Berlusconi: Giuliani, su violenza contro le donne centrodestra non ha carte in regola

  • 06/12/2017

“Accuse irricevibili e affermazioni strampalate:  sulla lotta alla violenza contro le donne, Berlusconi si cimenta con un tema che dimostra di conoscere veramente poco. A conferma, basterebbe ricordare quale sia stato il nostro lavoro in questa legislatura: dal varo della Convenzione di Istanbul (il centrodestra, diviso, non ci riuscì), con l’approvazione della legge sul femminicidio e sulla violenza domestica, l’istituzione del Codice Rosa, il via libera alla Camera della legge sugli Orfani dei femminicidi, ferma al Senato ancora una volta proprio per responsabilità del centrodestra.

Femminicidio: Fregolent, M5s in Parlamento fa demagogia, a Roma sfratta i centri antiviolenza”

  • 09/11/2017

“Mentre in Parlamento il M5s critica con demagogia ed opportunismo il governo chiedendo interventi contro il femminicidio, la giunta Raggi ha avuto il coraggio di sfrattare una associazione storica che tutela da decenni le donne. Questa è la dimostrazione inconfutabile di come, nella Capitale come a Torino, i grillini rinneghino se stessi quando passano dall’opposizione all’amministrazione diretta delle città”.
Così la deputata Dem Silvia Fregolent, vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera, sulla vicenda della “Casa delle donne” di Roma.

Femminicidio: Iori, frasi consigliere leghista indegne, non può rappresentare cittadini

  • 21/10/2017

"Le considerazioni sul femminicidio espresse dal consigliere della Lega Nord a Trieste, Fabio Tuiach, sono indegne e inaccettabili: affermare che si tratta di un'invenzione della sinistra non solo non corrisponde palesemente alla realtà dei fatti, ma offende chi ha perso la vita per colpa di una violenza che è purtroppo una realtà sempre più presente nella vita di tante ragazze e donne". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd, Vanna Iori.

Femminicidio: Iori, Importante accento su formazione nel piano antiviolenza

  • 02/08/2017

"Il nuovo piano antiviolenza annunciato dalla sottosegretaria Maria Elena Boschi va nella direzione giusta perché pone un forte accento, operativo, sulla formazione, che è elemento e allo stesso tempo strategia fondamentale se si vuole prevenire con efficacia un fenomeno che purtroppo registra dimensioni sempre più consistenti nel nostro Paese". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd e membro della commissione Giustizia della Camera, Vanna Iori.

Orfani Femminicidio: Zampa, no di destra a deliberante in commissione giustizia è vergogna

  • 06/07/2017

“Si dava per certo quello che tale non è: che al Senato tutti gruppi politici fossero d’accordo a dire sì al ddl sugli orfani del femminicidio,  il provvedimento, già approvato alla Camera,  che vuole aiutare quei figli che subiscono il  trauma di perdere la madre per una violenza domestica prevedendo una serie di  strumenti per permettere loro di vivere la condizione di orfani nel modo meno drammatico possibile.  Invece no.  La destra, non ci sta e FI-Gal-e Lega non hanno votato la deliberante in commissione Giustizia al ddl perché - hanno detto - il testo ‘fa riferimento ai figli delle un

Femminicidio. Verini, scelta cinica no a deliberante

  • 06/07/2017

“E’ una scelta cinica quella fatta dalle forze politiche, FI-Gal-Lega, che si sono opposte alla sede deliberante per il disegno di legge che tutela gli orfani di femminicidio. Non sappiamo quali calcoli politici abbiano portato a questa decisione che è, in ogni caso, incomprensibile. Infatti, quelle norme tutelano le vittime in assoluto più deboli del femminicidio, cioè i minori che restano soli dopo l’assassinio della madre”.
Così Walter Verini, capogruppo Pd della commissione Giustizia di Montecitorio.

Femminicidio: Vazio, da Forza Italia, Lega, Gfl e Gal decisione incomprensibile e gravissima

  • 06/07/2017

 “La legge in favore di orfani vittime di crimini domestici approvata all’unanimità in Aula alla Camera dei Deputati, ha conosciuto oggi una pagina tristissima. La Commissione Giustizia del Senato aveva deciso di accelerare l’iter con l’approvazione in sede deliberante. Oggi veniamo a conoscenza della decisione dei senatori di Forza Italia, Lega, Gfl e Gal - Palma, Giovanardi, Caliendo, Stefani, Di Maggio e Cardiello - di ritirare il proprio assenso.

Pagine