24/09/2014 - 17:54

“Rinnoviamo il riconoscimento al governo, per la professionalità e l’umanità della Marina militare impegnata dall’ottobre dello scorso anno nell’operazione di salvataggio Mare Nostrum, di cui siamo fieramente orgogliosi.” Così dichiara Khalid Chaouki, coordinatore dell’intergruppo parlamentare immigrazione e promotore della missione parlamentare a bordo della nave San Giusto impegnata nell’operazione.

“Tuttavia rimane imbarazzante – chiarisce Chaouki - l’assenza totale dell’Europa in questa missione. I confini dell’Italia sono innanzitutto confini europei, perciò chiediamo una corresponsabilità dell'Europa. L’Italia non può essere lasciata sola ad affrontare quella che è anche un’emergenza umanitaria. Va sottolineata l’attenzione riscontrata dal punto di vista sanitario al controllo dei migranti, al fine di prevenire ed escludere qualsiasi tipo di contagio di malattie infettive. A tal proposito, rinviamo al mittente tutte le congetture e le ipotesi di contagio provenienti soprattutto dal tandem Grillo - Salvini. La sicurezza medico-sanitaria è tra le attività prioritarie del personale impegnato nella missione Mare Nostrum".

"Invitiamo quindi tutte le forze politiche - conclude il deputato del Pd - a evitare una sciocca quanto dannosa strumentalizzazione di un’operazione che, di fatto, sta salvando la vita a intere famiglie siriane in fuga da persecuzioni e guerre.”

 

23/09/2014 - 17:59

"Domani visiteremo la nave della Marina Militare San Giusto impegnata nell'Operazione Mare Nostrum, al fine di portare il nostro sostegno ai militari e civili impegnati nel difficile lavoro di soccorso dei profughi, verificare le operazioni di salvataggio e prima assistenza, e rilanciare la necessità di un impegno europeo a supporto del nostro Paese nel Mediterraneo". Così Khalid Chaouki, deputato del Partito Democratico, e coordinatore dell'Intergruppo parlamentare sull'immigrazione, annuncia la visita di domani alla nave San Giusto da parte di una delegazione composta, oltre a Chaouki, dai deputati Marco Di Lello, Pia Locatelli, Davide Mattiello, Gennaro Migliore, Erasmo Palazzotto, Ileana Piazzoni, Paola Pinna, Milena Santerini e Gea Schirò e dai senatori Gianpiero Dalla Zuanna, Vincenzo Gibiino e Luis Orellana.

"Attraverso questa visita di una delegazione parlamentare - spiega Chaouki - vogliamo puntare i riflettori sull'impegno straordinario portato avanti con grande sacrificio dall'Italia, e mettere tutti i Paesi europei e la nuova Commissione Europea di fronte alle proprie responsabilità a pochi giorni dall'anniversario della tragedia di Lampedusa avvenuta lo scorso 3 ottobre".

 

18/09/2014 - 18:54

“La posizione espressa dal Parlamento Europeo a Strasburgo, con l'approvazione di una risoluzione trasversale di sostegno all'Italia sul fronte dell'immigrazione, è certamente una bella notizia e un passo importante che dovrà impegnare i Paesi europei a guardare verso il Mediterraneo con maggiore senso di responsabilità e cooperazione”. Lo dichiara Khalid Chaouki, deputato Pd e coordinatore dell’ intergruppo sull’immigrazione.

“All’Europa – spiega Chaouki  - chiediamo una corresponsabilità nelle politiche di accoglienza dei rifugiati, il sostegno economico non basta. Servono politiche condivise e in grado di gestire il flusso migratorio che vede l’Italia, e in particolare le coste di Sicilia e Calabria, in prima linea nel salvataggio e nell’accoglienza dei barconi provenienti per lo più dalle coste libiche”.

“I Paesi europei – prosegue il deputato democratico - devono impegnarsi per un mutuo riconoscimento dei diritti dei rifugiati i quali, come i migranti cosiddetti economici, devono poter circolare liberamente nei confini europei e non rimanere ostaggio dell'Accordo di Dublino”.

“Rimaniamo fiduciosi rispetto alla nuova Commissione Europea per una rinnovata visione strategica rispetto alle politiche migratorie, non più solo concentrata solo sulle esigenze securitarie, ma con un approccio più attento alle sfide della cooperazione euro mediterranea e per la promozione dello sviluppo nei Paesi africani e del Maghreb”, conclude Chaouki.

