Macron: Manciulli, esiti incontro importanti per il futuro dell'Unione Europea

  • 11/01/2018

"Gli esiti dell'incontro tra il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e il Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron sono indubbiamente molto positivi, non solo perché confermano lo stato degli ottimi rapporti tra i nostri paesi, che vantano un bagaglio comune di rapporti di tipo politico, culturale ed economico di primaria importanza, ma anche nell'ottica del rafforzamento dell'Unione Europea”.

Porti: Minnucci, l'Ue investe su Civitavecchia

  • 20/12/2017

“L’investimento promosso dalla Commissione Europea a beneficio del porto di Civitavecchia testimonia il grande valore strategico del nostro scalo regionale che, anche grazie al progetto ‘BClink: MOS for the future’, ambisce a diventare uno dei punti di forza del comportato portuale internazionale. Con l’obiettivo di integrare le catene logistiche dei porti di Civitavecchia e Barcellona, l’UE ha assegnato un finanziamento fondamentale per rafforzare il ruolo di Civitavecchia nell’abito delle cosiddette Autostrade del Mare.

Ue: Morani, M5S e Lega speculano su disoccupazione

  • 12/12/2017

“Per quale ragione M5S e Lega, che ogni giorno si scagliano contro il governo perché non avrebbe fatto abbastanza contro la crisi, hanno oggi votato contro il rinnovo del Feis, un piano europeo che mira a creare nuovi posti di lavoro e a ridurre le disuguaglianze?”. Lo dichiara Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera, per commentare il voto contrario dei deputati europei di M5S e Lega al rinnovo fino al 2020 del Fondo Juncker.

Tags: 

Libia: Quartapelle, task force prosegue strada tracciata da Italia

  • 29/11/2017

“La decisione di creare una task force congiunta tra Ue, Unione africana e Onu per proteggere i migranti lungo le rotte migratorie, è un’ottima notizia”. Lo dichiara Lia Quartapelle, capogruppo Pd in Commissione Esteri alla Camera.

“Essa testimonia che l’Italia non è più sola, ma anzi che la soluzione del nostro governo ha guadagnato quella credibilità internazionale tale da convincere, finalmente, Onu, Ue e Unione africana a sostenerla in modo concreto con un aiuto multilaterale,”, conclude.

Tags: 

Bio: Oliverio, regolamento Ue è primo passo

  • 22/11/2017

“Bene ok  degli eurodeputati a nuovo regolamento Ue sul bio, ora il Senato approvi la legge a prima firma del deputato Pd Fioro, già passata alla Camera. la nuova legge fornirà al nostro Made in Italy ulteriore opportunità di espansione,  e agli operatori del settore e agli ormai tanti consumatori maggiore tutela della qualità  dei prodotti contro le contraffazioni.
Il sì di oggi al nuovo regolamento  dimostra che l’Europa ha capito che il biologico è entrato con forza a far parte della nostra cultura culinaria e che rappresenta  una voce di tutto riguardo dell’economia.

Ema: Bordo, Rammarico metodo, chi attacca il Governo fa propaganda

  • 21/11/2017

"Profonda delusione per la mancata assegnazione di Ema a Milano frutto non di una decisione politica ma di un sorteggio che, purtroppo, ci ha beffati. Rimane certo il rammarico per il metodo sbagliato con il quale si e' arrivati a questa decisione, cosa peraltro gia' sollevata dal nostro Governo che, a suo tempo, aveva criticato che si potesse scegliere la sede di un’agenzia così prestigiosa con i bussolotti.

Ema: Bernardo, delusione ma non rassegnazione

  • 20/11/2017

“Prendiamo atto della decisione che ha preso il Consiglio per gli Affari generali dell’Unione Europea e che rispettiamo, anche in considerazione della indubbia validità di una città del rilievo di Amsterdam. Tuttavia siamo certi che Milano avrebbe garantito ai 900 dipendenti di EMA e ai membri dei 7 Comitati scientifici in essa operanti una casa ideale e ricca dei servizi e delle peculiarità positive che solo il capoluogo meneghino avrebbe potuto dare”. Lo dichiara Bernardo, deputato del Partito democratico e Presidente della Commissione Finanze della Camera.

Ema: Quartapelle, Nulla da rimproverarci, Milano in testa in tutte le votazioni

  • 20/11/2017

“Non abbiamo nulla da rimproverarci. Ci siamo spesi tutte le carte fino in fondo, valorizzando Milano e la Lombardia, che ci hanno portato in testa in tutte le votazioni. Il nostro dossier era ottimo, capace di valorizzare le eccellenze della ricerca italiana e la viabilità di Milano, ed è stato compilato con grande cura da Governo, Comune e Regione. La disponibilità di una sede prestigiosa e immediatamente funzionante come il Pirellone ha dato all’offerta italiana un punto di forza che mancava ad altre candidature.

Pagine