20/02/2017 - 14:34

"Importante e simbolico il gesto del ministro della Giustizia Andrea Orlando, che oggi ha chiamato il dirigente dell'FC Dolo Alessandro Coletto per congratularsi con lui.

Lo dichiara Kalid Chaouki, deputato del Partito democratico.

"Il razzismo non deve mai essere sottovalutato e derubricato a mera maleducazione. Soprattutto nello sport si deve insegnare il rispetto e la valorizzazione delle diversità. La telefonata di un esponente del governo al dirigente della squadra veneziana, che ieri aveva preso le difese del giocatore di origini africane della squadra avversaria, insultato durante una partita, dà lustro alle Istituzioni e fa ben comprendere come esse siano non solo coinvolte ma protagoniste della lotta ad ogni forma di esclusione, razzismo e discriminazione.
Ad Abdoul Karim Gansane i nostri auguri di una carriera lunga e piena di soddisfazioni, i razzisti non troveranno spazio né tra gli spalti di uno stadio e nemmeno nelle sedi istituzionali".

15/02/2017 - 15:13

Sindaco di Terranova dei Passerini torni sui suoi passi 

“È molto grave e triste che, ancora oggi, le amministrazioni comunali presentino delle delibere discriminatorie nei confronti di neonati, colpevoli solamente di essere nati con una cittadinanza diversa da quella italiana”. Lo dice Khalid Chaouki, deputato PD e coordinatore intergruppo parlamentare immigrazione.

“Reputo gravissima e ingiusta – continua - la decisione del Sindaco di Terranova dei Passerini (LO) Roberto Depoli di inserire, tra i requisiti del bonus bebè di 200 euro, la cittadinanza italiana. In un paesino di meno di mille abitanti che, negli anni, ha visto dimezzare i suoi abitanti, si dovrebbe festeggiare ogni fiocco rosa o azzurro che compare in città, e invece le cosiddette ‘politiche a sostegno della famiglia’ nascondono, in questo caso, una triste sorpresa discriminatoria per quei nuclei familiari di origine straniera che, pur lavorando e pagando regolarmente le tasse si ritrovano esclusi da contributi economici che, se pur piccoli, sarebbero comunque di aiuto in un momento di crisi e difficoltà”.

“La coesione sociale si costruisce anche così, praticando l’equità e insegnando il rispetto, nelle differenze”, conclude.

06/02/2017 - 19:01

"Oggi durante l'incontro con il presidente del Senato Pietro Grasso abbiamo ribadito la necessità di una rapida approvazione della riforma in materia di cittadinanza". Lo dichiara Khalid Chaouki, deputato Pd e coordinatore dell'intergruppo immigrazione che, insieme alla collega Milena Santerini e ad una delegazione di ragazzi di seconda generazione si è recato dal presidente Grasso per chiedere la calendarizzazione della legge.

"La cittadinanza - aggiunge Chaouki - è  un antidoto per combattere la paura e l'esclusione, stiamo parlando di oltre 800mila le ragazze e i ragazzi, nati o cresciuti in Italia, che attendono di poter giurare sulla Costituzione italiana, sono quasi un milione gli italiani senza cittadinanza che studiano nelle nostre scuole e si laureano nelle nostre università e domani7 febbraio alle 14:30, ci incontreremo alla sala stampa della Camera dei deputati per ribadire la nostra volontà di andare avanti e sollecitare il Senato ad approvare la riforma; l'Italia è plurale ormai da più di un decennio, è tempo che la legge si metta al passo con il paese reale."

17/01/2017 - 18:22

"È importante l'impegno del presidente Pd Matteo Orfini sulla riforma in materia di cittadinanza, segno che il nostro partito su una riforma così importante ci mette la faccia.  Abbiamo approvato alla Camera questa legge il 13 ottobre del 2015, è necessario ora lavorare sodo per approvarla in via definitiva al Senato entro la legislatura. Proprio per rafforzare questa richiesta, giorni fa ho lanciato un appello al presidente del Senato Piero Grasso insieme alla collega Milena Santerini. Molte sono state le adesioni tra i colleghi parlamentari che reputano questo provvedimento fondamentale per il futuro del nostro Paese, poiché riguarda la possibilità di acquisire la cittadinanza italiana da parte dei figli di famiglie immigrate, nati o cresciuti qui. Sono una risorsa importante e devono poter diventare cittadini a tutti gli effetti attraverso una partecipazione attiva al patto costituzionale, quasi un milione di giovani che aspettano una riforma di civiltà e che non possiamo deludere".

