09/03/2017 - 12:21

“L’approvazione definitiva da parte del Senato del ddl povertà rappresenta un grande passo avanti per il sistema di welfare del nostro Paese: l’Italia si dota finalmente di una legge per una misura universale di contrasto alla povertà”. Lo dichiara la Deputata del Partito Democratico Ileana Piazzoni, relatrice alla Camera della legge delega. “La scelta della maggioranza di procedere al Senato all'approvazione senza modifiche del testo prodotto dalla Camera dei Deputati consente di velocizzare l’iter per l’approvazione dei decreti legislativi, in modo da poter introdurre al più presto il reddito di inclusione (Rei), la misura di contrasto alla povertà delineata dalla legge delega: un risultato importante, fortemente voluto dal Presidente del Consiglio Gentiloni e da tutto il Partito Democratico. Dal settembre scorso – spiega la Deputata – è già attiva su tutto il territorio nazionale la misura del Sia, che verrà rinnovata per il 2017 aumentando le risorse e con nuovi criteri per facilitarne l’accesso. Il Reddito di inclusione, come il Sia, sarà inizialmente rivolto, in via prioritaria, ai nuclei familiari con figli minori, con persone con disabilità grave o che presentino al loro interno donne in stato di gravidanza, ma l’obiettivo della legge è quello di raggiungere gradualmente tutta la platea di coloro che si trovano in povertà assoluta, superando qualsiasi riferimento categoriale. Sulla base delle esperienze dei principali Paesi europei e del lavoro degli esperti del settore, l’accesso alla misura è regolato dalla prova dei mezzi e legato all'accettazione di progetti di reinserimento lavorativo e sociale. Nella definizione del beneficio si tiene conto della condizione economica del nucleo familiare e della sua relazione con una soglia di riferimento per l'individuazione della condizione di povertà. Al sussidio economico si somma un progetto personalizzato di attivazione realizzato dalle équipe multidisciplinari costituite dai Comuni associati a livello di ambito sociosanitario, in rete con tutti i servizi del territorio: un impianto già previsto dalla legge n. 328/00, che il ddl intende rafforzare grazie a fondi europei già stati stanziati e favorendo modalità stabili di gestione associata. Con l’approvazione della legge delega – conclude la Deputata – si pone una base solida per il cambiamento del nostro sistema di welfare e per la costruzione nel nostro Paese di una misura di protezione di reddito minimo, secondo la tradizione del modello sociale europeo".

21/02/2017 - 15:46

“Secondo Grillo sono i romani che dovrebbero cambiare la percezione che hanno della loro città. Se non ci trovassimo davanti ad una tragedia, questa farsa ci strapperebbe almeno qualche amaro sorriso. Ma purtroppo non è neanche così. Come può un comico che arriva a Roma, attraversa un paio di strade in centro barricato in un Suv, si chiude in riunione per qualche ora con la sindaca e poi riparte in tutta fretta, affermare che la città è un orologio svizzero tirato a lucido? Come può accusare i cittadini di non rendersi conto del grande balzo compiuto grazie al M5s? Gentile Grillo, impari a capire che il palcoscenico di un teatro è ben diverso da quello della vita reale di milioni di persone”.

Lo ha dichiarato la deputata Dem, Ileana Piazzoni.

16/02/2017 - 17:43

Positivo impegno preso dal sottosegretario Faraone durante il question time in commissione

“L’impegno del Ministero della Salute, espresso dal Sottosegretario Faraone, per adottare nel più breve tempo possibile il regolamento attuativo delle nuove norme in materia di indennizzi alle persone affette da sindrome da talidomide, ci rassicura sulla prossima piena operatività delle modifiche normative introdotte”. Lo dichiarano in una nota le deputate del Partito Democratico Ileana Piazzoni, Margherita Miotto e Stefania Covello, firmatarie di un’interrogazione sulla questione, discussa oggi durante il question time in commissione Affari Sociali della Camera.

