14/02/2018 - 12:36

Avanti per non lasciare indietro nessuno

“Il Paese è in ripresa, e questa non è una boutade da campagna elettorale, ma la fotografia che ci consegna l’Istat. Il nostro Pil è in netta crescita, la più alta dal 2010”. Lo dichiara Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico e candidata alle prossime elezioni politiche, commentando i dati diffusi dall’istituto di statistica.

“Crescono i consumi, la domanda interna e gli investimenti, cresce anche la produzione industriale più della media europea – spiega la deputata Dem -  I governi Renzi e Gentiloni sono intervenuti con le giuste misure per permettere al Paese di superare la crisi e per dare ai cittadini italiani speranza per il futuro e certezze per il presente”

“C’è chi fa promesse irrealizzabili e chi, come il Partito Democratico, mette in campo programmi per consolidare i risultati ottenuti fin qui e proseguire sulla strada delle riforme. Il nostro impegno è indirizzato non solo a risollevare l’economia, ma anche a garantire lavoro, cultura, sicurezza e diritti, perché – conclude Di Salvo -  sappiamo che da solo il Pil non porta alla felicità e solo attraverso un circolo virtuoso supereremo definitivamente la crisi, non lasciando indietro nessuno”.

 

13/02/2018 - 13:54

Fenomeno preoccupante a cui abbiamo dato risposta

“I dati Istat mettono in evidenza le dimensioni del fenomeno delle molestie sul lavoro: seppur segnando un miglioramento rispetto a tre anni fa, ci parlano di un fenomeno esteso e preoccupante, a cui finalmente abbiamo iniziato a dare una risposta”.

- Lo scrive in un post su Facebook Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico e condidata alle prossime elezioni politiche, commentando il report Istat sulle molestie e i ricatti sessuali sul lavoro -

"Sono 1 milione 404mila le donne che hanno subito molestie fisiche o ricatti sessuali sul posto di lavoro; 1 milione 173mila ne sono state vittima per essere assunte, per mantenere il posto di lavoro o per ottenere progressioni nella carriera. Nell’80,9% dei casi le vittime non ne hanno parlato con nessuno sul posto di lavoro, e quasi nessuna ha denunciato il fatto alle Forze dell’Ordine. Per affrontare il fenomeno – spiega la deputata Dem - bisogna svelarlo e aiutare le persone, la stragrande maggioranza donne, a denunciare le molestie subite. La prima cosa da fare per contrastare le molestie nei luoghi di lavoro, dunque, è farle emergere tutelando chi le denuncia".

"Ecco perché nella scorsa Legge di bilancio abbiamo inserito una norma, che si rifà a una mia proposta di legge, grazie alla quale viene reso nullo qualsiasi atto ritorsivo contro la lavoratrice (o il lavoratore) che denuncia di aver subito una molestia, che dunque non potrà essere sanzionata, demansionata, licenziata, trasferita o sottoposta ad altre misure organizzative con effetti negativi. Le donne hanno il diritto di alzare la testa – conclude - e denunciare, ora si può".

12/02/2018 - 14:25

“Meloni e Fratelli d’Italia, con le minacce di epurazione, stanno mostrando plasticamente cosa accadrebbe se la destra vincesse le elezioni”

- lo scrive su Facebook Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico e candidata a Torino alle prossime elezioni politiche –

“In questi cinque anni il Partito Democratico ha dimostrato che gli investimenti, la buona politica e la buona gestione del nostro patrimonio storico artistico sono una risorsa enorme per il Paese.  A differenza di come millantava qualcuno – sottolinea la deputata Dem - con la cultura si mangia. Degli importanti risultati ottenuti grazie alle politiche messe in campo parlano i numeri: +30% di visitatori, +53% di incassi. Questa è la nostra idea di valorizzazione del patrimonio museale e artistico italiano, di valorizzazione della cultura del nostro Paese”.

“Per la destra invece l’idea è evidentemente quella di fare propaganda elettorale cercando di screditare i successi ottenuti dal direttore del museo egizio di Torino Christian Greco, giovane con un curriculum vitae che parla per lui. La meschina figura della Meloni nel dialogo con Greco davanti al museo era già sufficiente per chiudere questa triste vicenda. Ma, non contenti, da Fratelli d’Italia minacciano di mandare via il direttore se arriveranno al governo. Una idea della gestione del patrimonio artistico culturale miope e a dir poco meschina: cioè la cultura come veicolo di propaganda delle proprie idee. Questa è la destra – conclude - questa è l’idea che hanno della valorizzazione della cultura in Italia”.