Lo afferma Khalid Chaouki, deputato del Pd e coordinatore dell’Intergruppo immigrazione.

03/01/2017 - 17:54

“Ogni protesta che sfocia nella violenza è inaccettabile. Dobbiamo riuscire a coniugare insieme accoglienza e legalità, sostenendo il lavoro decisivo del neo Ministro dell'Interno Marco Minniti.

Dopo la brutta pagina di ciò che è avvenuto a Cona, chiediamo ai prefetti di lavorare incessantemente per l'accoglienza diffusa di piccoli gruppi e non più grandi strutture e una verifica puntuale sul lavoro dei gestori dei centri di accoglienza.  

Serve maggior controllo di chi gestisce i centri di accoglienza e un rinnovato impegno sul terreno decisivo dell'integrazione dei migranti, senza alcuna tolleranza per chi si macchia di atti illegali come il sequestro degli operatori del centro di Cona”.

Così il deputato Pd Khalid Chaouki, nel corso della trasmissione Skytg24 Pomeriggio.

25/10/2016 - 13:42

Inquieta e addolora quanto accaduto ieri sera a Goro in provincia di Ferrara. Le barricate organizzate dalla Lega Nord contro 11 donne, tra le quali una in stato di gravidanza all'ottavo mese e 8 bambini arrivati nel paese emiliano perché fuggiti da guerra, violenza e miseria, ci riportano davvero agli anni più bui della nostra storia.

Gravissime e al contempo ridicole, perché senza fondamento, le parole del  consigliere regionale della Lega Nord Alan Fabbri, che ha appoggiato la rivolta, paragonandola addirittura alla Resistenza italiana. Stiamo parlando di profughi provenienti da Nigeria, Costa d'Avorio e Guinea, persone indifese che domandano soccorso e accoglienza.

Lo spirito di solidarietà e mutuo soccorso era uno dei caratteri distintivi della Resistenza, a Fabbri basterebbe aprire un libro di storia per capire che ha detto una grossa fandonia.

L'Italia resta un paese accogliente, e non saranno le messe in scena di quattro leghisti a mettere in ombra il cuore accogliente dell'Emilia Romagna.

Lo afferma Khalid Chaouki, deputato del Pd e coordinatore dell’Intergruppo immigrazione.

13/10/2016 - 13:50

Oggi alle ore 15 saremo davanti al Senato, insieme ai ragazzi di seconda generazione, per chiedere l'approvazione definitiva della legge sulla cittadinanza per le seconde generazioni di figli di immigrati.

Sono passati infatti esattamente 365 giorni dal via libera della Camera alla riforma e da un anno 800.000 ragazzi attendono l'approvazione definitiva di una legge che ci avvicini all'Italia reale, che è un Paese ormai plurale e multi culturale. Una legge che possiamo definire "di civiltà" perché riconoscerà finalmente come cittadini quasi un milione di bambini e giovani: si tratta di "italiani senza cittadinanza" e rappresentano un'indispensabile energia vitale per l'Italia.

Il Senato è pronto a scrivere questo pezzo di storia, e il Partito Democratico, da sempre, ha messo in cima alle sue priorità questa riforma, giudicandola non solo necessaria ma anche urgente. Non possiamo lasciare che forze politiche populiste e assolutamente minoritarie giochino con il futuro di questi giovani per una manciata di voti in più.

Lo afferma Khalid Chaouki, deputato del Pd e coordinatore dell’Intergruppo immigrazione.

06/07/2016 - 19:42

“Sono profondamente addolorato e sgomento per la notizia della terribile aggressione subita da Emmanuel, profugo nigeriano fuggito dagli orrori di Boko Haram, violentemente colpito da un ultras già noto alle forze dell'ordine e vicino agli ambienti di estrema destra che ne ha provocato il coma irreversibile”. Lo dichiara Khalid Chaouki, deputato del Partito democratico.

