• 08/09/2016

"Lunedì arriva in aula la proposta di legge sul cyberbullismo frutto di un serio confronto che ha impegnato le Commissioni Giustizia e Affari Sociali della Camera e gli stessi operatori del web. Un provvedimento importante, che per la prima volta colma una lacuna della nostra legislazione su un tema di rilevante portata sociale, creando un sistema di regole a tutela di quanti sono vittime di atti lesivi e persecutori compiuti nel web. Non si tratta di mettere bavagli alla rete, come abbiamo letto recentemente, ma di garantire a chi si trova in difficoltà strumenti per potersi difendere e alle forze dell'ordine la possibilità di intervenire nei casi più gravi. Le regole non creano bavagli, ma garantiscono uno spazio di libertà entro il quale muoversi in sicurezza e nel rispetto reciproco. Per questo la legge si propone anzitutto di prevenire il fenomeno attraverso l'educazione a un uso responsabile della rete, in particolare fra le nuove generazioni". Lo dichiarano in una nota congiunta Micaela Campana, responsabile Welfare della segreteria nazionale del PD e il deputato del Pd, Paolo Beni, relatori del provvedimento che arriverà in aula lunedi.