19/11/2015 - 16:37

Il ministero del Lavoro ha risposto in commissione Lavoro della Camera alla interrogazione presentata, fra gli altri, dalla deputata del Pd Gessica Rostellato sul caso Michelin che, con la paventata ipotesi di chiusura del centro logistico di Tribano (Pd), sta mettendo a rischio molti posti di lavoro.

"Il fatto che il Ministero si sia dichiarato disponibile ad aprire una trattativa e a prendere parte a un tavolo di confronto è senza dubbio positivo, visto che avere il Governo presente nei colloqui con l'azienda è sicuramente un punto di forza significativo per chi difende le ragioni dei lavoratori. Si tratta di un primo passo nella direzione giusta ma dobbiamo sapere che la strada per risolvere la situazione è molto lunga: occorreranno pazienza e nervi calmi, soprattutto sarà determinante restare uniti: istituzioni locali, dipendenti e sindacati, per cercare di portare l'azienda a rivedere le sue posizioni o almeno a immaginare un percorso che possa salvaguardare i posti di lavoro che sono la cosa che ci sta più a cuore. Qui in ballo non c'è solo il destino dei dipendenti della Michelin ma anche quello di tutte le persone che lavorano nell'indotto e che rischiano di trovarsi senza alcuna protezione. Per questo non vogliamo accettare passivamente la decisione della società di chiudere ma lavoriamo per cercare una soluzione".

 

28/10/2015 - 15:40

“Digitalizzare e rendere l'Inps più efficiente deve essere una priorità. Allo stesso tempo bisogna permettere a tutti i professionisti intermediari di lavorare meglio in favore delle aziende”. Lo dichiara Gessica Rostellato, deputata del Pd e componente in Commissione Lavoro alla Camera.

“L'attività di intermediazione svolta dai professionisti – spiega Rostellato - è fondamentale ed è l'anello strategico che congiunge imprese, previdenza, legalità e istituto. Il consulente, infatti, non opera da mero intermediario per l'invio di dati. Gestendo un ampio ventaglio di situazioni e di aziende di settori e dimensioni diverse, acquisisce bensì competenze e informazioni che può mettere a disposizione di tutte le aziende che gestisce. In questo sta il vero valore dell'intermediazione, il cui l'unico obiettivo di ridurre le problematiche alle aziende e di sollevarle dagli innumerevoli piccoli adempimenti che non possono essere direttamente sostenuti da esse”.

“Il costo per le aziende – continua la deputata democratica - può essere ridotto se si riducono i doppioni di comunicazioni e si condividono le banche dati tra gli istituti, in modo da ridurre complessivamente gli adempimenti. Minori saranno gli adempimenti e minore sarà il costo aziendale”.

“Mi auguro che presto Inps e Consulenti del lavoro tornino a collaborare, che si ritorni a un rapporto di reciproco rispetto e considerazione, che le parti si ascoltino senza pregiudizi perché l'una ha bisogno dell'altra, nell' interesse unico di supporto e sostegno alle nostre imprese”, conclude Gessica Rostellato.

21/10/2015 - 12:13

“L'abolizione della Tasi e dell'Imu sulla prima casa, avvantaggerà prima di tutto i meno abbienti; basta guardare l'incidenza del risparmio sul reddito disponibile delle famiglie. Dal recente studio effettuato dalla Cgia di Mestre emerge infatti che per coloro che presentano un reddito fino a 10.000 euro, l'abolizione delle tasse sulla prima casa garantirà un risparmio medio di 152 euro che incide per il 3% sul reddito disponibile, per la fascia di reddito che va da 10.000 a 28.000 euro, il risparmio medio sale fino a 161 euro, ma l'incidenza sul reddito scende all'1%. Dunque è logico che al crescere del reddito aumenta il vantaggio fiscale, ma si riduce progressivamente l'incidenza sul reddito. Infatti per coloro che presentano un reddito medio disponibile di 100.000 euro, lo sgravio è di 362 euro, ma l'incidenza si abbassa allo 0,58%. Direi quindi di evitare di creare falsi miti e false valutazione. La direzione è quella giusta”.

 

Lo ha detto Gessica Rostellato, deputata del Pd componente della commissione Lavoro.

 

20/10/2015 - 13:50

Presentata una proposta di legge

"Con lo statuto dei lavori autonomi, annunciato nella conferenza stampa di presentazione della legge di Stabilità, il governo mantiene la promessa presa a febbraio con milioni di lavoratori. È una svolta importante con la quale si dà il giusto valore ad una parte importante del mondo del lavoro: quello autonomo e delle partite Iva. Una categoria composta da 5 milioni e mezzo di lavoratori che hanno redditi bassi e contributi elevati e che in cambio ricevono tutele limitate se non del tutto assenti”. Lo ha detto Gessica Rostellato, deputata del Pd componente della commissione Lavoro.