“Chiediamo che venga fatta immediatamente chiarezza sulle circostanze di questo terribile fatto e che venga assicurato alla giustizia il responsabile di questa efferata aggressione. Non dobbiamo mai fare l'errore di sottovalutare il razzismo strisciante, risultato anche di un clima di odio favorito da chi, in cerca di facili consensi, fa leva sulle paure e le angosce dei cittadini per costruire ad arte uno scenario di terrore e paura dell'altro”, conclude.

27/04/2016 - 17:33

Giuste e coraggiose le affermazioni del presidente del Consiglio Matteo Renzi che ha definito l’ipotesi di chiudere la frontiera del Brennero una sfacciata violazione delle regole Ue. Siamo con il nostro premier e con il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni e ci auguriamo che l’Austria riprenda quanto prima a collaborare con l’Italia sulla crisi dei profughi.

La gestione di questi flussi di profughi è molto complessa, ma non possiamo tollerare un’Europa che chiude le frontiere e innalza muri di filo spinato, questa è la strada sbagliata perché divide e rappresenta una sconfitta di quei principi di solidarietà sui quali l’Unione Europea stessa è nata. Tra l’altro, come ha ricordato anche il presidente Renzi, da gennaio ad aprile il numero dei migranti giunti in Italia è inferiore a quello del 2014 e pressoché uguale a quello del 2015. La propaganda e la politica della paura non aiuta a risolvere i problemi, serve invece senso pratico e una politica europea condivisa.

 Lo afferma Khalid Chaouki, deputato PD e componente della commissione Esteri della Camera.

16/03/2016 - 17:51

Grande soddisfazione per l’istituzione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, una proposta di legge nella quale ho fortemente creduto, insieme al collega Paolo Beni, e alle associazioni che hanno tenacemente voluto questa giornata così simbolica all’indomani di quella tragedia al largo di Lampedusa che tutti ricordiamo.

Il voto del Senato ha stabilito che d’ora in poi ogni 3 ottobre l’Italia ricorderà le donne, gli uomini e i bambini che, fuggendo dalla guerra e dalla violenza, sono morti per inseguire il sogno di una vita in Europa.

Il ricordo della strage dei 368 migranti morti a largo di Lampedusa nell’ottobre 2013 è un dovere di civiltà; quell’episodio ha segnato uno spartiacque tra il prima e il dopo e ha significato l’inizio della più grande missione umanitaria di salvataggio in mare mai intrapresa dall’Italia che è stata Mare Nostrum.

Siamo fieri, come cittadini italiani, di quanto è stato fatto in questi anni per salvare vite umane, l’Italia anche grazie a questa importante iniziativa vuole contribuire a portare l’Europa e le sue istituzioni finalmente all’altezza della grande sfida umanitaria che ci spetta.

Lo dichiara Khalid Chaouki, deputato del Pd in commissione Esteri della Camera.

01/03/2016 - 18:16

Desta preoccupazione ciò che sta accadendo a Calais così come a Idiomeni. La denuncia di Unicef Italia non lascia adito ad interpretazioni e parla di palese violazione dei diritti umani. Le immagini dei bambini respinti alla frontiera fra Grecia e Macedonia, così come quelle dello sgombero forzato a Calais, sono inaccettabili per l’Europa e ci riportano ai tempi più bui della nostra storia. Non possiamo tollerare che bambine e bambini, in fuga dalla guerra con le loro famiglie, siano sottoposti ad altri traumi e violenze, l’infanzia va tutelata e difesa e di fronte a questo le istituzioni europee devono assumersi le proprie responsabilità.

L’Unione europea si fonda sui valori della dignità umana, della libertà, della democrazia, dell'uguaglianza, dello stato di diritto e del rispetto dei diritti umani. Voltare la faccia a questi minori significa venire meno anche a questi principi fondanti.

Lo afferma Khalid Chaouki, deputato del Pd in commissione Esteri della Camera.

29/02/2016 - 17:48

Grazie a governo e Sant’Egidio per “Corridoi umanitari”

“Dobbiamo tutti un sentito grazie al governo italiano e alla Comunità di Sant'Egidio per l'asilo offerto a circa 100 profughi siriani, arrivati questa mattina a Fiumicino”. Lo dichiara Khalid Chaouki, deputato del Partito Democratico.
“Il progetto 'Corridoi umanitari' – spiega - attivato dal Governo italiano con la Comunità di Sant'Egidio, ha salvato decine di famiglie che erano ospitate nel campo profughi di Tel Abbas, all'estremo nord del Libano, dove hanno vissuto per quasi quattro anni. Un plauso particolare al Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni che ha seguito da vicino l'operazione e un benvenuto a tutte le famiglie siriane da oggi ospiti Italia, nella speranza che presto torni la pace nella loro patria”.

