverà, lo farà comunque con grave ritardo. Approvando molti mesi fa, a larga maggioranza, il provvedimento a prima firma Paolo Bolognesi, la Camera scrisse una bella pagina civile. Bologna e Ustica, Piazza Fontana e l'Italicus, l'omicidio  di Ilaria Alpi o la strage di Piazza della Loggia a Brescia sono solo alcune delle ferite, delle pagine terribili 

vissute dall'Italia e che hanno conosciuto - nella ricerca della verità e della giustizia, di esecutori e mandanti - troppi ostacoli, complicità, depistaggi. Per questo, anche come relatore del provvedimento alla Camera, sono preoccupato delle resistenze all'approvazione del provvedimento da parte di alcune forze. Non vorremmo che dietro apparenti motivazioni tecnico-giuridiche vi sia la volontà di bloccare tutto. Ha fatto bene il Pd a pretendere una data certa per l'approvazione del provvedimento . Se ci sono aspetti tecnici da correggere, lo si faccia al più presto, senza snaturare un atto di grande valore civile".

Così Walter Verini, capogruppo Pd nella commissione Giustizia di Montecitorio, in merito all’iter di approvazione della legge sul depistaggio in discussione al Senato.

11/04/2016 - 14:55

Meno convincente giudizio su lavoro del Parlamento

“Rigoroso e di grande spessore l’intervento svolto oggi dal neo presidente dell'Associazione nazionale magistrati, Piercamillo Davigo, in occasione della inaugurazione dell'anno accademico dell'Università di Perugia”. Lo afferma il capogruppo del Pd in commissione Giustizia, Walter Verini, che ha partecipato alla cerimonia svolta nell'aula magna dell'Ateneo. Verini aggiunge: “il contributo di Davigo, incentrato sulla lotta alla corruzione, è anche utile per le indicazioni che offre. Meno convincente, dal mio punto di vista, il giudizio un po’ troppo liquidatorio di Davigo sui provvedimenti anti-corruzione approvati, soprattutto negli ultimi anni, da governo e Parlamento. Penso, per esempio, alla valorizzazione dell’Anac e alla centralità dell’azione del suo presidente Cantone, al nuovo Codice degli appalti e alle norme sull’auto-riciclaggio, all’aumento delle pene per i corrotti e all’allungamento dei tempi di prescrizione già approvato dalla Camera, così come alla introduzione della figura del ‘segnalatore di reati’ e alla Riforma della Pubblica amministrazione che, semplificando la macchina, ridurrà opacità, discrezionalità e zone fuori controllo. Si tratta di provvedimenti presi, tra l’altro, anche sulla base delle indicazioni dello stesso mondo della magistratura e dei suoi esponenti particolarmente impegnati nel contrasto della corruzione e della criminalità. Dunque, c’è molto da fare ma molto è stato fatto. Per il futuro l’esperienza e la capacità di Davigo saranno certamente utili, come è emerso oggi dal suo intervento, in un rapporto autonomo e di dialogo tra magistratura e Parlamento”, ha concluso Verini.

08/04/2016 - 11:42

Verini e Fiano, “ricordiamo così il prossimo 25 aprile

 “La Camera discuta presto la nostra proposta di legge che introduce il reato di propaganda fascista e nazifascista. Commemoriamo così il prossimo 25 aprile. Una giornata che deve ricordare i valori più profondi e costituenti dell’antifascismo e della Resistenza”. Lo affermano Walter Verini e Emanuele Fiano, capigruppo del Pd nelle commissione Giustizia e Affari costituzionali, i quali spiegano che “l’iniziativa è tesa a sanzionare comportamenti individuali che inneggiano al nazifascismo. Purtroppo la cronaca fornisce ogni giorno pessimi esempi che devono trovare un limite nel codice penale. Troppi sono i segni di sottovalutazione di gesti di intolleranza, violenza, o di negazionismo che rendono necessari provvedimenti di valore storico, politico-morale, di prevenzione ma anche di deterrenza penale. La legge Scelba e altre normative intervengono già contro le associazioni o i gruppi di persone che si organizzano per ricostituire il partito fascista o che perseguano finalità antidemocratiche. Tuttavia, davanti a comportamenti come il saluto romano (peraltro perseguito dalla legge secondo quanto hanno stabilito varie sentenze di Cassazione), gli inni fascisti gridati negli stadi, il folklore nero dei gadget o altri oggetti che rievocano l’ideologia fascista, è ora di aprire gli occhi. La nostra proposta – concludono - consiste in un solo articolo, in base al quale chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, anche attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone immagini o simboli a essi chiaramente riferiti, è punito con la reclusione da sei mesi a due anni”.

06/04/2016 - 19:42

“Gli articoli e i servizi di Emiliano Liuzzi erano un appuntamento obbligato, perché sempre interessanti, espressione di autentico giornalismo  e passione civile. Così come le sue argomentazioni, anche in occasioni nelle quali mi è capitato  di confrontarmi con lui.  Sono vicino anch'io alla famiglia di Liuzzi e alla redazione del Fatto Quotidiano, colpiti da una perdita così improvvisa e dolorosa”.

Così il capogruppo Pd nella commissione Giustizia, Walter Verini

Pagine