09/06/2016 - 18:57

“Dopo aver detto che era criminale il solo parlarne, adesso la nuova proposta del M5s sulle Olimpiadi previste per il 2024, per bocca della senatrice Paola Taverna, diventa quella di posticiparle. Quindi, secondo questi dilettanti allo sbaraglio, il futuro sindaco di Roma dovrebbe chiedere alla comunità internazionale il rinvio dell’evento, poiché la città non sarebbe pronta. Un’idea talmente ridicola da far dimenticare anche i progetti sulle funivie e il ritorno al baratto. A questo punto come non riesumare Totò: vendiamo Fontana di Trevi e risaniamo il debito di bilancio”.

Così la deputata Dem Titti Di Salvo, Vicepresidente del Gruppo Pd della Camera.

09/06/2016 - 13:12

“Ancora una donna morta per le mani di un uomo a Pastrengo. Di fronte all’ennesima tragedia di questi giorni non bastano lo sgomento e l’indignazione; servono le parole forti degli uomini e delle donne, delle istituzioni e della politica per non farsi sopraffare dal senso di impotenza e dal silenzio. Gli interventi legislativi, pure importanti, che sono stati decisi in questa legislatura non sono sufficienti per estirpare le radici della violenza maschile contro le donne. La vera risposta la si costruisce nella scuola: da qui occorre subito ripartire per far crescere la cultura del rispetto della libertà delle donne”.

Lo ha detto Titti Di Salvo vicepresidente del gruppo alla Camera.

09/06/2016 - 12:41

“I dati dell’Istat di oggi, che segnano un aumento dei posti di lavoro pari a 242mila unità rispetto all’anno precedente, confermano che il trend positivo continua. Anche se i dati vanno letti e valutati in base alle variazione sul lungo periodo, la tendenza è netta e senza incertezze e cioè aumenta l’occupazione stabile.  Un obiettivo perseguito da sempre che adesso si sta concretizzando grazie a  diverse misure che incentivano il lavoro stabile rendendolo meno costoso di quello precario.  Si tratta di una inversione di tendenza rispetto all’uso della precarietà  che negli anni scorsi ha dominato il mercato del lavoro. Il decreto del prossimo Consiglio dei ministri sulla tracciabilità dell’utilizzo dei voucher e impedirne l'abuso aiuterà ad andare in questa giusta direzione”.

Lo ha detto Titti Di Salvo vicepresidente del gruppo Pd alla Camera. 

03/06/2016 - 17:21

“Roberto Giachetti, solo per fare un esempio, ha coordinato tutta l’attività del comune di Roma in occasione del Giubileo del Duemila. Se Virginia Raggi pensa che questo non sia un lavoro è meglio che si ritiri subito prima di combinare troppi guai. D’altra parte fra le sue esperienze lavorative, di cui siamo venuti a conoscenza fra un’amnesia e l’altra, spiccano quelle con Previti e Panzironi. Cara Raggi, lascia perdere, queste accuse non funzionano”.

Così la deputata Dem Titti Di Salvo, Vicepresidente del Gruppo Pd.

30/05/2016 - 19:33

“Livia Turco non ha bisogno di essere difesa, la sua storia politica parla per lei. Quando Livia ha avuto responsabilità, il nostro Paese ha fatto  passi avanti sulle politiche sociali, nell’aiuto alle fasce più deboli della popolazione e nelle politiche di integrazione. Temi fondamentali per amministrare una città come Roma.  Per questo motivo gli attacchi di Grillo contro di lei sono vergognosi. Il  capo dei Cinque Stelle non dice mai nulla sulle farneticazioni xenofobe di Salvini o contro formazioni fasciste come Casapound, mentre trova tempo e modo di insultare una personalità del calibro di Livia Turco”.

Così la vice presidente del gruppo PD alla Camera Titti Di Salvo.

26/05/2016 - 16:36

“Giachetti sarà il sindaco di tutti i romani. Ha fatto le primarie del centrosinistra e lui è il candidato della coalizione. È la politica non l’anonima grillina. Lui, diversamente dalla Raggi, è una persona libera che non risponde a staff esterni e, tanto meno, ad un algoritmo a cinque stelle”.

Così la deputata Dem Titti Di Salvo, Vicepresidente del Gruppo Pd.