“La legge 160/2016 - proseguono le deputate - ha infatti introdotto  nuove disposizioni in materia di indennizzo a favore delle persone affette dalla sindrome da talidomide, prevedendone l'estensione anche per i nati negli anni 1958 e 1966 (dal ‘59 al ‘65 la legge riconosce già l’indennizzo), nonché per i soggetti nati al di fuori di questo arco temporale che presentino malformazioni compatibili con la sindrome citata, in presenza di nesso causale tra l’assunzione del farmaco e le suddette malformazioni. Tale disciplina – spiegano le deputate –  ha portato a compimento un lungo percorso normativo, recependo il contenuto di diverse proposte di legge, che aveva visto la commissione Affari Sociali deliberare il 15 luglio 2015 un testo in sede legislativa. L'operatività delle norme introdotte è tuttavia legata all'adozione di un regolamento attuativo del ministero della Salute volto a modificare le procedure vigenti e a definire i criteri di inclusione e di esclusione delle malformazioni dei richiedenti, ai fini dell'accertamento del diritto all'indennizzo. L’avvicinarsi della scadenza dell’arco temporale indicato dalla legge per l’introduzione del regolamento aveva allarmato le associazioni dei soggetti che da anni attendono il riconoscimento del diritto all'indennizzo. Per questo motivo abbiamo interpellato il ministero della Salute, che, tramite il Sottosegretario Faraone, ha chiarito come il Consiglio Superiore di Sanità abbia reso in data 17 gennaio apposito parere circa le modifiche regolamentari da apportare, e come si stia provvedendo all'istituzione di un gruppo di lavoro congiunto con il ministero della Difesa per definire la redazione del nuovo regolamento. Auspichiamo che il percorso delineato dal ministero – concludono le deputate – possa portare alla conclusione dell’iter in tempi rapidi, in modo da rendere effettivo il diritto all'indennizzo per tutte le persone affette da sindrome da talidomide”.

14/02/2017 - 09:23

“È incredibile la noncuranza con cui #DiMaio mente, su tutto. E questo sarebbe il candidato premier! #marra #dimaiobugiardo”

Così su twitter la deputata dem Ileana Piazzoni

03/02/2017 - 12:20

“In pochi mesi di amministrazione romana, la sindaca Raggi ha collezionato una serie di incredibili cadute che a memoria è difficile ricordare qualcosa di simile. Ora la vicenda della polizza, che segue le indagini su falso e abuso di ufficio per il caso Marra, conferma un quadro inquietante su cui tutto il movimento 5 stelle deve fare chiarezza, a cominciare da Grillo, Di Maio e Di Battista, sempre pronti a sproloquiare sugli altri, ma ora sorprendentemente silenti. Roma è ormai allo sbando e senza una guida credibile. Cosa aspettano a spiegare cosa ci sia dietro a queste assurde vicende?”. Lo dichiara la deputata democratica Ileana Piazzoni.

13/01/2017 - 19:39

“Dichiarazioni come quelle rilasciate oggi dalla sindaca Raggi, che per attaccare il Governo arriva a strumentalizzare la morte di una clocharde, servono solo a negare l’evidenza del fallimento di una giunta completamente incapace di affrontare i problemi della Capitale”. Lo dichiara la Deputata del Partito Democratico Ileana Piazzoni.

“Esternazioni del genere – continua - sebbene facciano ormai parte del mantra del M5S, stonano del tutto con le responsabilità amministrative della giunta Raggi. Una giunta, occorre ricordare, che sul tema del contrasto alla povertà è stata l’ultima ad attivarsi per l’attuazione del Sostegno per l’Inclusione Attiva e che, riguardo l’assistenza ai bisognosi nelle giornate di freddo, si è limitata al minimo indispensabile, come ricordato anche oggi dalla Comunità S. Egidio. Senza considerare che pensare di poter risolvere i problemi delle persone senza fissa dimora con strumenti come il reddito di cittadinanza, significa non avere la minima idea di come mettere in campo politiche realmente efficaci per contrastare la grave emarginazione che caratterizza la homelessness”.

“Piuttosto che lanciarsi in tentativi goffo e di cattivo gusto di alzare il livello dello scontro in modo da  distogliere l’attenzione dai problemi interni della giunta e del M5S, la sindaca cerchi di amministrare la città. Con le polemiche strumentali, non sarà di alcun aiuto per i cittadini di Roma”, conclude.

