Fisco: Pd, sbagliato no del governo a riduzione Iri

  • 07/12/2018

Governo cambi misure fiscali per imprese

“Maggioranza e governo si fermino:  la manovra non solo è inesistente ma  fa aumentare le tasse per le imprese e i professionisti. Chiediamo di correggere invece le misure fiscali introdotte. Oggi hanno bocciato in commissione Finanze il nostro emendamento al decreto fiscale sulla riduzione dell’Iri dal 24% al 20% . Ma fanno ancora in tempo a tornare sui loro passi e cambiare le misure”.

Manovra: Pezzopane, imprese e comuni terremotati lasciati soli

  • 05/12/2018

“Dopo la propaganda elettorale, M5s e Lega avevano detto che avrebbero risposto alle domande delle popolazioni dei territori colpiti dai terremoti all’interno del primo provvedimento utile. Non è stato invece fatto nel decreto del luglio scorso, né nel successivo Mille Proroghe, poi neanche nel Decreto Genova ed ora non c’è nulla pure nella Legge di Bilancio. Si tratta di una scelta gravissima e penalizzante per i cittadini, le imprese e gli enti locali.

Istat: Rotta, calo fiducia è richiesta che l’esecutivo si fermi

  • 27/11/2018

“Dopo quasi sei mesi dall’insediamento del governo gialloverde si registra ancora una diminuzione della fiducia delle imprese, la quinta consecutiva. Una dimostrazione plastica di come l’azione di governo stia preoccupando non solo l’Europa, ma il sistema produttivo italiano”.

Lo dichiara Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico, commentando i dati dell’Istat

Istat: Fregolent oggi altro dato del cambiamento in peggio

  • 27/11/2018

“Un altro segno del cambiamento che il governo Lega-5 stelle porta avanti con assoluta determinazione: crolla la fiducia dei consumatori e delle imprese. Per queste,  siamo al quinto calo consecutivo. Un motivo in più per cambiare rotta e riscrivere la manovra, gli italiani  stanno pagando a caro prezzo la permanente propaganda elettorale di Salvini e Di Maio”.  Lo dichiara la capogruppo del  Pd in commissione Finanze alla Camera Silvia Fregolent.

Istat: Gribaudo, il governo affonda le imprese

  • 12/11/2018

“L’Istat lo dice chiaro e tondo: la manovra comporta un aumento della pressione fiscale del 2,1% su un terzo delle imprese italiane, colpendo soprattutto quelle sotto i 10 dipendenti, artigiani e commercianti. Intanto la produzione industriale del terzo trimestre è in calo, la sfiducia e i provvedimenti dannosi di M5s e Lega ci hanno messo su un piano inclinato che porta a nuova recessione, e non c’è niente in bilancio per invertire questa tendenza. Il governo affonda le imprese e il sistema Paese”.

Imprese, Benamati: governo faccia azioni concrete e difenda impresa italiana

  • 11/09/2018

"Le azioni che sono state poste in essere fino ad oggi dall'attuale governo in materia di politiche industriali ci lasciano perplessi. La situazione dell'Ilva, fortunatamente risolta, che ha avuto un decorso cosi complesso. Il tema di altre crisi industriali, non ultima quella della Bredamenarini; il tema delle infrastrutture, ancora incerto, il cosiddetto decreto dignità.

Dl Di Maio: Colaninno: da governo profonda ignoranza su sistema imprenditoriale

  • 02/08/2018

“Dal dibattito sul Decreto Di Maio in corso alla Camera, sono emersi interventi che dimostrano una profonda ignoranza delle logiche alla base del corretto funzionamento del sistema imprenditoriale e dei rapporti di lavoro che ne costituiscono complemento essenziale. Non si possono mettere le nostre imprese di fronte a norme che generano incertezza, come fa il decreto dignità.

Dl Dignità. Moretto: per giustificarsi con le imprese Bitonci si arrampica sugli specchi

  • 25/07/2018

“Mi fa piacere che il Sottosegretario al Mef riconosca come questo sia l’unico provvedimento presentato sul fronte del lavoro e dello sviluppo da parte del Governo pentaleghista. Tra l’altro, nelle sue dichiarazioni, sembra il primo a riconoscere gli errori del Dl di Maio e si arrampica sugli specchi per giustificarsi davanti alle imprese. Non ha capito che il problema degli imprenditori è proprio legato alle prospettive che dà questo governo, di cui questo provvedimento è solo un primo assaggio.

Imprese, Moretto: Di Maio non rovini il lavoro dei governi Pd e garantisca presenza ai tavoli di crisi

  • 18/07/2018

"I lavoratori non possono aspettare che Lei impari a fare il ministro, ma attendono risposte concrete. Lei ha ereditato al suo insediamento 74 tavoli di crisi in corso, che non sono solo tabelle, ma sono 85 mila lavoratori che con le loro famiglie attendono di conoscere il futuro che gli spetta. Sono 74 casi diversi che non rappresentano una statistica ma volti, vite, esperienze, progetti e speranze.

Pagine