11/06/2014 - 15:29

“Accogliamo e rilanciamo con forza l'appello della testata giornalistica online siciliaonpress con il quale si chiede al governo di decretare immediatamente lo stato di emergenza in Sicilia. Nonostante gli evidenti sforzi del governo, la Regione Sicilia vive da mesi un momento di grave difficoltà i cui effetti ricadono soprattutto sugli amministratori locali, chiamati a gestire con pochi mezzi e scarsissime risorse le conseguenze dell'esodo di massa di profughi e migranti. In questi casi la buona volontà non basta; le strutture ricettive sono al collasso e la grandezza del fenomeno migratorio richiede un interessamento concreto e immediato dell'Europa. Le coste italiane, lo ripetiamo da tempo con forza, sono innanzitutto coste europee; la Sicilia è la porta dell'Europa e questo ruolo lo rivendica con fierezza. Proprio per questo non può e non deve essere lasciata sola, perciò è importante agire subito con una politica di accoglienza condivisa ed europea”.

 

Lo ha detto Khalid Chaouki, deputato PD, coordinatore intergruppo immigrazione.

11/06/2014 - 14:30

 "Enrico Berlinguer e lo sguardo degli artisti",  è la mostra che verrà inaugurata  domani, giovedì 12 giugno, alle ore 16.00, presso la Sala del Cenacolo di Vicolo Valdina , con foto e ritratti di vari artisti contemporanei italiani, promossa dal Gruppo del partito Democratico della Camera dei Deputati. Presente la Presidente Laura Boldrini .

 

Alla mostra saranno esposte  opere di trenta artisti contemporanei (Gianni Asdrubali, Luigi Bolle, Pietro Bortolotti, Ennio Calabria, Vincenzo Caputo, Erio Carnevali, Michele De Luca, Stefano Di Stasio, Fernando Falconi, Andrea Fogli, Flavia Franceschini, Giorgio Galli, Gianfranco Goberti, Mara Guerrini, Alexander Jakhnagiev, Giacomo Lusso, Claudio Marini, Giuseppe Modica, Franco Mulas, Gianfranco Notargiacomo, Anna Ottani, Mirko Pagliacci, Giampaolo Parini, Emilio Patrizio, Salvatore Pupillo, Giuseppe Salvatori, Jimena Sanchez, Carlo Sipsz, Giovanna Sposato, Stella Tundo) che hanno voluto dare, con generosità e passione, un loro contributo per ricordare e “disegnare” la figura del grande uomo politico. 

La mostra nasce, nella sua prima espressione di dieci opere, nel maggio del 2012,  in occasione del novantesimo anniversario della nascita di Enrico Berlinguer, quando l'Associazione Berlinguer rivolse a diversi artisti contemporanei un appello affinché  il sentimento popolare e le testimonianze di stima e di affetto espressi nei confronti del leader,  trovassero una reinterpretazione viva ed originale.    A quell'invito ha risposto un primo nucleo di artisti, le cui opere hanno seguito un percorso di mostra itinerante, un work in progress, che nel suo tragitto in varie città d’Italia - quali Savona con la Fondazione Centofiori e Bologna con la Fondazione Duemila -, si è arricchita del contributo di artisti locali.

Nel suo approdo romano, realizzata dal nostro Gruppo e ospitata dalla Camera dei Deputati, la mostra si è ulteriormente arricchita di prestigiose opere di nuovi artisti.

La mostra, realizzata nell'allestimento da Metamorfosi, sarà aperta al pubblico dal 13 al 25 giugno, con ingresso libero da Piazza Campo Marzio 42 dalle 10 alle 18, esclusi il sabato e la domenica.

 

11/06/2014 - 14:28

“Le motivazioni della sentenza della Consulta in tema di fecondazione eterologa è una sentenza importante, coraggiosa ed illuminata: la Consulta riconosce che c'è una ‘sfera più intima ed intangibile della persona umana’ che va protetta e tutelata e che è totale appannaggio della libertà di scelta della coppia, così come l'odiosa disparità economica che il divieto di effettuare l'eterologa ha prodotto. Inoltre, non si crea il temuto vuoto normativo ma le norme fondamentali che già esistono sono sufficienti ad assicurare diritti e tutele fondamentali implicate nella fecondazione eterologa. Il mio pensiero va a tutte quelle coppie a cui in questi anni è stato impedito di formare una famiglia a causa della spropositata ingerenza di una cattiva politica, che ha negato la responsabilità delle persone. Ci impegneremo affinché non solo si evitino altri errori, ma anche per valorizzare le esperienze positive che in Italia ci sono ed attrezzare i servizi ed i centri pubblici”.