“L'Italia, con questo straordinario gesto di umanità, continua a tenere alta la bandiera della civiltà in un momento in cui purtroppo la nostra Europa sta vivendo la crescita di nuovi muri e fili spinati”, conclude.

17/02/2016 - 16:25

Domani conferenza stampa insieme a inviato italiano in Libia Starace

“La presenza a Roma dei rappresentanti di Tripoli e Bengasi insieme alla Wics, importante ong libica, per confrontarsi sul ruolo della società civile libica nella riconciliazione è un riconoscimento importante verso l’Italia e il suo impegno per una soluzione unitaria in Libia”, cosi in una nota Khalid Chaouki, membro della Commissione Esteri e promotore della conferenza stampa che si terrà domani alle ore 15 presso la sede della Stampa Estera.

La conferenza stampa sul tema “Libia: i sindaci e la società civile protagonisti della riconciliazione” vedrà la partecipazione di Omar El Barassi, sindaco di Bengasi, Abdulrahman Gelali, vice-sindaco di Tripoli, Abdulkarim Khalil, vice presidente della Wics (World Islamic Call Society) insieme all’ambasciatore Giorgio Starace, inviato italiano in Libia e con l’introduzione di Khalid Chaouki Presidente della Commissione Cultura dell’Unione per il Mediterraneo. Il dibattito sarà moderato da Vincenzo Nigro, giornalista di Repubblica ed esperto di Libia. La conferenza stampa viene organizzata a margine della riunione ordinaria della Commissione Cultura dell’Assemblea Parlamentare dell’Unione per il Mediterraneo che si terrà venerdì presso la Camera dei Deputati.

 

20/01/2016 - 13:11

DELEGAZIONE DEPUTATI VISITA 15 FERITI LIBICI AL CELIO

"Siamo orgogliosi dello straordinario lavoro dei nostri militari impegnati attualmente nella cura di 15 giovani reclute libiche colpite in un attacco terroristico lo scorso 7 contro il Centro di addestramento della Polizia costiera libica a Zliten". Così dichiara Khalid Chaouki, deputato PD e membro della Commissione Esteri, al termine della visita di una delegazione di parlamentari guidata dal presidente della commissione Esteri della Camera Fabrizio Cicchitto , a cui ha preso parte il responsabile Esteri del Pd Enzo Amendola, al Policlinico militare del Celio.

"Abbiamo voluto visitare i feriti libici in cura presso il Policlinico militare del Celio -spiega Chaouki- per accertarci delle loro condizioni di salute e in segno di solidarietà con il popolo libico oggi vittima di attacchi del terrorismo di Daesh nel tentativo di bloccare il cammino della Libia verso una nuova stagione di unità e pacificazione".

"L'Italia, grazie al suo impegno per una soluzione unitaria della crisi libica e per la sua azione umanitaria, - conclude Chaouki- gode oggi di grande credibilità e stima presso il popolo libico. Abbiamo quindi il compito di sostenere iniziative simili di cooperazione sanitaria, moltiplicando le iniziative in questa fase coinvolgendo Istituzioni pubbliche e del volontariato."

19/12/2015 - 16:38

"La notizia dell'imminente chiusura della Missionary International Service News Agency (MISNA) prevista per il prossimo 31 dicembre mi rattrista profondamente, soprattutto in quanto giornalista. Raccolgo e rilancio dunque l'appello dei colleghi della redazione a salvare quella che dal 1997 è 'la voce degli ultimi', soprattutto in un momento in cui per noi è particolarmente importante ricevere notizie dal Sud del mondo. I giornalisti sono ponti insostituibili che ci collegano con le periferie, non solo geografiche, della terra. Senza il loro lavoro saremo tutti più poveri e soli."

Lo dichiara Khalid Chaouki, deputato Pd e componente della commissione Affari Esteri.

Pagine