12/03/2018 - 13:31

"Sono scaduti lo scorso 10 marzo i termini per la presentazione dei documenti attestanti l’avvenuta vaccinazione. Secondo alcune stime ci sarebbero migliaia di bambini ancora non in regola che, da oggi, rischiano di rimanere fuori dagli asili nido e dalle scuole di infanzia. Ricordiamo, però, come in realtà sia sufficiente presentare anche la semplice prenotazione presso la Asl per evitare di incappare in queste sanzioni. E quindi, tenendo conto anche di questo dato, possiamo affermare senza dubbio due concetti: innanzitutto che il numero di no vax nel nostro Paese si conferma essere una esigua e marginale minoranza, e, in secondo luogo, che la legge sta funzionando e si vedono già i suoi effetti. In diverse zone del Paese siamo già riusciti a portare le coperture al di sopra della soglia di sicurezza. Questo è il dato più importante. La messa in sicurezza dei nostri figli e dei più fragili deve continuare ad essere la nostra priorità”.

Lo afferma il responsabile Sanità del Pd  Federico Gelli.

09/03/2018 - 21:23

"Il possibile raddoppio delle borse di studio da parte delle Regioni per l’accesso al corso di formazione specifica in Medicina generale è una notizia ottima per tutto il Sistema sanitario nazionale”. Lo dichiara Federico Gelli, responsabile Sanità del Pd, in merito alle notizie emerse dal Tavolo ministeriale sulla Medicina generale..

“Questa – continua - è la giusta strada da continuare a percorrere per scongiurare possibili gravi carenze nei prossimi anni, le cui conseguenze graverebbero tutte sulle spalle dei cittadini. Su questo stavamo lavorando già da mesi, all’interno del Dipartimento sanità del PD, così come sulla cosiddetta laurea abilitante ormai in dirittura d’arrivo”.

“Mi auguro che, per migliorare ulteriormente la situazione nel prossimo futuro, resti ancora in campo la proposta lanciata nei mesi scorsi dall’Enpam di finanziare con un prestito d'onore, che il giovane medico in formazione restituirebbe una volta avviata l'attività professionale, la metà dell'importo di ulteriori borse aggiuntive”, conclude.

09/03/2018 - 21:22

“Non è che anche tu, caro Pif, sei caduto nella trappola tesa da certi interessati commentatori?”. Lo scrive su Facebook Michele Anzaldi, deputato del Partito democratico, per commentare l’appello del regista al Pd perché si allei con il Movimento 5 Stelle.

“Da palermitano a palermitano – continua -  come se chiacchierassimo in un baretto di Mondello. Immagina delle persone che vogliano fare un film con te.  Immagina che, prima di iniziare le riprese, ti dicano, per esempio, che la tua compagna o le tue colleghe lavorano ‘perché hanno fatto i pompini’ (copyright Massimo De Rosa, M5S), che hai le mani sporche di sangue, che sei un ebete, che sei impresentabile, che sei morto, e via offendendo (l’elenco completo lo trovi qui sotto). Tu che faresti, a quel punto? Ce lo faresti comunque, questo film, pensando che un eventuale no sarebbe dettato dall’orgoglio?  Per non parlare del rispetto dell'indicazione che è arrivata dagli elettori: gli italiani hanno decretato che a vincere queste elezioni sono stati M5s e Lega, è naturale quindi che la responsabilità di mettere in piedi un governo spetti a loro. Il Pd ha perso ed è giusto che stia all'opposizione, non possiamo mica far finta che non si sia votato. C'è anche la questione dei programmi: su moltissimi temi (Europa e immigrazione, innanzitutto), M5s e Lega la pensano in pratica alla stessa maniera e in modo diametralmente opposto al Pd: su che basi potremmo mai appoggiarli?  Per non parlare delle soluzioni economiche, libri dei sogni multimiliardari vs. provvedimenti realistici che hanno riportato la crescita. Oppure dell'atteggiamento nei confronti delle riforme fatte: i programmi elettorali di M5s e Lega prevedono l'abolizione di tutte le riforme dei governi di centrosinistra, come si può pensare che il Pd li sostenga? Dici: ‘Avete governato con Alfano e Verdini, potete farlo anche con i Cinquestelle senza per questo compromettere la vostra identità’. Ma sono situazioni non paragonabili: nella passata legislatura il Pd in parlamento aveva una maggioranza quasi autosufficiente alla Camera e molto ampia al Senato, tanto è vero che è riuscito anche ad approvare riforme storiche come le unioni civili (con il voto contro di M5s)”.

