25/11/2021 - 11:52

Dichiarazione on. Serse Soverini, deputato pd

La coalizione guidata da Olaf Scholtz che si appresta a governare la Germania ha posto tra le sue priorità di governo il voto ai sedicenni.
Seguiamo questa decisione con molto interesse perché si tratta dell’ennesima conferma della rilevanza che il tema sta assumendo in Europa e che, a nostro avviso, dovrebbe avere anche nel nostro paese.
La politica italiana ha relegato la questione giovanile quasi del tutto nell’ambito del disagio, dell’abbandono scolastico e della disoccupazione giovanile e raramente il ruolo dei giovani italiani è visto come un’opportunità.
Il protagonismo dei nostri ragazzi dipende sicuramente dalle opportunità che offriamo loro soprattutto nel mondo del  lavoro e nel percorso scolastico, ma non va sottovalutata la partecipazione alla vita politica delle comunità alle quali appartengono. 
In tutta Europa la generazione degli adolescenti è già politicamente impegnata su temi di grande rilevanza.   Primo su tutti la tutela ambientale e il protagonismo che essa ricopre nel Next Generation UE.
La proposta di legge che ho depositato, e firmata da molto deputati del Partito democratico,  mira a riconoscere il diritto di elettorato attivo per le elezioni comunali al compimento del sedicesimo anno di età. Non c’è dubbio infatti che sia arrivato il momento di valutare l’abbassamento dell’età di voto, almeno con riferimento allo svolgimento delle elezioni comunali, così coinvolgendo, e al tempo stesso responsabilizzando, tutti quei giovani che da tempo sono tornati a chiedere in modi diversi, una più forte partecipazione attiva nella vita politica sia nazionale che a livello locale.
Come riconosciuto da più parti, e recentemente dal segretario del Partito democratico, esiste infatti un vero e proprio tema di sotto rappresentazione delle idee, delle necessità e degli interessi dei giovani, spesso esclusi dalla vita politica o semplicemente non presi neppure in considerazione, in quanto esclusi dall’elettorato attivo.

02/08/2021 - 13:19

"Nessuno dimenticherà mai la sala d'aspetto della seconda classe della stazione ferroviaria di Bologna quando scoppiò la bomba. Un boato che sentimmo fino a Casalecchio e in tutta la periferia della città. Il più grave atto terroristico avvenuto in Italia nel secondo Dopoguerra, con un bilancio di 85 morti e 200 feriti, si commemora oggi, e come 41 anni fa, come tutti gli anni, noi bolognesi riviviamo la memoria di tanti affidata a chi in quel maledetto giorno ha visto stravolgere la propria vita e quella di familiari e amici. Gente comune, lavoratori, vacanzieri, turisti,  che hanno subìto nel corpo e nell'animo le ferite di quell'esplosione, e con queste hanno fatto i conti per tutta la vita. La differenza rispetto al passato é che oggi sono in corso nuove indagini sul processo ai mandanti della strage, perciò come rappresentante del Parlamento auspico che si possa finalmente arrivare a mandanti e depistatori nascosti, per rafforzare la nostra democrazia e restituire dignità al Paese, un riferimento all'attualità più che al passato. Per questo la ministra Cartabia indichi in che tempi verrà adeguato l'organico della parte inquirente, poiché senza un rafforzamento della forza lavoro si rischia di bloccare l'attività della Procura generale".

Così il deputato del Pd, Serse Soverini.

01/08/2021 - 12:31

"Come sempre ogni 2 Agosto noi dobbiamo innanzitutto ringraziare l’Associazione dei familiari delle vittime e il suo presidente, Paolo Bolognesi, per quanto fatto in nome non solo della memoria dei loro cari ma per la giustizia nel nostro Paese. Dalle indagini emerge sempre più che quello che i bolognesi hanno pensato subito dopo la strage nel 1980. Oggi, dopo 42 anni d’indagini si conferma, è strage di Stato, di parti deviate dello Stato. Si va confermando che Bologna, come tante altre stragi e omicidi di veri servitori dello Stato, Aldo Moro e Piersanti Mattarella, sono legati tra loro da una strategia della tensione e da una solida rete di persone. Domani è un anniversario per tutti gli italiani non solo per la nostra città e con questo spirito sarò presente al corteo cittadino”. Lo dichiara in una nota il deputato dem Serse Soverini.

20/07/2021 - 18:01

“Siamo molto soddisfatti per l'approvazione di questa legge che intende riorganizzare il Sistema di istruzione e formazione tecnica superiore, anche in attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Grazie al lavoro parlamentare e agli emendamenti approvati, abbiamo difeso e consolidato la centralità del ruolo delle imprese confermando la loro presenza tra i soci fondatori delle fondazioni ITS; stabilendo che le imprese esprimano il presidente delle Fondazioni ITS; e infine disponendo che le imprese siano parte attiva nel consiglio d'Indirizzo della didattica”.