18/05/2016 - 16:37

Raggi dica alla Casaleggio Associati che le dimissioni in bianco sono vietate per legge

“A Raggi e a tutti i candidati del Movimento 5stelle vorrei ricordare che con il Jobs Act abbiamo definitivamente cancellato l’odiosa pratica delle dimissioni in bianco, resta così solo la Casaleggio Associati a prevederla nei contratti. – Così Titti Di Salvo, vicepresidente del gruppo parlamentare del Pd alla Camera, dopo l’ammissione di Virginia Raggi, in una intervista pubblicata oggi, di aver firmato il codice di comportamento presente sul blog di Grillo –

“Stupisce poi il candore con cui la candidata sindaco a Roma del Movimento 5 Stelle ammette, qualora venisse eletta, che le decisioni non le prenderà lei ma uno staff coordinato dai garanti. Neppure un cenno di imbarazzo di fronte ai suoi elettori. Raggi, come tutti i candidati che hanno sottoscritto il codice di comportamento,prima di prendere una decisione su atti di alta amministrazione dovrà parlare con qualcuno a Milano, così come previsto dal punto 7 del codice, e – spiega la deputata Democratica - non sarà libera neppure di scegliere i propri collaboratori, perché le proposte di nomina, come richiesto dal secondo punto, dovranno essere preventivamente approvate dallo staff. I cittadini, cui gli esponenti pentastellati dicono di guardare sempre con attenzione, hanno il diritto di sapere chi fa parte di questo inafferrabile staff, che prende decisioni al posto dei sindaci, che manda email anonime, che intima le espulsioni”.

“Purtroppo i 5 stelle perdono la memoria quando si tratta di fare i nomi, così come è successo a Raggi, che ammette di non ricordarli e dimentica addirittura di aver preso un impegno a divulgarli, forse vergognandosi di nominare quelli che, a Milano, saranno i veri sindaci. I candidati del Movimento non chiedono voti ai cittadini – conclude Di Salvo -  ma un atto di fede”.

 

16/05/2016 - 17:25

“Il calo del 27,3 per cento delle richieste di indennità di disoccupazione registrato a marzo rispetto all’anno precedente significa che le aziende tornano a produrre e ad assumere. Insieme al calo della disoccupazione e alla crescita del Pil, anche il dato odierno dell’Inps ci dice che l’Italia è tornata in carreggiata”.

Lo ha detto Titti Di Salvo vicepresidente del gruppo Pd alla Camera.

12/05/2016 - 17:14

Nessuna meraviglia che un candidato di una lista a sostegno della Lega a Bologna sfrutti in modo indecente l’immagine di una donna per i suoi manifesti elettorali. Sessimo, omofobia e volgarità sono la base “culturale” di cui Salvini & company fanno sfoggio in ogni occasione. E questo manifesto non fa che confermarcelo.

Lo afferma Titti Di Salvo, vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera.

04/05/2016 - 20:47

“I bambini, qualunque sia il modo in cui vengono al mondo, hanno diritto al riconoscimento della loro identità e alla piena tutela. E’ questo il cuore della mozione condivisa da tutto il Partito democratico”. Lo dichiara Titti Di Salvo, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera, commentando l’approvazione della mozione presentata dal Partito democratico.

“Su argomenti  così delicati come la maternità surrogata – spiega -  non ci possono essere certezze granitiche da brandire contro chi non la pensa diversamente. La genitorialità non è un diritto assoluto ma un bisogno che può essere vissuto con una sofferenza rispetto alla quale difficilmente si può chiudere gli occhi. Le nuove tecniche riproduttive tracciano in modo differente, rispetto al passato, il confine tra diritto e bisogno ma mai l’acutezza del bisogno può giustificare l’uso e l’acquisto del corpo delle donne come merce e come mezzo. D’altra parte, di fronte a quella sofferenza, in altri Paesi, vengono compiuti atti di solidarietà, realizzati gratuitamente e riconosciuti come tali”.

“Allo stesso modo, non c’è alcun motivo per associare maternità surrogata a unioni civili. Sia perché le coppie che ricorrono sono soprattutto etero, sia perché una legge così importante come quella sulle unioni civili che, dando diritti a persone legate da amore, fa finalmente rientrare l’Italia nel consesso dei paesi civili, non ha bisogno di alcun bilanciamento”.

“La nostra mozione nomina tutti gli aspetti e i diversi piani (politico, culturale, sociale, simbolico, giuridico) incrociati dal tema, sottraendoli alle ideologie e propone l’ascolto per le opinioni differenti come modalità necessaria, insieme al pieno riconoscimento dei diritti dei bambini. A fronte della legge 40 che vieta in italia la maternità surrogata, essa impegna infine il governo ad aprire una discussione pubblica ed un confronto”, conclude.