“In un recente incontro a Largo del Nazareno - ha proseguito Rostellato - abbiamo ascoltato le richieste dei professionisti. Il frutto di questo lavoro fatto insieme ai lavoratori autonomi lo abbiamo messo nero su bianco nella Progetto di legge, presentato con le colleghe Chiara Gribaudo e Valentina Paris. Le principali novità della pdl sono: la modifica del regime dei minimi, con soglia di accesso alzata a 30mila euro e aliquota abbassata al 5% nei primi anni, senza limiti di età; il blocco dell’aliquota Inps (e seria valutazione di un suo abbassamento progressivo al 24%, come per le altre categorie); l'introduzione della ‘no-tax area’ per i redditi più bassi, equiparata a quella dei dipendenti; l'estensione della maternità a tutte le lavoratrici autonome e dei congedi anche ai padri; la sospensione degli obblighi Inps/Irpef in caso di malattia grave con rimborso, a rate, solo dopo la guarigione; la totale deduzione delle spese per formazione e aggiornamento; pieno accesso ai bandi europei, tutela contro il ritardo nei pagamenti, accesso alle informazioni su opportunità pubbliche e al credito. Non è un traguardo, ma solo l'inizio". 

12/10/2015 - 12:43

Governo accoglie nostre proposte per legge di Stabilità

 

“Impegni chiari, su proposte finalmente condivise e dettagliate. Sono quelli che il Pd ha preso con il lavoratori autonomi e che porteremo avanti nei prossimi mesi, a partire dalla legge di Stabilità”. Così la vice capogruppo del Pd Chiara Gribaudo, insieme alle parlamentari Valentina Paris e Gessica Rostellato della commissione Lavoro, all’indomani della giornata di confronto organizzata a Largo del Nazareno dal gruppo parlamentare Pd alla Camera e dal Pd di Roma.

 

“Grande soddisfazione, poi - proseguono le deputate dem -, per gli interventi dei rappresentanti del Governo che hanno raccolto la gran parte delle nostre richieste: nuovi minimi, blocco dell’aliquota Inps (e seria valutazione di un suo abbassamento), estensione di maternità e congedi, sospensione degli obblighi per malattia grave, totale deduzione per formazione e aggiornamento, pieno accesso ai bandi europei, certezza dei pagamenti, orientamento e politiche attive. Su tutti questi punti abbiamo avuto anticipazioni molto importanti e precise, circa le misure che saranno contenute nei prossimi provvedimenti. Siamo fiduciose che, dopo il pasticcio dell’anno scorso, questa sia davvero la volta buona anche per il lavoro autonomo. Stavolta, ne abbiamo parlato prima. Ora è importante non fermarsi e portare finalmente a casa la piccola rivoluzione che milioni di lavoratrici e lavoratori, pressoché senza tutele, attendono da troppo tempo”.

08/10/2015 - 17:34

Oggi audizione alla Camera, non bastano incentivi a occupazione

“L' Istat, in audizione alla Camera, ha nuovamente confermato che la maternità troppo spesso è causa di interruzione del lavoro femminile. Il governo rifletta su questi dati e comprenda che l'unica soluzione non sono gli incentivi alle assunzioni ma il sostegno alle famiglie e alle donne, attraverso maggiori detrazioni o l’assegno per il nucleo familiare, fornendo soprattutto una rete adeguata di servizi sociali per l'infanzia. Solo questo favorirebbe l'aumento delle nascite di cui abbiamo tanto bisogno nel nostro paese, permetterebbe l'uguaglianza di genere nel mercato del lavoro ed eviterebbe la disuguaglianza pensionistica che c'è oggi”.

Così Gessica Rostellato, deputata del Pd.

 

21/07/2015 - 15:04

" Finalmente abbiamo potuto ridare dignità all'ufficio di Presidenza della commissione Cultura. Una persona che non ha avuto il buonsenso di dimettersi nonostante tutto quello che è accaduto non poteva continuare ad avere quella carica”. Lo afferma la deputata Gessica Rostellato, commentando la sostituzione di Giancarlo Galan alla presidenza della Commissione Cultura di Montecitorio, “un atto di giustizia dovuto a tutti i cittadini”, aggiunge. “Colgo l’occasione per fare i migliori auguri alla collega Flavia Piccoli Nardelli, nuova presidente della commissione Cultura della Camera," conclude.

20/07/2015 - 13:58

Stamattina la deputata Gessica Rostellato e il consigliere regionale Piero Ruzzante si sono recati presso il presidio di Padova in via Inghilterra per la manifestazione organizzata dalla Cgil con i lavoratori della TNT.

"Presenteremo una interrogazione al ministero del Lavoro e una alla regione Veneto per spingerli a sollecitare l'azienda a trovare un accordo per evitare questi ennesimi licenziamenti" dicono i due esponenti del Partito Democratico.

