06/05/2015 - 14:58

L’inserimento definitivo in etichetta dell’indicazione che autorizza l’impiego del prodotto fitosanitario Cabrio duo sulla coltura del basilico in campo, colpito dal fungo Peronospora belbahrii, e più controlli sulle sementi per evitare a priori la diffusione del fungo e quindi l’uso del funghicida. E’ quanto si chiede nel question time che si discute oggi in commissione Agricoltura “dove - spiega la deputata Pd Gessica Rostellato - si sottolinea come il fungo della Peronospora belbahrii, la cui diffusione probabilmente è dovuta alle condizioni termo-igrometriche delle ultime estati per l’ elevata umidità, stia mettendo in ginocchio tutta la produzione nazionale di basilico: metà delle piante sono state distrutte lo scorso anno e un terzo della produzione è andata già perduta”.

“Una soluzione – spiega Rostellato – è l’utilizzo del Cabrio duo, un prodotto fitosanitario già usato, non nocivo ma essenziale per debellare il fenomeno. Lo stesso ministero della Salute, nel 2013, dispose la cosiddetta ‘estensione di etichetta’, che permise il suo impiego e autorizzava espressamente ‘ l’estensione d’impiego sulla coltura del basilico in campo, per la lotta contro l’avversità Peronospora belbahrii, per un periodo di 120 giorni a partire dalla data del presente decreto, del prodotto fitosanitario denominato CABRIO DUO . Si pone ora il problema della scadenza del Decreto (120 gg), cui non è seguita una sua reiterazione determinando non pochi problemi agli imprenditori. Ci aspettiamo che si faccia luce sul problema e si trovino soluzioni adeguate”

 

Pagine