29/04/2015 - 16:37

Interrogazione al ministro Poletti per favorire l’accesso alla disoccupazione

“Le nuove forme di sostegno al reddito, rappresentano una grande novità. Da quanto si apprende, per i nuovi sussidi di disoccupazione 2015 Naspi e Dis-Coll, la cui approvazione è avvenuta pochi giorni fa, non esiste ancora un riferimento online semplice, chiaro e puntuale. L'Inps appare in ritardo sulla tabella di marcia e non ha ancora provveduto ad adeguarsi in riferimento alla normativa. Chi ha perso il lavoro a inizio anno rischia in linea teorica di perdere la possibilità di accesso alla disoccupazione. Per questo motivo ho depositato un’interrogazione al Ministro Poletti per mettere a disposizione dell'utenza, in tempi rapidi, una modulistica aggiornata e a diramare una circolare attuativa”.

Lo dice Fabio Lavagno, deputato del Pd.

 

28/04/2015 - 13:32

“Oggi è la giornata mondiale delle vittime dell'amianto. Occorre che sia non solo un momento di ricordo, ma che si concretizzi in un serio atto di riflessione e programmazione su questa tematica. L'indignazione per la recente sentenza della Cassazione, ha aumentato l'attenzione sull'amianto, sulla sua diffusione e sulla sua pericolosità. Il nuovo processo, che si aprirà a Torino tra pochi giorni, dimostra che anni di battaglie non smarriscono la strada della ricerca di una ‘giustizia giusta’”. Lo ha detto Fabio Lavagno, deputato del Pd.

“Le istituzioni nazionali – ha proseguito Lavagno - hanno iniziato ad assumere un ruolo attivo, lasciato in questi anni alla meritoria opera dei soli Enti locali, garantendo i finanziamenti necessari alle bonifiche dei siti di Bagnoli e Casale Monferrato, allargando la platea previdenziale, agendo in termini di allungamento dei tempi della prescrizione e con la futura approvazione di normative in termini di reati ambientali. Occorre dare piena attuazione al Piano Nazionale Amianto, come strumento di pianificazione necessario ad efficaci azioni di censimento, bonifica, smaltimento e ricerca scientifica. La giornata di oggi ricorda a tutti noi che se è vero che non siamo all'inizio di un percorso, iniziato decenni fa, la strada da percorrere è ancora molta e le azioni vanno portate avanti con grande determinazione”.

 

31/01/2015 - 14:49

L'elezione di Sergio Mattarella, che diventa il dodicesimo presidente della Repubblica, è un fatto positivo per l'Italia. La vita istituzionale del nostro Paese può rientrare finalmente in un alveo ordinario, dopo l'eccezionalità di questi anni. Con questa scelta, la politica riconquista autorevolezza e può rivendicare la funzione più alta di mediazione nella vita democratica.

Le forze politiche, in particolare il Partito Democratico, hanno saputo gestire questo passaggio con grande maturità, superando le paure e le goffaggini delle elezioni del 2013.

Al presidente Mattarella l'augurio di buon lavoro nel tratto della garanzia dei valori costituzionali, dello spirito riformatore e del valore della legalità, che sono poi le caratteristiche principali della sua biografia politica.

 

19/01/2015 - 20:17

“Il rinvenimento di un ordigno esplosivo in prossimità del Palazzo di Giustizia di Vercelli sembra collegarsi in modo inquietante con l'esplosione avvenuta sempre in prossimità del Tribunale quattro mesi fa. E' particolarmente grave che una sede istituzionale rilevante sia stato oggetto di attentanti per ben due volte nel giro di pochissimi mesi, per questa ragione ho posto un'interrogazione al Ministro dell'Interno per chiedere quali azioni preventive siano state messe in atto tra il primo e il secondo episodio e in che modo, come dichiarato dal Prefetto di Vercelli, verranno potenziate le misure di sicurezza nelle aree già colpite dagli attentati”. Così Fabio Lavagno, deputato del Pd.