"Sinceramente appaiono dei licenziamenti non giustificati - spiega la deputata Rostellato - soprattutto in vista della probabile vendita a Fedex nel prossimo autunno. Si rischia di perdere importanti professionalità quando si potrebbero utilizzare gli strumenti a disposizione per riorganizzare l'azienda e renderla più efficiente, ad esempio i contratti di solidarietà che permetterebbero di organizzare il lavoro in maniera più flessibile e al contempo di mantenere il reddito per i lavoratori. Ma a detta dei sindacati l'azienda non è intenzionata ad aprire un dialogo sulla questione, credo quindi sia necessario un intervento delle istituzioni per preservare i posti di lavoro."

17/07/2015 - 19:34

Una storia come quella di tante altre imprese in crisi, ma con un passaggio davvero incredibile. I dipendenti dell'azienda specializzata nell'assistenza informatica, un giorno come tanti, si recano sul posto di lavoro e una volta arrivati alla sede della Edp Info Service, in zona Artigianale Fossetta a Terrassa, trovano i cancelli completamente chiusi e i soci titolari spariti nel nulla.

Una situazione difficile, iniziata a luglio dello scorso anno, quando una cinquantina di lavoratori avevano iniziato azioni di sciopero e altre manifestazioni di protesta contro la mancata corresponsione di sei mensilità, nei casi migliori, e di stipendi risalenti addirittura al 2013, nelle situazioni più gravi. Ho voluto incontrare i dipendenti e dopo aver raccolto tutte le informazioni, mi sono recata personalmente al ministero del Lavoro a Roma.

ll problema più importante era quello della documentazione incompleta, indispensabile ai fini della concessione della cassa integrazione. Attraverso l’impegno dei dipendenti nel trovare quante più informazioni possibili, del ministero a impegnarsi a velocizzare la pratica, siamo riusciti in questa impresa. Questo deve far riflettere: Ogni crisi aziendale è un dramma per decine di lavoratori e di famiglie, e la politica non può e non deve restare immobile. E’ una vittoria morale ma che lascia l’amaro in bocca. Quanti altri dipendenti vertono in una situazione simile e non sanno a chi rivolgersi? Deve essere modificata tutta la procedura burocratica, soprattutto ora che le chiusure aziendali sono all’ordine del giorno. Non possiamo permetterci di lasciare persone e famiglie senza reddito sol perché manca un referente aziendale o un consulente come in questo caso. A ogni modo, finalmente i dipendenti avranno la cassa integrazione coperta dal 01/10/2014 al 22/06/2015. Non è tutto quello che spetta loro, ma è già qualcosa.

Lo afferma la deputata del Pd Gessica Rostellato.

08/07/2015 - 17:36

E’ notizia di oggi l’arresto di una signora di Bovolenta, in provincia di Padova, che per anni ha rubato soldi all’Inps dichiarandosi cieca. Sono ormai all'ordine del giorno le cronache sulle indagini della polizia giudiziaria per perseguire i soggetti definiti "falsi invalidi", che beneficiano di prestazioni assistenziali in mancanza di requisiti sanitari, a scapito di chi realmente ne ha bisogno.

Più che ‘falsi invalidi’ io li definirei ‘delinquenti veri e propri’: ciechi che ci vedono benissimo, paraplegici che corrono, sordi che ascoltano la radio. Sono i malati immaginari, quelli che rubano alle casse dello Stato e a tutti noi cittadini più di un miliardo di euro l'anno, soldi che potrebbero essere destinati ad aumentare per esempio l'assegno da fame corrisposto ai veri invalidi, che ogni giorno lottano contro la propria invalidità.

In commissione Lavoro ho depositato una risoluzione contro i falsi invalidi utile ad aprire una discussione e a intraprendere le dovute misure per debellare questo fenomeno. Il furto è di oltre un miliardo di euro all'anno e a pagare siamo tutti: si dovrebbe condannare sia chi fa la frode e sia chi la permette, cioè il responsabile del procedimento che ha accertato l'invalidità del soggetto. Spero si dia seguito a quella risoluzione al più presto.

17/06/2015 - 12:20

Prorogare l’utilizzo da parte degli agricoltori, del fitoprodotto Cabrio Duo, rivelatosi funzionale nella battaglia contro la Peronospora belbahrii, il fungo che sta decimando le piante di basilico e che, nel corso del tempo, si divenuto sempre più resistente ai prodotti comunemente usati in agricoltura, mettendo in ginocchio la produzione e, in particolare, quella di pesto in Liguria, un’eccellenza regionale e nazionale.

E’ l’impegno preso dal Governo che ha detto sì all’ ordine del giorno presentato dalla deputata Pd Gessica Rostellato .

