10/11/2017 - 00:00

"I fondi, pari a 12,7 milioni di euro, per l'apertura di nuovi centri antiviolenza e case rifugio in tutta Italia e per il potenziamento di quelle esistenti, sono stati ripartiti in Conferenza Stato-Regioni: un passo in avanti importante per rendere operativo uno strumento fondamentale a tutela delle donne". Lo dichiara, in una  nota, la deputata del Pd, Vanna Iori. "L'impegno del governo, sostenuto dal Pd, su questo tema è massimo: il numero dei centri antiviolenza è passato da 188 a 296 e le case rifugio da 163 a 258. Ma non è una questione solo di strutture: grazie al lavoro di accompagnamento e di inserimento lavorativo, il doppio delle donne ha
potuto ricevere assistenza", sottolinea ladeputata del Pd. "Anche la legge di bilancio, dove sono triplicate le risorse per i centri nel 2018 e nel 2019, rende evidente il cambio di passo che mira a offrire a tante donne vittime di violenza, spesso all'interno delle muradomestiche, la possibilità di iniziare un percorso capace di liberarle da una oppressione, psicologica e materiale, che ne condiziona per sempre la vita", conclude Iori.

09/11/2017 - 19:21

“Il via libera all’iscrizione del Tam Tam Basket di Castel Volturno al campionato regionale under 14 rappresenta un successo per tutto lo sport italiano”. Lo dichiara Michele Anzaldi, deputato del Partito democratico, per commentare la deroga in arrivo, da parte della Fip, per la Tam Tam Basket, la squadra composta da figli di immigrati nati e cresciuti a Castelvolturno (Caserta).

 “Un successo – continua - reso possibile grazie al buon giornalismo di una coraggiosa campagna di informazione e grazie all’impegno messo in prima persona dal ministro dello Sport, Luca Lotti, che ha voluto l’inserimento in Legge di Bilancio di una norma ad hoc per il diritto allo sport di tutti i bambini che frequentano le scuole italiane, qualsiasi cittadinanza abbiano”.

“L’intervento del Governo Gentiloni è stato decisivo per sbloccare una situazione che, a causa della miope gestione burocratica dello sport italiano, avrebbe causato un’inaccettabile ingiustizia”, conclude.

09/11/2017 - 18:21

Il fermo di Roberto Spada disposto dalla procura di Roma “segna la pronta reazione delle istituzioni a un’aggressione inqualificabile nei confronti di un giornalista Rai che stava svolgendo il suo lavoro d’inchiesta”.

E’ quanto dichiara Donatella Ferranti, presidente della commissione Giustizia della Camera: “Non può infatti passare il messaggio – aggiunge – che un atto di grave violenza e significato intimidatorio possa essere rubricato come mero reato di lesione personale, specie in un territorio purtroppo così pesantemente infiltrato da clan e criminalità mafiosa”.

09/11/2017 - 18:19

“Gli aggiornamenti che ci arrivano dal lavoro svolto dalla Procura di Trento aprono ad una ipotesi molto preoccupante. Se davvero il contagio è avvenuto durante il ricovero ospedaliero a causa di errore grossolano da parte del personale medico è importante fare tutti gli accertamenti necessari per scoprire chi ha commesso questo sbaglio, causando la morte della piccola Sofia. E' importante che le indagini proseguano con tutta la disponibilità necessaria da parte dell'ospedale di Trento per fare chiarezza e dare una risposta ai familiari di Sofia, che nella tragedia che stanno vivendo hanno tutto il diritto di sapere almeno la verità.”

Lo afferma Così il responsabile Sanità del Pd Federico Gelli.

09/11/2017 - 18:18

“Dalla sottosegretaria Boschi arriva una buona notizia per le donne: grazie all’emendamento presentato dal Governo questa mattina è stata trovata una soluzione ad un serio problema nato sul reato di stalking”. Lo dichiarano Titti Di Salvo e Silvia Fregolent, vicepresidenti dei deputati del Partito Democratico, in merito all’emendamento presentato dalla  sottosegretaria alla presidenza del consiglio al Decreto fiscale -

“Nell’ambito della riforma del processo penale era stato infatti inserito anche lo stalking all’interno dei reati cosiddetti ‘estinguibili con condotta riparatoria’, cioè estinguibili pagando una somma di denaro. Un’opzione che sembrava inverosimile nella pratica quotidiana – spiegano le deputate Dem - e che invece ha trovato effettivamente riscontro nella sentenza recente di Torino”.

