Istat: Iori, crollo natalità è allarmante, sostenere genitorialità

  • 13/06/2017

"Per il secondo anno consecutivo, come certifica l'Istat, le nascite in Italia si attestano sotto la soglia delle 500mila unità: una soglia critica, che mette in luce una situazione allarmante sul fronte del gap demografico del nostro Paese rispetto al resto dell'Europa, continuando un trend che prosegue, senza sosta, dal 2008".

Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd e responsabile nazionale del partito per l'infanzia e l'adolescenza, Vanna Iori.

Istat: Covello, Italia riprende gruppo principali paesi Ue

  • 09/06/2017

“I dati odierni dell’Istat sul panorama occupazionale ed economico italiano nel primo trimestre dell’anno chiariscono una volta per tutte non solo che la ripresa è ormai una realtà consolidata ma anche che l’Italia riprende il gruppo dei principali paesi europei”. Lo dichiara Stefania Covello, deputata del Partito democratico, per commentare i dati resi noti oggi dall’Istat.

Istat: Benamati, grazie ad azione governi Pd Italia più competitiva.

  • 01/06/2017

"Oggi l'Istat ha reso noto che il Pil segna un balzo del +1,2 % su base annua con un +0,4% nel primo trimestre del 2017. Sono dati importanti che dimostrano che le riforme e le misure per sostenere l'economia varate dal governo Renzi prima e Gentiloni poi stanno dando i propri frutti e l'Italia può agganciare una crescita più adeguata alle sue necessità. Stanno riprendendo i consumi, l'occupazione e gli imprenditori tornano ad investire grazie anche agli incentivi  previsti in misure come Industria 4.0. Ma anche le famiglie si sentono più sicure.

Istat, Oliverio: agricoltura + 4,2, nostra è politica dai buoni frutti

  • 01/06/2017

“Se l’Istat rivede al rialzo le stime di crescita dell’economia italiana con il Pil  al  +0,4% nel I trimestre,  +1,2% su anno, e al top dal 2010, è anche per il valore aggiunto di agricoltura, +4,2 per cento:  ancora oggi abbiamo la conferma che il nostro comparto  agricolo migliora sempre più, ancora la nostra politica che  dà i suoi buoni frutti ”. Così Nicodemo Oliverio , capogruppo Pd in commissione Agricoltura.

Istat. Fregolent, riforme danno frutti, la crisi è alle nostre spalle

  • 01/06/2017

“Dopo di dati positivi sull’occupazione di ieri, oggi l’Istituto di statistica ha reso noti che il prodotto interno lordo segna un balzo del +1,2% su base annua portando la crescita acquisita del Pil per il 2017 già allo 0,9%; e anche il dato riferito al primo trimestre è ben superiore alle stime preliminari segnando il più forte rialzo dal quarto trimestre del 2010. Sono cifre che non temono smentita. Famiglie e imprese possono mettersi alle spalle gli anni duri della crisi e tornare a guardare al futuro con maggiore serenità.

Pil, Covello, “balzo in avanti frutto riforme di questi anni”

  • 01/06/2017

“Con la revisione al rialzo della crescita del Pil fornita dall’Istat, il dato tendenziale fa un vero e proprio balzo in avanti: +0,4% nel primo trimestre del 2017, con un +1,2% su base annua. Si tratta della crescita più alta dal 2010. Se poi al dato di oggi sulla crescita aggiungiamo le cifre record fornite ieri sempre dall’Istat sull’occupazione, ci troviamo di fronte ad importanti conferme sull’andamento positivo del Sistema Italia.

Istat: Oliverio, +35% di giovani in agricoltura perché fatto cosa giusta

  • 31/05/2017

“Lo sapevamo che stavamo facendo la cosa giusta: che mettere al centro della politica del paese il comparto agricoltura, dando più strumenti per rivitalizzarsi, crescere e ammodernarsi, sarebbe diventato un fattore trainante per l’intera economia. Con ricadute ottime anche per i giovani e il lavoro.  E così è stato.
I dati Istat ce ne danno ancora una vota conferma e ci dicono che se da un lato la disoccupazione in Italia è ai minimi  dal 2012, in particolare, in agricoltura vi è un impiego dei giovani di più del 35% in  3 anni.

Istat: Covello, ecco i frutti positivi delle nostre riforme

  • 31/05/2017

“L’Italia è fuori dalla crisi, cresce economicamente e i dati dell’Istat di oggi sull’occupazione ne sono una prova evidente. Grazie all’aumento degli occupati registrato ad aprile, il numero complessivo sfiora quota 23 milioni (22.988.000), la cifra più alta dal novembre 2008. E’ la conferma ulteriore che le riforme avviate dal Pd con il governo Renzi e proseguite con Gentiloni danno frutti positivi per l’Italia.

Pagine