29/04/2016 - 11:57

“I dati diffusi oggi dall’Istat sull’occupazione, da segnalare l’importante discesa della disoccupazione giovanile (-5,4% in un anno), ci dicono che la direzione di marcia è quella giusta e che le riforme stanno producendo effetti positivi. Certamente c’è ancora molto da fare e abbiamo l’obbligo e il dovere di andare avanti per aumentare l’occupazione. Ed è fondamentale insistere su politiche economiche che mettano al centro il binomio crescita e investimenti. Da questo punto di vista, una battaglia decisiva si giocherà in Europa per superare definitivamente il dogma dell’austerità e ridare fiato e prospettiva all’Unione Europea”.

Così la deputata Dem Titti Di Salvo, vicepresidente del Gruppo Pd della Camera.

19/04/2016 - 14:34

“Non sono a favore della presunzione di innocenza per i politici, se uno è indagato deve lasciare: così tuonava l’imperturbabile Di Maio intervistato nel dicembre scorso. E oggi, che dice il ‘fustigatore’ dei politici, il ‘manettaro’ del tribunale del popolo? Perché questo silenzio assordante suo e del Direttorio? Si ripete la farsa dello scandalo di Quarto. Tutti pronti a urlare davanti alle telecamere ‘onestà, onestà’, poi quando lo scandalo è in casa propria… ”.

Così Titti Di Salvo, Vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera.

14/04/2016 - 14:03
“Il calo del 22,7% delle domande di disoccupazione a febbraio rispetto all’anno precedente, nonostante il cambiamento dei requisiti per richiedere l’indennità di disoccupazione previsto nel Jobs act, ha un significato inequivocabile: anche se la strada che abbiamo davanti è ancora lunga, è certo che è quella giusta”.

 

Lo ha detto Titti Di Salvo, vicepresidente del gruppo Pd alla Camera.

11/04/2016 - 13:46

“Dobbiamo ascoltare le parole con cui è stato accolto dal Consiglio d’Europa il ricorso della Cgil in materia di rispetto della legge sull’aborto e di discriminazione dei medici che non optano per la obiezione di coscienza. Interrompere una gravidanza è una scelta che una donna non prende a cuor leggero e proprio per questo lo Stato deve garantire la possibilità di abortire nel pieno rispetto della legge. Succede a volte che al dolore di quella scelta si aggiunga il percorso a ostacoli per la ricerca della struttura pubblica in cui abortire. In alcune regioni italiane in particolare, come emerge dalla relazione annuale al Parlamento sullo stato di applicazione della 194/78, risulta molto difficile abortire. È perciò necessario un impegno dello Stato per garantire la presenza di medici non obiettori su tutto il territorio nazionale in modo da evitare il ricorso all’aborto clandestino. Ci appelliamo al ministro Lorenzin perché si impegni personalmente affinché la 194 sia rispettata pienamente e vengano evitate discriminazioni sul posto di lavoro per quei medici che non sono obiettori”.

Lo ha detto Titti Di Salvo, vicepresidente del gruppo Pd alla Camera.

01/04/2016 - 19:30

“In questi anni Linda Laura Sabbadini ha portato avanti un rivoluzionario lavoro che ha cambiato il volto del nostro Paese e che le stato riconosciuto quando a dicembre è stata indicata tra le 100 eccellenze italiane . Se infatti le statistiche sono la fonte e i dati su cui la politica, le istituzioni e i cittadini stessi si basano per comprendere la realtà, in questa realtà Linda Laura ha fatto emergere le donne, prima assenti. Il suo enorme lavoro all'interno dell'Istat ha infatti permesso di iniziare a guardare all'Italia come un Paese fatto di donne e uomini, facendo emergere questa differenza all'interno delle statistiche ufficiali. L'assenza di un punto di vista neutro che l'Europa ci indica e la lettura di genere della realtà all'interno delle statistiche ufficiali sono la precondizione per le politiche antidiscriminatorie particolarmente necessarie oggi per la qualità della crescita. Per questo è fondamentale non disperdere questo importante patrimonio di competenze e sono necessari atti concreti in questa direzione. Nell'Istat e nel paese”. 

Lo dichiara la vice presidente del Gruppo Pd della Camera Titti Di Salvo,

Pagine