“L’utilizzo di tale agente chimico – spiega Rostellato - venne concesso con decreto legge dal Governo per soli 120 giorni, seguiti da una reiterazione per ulteriori 120 giorni, in questo modo tuttavia, ad oggi si interromperebbe l’utilizzo del fitoprodotto proprio in piena cultura, determinando non pochi problemi agli imprenditori che si ritrovano impossibilitati ad utilizzarlo.

La proroga del Cabrio Duo è una battaglia che stiamo portando avanti anche con il capogruppo Pd in commissione Agricoltura Nicodemo Oliverio e al deputato Pd Fabio Lavagno, della commissione Agricoltura e insieme all’Associazione dei giovani della Confindustria (Anga), in particolare alla collaborazione di Pier Giovanni Ferrarese, del comitato di presidenza. Questo fitoprodotto già viene regolarmente usato con ottimi risultati per altre colture come la patata e l’insalata. In piena emergenza, attraverso il decreto del Ministero della salute datato ottobre 2013, si ottenne la cosiddetta «estensione di etichetta», che permise l'impiego del Cabrio Duo nella lotta a pieno campo sul basilico, rimedio che parve essere una buona soluzione per debellare tale infestazione. Con l’approvazione dell’ordine del giorno dunque il governo si è impegnato a salvaguardare le coltivazioni di basilico aggredite dal fungo peronospora, ad adottare ogni utile iniziativa volta all’estensione in etichetta, a partire dalla data di entrata in vigore del presente decreto e fino al 31 Ottobre 2015, del prodotto fitosanitario denominato Cabrio Duo. Il passo successivo – conclude Rostellato – sarà portare il problema a livello europeo, per ottenere il sì dell’uso del Cabrio Due dalla Ue”.

04/06/2015 - 15:55

“L'Europa continua a essere ostile all'obbligo di etichettatura di origine e continua a chiedere di eliminare le leggi in tal senso.
Noi a questo diciamo no! All’estero sono falsi tre prodotti alimentari di tipo italiano su quattro. Il mercato mondiale delle imitazioni di prodotti alimentari “Made in Italy” vale oltre 50 miliardi di euro. Se ci fossero più controlli e sanzioni più elevate per la contraffazione alimentare internazionale le esportazioni di prodotti agroalimentari Made in Italy potrebbero quadruplicare!
Dare un' informazione chiara e trasparente al consumatore sull'origine degli alimenti è fondamentale e di vitale importanza per tutto il comparto made in Italy. Come dice il Ministro Maurizio Martina ‘Basta guardare l'interesse da parte di gruppi stranieri sui marchi del made in Italy agroalimentare: è il segno evidente della forza dei nostri prodotti’. Sosteniamo il Ministro su questa battaglia!” . Lo ha dichiarato la deputata Pd Gessica Rostellato.

 

03/06/2015 - 17:07

“Un problema che si ripete da anni: duplicazione di avvisi già notificati, versamenti e rateizzazioni non acquisite, documentazione consegnata ma non archiviata. Le comunicazioni con l'istituto da parte dei professionisti sono disastrose. Abbiamo già segnalato varie volte, attraverso varie interrogazioni, i problemi collegati al portale Inps e relative procedure. E’ inaccettabile che i consulenti del lavoro e le imprese perdano tempo e denaro per svolgere ciò che dovrebbe essere ordinario lavoro a causa della reingegnerizzazione informatica che dura da quasi tre anni”. Lo afferma la deputata del Pd Gessica Rostellato, a seguito dell’invio di migliaia di avvisi pazzi da parte dell’Inps ai consulenti del lavoro per il Durc interno.

27/05/2015 - 15:56

"Aprile registra un saldo occupazionale positivo di 210mila contratti: il tempo determinato pesa per 111mila contratti, sono invece 48mila i nuovi contratti a tempo indeterminato e 36mila le stabilizzazioni. Fermi a 5mila i contratti di apprendistato, 2mila le collaborazioni i dati dicono che cresce il peso dei rapporti a tempo indeterminato. Tarda a partire l’apprendistato: il mondo del lavoro è cambiato e la scuola ha un ruolo fondamentale. Confido nelle misure previste dal provvedimento ‘buona scuola’ finalizzate a sviluppare e incrementare l’alternanza scuola-lavoro. Aspettiamo con fiducia i prossimi dati".

Lo afferma la deputata del Pd Gessica Rostellato.

 

13/05/2015 - 15:59

“I dati Istat annunciano il risveglio del Paese! L’Italia, come altri paesi europei, con non poche difficoltà, si sta rialzando. Ora sta alla politica indirizzare questi numeri positivi verso il miglioramento della vita reale dei cittadini, aprendo una nuova fase di fiducia e la speranza per il nostro Paese”.

Così Gessica Rostellato, deputata del Pd, commenta i valori del Pil registrati nel primo trimestre 2015 e l’uscita della nostra economia dalla fase di recessione.

 

Pagine