 

12/01/2015 - 20:37

“E’ importante chiarire se le importazioni di amianto dall’India abbiano violato le leggi italiane sull’uso dell’asbesto”. Lo chiede il deputato del Partito Democratico Fabio Lavagno, che ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Ambiente Galletti” “E’ di questi giorni – spiega Lavagno - la notizia sull’amianto esportato dall'India in Italia negli ultimi anni. Secondo un documento ufficiale del governo indiano, tra il 2011 e il 2012 l’India avrebbe importato in Italia oltre mille tonnellate di amianto. Le importazioni, destinate a una decina di aziende italiane, sono state confermate dall'Agenzia delle dogane, che ha aggiunto anche che le importazioni sono continuate nel 2014”. “La Magistratura ha aperto un'indagine, ma ritengo che il Parlamento debba essere informato per verificare se sia stata violata la legge del 1992 che vieta l'uso dell'asbesto in Italia”, conclude il deputato democratico.

 

26/11/2014 - 18:41

“Sono particolarmente soddisfatto per l'approvazione in commissione Bilancio dell'emendamento alla Legge di Stabilità relativo ai termini pensionistici dei lavoratori esposti alla lavorazione di amianto: con questa norma gli operai esposti all'amianto per un periodo superiore ai dieci anni e che ne abbiano avuto il riconoscimento in via giudiziale possono ottenere la maggiorazione della pensione, così come previsto prima della riforma del 2003. Si tratta di un atto importante, dopo la sentenza Eternit, che sottolinea di fatto la grande sensibilità su questa problematica sia del governo, sia di tutte le altre forze politiche”.

Lo afferma Fabio Lavagno, deputato del Pd.

 

25/11/2014 - 20:03

“L’incontro tra il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, le amministrazioni locali e le associazioni della vittime sul tema dell’amianto è stato positivo”. Così il deputato del Partito Democratico Fabio Lavagno commenta l’incontro, svoltosi oggi a Palazzo Chigi tra il presidente del Consiglio Matteo Renzi e una delegazione dei rappresentanti dei familiari delle vittime dell'amianto di Casale Monferrato e Bagnoli, cui erano presenti anche i parlamentari del Partito Democratico Daniele Borioli, Stefano Esposito, Federico Fornaro, Cristina Bargero, Massimiliamo Manfredi e lo stesso Fabio Lavagno.

“Il Presidente del Consiglio – continua Lavagno - si è impegnato a individuare in stretto raccordo con i rappresentanti del Parlamento, gli Amministratori e le associazioni locali, uno o più provvedimenti finalizzati a proseguire e accelerare l’opera di bonifica, verificare la possibilità di allargare l’accesso al Fondo vittime amianto anche ai cittadini non direttamente impiegati nella produzione, sostenere la ricerca medico-scientifica sulle patologie asbesto-correlate, in particolare presso le strutture di Casale Monferrato e Alessandria, valutare la possibilità di accompagnare i famigliari delle vittime nelle prossime iniziative legali anche con la costituzione di parte civile dello Stato”.

“Nei prossimi giorni parlamentari e rappresentati locali stileranno un piano per punti da sottoporre alla Presidenza del Consiglio”, ha concluso Lavagno.

 

20/11/2014 - 11:23

“Come è possibile che alla fine del processo Eternit cada la prescrizione sulle sofferenze delle vittime, sul dolore dei familiari, sulla la fatica e il valore della lotta all'amianto? Le sentenze si rispettano, non è detto che si comprendano, pertanto ci limitiamo a considerare che si è perfettamente dato ragione al principio del PG Iacoviello secondo cui giustizia e diritto non coincidono. Per chi crede nella difesa di leggi e istituzioni, adesso sarà ancora più difficile la propria azione. Occorre essere estremamente vicini alla costernazione dei familiari, delle associazioni e di tutti i cittadini che hanno creduto sino all'ultimo in questa battaglia processuale”.

Lo dice Fabio Lavagno, deputato del Pd.

 

19/11/2014 - 16:47

“La richiesta di annullamento di tutte le condanne rispetto ai primi due gradi del processo Eternit compiuta oggi in Cassazione dal Procuratore Generale Iacoviello, rappresenta uno schiaffo ai famigliari e alle vittime dell'amianto. Si tratta anche di umiliare la storia di una lunga battaglia sindacale, politica e civile partita da Casale Monferrato, portata avanti per decenni e che ha assunto risalto internazionale. Lo stesso procuratore, dichiarando che tra giustizia e diritto sceglie il secondo, rischia di rendere vano il carattere innovatore delle sentenze precedenti che prevedevano il disastro ambientale permanente”.

Lo ha detto Fabio Lavagno, deputato del Pd.

 

Pagine