 

10/09/2014 - 19:11

“L’imbarazzante assenza del presidente della FIGC Carlo Tavecchio alla conferenza internazionale a Roma dell'Uefa in tema di lotta al razzismo 'Respect Diversity 2014' costituisce un’umiliazione per l’Italia e per il calcio italiano ed è in sé una sconfitta in tema di lotta al razzismo”. “Viene da chiedersi dove sia finita la credibilità della guida del calcio italiano, si confermano così purtroppo le nostre preoccupazioni sulla grave e irresponsabile insistenza di Carlo Tavecchio nel volere, a costo di umiliare il nostro Paese, la presidenza della FIGC”. “Il razzismo, come lo stesso presidente Uefa Michel Platini ha fulgidamente detto oggi, è il flagello del calcio, lo sport è e deve continuare ad essere una palestra di democrazia, dove si imparano le regole e il rispetto, per tale ragione la lotta al razzismo deve essere una priorità, anche e soprattutto nel calcio italiano”.

Lo affermano i deputati del Partito democratico Khalid Chaouki e Laura Coccia.

 

05/09/2014 - 13:15

“Il Partito Democratico è con Aicha Mesrar spinta a dimettersi da consigliera comunale a Rovereto e a lasciare l'Italia insieme alla sua famiglia a causa di continue e ripetute minacce e intimidazioni da parte di ignoti.
I primi responsabili della perdita di un rappresentante eletta dai cittadini di Rovereto hanno un nome preciso: Lega Nord che, esultando per questa sua drammatica decisione, sono di fatto complici dei vili attacchi che l'hanno raggiunta. È ora di dire basta al becero razzismo che caratterizza questo partito che continua a soffiare sul fuoco dell'intolleranza ostacolando così un futuro di convivenza nel nostro Paese.
Confidiamo in una seria indagine da parte delle autorità competenti al fine di individuarne i responsabili e assicurarli alla giustizia”. Così Khalid Chaouki, deputato PD, coordinatore intergruppo parlamentare immigrazione.

 

03/09/2014 - 17:45

I nuovi gruppi cercano consenso tra i giovani occidentali

“I musulmani italiani si espongano di più contro il terrorismo. Noi dobbiamo farlo insieme a loro. La comunità musulmana italiana è pacifica ma deve alzare ancora di più la voce per isolare i tentativi di fiancheggiamento”. E’ l’appello del deputato Pd Khalid Chaouki, coordinatore dell'Intergruppo parlamentare sull’immigrazione, lanciato dalle pagine della rivista IntelligoNews. “C’è sicuramente un grande problema riguardo alle seconde generazioni – ha detto Chaouki- ma ci sono anche cittadini europei che non vengono dall’immigrazione e che hanno scelto di convertirsi per seguire i movimenti più estremisti. Mi sembra che questi movimenti - conclude Chaouki- stiano cambiando pelle, anche rispetto ad Al Qaeda. Cercano consenso anche in Occidente, fra i giovani delusi con visioni estreme che vedono negli Usa il burattinaio di un mondo pieno di diseguaglianze. L’obiettivo è reclutare nuove forze. Un motivo in più per vigilare”.

 

02/09/2014 - 18:54

Chaouki, “parlamentari 5S prendano le distanze”

"Sa fare solo il provocatore”. Così il deputato del Pd Khalid Chaouki commenta il post di Beppe Grillo intitolato #tbcnograzie sul rischio del ritorno delle malattie infettive.

“E’ odioso sentir parlare degli immigrati con i toni di Grillo – ha aggiunto il deputato democratico il quale si dice “curioso di sapere se ora i parlamentari del Movimento 5 Stelle prenderanno le distanze dal terrorismo mediatico del loro capo”.

 

22/08/2014 - 16:42

Guerra ha fermato Hitler, loro sono nuovi Hitler

"Rimango incredulo e disgustato dalla profonda ignoranza del collega Alessandro Di Battista rispetto alla natura dell'Isis e la sua profonda ideologia di morte, che non ha risparmiato bambini, donne e uomini con centinaia di sgozzamenti, tombe comuni, crocifissioni e stupri in Siria e Iraq". Così dichiara il deputato Khalid Chaouki, membro della Commissione Esteri della Camera in merito alle ultime esternazioni del deputato grillino Alessandro Di Battista.