“Proprio per l’impegno che negli anni il Governo e il Parlamento hanno dimostrato nel combattere ogni forma di violenza maschile contro le donne, il rischio che un reato di questa portata, che rende la vita di centinaia di donne un inferno, venisse sminuito o sottovalutato non era ammissibile. Eliminare questa possibilità –concludono - è stata una scelta necessaria e importante”.

09/11/2017 - 18:16

“È grave che venga impedito a qualcuno di parlare: a Napoli oggi è stato leso non solo un diritto costituzionale, ma lo stesso fondamento della democrazia. A  Susanna Camusso e Massimo D’Alema va la mia piena solidarietà”.

Lo scrive su Facebook Emanuele Fiano, deputato del Partito Democratico e responsabile del dipartimento sicurezza, commentando la notizia delle contestazioni degli studenti dell’università Federico II a D’Alema e alla segretaria della Cgil Susanna Camusso

09/11/2017 - 17:39

"La nuova legge sullo spettacolo dal vivo appena approvata in via definitiva alla Camera incrementa le  risorse del Fondo Unico per lo spettacolo, estende l'ArtBonus a  tutti i teatri, rende permanente il tax credit musica, introduce maggiore trasparenza, porta sostanziali novità per il rilancio e la crescita del settore e prevede il graduale superamento della  presenza degli animali nei circhi. Un altro impegno mantenuto: dopo la nuova legge sul cinema ora la nuova legge sullo spettacolo  attesa anch'essa da anni e anni. Grazie davvero al Parlamento per aver voluto e consentito un'approvazione in tempi brevi. Mi pare un segno molto importante l'atteggiamento aperto e collaborativo delle opposizioni che ringrazio, anche perché non è la prima volta su provvedimenti che riguardano la cultura". Così il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini.

"Sono molto contento e apprendo con molto piacere che i temi della cultura e del turismo che fino a qualche anno fa erano considerati marginali nelle analisi economiche siano diventati centrali e ci sia consapevolezza sempre più forte che investire in cultura e turismo sia una carta per la competitività del Paese. Abbiamo appena approvato la legge sullo spettacolo dal vivo dopo quella sul cinema, quindi, il quadro legislativo attuale è importante e durerà nel tempo".  

09/11/2017 - 15:57

“La spiegazione di Di Stefano sugli incontri a Mosca tra M5S e gli emissari di Putin non dissipa le ombre che incombono sui 5 Stelle”. Lo dichiara Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera, per commentare l’incontro, avvenuto a Mosca nel 2016 e rivelato da la Stampa, tra i deputati di M5S Alessandro Di Battista e Manlio di Stefano e alcune personalità russe vicine a Vladimir Putin.

“Considerato ciò che sta emergendo sulla strategia messa in atto dalla Russia – spiega – quell’incontro fa nascere molti inquietanti sospetti. E’ un fatto noto che i due personaggi che hanno incontrato i deputati Cinquestelle, Robert Shlegel  e Sergej Zheleznyak, non sono figure qualunque bensì coloro che conducono attività a favore di Putin all’estero – il secondo, per questo, è stato anche inserito in una blacklist dall’amministrazione Obama. E’ un fatto che dopo quel viaggio la linea di politica estera del Movimento abbia subito una violenta sterzata (vedi per esempio, sul Montenegro) e ora combaci in tutto e per tutto con quella putiniana: sulla Libia, sull’Euro, sull’Europa, sulla Nato. E’ un fatto che dopo quella visita tra i siti dell’orbita grillina e quelli della propaganda putiniana all’estero (Russia Today e Sputnik) si siano aperti dei vasi comunicanti, con tanto di fake-news condivise”.
“Se, come dice Di Stefano, si è trattato di un incontro giusto per conoscersi, perché il suo effetto è stato di allineare in tutto e per tutto i Cinquestelle alle politiche di Putin?  Tra i capisaldi del Movimento c’è la trasparenza. Sui rapporti tra Cinquestelle e Putin, al momento c’è tutto fuorché trasparenza”, conclude.
 