09/01/2017 - 15:37

"Quando l’improvvisazione e l’incompetenza prendono il potere a rimetterci sono i più indifesi. Questa volta a subire la malagestione della sindaca Raggi sono i bambini e i ragazzi romani, rimasti al gelo". Lo dichiara Ileana Piazzoni, deputata romana del Partito Democratico-

"Altro che “operazione scuole calde”, le aule, delle scuole di ogni ordine e grado, sono gelate, molti genitori sono stati costretti a riportare a casa i bambini e gli studenti più grandi stanno in classe con il piumino, come previsto dai presidi . L’unica operazione andata in porto, dunque, è quella degli annunci. 
Una amministrazione seria, a fronte di un annunciato abbassamento delle temperature nella Capitale, non prende provvedimenti dell’ultimo minuto ma - sottolinea la deputata Dem- programma e possibilmente insieme ai dirigenti scolastici".

"Anche questa volta i cittadini romani hanno dovuto scontare l’arroganza dei 5 stelle che - conclude Piazzoni - hanno mostrato che l’unica cosa che tengono ben al caldo è il loro posto"

22/12/2016 - 18:01

"Il nuovo modello di amministrazione a 5Stelle registra un nuovo clamoroso fallimento. Intanto si scusino con la città”. Così Ileana Piazzoni, deputata del Pd, la quale aggiunge: “non ha funzionato niente. Tutto il piano del sindaco Raggi per organizzare eventi ha portato solo alla fuga degli investitori. Si tratta di un grave colpo per Roma, economico e di immagine. Anche stavolta Virginia sorriderà davanti ai microfoni senza assumersi responsabilità?”.

21/12/2016 - 17:13

“L’impegno preso oggi dal Ministro Lorenzin di presentare nel primo provvedimento utile un piano di stabilizzazione per i precari dell’Istituto superiore di sanità rappresenta un passo avanti importante per il riconoscimento del ruolo centrale di queste professionalità e per il futuro dell’Istituto stesso”. Lo afferma la deputata del Partito Democratico a margine dello svolgimento del question time alla Camera dei Deputati.

“Il Ministro, rispondendo all’interrogazione da me presentata - prosegue Piazzoni -, ha infatti manifestato la volontà di procedere in tempi rapidi alla stabilizzazione dei precari dell’Iss, questione su cui avevo presentato un apposito emendamento alla legge di Bilancio, garantendo la copertura economica dell’operazione. L’ISS, ente chiave per la ricerca sanitaria nel nostro Paese, in questi ultimi anni ha potuto portare a compimento le sue attività istituzionali grazie all’apporto di professionalità assunte con contratti temporanei o su fondi di progetti di ricerca. Questi professionisti hanno sopperito alla cronica carenza di personale dell’Iss a tempo indeterminato, svolgendo attività di consulenza e servizio per il Ssn, in alcuni casi per oltre 10 anni. Parliamo di ricercatori e tecnici di laboratorio e, in parte, di personale di supporto altamente specializzato per le funzioni dell'Istituto, nei cui confronti la possibilità di stabilizzazione rappresenterebbe non solo una misura giusta per l’attività sino ad oggi prestata, ma anche un investimento fondamentale per garantire il futuro del principale ente pubblico di ricerca sanitaria del Paese. Per questo motivo come Partito Democratico accogliamo positivamente l’impegno assunto oggi dalla Ministra e, dal nostro canto, ci adopereremo affinché la soluzione oggi prospettata possa realizzarsi in tempi rapidi”.

20/12/2016 - 11:33

“Virginia Raggi continua a prendere in giro le cittadine e i cittadini romani. Dopo aver imposto in ruoli apicali e difeso fino a poche ore prima dell’arresto Raffaele Marra e promosso a capo dipartimento suo fratello Renato, ora chiede la verifica interna sulla legittimità degli atti dell’ex capo del personale e uomo forte del Campidoglio. Ma dove era la sindaca in questi mesi mentre il suo braccio destro Marra faceva il bello e cattivo tempo al Comune? Chi oggi dovrebbe compiere questa verifica, gli stessi piazzati in comune dalla sindaca e dallo stesso Marra? Che cosa ne dice il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, responsabile Enti locali di M5s e di cui rimane a memoria la famosa dichiarazione con la quale si sforzava di sdoganare Marra dal suo passato con Alemanno e Polverini? Questa farsa si sta tramutando in tragedia per la capitale del Paese. Roma è ormai in ostaggio di una guerra tra bande a caccia di potere e infiltrata dalla peggior destra che abbiamo conosciuto”.

Lo ha dichiarato la deputata Dem, Ileana Piazzoni.

