16/09/2020 - 16:05

“La Presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen ha tenuto oggi di fronte al Parlamento Europeo un discorso di alto livello. Ha parlato della difesa dello Stato di diritto in tutti i paesi, del superamento della Convenzione di Dublino, del salario minimo, dell'ambiente, dei diritti delle persone LGBT, di combattere il razzismo e l’incitamento all'odio fondato sul genere e sull'orientamento sessuale. Un discorso nel quale mi riconosco pienamente nonostante io abbia una collocazione politica diversa dalla sua. Un deputato tedesco di estrema destra l'ha interrotta e lei lo ha zittito dicendo ‘voi seminate odio’. Mi domando come sia possibile invece che in Italia il partito che come quello della Presidente Von der Leyen è affiliato ai popolari europei, e cioè Forza Italia, con l’estrema destra ci vada a braccetto e ci faccia alleanze come in  queste elezioni regionali? I moderati in Europa combattono e isolano l’estrema destra. In Italia si autodefiniscono moderati quelli che ci si alleano. Non c’è qualcosa che non va?”.

Lo dichiara l'ex presidente della Camera e deputata dem Laura Boldrini.

16/09/2020 - 14:04

Dichiarazione on. Laura Boldrini, deputata Pd

“ Questa notte due esplosioni, la cui origine non risulta ancora chiara, hanno generato un vasto incendio nel porto di Ancona. Ho parlato al telefono con il Direttore Generale di Arpa Marche, Giancarlo Marchetti che mi ha descritto una situazione in via di miglioramento, nonostante i danni ingenti che l’incendio ha provocato,  grazie all’intervento dei soccorritori e delle autorità. Secondo i campionamenti effettuati finora ci sarebbe emissione di sostanze inquinanti,  ma per fortuna non tossiche. Esprimo tutta la mia vicinanza e solidarietà alla città di Ancona e a quanti, fin dai primi istanti dopo l’incidente stanno operando - in particolare i vigili del fuoco - perché la situazione torni quanto prima alla normalità”.

15/09/2020 - 17:31

“Il Pd ha presentato oggi un'interrogazione per chiedere al governo di adoperarsi per ottenere spiegazioni dalle autorità cinesi attorno alla lista di oltre 4.000 italiani, tra i quali compare anche il mio nome, i cui dati personali sarebbero stati raccolti dalla società Zhenhua Data. Si tratta di esponenti politici, imprenditori, personaggi pubblici e perfino persone legate ad organizzazioni criminali. Quanto sta emergendo su questa vicenda desta preoccupazione sia sotto il profilo della tutela dei dati personali, sia su quello dell’interferenza indebita nella vita del nostro Paese. Ci vuole, e presto, la massima chiarezza”.

Lo dichiara l'ex presidente della Camera e deputata dem Laura Boldrini

 

11/09/2020 - 18:58

"Bene che il Presidente Conte partecipi ai funerali di Willy Monteiro sulla scia della forte emozione che ha percorso il Paese. Mi stringo ai familiari di Willy, e mi unisco al dolore e all’indignazione di chi ha conosciuto questo ragazzo generoso ucciso dall’odio del branco".

Lo scrive su Twitter Laura Boldrini,  ex presidente della Camera e deputata dem.
 

09/09/2020 - 11:28

“Sono molto soddisfatta che 42 deputate e deputati abbiano voluto sottoscrivere l’interpellanza urgente da me presentata al Ministro dell’Università sulle offese sessiste che il professor Marco Gervasoni, docente dell’Università del Molise, ha rivolto alla vicepresidente della Regione Emilia Romagna Elly Schlein”. Lo ha detto la deputata del Pd, Laura Boldrini.
“Domani illustrerò nell’aula di Montecitorio al Ministro dell’Università le ragioni per le quali non ritengo accettabile che colui che dovrebbe essere tra gli “educatori” dei giovani si faccia promotore di espressioni offensive e denigratorie nei confronti di una donna. L’insegnamento universitario si ispira ai valori democratici della nostra Costituzione. Nessun atteggiamento discriminatorio e misogino deve essere tollerato nei nostri atenei”, conclude l’ex presidente della Camera.

07/09/2020 - 12:50

“La mia piena solidarietà a Elly Schlein, donna libera e competente.

Com’è possibile che in un’università pubblica si metta in cattedra un personaggio omofobo e sessista come Marco Gervasoni, che non sa esprimersi senza insultare?”. Lo scrive su Facebook la deputata dem Laura Boldrini rispondendo al commento misogino e sessista su Twitter del docente di storia contemporanea all’Università degli studi del Molise, contro la vicepresidente dell'Emilia Romagna in copertina sull’Espresso.