09/11/2017 - 12:44

“Mentre in Parlamento il M5s critica con demagogia ed opportunismo il governo chiedendo interventi contro il femminicidio, la giunta Raggi ha avuto il coraggio di sfrattare una associazione storica che tutela da decenni le donne. Questa è la dimostrazione inconfutabile di come, nella Capitale come a Torino, i grillini rinneghino se stessi quando passano dall’opposizione all’amministrazione diretta delle città”.
Così la deputata Dem Silvia Fregolent, vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera, sulla vicenda della “Casa delle donne” di Roma.

09/11/2017 - 12:41

“Bella notizia la nomina di Alessandro Bratti come nuovo direttore dell’ Ispra. Alessandro Bratti ha grande esperienza nelle tematiche ambientali e grandissima sensibilità che saprà certamente mettere a servizio di una istituzione così importante come l’Ispra per la qualità dell'ambiente e la salute dei cittadini. Grande è stato il lavoro fatto da Bratti in questa legislatura dai banchi del Pd, in particolare per due leggi molto importanti, quella sugli ecoreati e quella di riforma delle agenzie ambientali, entrambe attese da lungo tempo, come presidente della commissione di inchiesta sul ciclo dei rifiuti.
Ad Alessandro Bratti, e con lui a tutto l’Ispra, i migliori auguri di buon lavoro”. Così la deputata Pd  Stella Bianchi, componente della  commissione Ambiente e della commissione di inchiesta del ciclo dei rifiuti, commentando la nomina di Alessandro Bratti a direttore dell'Ispra.
 

09/11/2017 - 12:39

“La Camera dei Deputati ha approvato la legge sullo spettacolo dal vivo. Un altro tassello, dopo la legge sul cinema e l’audiovisivo per il riordino complessivo del settore delle arti fino a confluire in un testo unico denominato Codice dello Spettacolo su cui è stata data delega al Governo”. Lo dice Liliana Ventricelli deputata del Pd.

“La cultura - prosegue Ventricelli - negli ultimi anni ha confermato la sua capacità di intercettare e creare opportunità di crescita, sia civile che economica, su cui bisogna insistere. Per questo il Governo ha puntato molto sulla leva della cultura come ulteriore motore di sviluppo, intervenendo su musei, cinema, audiovisivo e completando questo percorso con lo spettacolo dal vivo che a sua volta include un eccezionale patrimonio di energie, talenti e spirito di impresa. In particolare la legge revisiona il settore del teatro, della musica, della danza, degli spettacoli viaggianti e delle attività circensi, nonché dei carnevali storici e delle rievocazioni storiche. Maggiori investimenti nel settore della cultura, più tutele per i lavoratori del settore, semplificazioni, sostegno ai giovani: questi sono alcuni dei contenuti, tutti di particolare rilievo. Inoltre il provvedimento razionalizza la ripartizione del Fondo unico per lo spettacolo (FUS), aumentandone la dotazione annua. Estende l’art bonus anche alle istituzioni concertistico-orchestrali, ai teatri nazionali, ai teatri di rilevante interesse culturale, ai festival, alle imprese e ai centri di produzione teatrale e di danza, nonché ai circuiti di distribuzione. Introduce, infine, il credito di imposta per la produzione musicale delle opere di artisti emergenti”.

09/11/2017 - 12:23

Venerdì 10 novembre dalle 9 alle 19 presso Sala della Lupa, Camera dei Deputati

Un convegno su “La Politica estera ed europea dell’Italia. Le proposte del Pd”. La giornata prenderà il via alle ore 9 con i saluti di Ettore Rosato, capogruppo dei deputati Pd, e di Luigi Zanda, capogruppo PD al Senato. Introdurrà i lavori Piero Fassino, responsabile Esteri del Pd.

Dalle 9.30 alle 11.00 la prima sessione “Uniti contro le nuove minacce: verso una difesa europea” sarà dedicata alla lotta comune al terrorismo. Interverranno Roberta Pinotti, ministro della Difesa, Andrea Manciulli, presidente della Delegazione italiana presso l’Assemblea parlamentare della NATO, Antonio Missiroli, direttore di European Union Institute for Security Studies (EUISS), Nicoletta Pirozzi, presidente MondoDem, Nathalie Tocci, direttore IAI. Presiederà Francesco Garofani, presidente della commissione Difesa della Camera.

Dalle 11.00 alle 12.30 discuteranno de “L’Europa che vogliamo” Sandro Gozi, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio con delega agli Affari Europei, Roberto Gualtieri, presidente della Commissione problemi economici e monetari del Parlamento Europeo, Michele Nicoletti, presidente del Gruppo socialista presso l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, Marco Piantini, consigliere degli Affari Europei del Presidente del Consiglio, Roberto Toscano, editorialista de La Repubblica. Presiederà Marina Sereni, vicepresidente della Camera dei Deputati.