13/12/2016 - 21:15

"I ridicoli attacchi rivolti dalla Lega Nord e da Fratelli d'Italia contro il neo ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli, accusata di caldeggiare l'introduzione della fantomatica ‘teoria del gender’ nelle scuole, sono sintomatici della debolezza di chi, il giorno stesso dell'insediamento del nuovo esecutivo, ha già esaurito ogni serio argomento di critica." Lo dichiara in una nota la Deputata del Partito Democratico Ileana Piazzoni.

"Valeria Fedeli – continua - ha sempre profuso uno straordinario impegno politico contro ogni forma di discriminazione e sono profondamente convinta che potrà dare un grande contributo su questo tema come Ministro dell'istruzione, senza lasciarsi intimidire da chi brandisce teorie inesistenti per portare avanti inutili crociate oscurantiste. L'educazione alla parità di genere è, al giorno d'oggi, sempre più necessaria per promuovere la cultura del rispetto, delle uguali opportunità e combattere alla radice odiosi fenomeni discriminatori che arrivano a sfociare in manifestazioni violente, specie nei confronti delle donne”. 

“Piena solidarietà al Ministro Fedeli che, sul terreno della lotta alle discriminazioni in ambito scolastico, troverà sempre il sostegno del Partito Democratico", conclude.  

13/12/2016 - 13:57

“Dopo mesi di sconcertante balletto alle spalle dei cittadini, finalmente, nel cuore della notte, Paola Muraro ha scelto di dimettersi da assessore all’Ambiente. Quanto tempo e quante opportunità ha già perso Roma per colpa di Virginia Raggi? Una sindaca che nella migliore delle ipotesi non sa svolgere il suo mestiere, mentre nella peggiore ha più a cuore gli interessi dei soliti noti, in questo caso di quelli che hanno fatto dei rifiuti una fonte di guadagni milionari. Una Giunta che continua ad avvitarsi nel tritacarne delle dimissioni e che non ha ancora risolto vicende e presenze inquietanti, come ad esempio quella di Raffaele Marra, uomo forte del Campidoglio, definito un vero e proprio ‘virus che contagia il movimento’ dalla deputata Lombardi”.

Lo ha dichiarato la deputata Dem, Ileana Piazzoni.

23/11/2016 - 12:34

“Invece di insultare con una escalation quotidiana di volgarità, Beppe Grillo farebbe bene a dare spiegazioni ai militanti M5s e al Paese intero sul dilagare del fenomeno firme false in occasione delle competizioni elettorali. Le notizie inquietanti che giungono oggi da Bologna, dopo l’esplosione del caso Palermo e le confessioni che tirano in ballo anche il comico/leader, rendono la Grillopoli pentastellata un vero e proprio buco nero fatto di ricatti, omissioni, irregolarità, inadempienze, ma soprattutto reati. Altro che copiatura di qualche firma, fatto comunque grave, qui ci troviamo davanti a migliaia di firme false che coinvolgono anche cittadini completamente all’oscuro dell’utilizzo del loro nominativo per presentare le liste. Basta dunque con la retorica dell’onestà e della trasparenza. Chi sa, e ci rivolgiamo anche ai vari Di Maio e Di Battista, parli e inviti a collaborare con gli inquirenti”.

Lo ha dichiarato la deputata Dem, Ileana Piazzoni.

21/11/2016 - 12:31

“La reazione del responsabile enti locali del M5s, nonché  vicepresidente della Camera, Luigi di Maio sullo scandalo delle firme false a Palermo è pesantissima: addirittura invitare i coinvolti ad autosospendersi!”

- Così la deputata del Pd Ileana Piazzoni, in merito alle dichiarazioni dell’esponente del M5s sull’inchiesta firme false a Palermo –

“I suoi deputati e la gran parte degli attivisti non se lo filano e vanno avanti. E' una grande presa in giro degli italiani. Di Maio continua a far finta di non saper nulla. La sua preoccupazione – conclude la deputata Dem - è solo quella di dire no alle riforme che colpiscono i privilegi, come quello di pagare l’abitazione per il capo staff comunicazione con il soldi del Senato”.

11/11/2016 - 15:13

“L’abolizione del ticket regionale rappresenta una svolta per la sanità del Lazio. Un segnale di netta discontinuità con il passato. Grazie a questa Giunta, nel Lazio si interviene concretamente contro gli sprechi, si abbassano le tariffe per i cittadini e si rimettono in ordine i conti della Regione. Una buona notizia per tutti i cittadini”.

Così la deputata del Partito democratico Ileana Piazzoni. 

Pagine