01/09/2020 - 17:55

Ci siamo trovate di fronte una donna determinata e consapevole della grande sfida che si trova ad affrontare. Una donna che ha a cuore il futuro del suo popolo e che farà di tutto per dare voce e seguito alla richiesta di libertà e democrazia espressa nelle elezioni presidenziali del 9 agosto scorso in Bielorussia." Lo dichiarano Laura Boldrini e Lia Quartapelle al termine dell'incontro di circa due ore con Svetlana Tikahnovskaja, leader dell'opposizione bielorussa, che si è appena concluso a Vilnius, nella sede dell'ambasciata d'Italia.

"Le abbiamo espresso la nostra solidarietà, il sostegno e anche la nostra ammirazione per la determinazione sua e della società civile bielorussa a continuare la protesta pacifica scaturita dai brogli elettorali e dai metodi violenti usati dal regime", hanno sottolineato le due deputate dem. Nel corso dell'incontro si è discusso del quadro geopolitico in cui si stanno svolgendo le proteste, e entrambe le parti hanno concordato che i cittadini e le cittadine della Bielorussia devono poter scegliere in libere elezioni il destino del loro paese senza interferenze esterne di nessuno tipo.

"Ci impegneremo a tenere alta in Italia l’attenzione sulla Bielorussia sia a livello istituzionale che della società civile italiana, a partire da quello che ha ribadito Svetlana Tikahnovskaja: la liberazione dei prigionieri politici, la condanna per le violenze e intimidazioni della autorità e della polizia, la preoccupazione per la libertà di stampa. L'Italia e l'Europa si impegnino a rilanciare il dialogo tra regime e cittadini, anche grazie alla mediazione Osce, al fine di trovare al più presto una soluzione condivisa che porti il paese a nuove elezioni libere e eque". La visita proseguirà con altri incontri, tra cui quello con il ministro degli Esteri Linas Linkevicius, con il vice presidente del parlamento, Gediminas Kirkilas e con il vice presidente della commissione Esteri Egidijus Vareikis.

01/09/2020 - 12:06

Le deputate del Partito democratico Laura Boldrini e Lia Quartapelle sono in viaggio per Vilnius dove oggi incontreranno Svetlana Tikhanovskaya, la candidata dell’opposizione bielorussa che ha sfidato Aleksandr Lukashenko alle recenti elezioni presidenziali.

«Costretta a rifugiarsi in Lituania perché non più al sicuro nel proprio paese, Tikhanovskaya e altre donne coraggiose guidano la protesta pacifica di un popolo vessato dalla violenza e dalla repressione messe in atto dal regime per tacitare chi denuncia i brogli elettorali», ha scritto Boldrini in un post su Facebook. Mentre Lia Quartapelle ha commentato su Twitter che incontreranno Tikhanovskaya «per ascoltare le idee dell’opposizione bielorussa e portare la solidarietà e vicinanza del Pd e dell’Italia a chi è impegnata per la libertà e la democrazia del proprio paese». L’ex presidente della Camera ha poi concluso su Facebook: «A Svetlana Tikhanovskaya deve arrivare forte il nostro sostegno e la nostra solidarietà di donne e di parlamentari. Perché chi rischia la vita per la libertà non può essere lasciato solo.

28/08/2020 - 12:22

È giunta da poco conferma delle avvenute dimissioni dalla presidenza di COTRAB di Giulio Ferrara, condannato in via definitiva per violenza sessuale ai danni di una dipendente del Consorzio. Dimissioni giunte dopo una significativa mobilitazione nazionale, che ha visto uniti parlamentari, associazioni, centri antiviolenza, sindacati e società civile, e che ha avuto anche il sostegno della ministra Paola De Micheli. Ringrazio le tante deputate dell’Intergruppo della Camera per le Donne, i Diritti e le Pari opportunità, che hanno firmato la mia interrogazione parlamentare su questo caso depositata ieri mattina.
Non posso che manifestare apprezzamento per la conclusione di questa vicenda. Ora l’auspicio è che la donna vittima di violenza possa ritrovare la necessaria serenità per continuare a lavorare nel consorzio, senza la paura e la sofferenza che avrebbe comportato il doversi ritrovare tutti i giorni al cospetto dell’uomo che l’ha abusata. Le invio un abbraccio e spero che oggi si senta meno sola. È ora di dire basta a un sistema che passa sopra la dignità delle donne. Non può rivestire incarichi pubblici e di rilievo chi è stato condannato per violenza sessuale”. Lo dichiara Laura Boldrini deputata del Pd.