Dalle 14.30 alle 16 si terrà la sessione “Governare l’immigrazione” con Marco Minniti, ministro dell’Interno, Mario Giro, vice ministro degli Affari Esteri, Roberto Forin, Research Coordinator International Centre for Migration Policy Development, Daniele Frigeri, direttore Cespi, Silvia Stilli, portavoce Associazione ONG Italiane.  Presiederà Nicola Latorre, presidente della commissione Difesa del Senato.

Dalle  16 alle 17.30 si confronteranno sul tema dello sviluppo “Per una diplomazia della crescita” Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico, Benedetto Della Vedova, sottosegretario agli Affari Esteri, Matteo Garavoglia, Brookings Institution, Fabrizio Macrì, direttore della Camera di Commercio italiana per la Svizzera, Licia Mattioli, vicepresidente per l’Internazionalizzazione di Confindustria. Presiederà Silvia Francescon, direttrice dell’Ufficio di Roma ECFR.

Infine dalle 17.30 alle 19 l’ultima sessione di lavoro sarà dedicata al “Mediterraneo ‘Mare Nostrum’: le sfide non finiscono in Libia”. Ne discuteranno Angelino Alfano, ministro degli Affari esteri e Cooperazione internazionale, Eugenio Dacrema, Università di Trento, Paolo Magri, direttore ISPI, Gianni Pittella, presidente Gruppo S&D Parlamento Europeo. Presiederà Enzo Amendola, sottosegretario agli Affari esteri. Le conclusioni saranno affidate a Lia Quartapelle, capogruppo Pd in Commissione Esteri della Camera.

09/11/2017 - 11:31

“In questi giorni cade il decennale della morte ingiusta e assurda di Gabriele Sandri. Un ragazzo di vent’anni che stava seguendo la sua squadra del cuore, la Lazio, e che fu colpito dallo sparo di un agente fuori di testa. Gabriele amava la vita, il calcio, la musica e condivideva le passioni tipiche della sua età. Da quando la sua vita fu spezzata così tragicamente, la sua famiglia, la mamma Daniela, il papà Giorgio, il fratello Cristiano sono devastati dal dolore e però non hanno rinunciato a portare il loro messaggio nelle scuole di tutta Italia per affermare, nel nome di Gabriele, che gli stadi non possono essere luoghi dove prevalga l’odio, il razzismo, la violenza. Questo è stato l’insegnamento che la Fondazione che porta il nome di Gabriele Sandri ha voluto diffondere in questi anni ed è giusto che l’Aula Camera abbia dedicato ieri un momento di riflessione in memoria di questo ragazzo”.

Così, nel decennale della morte di Gabriele Sandri, il capogruppo in commissione Giustizia Pd Walter Verini, e vice presidente della Fondazione “G

08/11/2017 - 20:02

“Fa bene la ministra Anna Finocchiaro a ricordarci che è possibile approvare la legge sullo ius soli entro la legislatura. Aggiungo che non solo è possibile ma è doveroso che il Parlamento tenga conto di una richiesta che non viene dalla politica ma dalla società. Tante associazioni, tanti territori sono mobilitati per ottenere una norma di civiltà. Perché è intollerabile considerare straniero chi nasce, cresce e vive con noi”.

Così la relatrice alla Camera della legge sullo ius soli Marilena Fabbri, deputata Dem. 

08/11/2017 - 19:59

“Un importante passo avanti per un tema strategico per il future”. Lo dichiara Diego Zardini, deputato del Partito democratico e relatore del provvedimento, per commentare la ratifica, da parte della Commissione Ambiente della Camera, dell’accordo del governo italiano per il trasferimento, a partire dal 2019, del data centre del Centro europeo per le previsioni a medio termine (ECMWF), da Reading (Gran Bretagna) alla ex Manifattura tabacchi di Bologna.

“Si tratta di un arricchimento per l'Italia, che potrà dare un impulso alla ricerca scientifica in campo ambientale e sui cambiamenti climatici. In particolare gli effetti di eventi atmosferici estremi saranno monitorati dal nostro Paese, interpretando anche un'opportunità in più per i nostri giovani”, conclude.

Pagine