• 02/03/2016

Domani giovedì 3 marzo alle ore 14.30 Sala Stampa Montecitorio

Interverranno Daniela Sbrollini, Ileana Argentin e Vanna Iori

Maltrattamenti contro i più deboli: è ora di dire basta. “Abusi in televisione, cittadini e spettatori ormai “abituati” a leggere e osservare i drammi ormai quotidiani che si registrano nelle strutture residenziali e nelle classi di tutta Italia Maltrattamenti nei confronti di disabili, anziani, persone con ritardi mentali o bambini in età prescolare, sentiamo la necessità di intervenire dal punto di vista politico e dal punto di vista legislativo perché si pongano regole severe che condannino duramente chi esercita violenze ed umiliazioni nei confronti di soggetti più deboli, spesso non autosufficienti ed incapaci di difendersi o denunciare i soprusi subiti. E’ ora di dire basta. Il parlamento deve occuparsi di questo fenomeno dandogli la giusta priorità nell’agenda politica. La violenza nei confronti dei più deboli non può lasciarci indifferenti.

I dati aggiornati su questo fenomeno non esistono, un monitoraggio preciso e costante della presenza di episodi di violenza nelle strutture pubbliche e private è fondamentale per poter rispondere rapidamente con politiche efficaci. La buona politica deve saper indicare la strada per la prevenzione ed il contrasto della violenza lavorando a stretto contatto con gli enti locali ed in particolar modo con i Sindaci, responsabili diretti della salute dei loro cittadini”.

Le deputate stanno lavorando ad una proposta di legge che possa contrastare questi episodi attraverso la prevenzione, dialogando con le famiglie italiane per una maggior consapevolezza del fenomeno e attraverso una miglior selezione del personale che assiste ed educa gli utenti. La proposta di legge includerà inoltre anche l’uso delle telecamere a circuito chiuso nelle strutture pubbliche, così da poter verificare eventuali sospetti di violenze, perché prevenire e punire la violenza è troppo importante, non si può più aspettare, per il bene di tutti