Lo dichiara Serse Soverini, deputato Pd, intervenendo alla Camera per annunciare il voto favorevole del Partito democratico.

“Inoltre – prosegue l'esponente dem - abbiamo garantito la qualità degli ITS con il monitoraggio degli indicatori di qualità. Il sistema premiante, infatti, prevede un finanziamento aggiuntivo del 30% da parte del Ministero Istruzione ed è indispensabile per favorire gli investimenti privati nelle fondazioni”.

“In relazione alla missione degli ITS, abbiamo fortemente voluto con l'art 11 della proposta di legge che ci fosse il Coordinamento nazionale, per dare finalmente al sistema ITS un carattere non solo regionale ma appunto anche nazionale. Gli ITS sono espressione di una strategia fondata sulla connessione delle politiche d'istruzione, formazione e lavoro con le politiche industriali. Il Coordinamento vedrà la partecipazione del ministero dell'Istruzione, del Lavoro, delle Politiche industriali, dell'Innovazione digitale e della transizione tecnologica, della Ricerca e dell'Università, delle regioni, delle associazioni datoriali e le parti sociali, dei rappresentanti degli ITS. Grazie al Coordinamento nazionale abbiamo reso il sistema ITS parte integrante dell'insieme delle politiche di crescita. La formazione terziaria è decisiva per l’aumento della competitività, in particolare delle PMI che raramente possono permettersi di formare competenze avanzate al loro interno”.

“Siamo infine d'accordo con i sindacati – conclude Soverini - sull'abolizione del finanziamento degli ITS attraverso i bandi annuali per sostituirlo con un finanziamento almeno triennale che garantisca stabilità e di pianificare con più certezza gli investimenti. Siamo anche d'accordo che il personale di struttura, non quello insegnante, vada assunto con contratti stabili a tempo indeterminato”.

21/06/2021 - 12:10

Diichiarazione on. Serse Soverini, deputato Pd

Le primarie di Bologna sono state primarie vere e aperte, come più volte indicato dal segretario Enrico Letta, che il Partito democratico bolognese ha deciso, con trasparenza e coraggio, di promuovere nel pieno rispetto della tradizione democratica che contraddistingue la nostra comunità del centro sinistra.
Le primarie si confermano strumento di partecipazione irrinunciabile per il nostro partito e occasione per lanciare in anticipo rispetto al centro destra l’agenda delle priorità che riguardano il governo delle città.
A Bologna si è assistito ad un dibattito ed un confronto tra i candidati vivo e ricco di proposte che  adesso devono diventare gli elementi distintivi della proposta di governo della città del  centro sinistra.

21/04/2021 - 17:18

“Nel condividere le preoccupazioni, più volte espresse dal ministro Orlando, che ci sia il rischio di una ripresa non accompagnata da un altrettanto consolidato recupero dell'occupazione, durante il question time abbiamo chiesto quali iniziative il ministro intenda adottare per rilanciare il lavoro dopo più di un anno di pandemia. Siamo d’accordo con la volontà espressa dal ministro di potenziare la revisione dell'assegno di ricollocazione e la promozione di patti territoriali per la formazione, questi ultimi molto importanti, per ricollocare i lavoratori nei distretti e nei settori più dinamici. Una strategia quest'ultima da concordare con gli assessori regionali. Abbiamo inoltre sottolineato l'importanza del potenziamento dei Centri per l'Impiego, dopo anni di disinteresse, i quali invece possono diventare dei veri e propri punti di riferimento territoriali per l'incontro tra domanda e offerta di lavoro. In quest'ottica sarebbe importante superare i ritardi con cui si sta procedendo all'assunzione degli 11.600 nuovi addetti dei Centri per l'impiego, stabilita da una legge del 2019”. Lo dichiara Serse Soverini, deputato del Partito democratico.

Nella replica affidata ad Antonio Viscomi, capogruppo Pd in commissione Lavoro della Camera, si è sottolineato l'apprezzamento per l’impegno profuso dal ministro Orlando per “costruire in tempo utile un modello di intervento sistemico in grado di affrontare i rischi per l'occupazione che potrebbero scatenarsi anche dopo la fine della pandemia e la ripresa produttiva. Basti pensare alla fine del blocco dei licenziamenti – ha proseguito Viscomi - anche in considerazione delle probabili ristrutturazioni aziendali. Serve dunque implementare un sistema integrato dei servizi per l'impiego, capace di coniugare l’urgenza di ricollocazione professionale dei lavoratori con l'esigenza di sostenere le imprese nel loro posizionamento competitivo, in virtù di un'azione convergente di attori pubblici e privati”.