09/02/2018 - 12:21

Cittadini usati come macchina da voto

“La casa di vetro dei 5 stelle è diventata un bunker blindato. Il movimento 5 stelle si è presentato ai cittadini dicendo di voler rendere le istituzioni e la politica trasparenti, quello che ora stanno dimostrando, invece, è solo tanta opacità”.
- lo dichiara Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico e candidata alle prossime elezioni politiche -
“Dal piccolo imprenditore amico degli Spada, che vive in una casa popolare a 7 euro candidato col seggio blindato nel collegio Lazio 03; alla rimborsopoli che li ha travolti per aver utilizzato i fondi Ue per missioni legate non alla politica europea, ma alle campagne di Luigi Di Maio in Italia; dalla finta eliminazione dalle liste di Sara Cunial, che aveva condiviso contenuti no-vax, ben piazzata invece nelle liste del Veneto 02; ai programmi elettorali copiati senza scrupoli. Oggi – sottolinea la deputata Dem - scoppia il caso Cecconi e Martelli sui mancati rimborsi: Di Maio chiede l’espulsione, loro annunciano di rinunciare all’elezione, ma restano in lista e chiedono il voto agli elettori”.
“I cittadini, a cui dicevano di tenere tanto i pentastellati, ora sono usati solo come una macchina da voto- conclude Di Salvo - a cui non si deve trasparenza e tantomeno verità”.

08/02/2018 - 19:55

Ora proseguire con #ProgrammaPd

“È singolare che chi, come il centro destra,  ha reintrodotto le dimissioni in bianco dopo che una mia legge le aveva eliminate ora apra una polemica in merito ai dati sull’andamento demografico”. Così in un post su Facebook Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati Dem e responsabile del dipartimento mamme del Partito Democratico.

Abbiamo messo uno stop alle dimissioni in bianco  e  introdotto misure per estendere rafforzare i congedi parentali per madri e padri, ora bisogna andare avanti su questa strada, realizzando le proposte del #ProgrammaPd per far aumentare l’occupazione femminile e per destinare un assegno universale di sostegno al costo dei figli, dalla nascita fino alla maggiore età.”

07/02/2018 - 18:55

“Il movimento 5 stelle non solo è stato travolto dallo scandalo rimborsopoli, ma, invece di chiedere scusa ai cittadini per aver utilizzato i loro soldi per missioni legate non alla politica europea ma alle campagne di Luigi Di Maio in Italia, continua a negare anche l’evidenza”. Lo dichiara Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico e candidata alle prossime elezioni politiche.

“Repubblica pubblica la documentazione di quanto affermato nell’articolo, ma per i 5 stelle fa propaganda. Ancora una volta – sottolinea la deputata Dem - i pentastellati invece di rispondere sul merito attaccano giornali e giornalisti, dimostrando che non hanno alcun rispetto per l’informazione e che per loro la carta Costituzionale è carta straccia”.  

“È questo il momento di dire la verità, non a noi o ai giornali, ma – conclude Diu  Salvo - a tutte le cittadine e i cittadini a cui hanno sottratto indebitamente risorse”

02/02/2018 - 13:32

 “Il pressapochismo e l’ignoranza degli esponenti del Movimento 5 stelle sembra non avere fine. Quando Di Maio parla di Amazon dimostra non solo di non sapere di cosa sta parlando e di non conoscere le leggi italiane, ma di non aver neppure seguito, da vicepresidente della Camera, i lavori parlamentari. Evidentemente il candidato premier M5s era troppo impegnato a raccontare falsità in rete e tra i suoi militanti”.

- lo dichiara Titti Di salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico e  candidata alla Camera alle prossime elezioni politiche -

“Il bracciale elettronico di Amazon – spiega la deputata Dem - è in contrasto con le leggi, in primis con il Jobs Act,  e i contratti che tutelano la libertà e la dignità dei lavoratori, oltre che con l'ordinamento in materia di protezione dati personali. A Di Maio – conclude - consiglio di studiare prima di parlare”.

01/02/2018 - 15:36

“Amazon il braccialetto elettronico proprio no, non si può fare. Leggi e contratti tutelano la libertà e la dignità dei lavoratori. E per questo vanno rispettati”.

Lo scrive su Twitter Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico

26/01/2018 - 17:32

Salvaguardare posti di lavoro e preservare voce libera dell’informazione

“Esprimiamo solidarietà e vicinanza alle giornaliste, ai giornalisti e a tutti i lavoratori dell’agenzia di stampa Askanews, oggi in sciopero per protestare contro la decisione dell’editore di non pagare gli stipendi di gennaio”.

- così in una nota Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico –

“È una decisione di inaudita gravità e che non può essere giustificata con la mancata assegnazione dei lotti alle agenzie di stampa. In questo modo- sottolinea la deputata Dem - si fanno pagare ai lavoratori errori attribuibili, invece, alla gestione aziendale. Giornalisti e poligrafici in questi anni hanno contribuito a mantenere in vita l’agenzia attraverso accordi di solidarietà, cassa  integrazione e prepensionamenti, e ora l’azienda chiede, ancora una volta, che a pagare siano loro”.

