• 04/10/2016

“Sono contento per il livello di partecipazione alla prima edizione del premio Novaro e per il respiro internazionale al di là delle attese. Una nuova occasione per incoraggiare il talento dei giovani compositori nel ricordo di Michele Novaro”. Commenta così il deputato del Pd, Lorenzo Becattini, ideatore del Concorso, a proposito della chiusura con ottimo risultato delle iscrizioni al Concorso Michele Novaro, il premio internazionale per giovani compositori concepito per ricordare e celebrare l’autore della musica dell’inno italiano.

Allo scadere del 30 settembre sono giunte alla giuria del concorso 40 partiture, provenienti da 18 paesi distribuiti su quattro continenti. Oltre alle 17 composizioni provenienti dall’Italia si registrano infatti due provenienti da Germania, Svizzera, USA, Australia, Argentina e Iran, e una proveniente da Regno Unito, Austria, Serbia, Brasile, Cile, Honduras, Canada, Israele, Azerbaigian, Taiwan e Tailandia.

Ai compositori under-30 di tutto il mondo era stato richiesto di mettersi alla prova con un compito simile a quello che Michele Novaro affrontò con successo 169 anni fa: realizzare una partitura capace di riflettere lo spirito dell’Italia contemporanea, ispirandosi in particolare al tema del paesaggio italiano, che trova fondamento nell’articolo 9 della nostra Costituzione.

Ora la giuria del Concorso Michele Novaro avrà tempo fino al 31ottobre 2016 per selezionare le tre partiture migliori. La giuria è composta dai compositori Luca Lombardi (presidente), Cristian Carrara e Giulio Castagnoli, dal pianista Roberto Prosseda e dal musicista Elio, del gruppo Elio e le storie tese. Durante la finale si aggiungerà alla giuria l’on. Lorenzo Becattini, ideatore del concorso. 

Il 2 dicembre avrà luogo presso la Sala Grande del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino la finale del concorso, durante la quale le tre partiture migliori verranno eseguite dall’Ensemble di Musica Contemporanea del Conservatorio “Giuseppe Verdi”. Al termine della serata la giuria proclamerà il vincitore. Il primo premio consiste in 5000 euro, la pubblicazione dell’Opera da parte di Sonzogno e la sua esecuzioni in vari concerti.

Il Concorso Michele Novaro è stato realizzato grazie al supporto logistico di Associazione Mendelssohn e al supporto economico di SNAM – Italgas.