 

Lo dice Roberta Agostini, deputata del Pd.

11/06/2014 - 14:27

“È estremamente preoccupante che dopo la presa di Falluja qualche mese fa, le truppe jihadiste abbiano occupato anche Mosul. L’evoluzione del terrorismo e del jihadismo devono preoccupare di più l’Europa e l’Occidente. Se insieme a questa presenza sensibile in alcuni paesi, si pensi anche al fenomeno dei ‘foreign fighters’ che dopo aver combattuto in Siria colpiscono in Europa come è successo a Bruxelles, o anche al fenomeno delle bande armate di stampo jihadista in Libia e nel deserto del Sahara, si ha un quadro del Mediterraneo assai complicato. Siamo d’accordo col ministro Mogherini che questi fenomeni debbano essere approfonditi e guardati con maggiore attenzione politica”.

 

Lo ha detto Andrea Manciulli, deputato del Pd e componente della delegazione parlamentare presso l’assemblea parlamentare della Nato.

11/06/2014 - 14:26

“Olivicoltori onesti e consumatori responsabili oggi sono ancor più tutelati dalla legge ‘salva olio’, ora applicabile in ogni sua parte”. Lo affermano i deputati del PD Colomba Mongiello, componente della Commissione Agricoltura di Montecitorio, e Nicodemo Oliverio, capogruppo del PD nella stessa Commissione, dopo l’approvazione dell’emendamento proposto da Mongiello alla Legge Comunitaria per superare i veti europei in ordine all’etichettatura delle bottiglie e all’obbligo del tappo antirabbocco.

 

“Sono migliaia le aziende olivicole vittime delle importazioni di prodotto straniero spacciato come italiano. I primi a pagare gli effetti di questa irrazionale e illegale concorrenza sono i consumatori e i produttori di qualità.

L’obbligo dell’utilizzo del tappo antirabocco per le bottiglie prodotte in Italia e nei ristoranti e in tutti gli esercizi pubblici italiani è un presidio di sicurezza alimentare su cui è stata aperta la procedura di UPilot che con questo emendamento abbiamo chiuso, garantendo i consumatori dalle miscele casalinghe o dallo spaccio di prodotto a basso costo e di ignota provenienza. Le bottiglie usate devono essere buttate, perché inservibili.

L’emendamento contiene anche l’obbligo dell’inserimento in etichetta del termine ‘miscela’ per il prodotto ottenuto con oli di oliva vergini ed extra vergini provenienti da Paesi diversi. Norme che offrono l’opportunità di produrre serenamente olio miscelato, ma senza mentire ai consumatori. Non è una norma contro il libero mercato; è contro chi pretende di trasformare il mercato in un parco giochi.

Per bloccare questa legge si è più volte affermato che “l’Italia non può legiferare in contrasto con l’Unione europea”. Noi, invece, abbiamo fornito alle istituzioni italiane gli strumenti per difendere chi vuole produrre e consumare qualità Made in Italy da chi utilizza scorciatoie chimiche ed abbiamo indicato all’Europa un nuovo orizzonte legislativo”.

Roma, 11 giugno 2014

11/06/2014 - 14:23

Sulla Rai, oggi in commissione Cultura, si è aperto un dibattito che,

se ben condotto, porterà a scegliere di ridurre gli sprechi, cominciando dai troppi dirigenti e a valorizzare le maestranze che con dedizione permettono al servizio pubblico di continuare a esistere”. Lo ha detto il deputato Pd Umberto D’Ottavio che in commissione Cultura è stato relatore del provvedimento cosiddetto degli 80 euro che contiene alcuni articoli che riguardano la Rai e la famosa riduzione di 150 milioni di euro “proprio nella giornata – sottolinea il deputato Pd - dello sciopero indetto da importanti sigle sindacali”.