"Il mio collega Di Battista confonde in modo grave l'esercito di conquista del cosiddetto Califfato islamico con i gruppi di resistenza con cui potrebbe essere legittimo trattare in guerra. Al Baghdadi non ha bisogno di esegeti del suo verbo tra i deputati italiani e da musulmano, posso assicurare al collega pentastellato, che le prime vittime della follia terroristica dell'Isis sono i milioni di musulmani pacifici insieme ai cristiani e altre minoranze minacciate duramente in Iraq e in Siria e vittime in fuga dalle loro case. Anche a me la guerra fa schifo ma è servita a fermare Hitler e oggi questi terroristi sono i nuovi Hitler".

 

07/08/2014 - 20:10

“È grave che nel primo telegiornale nazionale ricorrano terminologie che pensavamo ormai totalmente censurate dal linguaggio comune”. Lo dichiara Khalid Chaouki commentando l’uso, da parte di una giornalista del Tg1, delle espressioni “scelta e diversità di razza” in una domanda al ministro della Salute Lorenzin durante un’edizione di ieri. “Si tratta - spiega Chaouki - di un doppio strafalcione. Scientifico, dal momento che dal punto di vista genetico il concetto di razza è inesistente: E culturale, perché il servizio pubblico rischia in questo modo di confermare in chi ascolta convinzioni che dovrebbe invece combattere”.

“In un momento – prosegue Chaouki - in cui alziamo tutti la voce per denunciare il razzismo e le discriminazioni, chiediamo alla Rai e all'Ordine dei giornalisti un impegno serio per cambiare il linguaggio nel rispetto di tutti come già ampiamente stabilito dai documenti prodotti in Italia e a livello internazionale”. “Sarebbe anzi il caso che il direttore del Tg1 facesse una verifica sul servizio in questione e prendesse tutte le iniziative necessarie perché un episodio come quello di ieri non si ripeta”, conclude il deputato democratico.

 

01/08/2014 - 16:23

Raccolte 24mila firme, ora petizione allargata a tutta Europa

"Sorprende e dispiace che, dopo la figuraccia mondiale a cui sta condannando l'Italia e lo sport italiano, Carlo Tavecchio non si sia ancora rassegnato. Al signor Tavecchio diciamo che nemmeno noi siamo pronti a rassegnarci, in nome degli oltre 24mila firmatari della petizione #TavecchioRitirati e alle numerose adesioni che continuano a pervenirci". Così Khalid Chaouki, deputato Pd e coordinatore dell'Intergruppo parlamentare Immigrazione, a seguito alle intenzioni di Carlo Tavecchio di non ritirarsi dalla candidatura a presidente della Figc.

"Partirà da oggi – prosegue Chaouki - anche una versione in inglese della petizione, per chiedere a tutta la comunità sportiva europea di supportarci in questa battaglia di civiltà e contro il razzismo per segnalare che gli italiani non possono essere identificati con le vergognose affermazioni del signor Tavecchio".

"Segnaliamo l'adesione alla petizione del presidente del gruppo Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo Gianni Pittella, insieme agli eurodeputati Simona Bonafe e Cécile Kyenge, oltre a numerosi giornalisti tra cui Gad Lerner, Stefano Menichini e Giancarlo Bosetti.”, conclude Chaouki. 

 

29/07/2014 - 13:23

“Abbiamo raccolto più di 10.000 firme in meno di 24 ore e stanno arrivando numerosissime adesioni per la petizione #TavecchioRitirati lanciata sul sito Change.org, un successo straordinario che dimostra quanto gli italiani siano sensibili sui temi del razzismo e delle discriminazioni”. Così Khalid Chaouki, deputato PD e coordinatore dell’intergruppo immigrazione che ieri ha lanciato una petizione popolare , firmata tra gli altri dal Presidente Pd Matteo Orfini, per chiedere a Carlo Tavecchio di ritirare la sua candidatura alla presidenza della FIGC .

“L’Italia – spiega Chaouki - non può rassegnarsi, dopo tante battaglie, a farsi rappresentare da una persona che esprime giudizi che non esitiamo a chiamare razzisti e altamente offensivi, crediamo che il miglior modo per scusarsi dopo questa frase vergognosa, che oltraggia milioni di italiani e ‘nuovi italiani’, sia quello di ritirare la propria candidatura alla presidenza della FIGC per preservare la nostra dignità in Europa e nel mondo.

