10/05/2017 - 11:02

Occorre un svolta, riflettiamo sul passato guardando alle riforme del futuro

Giovedì 11 maggio, alle ore 15,00, si terrà la presentazione del libro ‘Il processo della Banca Romana’ di Francesco Savasta presso la Sala del Cenacolo della Camera dei Deputati. Sarà l’occasione per discutere dell’attuale crisi bancaria e per riflettere sulla necessità di una svolta per costruire un sistema creditizio al servizio dei cittadini o delle grandi lobby finanziarie. Lo scandalo della Banca Romana del Regno d’Italia, fallita alla fine dell’800 insieme a migliaia di imprese, ci offre l’occasione di rivisitare il passato guardando alle riforme del futuro. Insieme al presidente della Commissione Finanze di Montecitorio, Maurizio Bernardo, interverranno Alberto Lupoi, Associato di Diritto dei mercati finanziari presso l'Università di Padova, Dario Latella, Associato di Diritto commerciale presso l'Università di Messina, Ugo Cavaterra, regista, Enea Franza, Dirigente Consob”.

Ne dà notizia Tommaso Currò, deputato del Pd.

06/03/2017 - 17:30

Martedì 7 marzo, alle ore 16.30, presso la Camera dei Deputati (Complesso di Vicolo Valdina), il deputato del Partito democratico Tommaso Currò presenterà “From New York to Italy”, la mostra-evento di Frank Denota sull’emigrazione italiana negli Usa.

Artista newyorkese che ha frequentato fin da giovane artisti come Keith Haring e Andy Warhol, Denota  ci riporta alla storia passata del ‘900 quando i nostri connazionali emigrarono in America per un riscatto sociale. Il tutto avviene all’interno di una miscela esplosiva di colori in un percorso espositivo di trenta opere in cui emergono le forti contrapposizioni graffitismo/Pop-art tramandate dalle collaborazioni e le frequentazioni giovanili con maestri del calibro di Keith Haring e Andy Wharol. “From New York to Italy” è la prima mostra Pop-art/Graffitista dedicata ad un tema sociale così delicato ed attuale come l’immigrazione. L’allestimento del vernissage è realizzato in un luogo evocativo come il Complesso di Vicolo Valdina, scelto appositamente per creare una forte contrapposizione tra il graffitismo in stile pop-art e la bellezza degli spazi antichi.

10/02/2017 - 10:34

Aggiornare e rilanciare il piano nazionale del 2010 per lo sviluppo e la coltura del  nocciolo. Lo chiedono i deputati Pd Tommaso Currò e Giuseppe Lauricella in un’interrogazione al presidente del Consiglio dei ministri e ai ministri di Politiche  agricole, Salute, Ambiente, Istruzione, Università e Ricerca, Sviluppo economico, 
Affari regionali”. 
L’interrogazione è un primo atto promosso dai parlamentari per accendere i riflettori sul settore, aggiornare lo stato di attuazione del Piano nazionale corilicolo stilato nel 2010 e comprensivo di molteplici discipline normative . Un’azione politica congiunta - nata dai parlamentari siciliani e condivisa in commissione agricoltura con  i deputati Oliverio, Palma, Capozzolo, Fiorio, Terrosi, cofirmatari - che mira ad una  strategia volta a fare rete e sostenere i produttori in un settore che punta anche all’industria di trasformazione oltre che all’attuazione di misure di contrasto alle problematiche presenti in alcuni territori specifici.