09/04/2021 - 11:49

"Il mondo del commercio, in particolare il piccolo commercio, quello della ristorazione e del turismo, vivono una condizione di particolare criticità, di fronte alle conseguenze della emergenza sanitaria in atto.
Lunedì mattina parteciperemo nella nostra Città Metropolitana, Bologna, ad un incontro opportunamente promosso dal Sindaco Merola su questa situazione davvero drammatica, che riguarda la nostra realtà  in modo particolare, viste le caratteristiche del nostro sistema economico.
Siamo concentrati, nel nostro lavoro alla Camera, su due priorità.
Da subito, come ha detto il Segretario del PD Letta, serve una ulteriore misura di sostegno, parametrata anche sui costi fissi.
Subito dopo occorre lavorare a interventi più strutturali, a partire dall'utilizzo delle risorse del Recovery Plan.
Auspichiamo la massima attenzione del Governo e, nel pieno e leale sostegno alla sua azione, siamo impegnati ad assumere opportune iniziative parlamentari in merito".

Così Andrea De Maria, Gianluca Benamati e Serse Soverini, deputati PD.

31/03/2021 - 18:38

“La Presentazione del bilancio di esercizio e consolidato di Cdp, con gli importanti risultati in termine di risorse mobilitate e il numero considerevole di aziende coinvolte, danno atto dell’importante ruolo della Cassa nel sostegno del settore produttivo del Paese in questa fase critica conseguente alla epidemia. In questo ci attendiamo anche un notevole contributo dall’avvio delle attività collegate a “Patrimonio destinato””. Lo dichiarano in una nota i deputati del Pd, Gianluca Benamati, capogruppo Pd in commissione Attività produttive di Montecitorio e Serse Soverini componente della stessa commissione.

20/03/2021 - 12:39

Sedicenni che votano ed eleggibili alle amministrative.

Considero la proposta sul voto ai sedicenni del nostro segretario Enrico Letta un passo avanti importante in quell’ottica di rafforzamento delle potenzialità del contributo dei giovani allo sviluppo e alla coesione del nostro paese. Finalmente una visione positiva della cosiddetta “ condizione giovanile” che coincide esattamente con lo spirito che muove le nostre proposte sulla formazione professionalizzante, dare opportunità e protagonismo  ai ragazzi italiani non solo “ recuperarli”.  Oggi, la Federazione d’Imola, collegio nel quale sono stato eletto, ha aperto i lavori sull’Agorà del PD lanciata  da Enrico Letta e porterò la mia proposto sul voto ai sedicenni: se non riusciamo a livello nazionale, proponiamolo per le amministrative. Sedicenni che votano ed eleggibili nei consigli comunali.
Le nostre comunità hanno bisogno anche di loro.

Lo dichiara il deputato dem Serse Soverini

16/03/2021 - 18:16

“Come membri della commissione Attività produttive oggi pomeriggio abbiamo incontrato il Ministro dell'Università Cristina Messa e affrontato il delicato tema del rapporto tra impresa, formazione professionalizzante e Università. Durante la seduta è stata ribadita la necessità di creare un rapporto positivo tra Istituti Tecnici Superiori e Lauree professionalizzanti, basato sulla solida convinzione che l’inserimento di figure tecniche qualificate nelle nostre PMI possa essere la modalità giusta anche per collegare piccole imprese e Università sul tema dell’innovazione”.

Lo afferma Serse Soverini, deputato del Partito democratico.

“Inoltre - prosegue l'esponente dem - siamo convinti che la crescita del nostro sistema produttivo dipenda in buona parte dal livello di competenze di una nuova generazione di tecnici specialisti, in grado di aumentare la produttività del lavoro nelle imprese nelle quali saranno assunti. La domanda di questi tecnici da parte delle imprese è altissima e nel Recovery Plan abbiamo sostenuto l’inserimento di 1,5 miliardi di Euro per gli ITS, un finanziamento che deve servire a produrre un grande salto di qualità della formazione professionalizzante italiana. Come detto anche oggi dal nostro segretario Enrico Letta - conclude Soverini - non possiamo e non vogliamo fallire l’occasione Next Generation Ue”.

12/03/2021 - 12:30

"Sono molto contento che Enrico Letta abbia accettato di ricoprire l’incarico di segretario del Partito Democratico. Si tratta di una decisione molto importante per il futuro del partito e anche del paese. Adesso serve collaborazione da parte di tutti per ripartire. Gli auguro buon lavoro".

