Ema: Bernardo, delusione ma non rassegnazione

  • 20/11/2017

“Prendiamo atto della decisione che ha preso il Consiglio per gli Affari generali dell’Unione Europea e che rispettiamo, anche in considerazione della indubbia validità di una città del rilievo di Amsterdam. Tuttavia siamo certi che Milano avrebbe garantito ai 900 dipendenti di EMA e ai membri dei 7 Comitati scientifici in essa operanti una casa ideale e ricca dei servizi e delle peculiarità positive che solo il capoluogo meneghino avrebbe potuto dare”. Lo dichiara Bernardo, deputato del Partito democratico e Presidente della Commissione Finanze della Camera.

Ema: Quartapelle, Nulla da rimproverarci, Milano in testa in tutte le votazioni

  • 20/11/2017

“Non abbiamo nulla da rimproverarci. Ci siamo spesi tutte le carte fino in fondo, valorizzando Milano e la Lombardia, che ci hanno portato in testa in tutte le votazioni. Il nostro dossier era ottimo, capace di valorizzare le eccellenze della ricerca italiana e la viabilità di Milano, ed è stato compilato con grande cura da Governo, Comune e Regione. La disponibilità di una sede prestigiosa e immediatamente funzionante come il Pirellone ha dato all’offerta italiana un punto di forza che mancava ad altre candidature.

Difesa UE. Garavini (PD), traguardo ambito da sempre, raggiunto su impulso italiano. Fieri dell'impegno del governo

  • 14/11/2017

“La nascita di una difesa comune europea è un traguardo ambito da decenni e che oggi sta avendo finalmente concretezza grazie ad un forte protagonismo italiano.”.
E’ quanto dichiara Laura Garavini, deputata PD eletta in Europa e componente della Presidenza del Gruppo PD alla Camera, in merito alla sottoscrizione da parte di 23 paesi membri, della Pesco, la Cooperazione Strutturata Permanente sulla Difesa, promossa dall’Italia e consegnata a Federica Mogherini dai rispettivi Ministri alla Difesa.

Ue: Zardini, dal 2019 centro meteo a Bologna

  • 08/11/2017

“Un importante passo avanti per un tema strategico per il future”. Lo dichiara Diego Zardini, deputato del Partito democratico e relatore del provvedimento, per commentare la ratifica, da parte della Commissione Ambiente della Camera, dell’accordo del governo italiano per il trasferimento, a partire dal 2019, del data centre del Centro europeo per le previsioni a medio termine (ECMWF), da Reading (Gran Bretagna) alla ex Manifattura tabacchi di Bologna.

Tags: 

Legge Ue: Bordo, quinta della legislatura, Italia fuori da immobilismo

  • 08/11/2017

"Cinque Leggi europee approvate dall'inizio della legislatura. Un traguardo importante che ci riempie di orgoglio perché consente all'Italia di mettersi al passo con l'Europa e assicurare ai cittadini un risparmio enorme strappando definitivamente il nostro Paese dal pantano dell'immobilismo nel quale era finito nelle scorse legislature quando il Parlamento non riusciva a chiudere, o lo faceva molto lentamente, le vecchie Comunitarie. Così le procedure di infrazione lievitavano e, di pari passo, affidabilità e peso dell'Italia a Bruxelles diminuivano.

Ue: Moscatt, nomina Gen. Graziano prova della centralità del nostro Paese

  • 08/11/2017

“La nomina del Generale Claudio Graziano a presidente del Comitato militare dell’Unione Europea è un orgoglio per il Paese a riprova della nostra centralità in Europa in materia di politiche della difesa, oltre che grande riconoscimento per le qualità di una persona che, da tre anni al vertice militare della Difesa, ha sempre dimostrato grande dedizione e professionalità in qualità di Capo di Stato Maggiore della Difesa per il Paese”. Ad esprimere soddisfazione è il capogruppo Pd in commissione Difesa alla Camera Tonino Moscatt.

Banche: Fregolent, Europa non sia miope

  • 05/10/2017

“L’obiettivo principale dell’Unione europea e delle sue istituzioni deve essere quello di proteggere e sostenere le famiglie e le imprese delle cittadine e dei cittadini europei. Le nuove regole proposte dalla Bce sui crediti inesigibili sembrano invece andare esattamente nella direzione opposta, esponendo a nuovi rischi non solo gli istituti di credito più esposti su questo fronte, ma di fatto soprattutto la rete di migliaia di piccole aziende che hanno necessità di vedere aperte le loro linee di credito.

Pagine