D’Ottavio ha poi spiegato che “è stata l'occasione per ribadire l'importanza delle sedi regionali e le potenzialità di Rai Way. Ho chiesto inoltre di verificare il senso del contenuto del provvedimento che recita ‘tenuto conto dei proventi del canone’ . Già il Senato aveva introdotto modifiche in merito all'articolazione territoriale e il riassetto industriale. Alla Camera – precisa - sarà difficile inserire ulteriori modifiche, visto anche i pochi giorni rimasti per la conversione in legge e la necessità di confermare le scelte più importanti sull'Irpef. Ma oggi si è comunque iniziato – conclude - un dibattito che potrà portare alla riduzione degli sprechi in modo intelligente”.

11/06/2014 - 14:21

Dichiarazione on. Roberto Speranza, presidente deputati Pd

 

“Si è trattato di un vero e proprio colpo di mano del centrodestra con la complicità del M5S. In parlamento esistono proposte sulla responsabilità civile dei magistrati e ritengo siano maturi i tempi affinchè la questione venga affrontata in modo serio e rigoroso. Penso sia oltremodo sbagliato trattare tale tema in modo frettoloso, attraverso un emendamento alla legge Comunitaria.”

11/06/2014 - 14:20

Su responsabilità civile c’è provvedimento organico del Pd

 

“Quanto avvenuto in Aula con l’approvazione dell’emendamento leghista dovrà essere corretto al Senato. Il Pd si è opposto perché così si rischia di colpire l’autonomia della magistratura con un emendamento improvvisato e lesivo delle prerogative dei giudici. Altre forze non lo hanno fatto. Il Pd ha già presentato un provvedimento organico e serio sulla responsabilità civile dei giudici, già incardinato in commissione Giustizia e su quella linea intendiamo lavorare con serietà”.

Lo dichiara il capogruppo Pd in commissione Giustizia, Walter Verini

10/06/2014 - 20:51

Primo passo verso ridefinizione del sistema

 

“Sono molto soddisfatto perché si tratta di un primo ma significativo passo verso la ridefinizione complessiva dei Cie”. Così il deputato del Pd della commissione Politiche Ue Beppe Guerini, estensore dell’emendamento alla Legge europea approvato oggi dall’Aula, in base al quale il periodo massimo di trattenimento dei cittadini extracomunitari all'interno dei Centro di identificazione e di espulsione non può essere superiore a 180 giorni. “Per i detenuti stranieri che abbiano già passato in carcere un periodo di tempo di 180 giorni - precisa Guerini - la permanenza nei Cie si riduce a massimo trenta giorni, perché si presuppone che l’identificazione sia già stata fatta in carcere”.

 

10/06/2014 - 20:49

"I risultati finali delle elezioni amministrative nella Provincia di Roma impongono l'avvio di una seria ed inclusiva riflessione sul modello di partito che s'intende esprimere per il futuro. Gli elettori ci chiedono una forza che sia percepita come un reale strumento di cambiamento per problemi e contingenze vissute con drammaticità dalla popolazione locale. Ci chiedono un Pd a forte spinta riformista e più sintonizzato con le esigenze concrete delle persone". Lo affermano i deputati del Pd Monica Gregori, Alfredo D'Attorre, Stefano Fassina.

 

"Si tratta di ragionare - continuano i deputati - sulla necessità di promuovere un confronto più libero, meno imbrigliato da logiche correntizie, e una gestione più condivisa della governance del Pd a livello locale, dove Tutti siano chiamati a contribuire con le proprie competenze al rinnovamento del partito, con l'obiettivo di superare vecchie impostazioni che potrebbero essere percepite negativamente, come emerge dal voto popolare di questi giorni".

10/06/2014 - 20:47

"Il Ministro Lupi, nel suo intervento all'assemblea di Confartigianato, ha fatto una affermazione importante: "Per fare le riforme smettiamola con il calcolo ragionieristico delle coperture finanziarie". Ed ha citato come esempio e come metodo la misura che riguarda gli 80 euro. Siamo d'accordo su quell'intervento e sulla centralita' delle scelte politiche rispetto a quelle contabili. Ci auguriamo che lo stesso indirizzo il Governo lo adotti anche per risolvere il problema degli esodati". Lo afferma il presidente della commissione lavoro Cesare Damiano.