Lo dichiara il deputato dem Serse Soverini.

10/03/2021 - 15:45

Enrico Letta rappresenta una personalità politica di livello che può dare molto al Partito democratico e al Paese. Sarei molto contento di un suo rientro nella prima linea della politica italiana perché le sfide che l'Italia deve affrontare nei prossimi mesi e anni richiedono competenze, esperienza e visione, qualità che che Letta possiede appieno. Per quanto riguarda il Partito democratico sono convinto che Letta, nel ruolo di Segretario, abbia tutte le capacità necessarie per poter trovare quell’equilibrio tra ricchezza del dibattito interno e prontezza nelle risposte al Paese, indispensabile per tornare a far crescere il partito.

Lo afferma Serse Soverini, deputato del Pd.

17/02/2021 - 11:49

“Ringrazio il Presidente Draghi per l’enfasi data alla rilevanza della formazione professionalizzante degli istituti tecnici superiori (ITS) per l’occupazione e la crescita del sistema produttivo italiano, includendola tra i primi punti del suo intervento al Senato.
Come Partito Democratico siamo fortemente impegnati per la  riforma e il rafforzamento del sistema degli istituti tecnici superiori e stiamo presentando provvedimenti e riforme in tal senso”. Lo dichiara il deputato dem Serse Soverini.

“Abbiamo a disposizione nel Recovery Plan - prosegue il deputato dem - un miliardo e mezzo di euro da spendere in 5 anni. Un finanziamento senza precedenti che ci permetterà un ambizioso piano di sviluppo di un canale formativo che in Italia vede solo 16.000 studenti iscritti contro gli oltre 900.000 della Germania.
Il nostro obiettivo è quello di creare una nuova generazione di tecnici altamente specializzati nei settori strategici della crescita, come quello della digitalizzazione delle imprese e le produzioni green. Ma anche nuovi tecnici per l’edilizia green che stiamo rilanciando con il bonus 110 % e il turismo”.

“L’obiettivo principale del Partito Democratico - conclude Soverini - è quello di puntare sulle persona, sulle persona adeguatamente formata come motore della crescita della produttività delle imprese italiane. Abbiamo l’opportunità di offrire ai nostri giovani una strada verso la competenza e il lavoro qualificato, in tal senso, come sempre, il nostro impegno sarà incondizionato”.

06/02/2021 - 17:57

“La sfida contro la pandemia covid ha dato forza all’alleanza tra Pd, Movimento 5 stelle e Leu, decisiva per gli sviluppi politici dei prossimi anni. Il mantenimento di questa alleanza è fondamentale ma si accetti di misurarla e farla crescere affrontando la sfida del governo Draghi e delle riforme (ad esempi su giustizia, lavoro, PA, fisco) decisive per il successo del Recovery e del nostro Paese. Questa rappresenta anche un’occasione per darsi tutti insieme una vera anima europeista”.

Lo dichiara Serse Soverini, deputato del Partito democratico.

“Il Recovery fund - prosegue l’esponente dem - scaverà un solco nella storia dell’Italia  e l’alleanza deve essere protagonista nel governo e nel Paese di una trasformazione sociale, economica e culturale attesa da decenni. Si tenga conto della posta in gioco e si superino, per il momento, steccati politici”.

25/01/2021 - 12:29

Non sono affatto meravigliato dalla esemplare capacità degli italiani di affrontare il lungo e intermittente lookdown dovuto al Covid.
Quando la posta in gioco è alta gli italiani sanno rispondere e smentire la loro fama di popolo insubordinato.
Ci sono dei precedenti nella storia italiana e per citarne uno in sintonia con i nostri giorni penso alla tassa sull’Europa.
Se il nostro governo di centro sinistra guidato da Conte ha fatto bene sul contenimento del COVID ora, si ricostruisca una maggioranza, che sia all’altezza del rilancio del paese e renda epocale, per l’Italia, la sfida del Recovery.
Non siamo di fronte ad un piano di spesa ordinario ma ad un passaggio storico per il nostro paese che richiede riforme all’altezza della sfida.
Serve un governo in grado di assumersi chiaramente questo impegno di fronte ai cittadini e serve un Parlamento protagonista nelle proposte di riforma.
Lo si deve a tutti coloro che hanno sofferto, impoverendosi, in maniera disciplinata in questo lungo anno e lo si deve ai giovani,  ai quali lasciamo l’onere di pagare il debito.
Di fronte ad una proposta alta gli italiani risponderanno ancora una volta.

Lo ha dichiarato il deputato dem, Serse Soverini.

Pagine