n. 25 - 21 dicembre 2018

UNA FERITA ALLO STATO DI DIRITTO

UNA LEGGE BANDIERA CHE PEGGIORA LA GIUSTIZIA ITALIANA

La legge approvata questa settimana denominata dai grillini spazzacorrotti è purtroppo l’ennesimo provvedimento a uso dei social, che non migliora la situazione della giustizia né la lotta alla corruzione. Il Partito Democratico non da oggi, e soprattutto non a parole, contrasta illegalità e corruzione. Nella scorsa legislatura abbiamo reintrodotto il falso in bilancio, istituito il reato di autoriciclaggio, istituito l'Autorità nazionale anticorruzione e approvato la legge sul cosiddetto whistleblowing. Misure concrete ed efficaci. Su questo provvedimento della maggioranza ci siamo mossi con spirito costruttivo. Avevamo visto notevoli criticità che speravamo di poter contribuire a sanare o almeno migliorare. Ma questa speranza si è rivelata vana. Le esigenze di propaganda politica e di comunicazione sono purtroppo prevalse sull'interesse del Paese e della giustizia per i cittadini.

Vai allo Speciale

TEMI DELLA SETTIMANA

GRAVE E SBAGLIATA LA MANCATA FIRMA DEL GLOBAL COMPACT

ITALIA ISOLATA

La decisione della maggioranza di non decidere sull’adesione al Global compact sulle migrazioni è un altro duro colpo assestato alla credibilità internazionale del nostro Paese. Tra ministri che dicono cose diametralmente opposte, partiti della maggioranza che evitano di entrare nel merito del documento avendo posizioni divergenti e il governo che ritira la penna della firma un attimo prima della conferenza di Marrakech dopo aver dato ampie assicurazioni, diventa davvero difficile trovare una linea chiara e comprensibile. E chi ci perde è l'Italia.

 

MISSIONI INTERNAZIONALI

VOTIAMO SÌ NONOSTANTE QUESTO GOVERNO

Per noi l'Italia, i valori della pace, la tutela dei diritti, il rispetto delle donne e degli uomini impegnati nelle missioni internazionali vengono sempre prima dell'interesse di parte: questa è la vera differenza fra noi e la maggioranza Lega e 5 Stelle. Ed è per questo che, come fatto nel passato, non ci permettiamo di strumentalizzare questi argomenti così delicati e votiamo convintamente a favore del rifinanziamento delle missioni e ci vediamo costretti, per mancanza di chiarezza, rispetto alle prospettive di futuro in particolare della missione Sophia, ad astenerci sulle premesse.

 

EDUCAZIONE MOTORIA NELLA SCUOLA PRIMARIA

ABBIAMO VOTATO SÌ ALLA LEGGE DELEGA

Questo provvedimento ha l'obiettivo di promuovere la funzione educativa e culturale dello sport e dell'attività motoria all'interno della scuola primaria. L'educazione motoria svolge un ruolo insostituibile nel processo di crescita equilibrata del bambino e deve necessariamente offrire a ogni piccolo allievo la possibilità di realizzare diversificate esperienze motorie, al fine di creare le premesse per un sano e corretto stile di vita e per un graduale avvicinamento alla pratica sportiva. Lo sport non ha colore o appartenenza politica, perché lo sport è di tutti e per tutti.

 

QUESTION TIME

RAFFORZARE IL REDDITO DI INCLUSIONE

Per contrastare la povertà nella scorsa legislatura abbiamo istituito il Reddito di inclusione (Rei) che ha dimostrato di essere uno strumento efficace. Abbiamo chiesto al governo - alla luce dei buoni risultati ottenuti - quali iniziative intenda adottare per rafforzarlo, al fine di combattere più efficacemente l'esclusione sociale e la povertà nel nostro Paese. Con misure concrete, non a chiacchiere. Purtroppo le risposte del governo sono state ancora una volta elusive e fumose.

Vai allo speciale

IN AULA LA PROSSIMA SETTIMANA

Manovra di bilancio
27 e 28 esame con votazioni
 

Vai al Calendario