03/07/2015 - 19:56

"Piena solidarietà e sostegno ad Ivan Scalfarotto e alla sua iniziativa per le unioni civili. Ritengo incomprensibili gli attacchi e le critiche di alcuni membri dell'associazionismo LGBT o di partiti come SEL che a parole dicono di sostenere i diritti civili e poi, da sempre, impallinano chiunque provi a fare qualcosa di concreto. Anche per questi atteggiamenti l'Italia si ritrova nell'attuale posizione di arretratezza sociale e culturale". Lo dichiara la deputata PD Irene Tinagli, prima firmataria di un disegno di legge sulle unioni civili depositato alla Camera ad inizio legislatura.

"Tutti i sostenitori dei diritti LGBT - prosegue Tinagli - dovrebbero essere felici di avere un membro del Governo che si espone con azioni forti, pregandolo di andare avanti invece che chiedergli un passo indietro. Io offro ad Ivan tutto il mio sostegno e chiedo che il testo fermo in Commissione al Senato sia svincolato da patti di maggioranza, calendarizzato e portato in Aula prima possibile lasciando che il Parlamento si esprima".
"Se NCD vorrà votare contro sarà libera di farlo. Libertà di voto ma non di veto. Lancio quindi un appello al PD e al Governo: date la parola al Parlamento sulle Unioni Civili, sottraetelo ai veti di pochi dando l’opportunità a tutti i parlamentari di esprimersi", conclude Irene Tinagli.

26/03/2015 - 19:24

“I dati di oggi sull’occupazione sono i primi, importanti segnali di una ripresa che deve molto all'insieme di misure messe in campo dal governo”. Lo dichiara Irene Tinagli, deputata del Partito Democratico.

“Se adesso si cominciano a vedere – spiega Tinagli – dei segnali di crescita, ciò può essere, in parte, anche dovuto alla situazione internazionale. Ma l’insieme di politiche economiche attuate dal governo (taglio dell’Irap, misure per la decontribuzione) ha di certo avuto un ruolo. Stiamo creando le condizioni per cogliere la ripresa e tramutarla in posti di lavoro, e questi sono i primi frutti”.

“Non solo – continua la deputata democratica - ma a dispetto di chi ci accusava di voler solo distruggere, i dati ci mostrano una crescita occupazionale di buona qualità. Anche nel caso in cui l’incremento dei contratti a tempo indeterminato fosse legato più a trasformazioni che a nuove assunzioni, infatti, si tratterebbe comunque di un ottimo risultato perché aiuta a spazzare via quell' instabilità psicologica, economica, sociale che ha frenato a lungo la nostra economia. oggi ci sono migliaia di persone che possono iniziare a pianificare la loro vita”.

“Si tratta di un grande successo. E sono sicura che nei prossimi mesi questa tendenza si rafforzerà”, conclude Irene Tinagli.