“Ora dovremmo votare chi non soltanto ci considera con tutti gli epiteti che ti ho ricordato sopra, ma vorrebbe semplicemente i voti del Pd per realizzare il suo programma elettorale? Sarebbe un tradimento incomprensibile della volontà degli elettori”, conclude.

08/03/2018 - 20:08

“Penso che la cosa migliore per commentare il valore dell’adesione al Pd, in questo specifico momento, di un artista con la storia e l’impegno di Oliviero Toscani sia quella di utilizzare uno degli innumerevoli scatti che hanno obbligato le persone nel mondo a riflettere attraverso il linguaggio universale delle immagini. Felice e lusingato, grazie”.

Lo scrive su Istagram Michele Anzaldi, deputato del Partito democratico, postando due tra le fotografie più famose di Oliviero Toscani.

08/03/2018 - 16:21

“Il ruolo della donna nella società è profondamente mutato negli ultimi anni. A fronte di questa evoluzione, però, permangono invece alcune costanti problematiche del passato. Dalle discriminazioni salariali a quelle contrattuali. Dalle molestie alle violenze. Fino alle difficoltà di conciliare la vita professionale con le esigenze di quella personale.

Il necessario cambiamento può e deve partire dalla cultura comune. Ed è possibile solo cambiando approccio alle tematiche femminili. Anche partendo anche dal linguaggio pubblico.

In questo giorno di festa, il mio pensiero va anche alle donne emigrate nel mondo. Quelle stesse donne che portano all’estero la nostra cultura e i nostri valori. Che si fanno portavoce di una figura femminile ormai multiculturale e spesso affermata in contesti internazionali.

I miei auguri speciali vanno a tutte le donne. A quelle che lottano. A quelle che non abbassano mai la testa. A quelle che non cedono agli stereotipi. A quelle che si impegnano. A quelle che cercano sempre di rendere migliore la realtà intorno a sé. A tutte voi, buon 8 marzo”.

È quanto dichiara Laura Garavini, eletta Pd al Senato nella circoscrizione Estero-Europa.

07/03/2018 - 18:41

“La crisi dei Italiaonline non può ricadere sui lavoratori, il Partito Democratico è già attivo su tutte le sedi competenti, sia in Parlamento che Regione Piemonte, per salvaguardare i livelli occupazionali della sede di Torino”. È quanto riporta una nota congiunta della deputata neo eletta del Pd Silvia Fregolent, del consigliere regionale del Pd Valentina Caputo e dell’Assessora al Lavoro della Regione Piemonte Gianna Pentenero.

Gli esponenti del Partito Democratico hanno incontrato oggi, mercoledì 7 marzo, i lavoratori di Italiaonline in sciopero a seguito delle scelte del management dell’impresa che ha annunciato 248 esuberi e 240 trasferimenti per il solo polo torinese.

“La vicenda è drammatica e vede coinvolte soprattutto le donne, con carichi familiari, per le quali è complicato valutare un possibile trasferimento. Italiaonline non ha inoltre chiarito su come siano stati selezionati gli esuberi e non ha mai accettato un confronto sulla sostenibilità del piano industriale: continua la nota congiunta”.

06/03/2018 - 13:03

“La mia elezione al Senato è un bel successo controcorrente. Col 32%, con sette punti di distacco dalle destre e dai 5 stelle, siamo riusciti a conquistare il seggio al Senato nella circoscrizione Europa. Un seggio per niente scontato. Diversamente dal Nazionale, siamo riusciti addirittura a migliorare un pò il risultato di 5 anni fa.

Ringrazio tutti i comitati a mio sostegno, i circoli Pd ed i singoli cittadini che, in una campagna elettorale fatta di uno straordinario impegno collettivo, hanno contribuito a questo importante successo.

Forse da questa vittoria si può trarre un insegnamento: coltivare con continuità una base territoriale, essere presenti sul territorio, non solo parlare del passato ma anche proporre una visione per il futuro”. Lo ha detto Laura Garavini, eletta al Senato per il Partito Democratico con circa 35.000 preferenze.

Pagine