10/06/2014 - 18:38

Grazie a due emendamenti Pd, l’Italia finalmente dice sì a misure europee

 

“La Camera ha approvato due nostri emendamenti che consentono di attuare nell'ordinamento italiano importanti provvedimenti adottati contro le mafie nell'Unione Europea”. Lo rende noto la prima firmataria, Laura Garavini, deputata Pd della Commissione Antimafia, la quale spiega che “Nella legge delega al Governo che recepisce le direttive europee è stata inserita quella dell'aprile 2014 relativa al congelamento e alla confisca dei beni strumentali e dei proventi dai reati commessi nei paesi dell’Unione, che renderà più rapide ed uniformi le procedure per togliere i beni alle mafie; e la decisione quadro del 2006, sulla cui attuazione dunque l'Italia fino ad oggi era in grave ritardo, sul reciproco riconoscimento delle sentenze di confisca su tutto il territorio europeo. Questa direttiva consentirà di procedere direttamente alla confisca di un bene oggetto di un processo in Italia, anche se il bene si trova in uno Stato dell'Unione e viceversa. Insieme alle misure proporremo la prossima settimana con la Commissione Antimafia, si preannuncia un semestre di Presidenza Europea dell'Italia che porterà a compimento importanti passi avanti nella lotta alle mafie”, conclude Garavini.

10/06/2014 - 18:37

Garavini, UNA STRAGE DA NON DIMENTICARE

 

 Dopo il saluto di Marina Sereni intervengono, tra gli altri, il presidente dell’Università popolare di Trieste, Fabrizio Somma, e il cantante Simone Cristicchi

 Venerdì 13 giugno alle ore  presso la Sala Aldo Moro di Palazzo Montecitorio, si terrà la commemorazione della strage di Vergarolla, la spiaggia di Pola dove il 18 agosto 1946 una esplosione provocò la morte di oltre 80 persone.

Dopo i saluti di Marina Sereni, vice Presidente della Camera, interverranno Laura Garavini e Ettore Rosato, dell’ufficio di presidenza del Gruppo del Pd, Fabrizio Somma, Presidente dell’Università popolare di Trieste, Simone Cristicchi, Autore del pezzo teatrale “Magazzino 18”, Livio Dorigo, presidente del Circolo di cultura istro-veneta Istria, testimone e superstite, Roberto Spazzali, Professore dell'Istituto Storico per il Movimento di Liberazione del Friuli Venezia Giulia, Gaetano Dato, Storico, autore del volume "VERGAROLLA, 18.08.1946.

 “Gli enigmi di questa tragedia, avvenuta tra conflitto mondiale e Guerra Fredda – dice Laura Garavini – devono indurci a cercare la verità oltre che onorare le vittime innocenti”.

 

10/06/2014 - 18:36

“Affrontare tema rilievi in successivi provvedimenti”

 

 “Non possono esserci ostacoli alla conversione del decreto Irpef: saranno mantenuti gli obiettivo di confermare il bonus degli 80 euro il 27 giugno e di renderlo stabile”. Lo dichiara il presidente della commissione Bilancio, Francesco Boccia.

“E’ naturale che nel corso dell’esame sarà rispettato il confronto con le opposizioni, ma non ci può essere alcun rinvio. Anzi, questo, così come le osservazioni dei tecnici, sulle quali giudico inutile alimentare polemiche, dovrà essere oggetto utile per intervenire con correzioni in successivi provvedimenti che dovranno comunque avere al centro il tema di una forte redistribuzione attraverso un allargamento della platea dei beneficiari. In particolare, sarà utile intervenire sulla sostenibilità della riduzione dell’Irap attraverso la tassazione delle rendite finanziare, tema su cui abbiamo da subito avanzato le nostre osservazioni”.

 

10/06/2014 - 16:12
 Il pericoloso ordigno esplosivo, posto davanti alla sede del Pd a Firenze la scorsa notte, che per un miracolo non ha causato una vera e propria tragedia, è l’emblema di quel linguaggio della violenza che noi aborriamo, l’ espressione di una volontà di distruzione che nuoce gravemente al paese intero a cui il Partito Democratico risponde con determinata volontà di proseguire nella costruzione. Si tratta dell’ennesima intimidazione che viene fatta nei nostri confronti, minacce che però non ci fermeranno”. Lo scrive  il deputato toscano Filippo Fossati (Pd) in una nota dove esprime la propria solidarietà e vicinanza ai militanti del Pd del capoluogo Toscano.

Pagine