 “La coltura del nocciolo - spiegano Currò e Lauricella - vive una fase di particolare fortuna, spinta dall’industria di trasformazione. È un settore di grande interesse e brand italiano, di buone prospettive. L’Italia d’altra parte è uno dei maggiori produttori mondiali di nocciole 
insieme a Turchia, Spagna e Stati Uniti ed il più importante tra i paesi dell’Unione. Con quest’atto desideriamo promuovere azioni efficaci e adeguate nell’affrontare le problematiche di una coltura di rilevante interesse nel panorama agricolo nazionale, al fine di tutelarne lo sviluppo e risolverne le criticità. Il Piano del 2010 - si legge nell’interrogazione parlamentare - affrontava principalmente la 
concorrenza turca. L’ingresso nel mercato comunitario di nocciole estere di dubbia qualità ed a prezzi inferiori rispetto al prodotto italiano rendeva necessario un intervento nazionale da parte del MIPAAF per il coordinamento delle politiche regionali. Oggi - aggiungono Currò e Lauricella - oltre ad essere competitivi sul mercato internazionale bisogna garantire redditività aziendale, sviluppo sociale e stabilità economica in varie aree agricole del Paese. Nello specifico l’interrogazione a prima firma Currò richiede ai ministeri competenti, di avviare una sollecita verifica sul Piano in merito allo stato complessivo di attuazione, anche in riferimento alle azioni poste in essere fino ad oggi. Viene inoltre richiesto al Ministro delle Politiche 
Agricole di fornire riscontro agli interroganti circa la volontà di prosecuzione o di ripresa politico programmatica del Piano sul breve e medio termine, avendo cura di aggiornare i dati delle criticità del settore all’anno in corso ed aggiornare di conseguenza le strategie.

26/01/2016 - 19:00

Sala Aldo Moro Camera dei Deputati domani 27 gennaio ore 10

Si terrà domani in occasione della Giornata della Memoria la presentazione dell'opera teatrale "L'Ultima madre" presso la Sala Aldo Moro di Montecitorio dalle 10 alle 12.

L'evento, promosso dal deputato Pd Tommaso Currò, vuole celebrare il giorno della Memoria, dedicato al ricordo delle vittime dei campi di concentramento nazisti, in un senso più ampio come memoria di tutti coloro che sono scomparsi per motivi di discriminazione razziale, politica, religiosa, perché oppositori a regimi e governi non democratici, come i tremila desaparecidos vittime dell'Argentina sotto le giunte militari che si sono susseguite tra il '76 e l'83.

Di tutto questo racconta un libro che è insieme documento e romanzo, L’ultima madre di Giovanni Greco, premio Calvino 2011, che diventa uno spettacolo, prodotto dal Teatro Vittorio Emanuele di Messina, DAF Teatro dell'Esatta Fantasia, con la collaborazione dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica ‘Silvio D’Amico’, e che debutta a Messina a febbraio 2016: dopo una tournée regionale e nazionale, lo spettacolo approderà a Buenos Aires.

29/10/2015 - 13:55

Interrogazione a Poletti

Intervenire sulla mancata erogazione dei finanziamenti che, in virtù delle misure agevolative Invitalia (decreto legislativo 185/00 titolo II), consentono di fare impresa giovanile. Lo chiedono in un’interrogazione al ministro Poletti i deputati Antonino Moscatt e Tommaso Currò che spiegano: “Dallo scorso agosto non è stato più possibile presentare richiesta a Invitalia per l’accesso alle agevolazioni. Chiediamo a Poletti di stanziare le risorse necessarie per coprire almeno le pratiche antecedenti a quella data, riavviando la valutazione. Ad oggi, solo in Sicilia giacciono oltre 600 domande inevase di giovani presentate prima del 9 agosto. In nessuna parte dell’avviso collegato al programma Titolo II, si faceva riferimento alla possibilità che le domande non venissero valutate per carenza di somme. A questo – proseguono Moscatt e Currò – si aggiunge il problema di chi, come nel caso della misura di Microimpresa, si trova in uno stato di ‘limbo’ per aver presentato domanda di ammissione alle agevolazioni - dal 25 marzo all’ 8 agosto 2015 - opzionando locali e versando caparre, ma senza ricevere rimborsi. Chiediamo dunque quali sono i tempi per dare risposte concrete e quali canali finanziari il ministero intenda attivare per riportare alla normalità gli strumenti agevolativi di chi cerca occupazione”.