“È necessario non solo salvaguardare i posti di lavoro che, voglio ricordarlo, coinvolgono 130 famiglie, ma – conclude Di Salvo - anche preservare un organo di informazione che ha sempre fornito un servizio importante ed ha rappresentato una voce libera”.

24/01/2018 - 15:55

“"Redattore sociale" lo motiva elecando   tutte le novità: sta per finire la legislatura più attenta al sociale. Dobbiamo proseguire in questa direzione e lo faremo. #avanti

http://www.italiaoggi.it/giornali/dettaglio_giornali.asp?preview=false&a...

Lo scrive su Twitter Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico, commentando lo studio del gruppo di Vinicio Albanesi, presidente della comunità di Capodarco, che ha definito “Renzi il premier più sociale” e questa legislatura che sta per concludersi “come la migliore sulla concretezza dei provvedimenti realizzati sul piano sociale”.

 

18/01/2018 - 10:37

 

Oggi, giovedì 18 gennaio, ore 14:30 conferenza stampa su 'Più diritti per le donne, per le madri e per i padri'

Sala delle conferenze  - Camera dei Deputati Via della Missione 4, con Titti Di Salvo, dipartimento Mamme del Partito Democratico e

Silvia Fregolent, dipartimento Pari Opportunità del Partito Democratico.

 
 

 

15/01/2018 - 13:31

“Bruciare tessere e simboli sono atti violenti e senza appello: che a farlo sia il capogruppo del #M5S al Campidoglio la dice tutta sulla qualità di chi ha la
responsabilità di amministrare Roma”

Lo scrive su Twitter Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico

11/01/2018 - 17:44

“Su conciliazione tra maternità e lavoro Grasso riduce tutto a questione macchiettistica bonus si – bonus no, si tratta invece di un tema che deve essere affrontato con serietà nella sua complessità, come ha iniziato a fare il Partito Democratico. È possibile che il presidente del Senato non conosca gli interventi fatti?”. Così Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito democratico e responsabile del dipartimento mamme, risponde al candidato premier dei LeU.

“Negli ultimi anni noi abbiamo aperto una strada per cambiare direzione e agire su tutti i piani. Abbiamo ampliato i diritti delle madri e dei padri – spiega la deputata Dem - con la legge contro le dimissioni in bianco del job act, con il riconoscimento del periodo di maternità per il premio di rendimento, con l'estensione dei congedi per le madri e i padri e portando a cinque giorni il congedo obbligatorio di paternità; abbiamo aumentato il sostegno economico alle famiglie con il bonus bebè, i voucher baby-sitter, i bonus per gli asili nido; abbiamo qualificato i servizi con le nuove norme sulla scuola d'infanzia, resa parte integrante del sistema educativo nazionale, aumentando la copertura e diminuendo i costi; e infine abbiamo scelto il lavoro a tempo indeterminato come quello su cui concentrare le risorse pubbliche.

“Ora bisogna rafforzare questa direzione di marcia sia sul piano sia dei diritti sia del sostegno economico alle famiglie. Le polemiche sterili – conclude Di Salvo - non aiutano a risolvere un problema troppo serio per essere ridotto a campo di battaglia”.

11/01/2018 - 14:40

Stop al populismo e alla gara tra Salvini e Di Maio su cui la spara più grossa sulle pensioni , i pensionati hanno bisogno di serietà .

- Lo dichiara Titti di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico e vicepresidente della Commissione parlamentare di controllo sull'attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale -

“Il leader della Lega afferma che troverà un accordo con Berlusconi sulla Fornero , ma conosciamo bene le loro di scelte sulle pensioni : dallo scalone di Maroni all’obbligo di ripagare i contributi  versati in gestioni diverse per poterli sommare . Noi, invece, abbiamo cominciato a correggere la legge Fornero concretamente – sottolinea la deputata Dem - tenendo insieme giustizia sociale ed  equilibrio conti e soprattutto risolvendo la questione degli esodati attraverso otto salvaguardie”.

“L’unico modo per tenere in equilibrio i conti previdenziali e la giustizia sociale – spiega - è distinguere tra i lavori per definire i requisiti per andare in pensione: a condizioni iniziali differenti devono corrispondere uscite differenziate dal lavoro. Con l'Ape social e l’Ape volontaria l’abbiamo già fatto, ora – conclude Di Salvo - dobbiamo proseguire in questa direzione , riconoscere con contributi figurativi i lavori di cura e definire una pensione  di garanzia per i giovani. Non possiamo permettere che si faccia un passo indietro sul fronte della giustizia sociale”

10/01/2018 - 10:41

“#Jobsact: 1 milione di posti di lavoro di cui 53% a tempo indeterminato; via dimissioni in bianco; più congedi per madri e padri; via false partite iva e false collaborazioni; indennità disoccupazione per i collaboratori: capisco che a #Berlusconi non vada proprio giù.”

Lo scrive su Twitter Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico

Pagine