Andremo avanti in questa campagna -conclude Chaouki- anche per difendere il lavoro di migliaia di insegnanti, allenatori, educatori e tifosi che in questi anni hanno lavorato duramente per sradicare il razzismo nelle aule scolastiche e nei campi di calcio. La dirigenza sportiva è chiamata a dare buoni esempi a differenza della gravissima affermazione razzista di Carlo Tavecchio".

 

24/07/2014 - 17:04

“Salutiamo con grande gioia l’arrivo in Italia di Meriam, siamo felici di sapere libera e in salvo la giovane cristiana sudanese con i suoi due figli. Questo importante risultato è merito del lavoro del Governo e dell'eccellente lavoro del vice ministro degli Affari Esteri Lapo Pistelli, al quale va la nostra gratitudine, che ha seguito personalmente il caso e si è mosso con tempestività e grande e determinazione. La terribile vicenda di Meriam ci sproni a lavorare ancora e sempre di più nella direzione della tutela dei diritti umani con particolare attenzione ai diritti delle donne, troppo spesso calpestati nel mondo”.

Lo ha dichiarato Khalid Chaouki, deputato PD, componente della Commissione Esteri

 

22/07/2014 - 13:57

“Siamo stanchi delle vergognose operazioni di sciacallaggio targate Lega Nord sulla pelle di centinaia di vite umane che purtroppo continuano a morire nel Mediterraneo.

Il segretario della Lega Matteo Salvini si sciacqui la bocca prima di sputare sentenze su Mare Nostrum, definire ‘operazione di sangue’ l’operazione di salvataggio in mare della nostra Marina Militare è gravissimo oltre che falso.

Al segretario della Lega Nord ricordo la vergogna della loro politica dei respingimenti che ha consegnato migliaia di migranti in fuga nelle mani di dittatori sanguinari come Gheddafi e a noi è costata pesanti sanzioni da parte della Corte europea dei diritti umani di Strasburgo.

L’Italia è un paese accogliente e il nostro popolo non dimentica la storia recente. Dobbiamo invece chiedere con forza il coinvolgimento dell’Europa su questi temi, sono necessarie politiche condivise per gestire con efficacia e intelligenza il fenomeno migratorio”. Lo ha dichiarato Khalid Chaouki, deputato PD, Coordinatore intergruppo immigrazione.

 

21/07/2014 - 16:24

“Lasciano allibiti le parole dell’Ex ministro dell’Interno e presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni che continua a mistificare la realtà ipotizzando addirittura i Cie come luoghi di trattenimento dei rifugiati, che si ostina ancora a chiamare clandestini, mentre sono persone in fuga dalle guerre e persecuzioni,.
Ricordiamo al Governatore della Lega Nord che esistono per legge strutture come i Cara, Centri di accoglienza per richiedenti asilo, che hanno proprio la funzione di accogliere, assistere e tutelare le persone che avviano il percorso di riconoscimento dello status di rifugiato.
Auguriamo dunque a Maroni di mettere da parte sterili polemiche e di impiegare il tempo e le sue energie per collaborare con le altre regioni d’Italia e il Governo per condividere l’impegno della gestione dell’accoglienza”.

Khalid Chaouki, deputato PD, coordinatore intergruppo immigrazione.

 

18/07/2014 - 19:56

“E’ una polemica davvero stucchevole quella dei 5S. Abbiamo scritto insieme un testo importante, una vera rivoluzione del modo di fare cooperazione del nostro paese: forse la polemica è in casa grillina, visto che i senatori hanno votato sì in prima lettera e alla Camera i loro colleghi si sono astenuti. Quanto all’Agenzia, abbiamo migliorato insieme la norma, scegliendo criteri di nomina del direttore basati su titoli, competenze e procedure di selezione con evidenza pubblica: tutto sarà fatto alla luce del sole, garantendo una scelta finale che assicuri un indirizzo, come è del tutto naturale”.

Così il democratico Kalid Chaouki replica al comunicato dei deputati M5S della Commissione Esteri in merito alla legge di riforma sulla cooperazione.

 

Pagine