Dl Rilancio: Viscomi, nostre proposte a tutela lavoratori, Meloni in direzione opposta

  • 18/06/2020

“Noi abbiamo un obiettivo, salvaguardare i posti di lavoro nonostante le difficoltà enormi causate dal covid-19. Gli emendamenti proposti dal Partito democratico vanno esattamente in questa direzione, come del resto ha ben spiegato il ministro Gualtieri: per i rinnovi e le proroghe dei contratti a tempo determinato una deroga temporanea all'obbligo della causale dopo 12 mesi.

Manovra: Delrio, Tentazione delle bandierine non oscuri il buon lavoro fatto

  • 23/10/2019

"Zero crescita, zero investimenti e occupazione ferma. Siamo partiti da qui. La manovra blocca l’aumento delle tasse, mette soldi nelle tasche dei lavoratori, aiuta le imprese a crescere perché creino lavoro, avvia una seria lotta all’evasione fiscale, vara un piano per la riconversione sostenibile delle attività produttive, costruisce un nuovo pilastro del welfare col sostegno alle famiglie. E’ interesse di tutti che il buon lavoro fatto non sia oscurato da rivalità e tentazione delle bandierine".

Così il capogruppo democratico alla Camera Graziano Delrio.

Lavoro: Gribaudo, preoccupano dati export e occupazione, rilanciare consumi

  • 17/10/2019

“Il nostro Paese sta pagando duramente la guerra dei dazi: ad agosto l’export rallenta e lo fa soprattutto nei settori manifatturieri, come dimostrato dalla crescita continua della cassa integrazione. Le tensioni geopolitiche rendono ancora più importante l’aumento delle buste paga e dei servizi previsto in manovra, con cui dobbiamo riuscire a rilanciare i consumi interni per evitare ulteriori contrazioni dell’economia”.

Lo dichiara la vicecapogruppo del Pd alla Camera, Chiara Gribaudo, commentando i dati Inps e Istat.

Iva: Delrio, per riparare al proprio fiasco mette le mani in tasca agli italiani

  • 17/04/2019

"Il ministro dell’Economia conferma l’aumento dell’Iva. Il governo toglierà 23 miliardi di euro dalle tasche degli italiani facendo pagare ai bilanci delle famiglie il proprio fiasco. Conte, Salvini e Di Maio sono i principali responsabili del riaprirsi di una gravissima crisi economica e sociale che né selfie, né passerelle, né più o meno finti litigi nell’esecutivo possono nascondere. Serve lavoro e crescono le tasse. Occorrono investimenti e i cantieri restano fermi. C’è bisogno di salari più alti e l’occupazione diminuisce. Fanno l’esatto contrario di ciò che serve.

Magneti Marelli: deputati Pd, tavolo istituzionale per tutelare occupazione

  • 03/04/2019

"Convocare un tavolo di confronto con le direzioni aziendali e le organizzazioni sindacali, al fine di discutere le prospettive industriali della Magneti Marelli e le tutele occupazionali e contrattuali delle lavoratrici e dei lavoratori occupati in tutti i siti italiani del gruppo". Lo chiedono i deputati del Partito democratico Francesco Critelli, Andrea De Maria, Gianluca Benamati e Luca Rizzo Nervo, con un'interrogazione al ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro.

Istat: Gribaudo, sul lavoro dal governo poche misure e attuate male

  • 01/04/2019

“I dati Istat su febbraio 2019 confermano le peggiori previsioni sul mercato del lavoro italiano: la disoccupazione, anche giovanile, continua a salire e la discesa sotto il 10% consentita dai nostri governi è solo un lontano ricordo. Il governo è colpevole due volte: per aver destinato poche misure mal finanziate e mal costruite al mercato del lavoro, e per non aver emanato nemmeno un decreto attuativo. Mancano gli incentivi del decreto dignità, mancano gli ammortizzatori sociali promessi in legge di bilancio, e agli italiani ormai manca il lavoro”.

Lavoro: Rotta, maggioranza mistifica realtà

  • 21/01/2019

“Gli esponenti della maggioranza mistificano la realtà e propongono interpretazioni libere dei fatti. Questa volta nel mirino ci sono i posti di lavoro stabili in Veneto, che nel 2018 crescono grazie ai provvedimenti dei governi Pd e di certo non per un decreto entrato in vigore a due mesi dalla fine dell’anno. È il quarto anno consecutivo che aumentano le posizioni di lavoro dipendente in Veneto, ma il sottosegretario alla Presidenza Buffagni e l’assessora al lavoro Donazzan sembrano scoprirlo solo ora”.

Pagine