12/08/2020 - 15:08

“Sant'Anna di Stazzema, 12 agosto 1944. Con l’aiuto dei fascisti del posto, i nazisti massacrano 560 civili, di cui 130 bambini. Orrore causato da ideologia nazifascista e volontà di sopraffazione. Abbiamo il dovere di coltivare la memoria per proteggere la democrazia”.

Così l’ex presidente della Camera e deputata del Pd, Laura Boldrini, in un commento su Twitter.

11/08/2020 - 17:36

“La stretta sui diritti civili in Polonia contro la comunità LGBTQI+ e l’annunciata uscita della stessa Polonia dalla Convenzione di Istanbul, che tutela le donne dalla violenza maschile, devono preoccupare tutte e tutti: le istituzioni e i cittadini europei.

Non rimaniamo indifferenti allo sforzo e al coraggio delle tante persone che si stanno opponendo a questa deriva. E diciamo no ai metodi violenti usati contro chi protesta pacificamente”.

Lo scrive in un post su Facebook l’ex presidente della Camera e deputata Pd Laura Boldrini.

08/08/2020 - 12:38

“Ora in Italia l’IVG con Ru486 si può fare senza ricovero, come in altri paesi UE. Per questo importante risultato grazie al ministro Speranza dalle deputate dell’Intergruppo per le donne, che l’aveva richiesto. La governatrice dell’Umbria adesso corregga subito i suoi errori”.

Così su twitter l'ex presidente della Camera e deputata Pd, Laura Boldrini.

04/08/2020 - 17:27

“Due persone con incarichi istituzionali – il responsabile della protezione civile di Grado e un consigliere regionale della Lega del Friuli Venezia Giulia – hanno usato parole che incitano all'odio e alla violenza contro i migranti. Il primo invocando «gli squadroni della morte», il secondo dicendo che lui ai migranti sparerebbe volentieri. Sono parole deplorevoli, incendiarie e criminogene sulle quali le autorità preposte devono intervenire. Basta odio, basta violenza”.

Così l'ex presidente della Camera e deputata dem, Laura Boldrini.

04/08/2020 - 16:14

“Il decreto che introduce la doppia preferenza di genere nella legge elettorale pugliese che non la prevede è un atto doveroso e coraggioso da parte del governo perché corrisponde al principio costituzionale della garanzia di pari opportunità tra donne e uomini nell'accesso agli incarichi pubblici”.

Lo ha affermato la deputata Pd Laura Boldrini intervenendo in Aula questa mattina. “L’intergruppo della Camera per le donne, i diritti e le pari opportunità aveva sollecitato l'esecutivo ad assumere un’iniziativa urgente in questa direzione e ringrazio il governo per averlo fatto”, ha sottolineato Boldrini.

“Abbiamo presentato proprio oggi una proposta di legge perché vengano dichiarate inammissibili le liste che non rispettano il tetto massimo del 60 per cento di candidati dello stesso sesso. E faccio un appello alle elettrici e agli elettori pugliesi: non votare per liste composte tutte al maschile. Ma bisogna andare oltre, e iniziare a proporre la perfetta parità nella composizione delle liste: 50 per cento di uomini e 50 per cento di donne. Facciamo questo salto una volta per tutte! Più peso alle donne nelle istituzioni, nell'economia e nella società è non solo un diritto inalienabile ma è anche un vantaggio per tutto il Paese”, ha concluso l'ex presidente della Camera.

03/08/2020 - 18:08

“Il senso di questo testo si può esprimere con parole chiare e comprensibili a tutti: ognuno deve essere libero di amare chi desidera, senza per questo cadere vittima di odio e discriminazioni”, ha affermato la deputata PD Laura Boldrini nel corso del suo intervento in discussione generale alla Camera sulla proposta di legge Zan contro omolesbobitransfobia e misoginia, “perché nessuno deve essere fatto oggetto di violenza per le proprie libere scelte nella dimensione sessuale e affettiva”.

L'ex Presidente della Camera ha poi sottolineato che in questa proposta di legge c’è una novità rispetto a quelle degli anni passati: punta a combattere anche la misoginia, “perché sappiamo bene che le donne sono tra le più colpite dai crimini d'odio. L'odio verso le donne è frutto dello stesso clima culturale che alimenta la violenza verso le persone LGBT+, un clima che affonda le proprie radici nella matrice patriarcale della nostra cultura e della nostra società e che colpisce chiunque si allontani da quel modello. Questa non è una legge che tutela minoranze: questa è una legge che vuole introdurre nell’ordinamento pari dignità, protezione e sicurezza, perché la sicurezza non è quella che qualcuno invoca a ridosso delle campagne elettorali, dopo avere egli stesso seminato paura. Sicurezza è anche non doversi nascondere, non dover rinunciare, per colpa dei violenti, a vivere serenamente la propria identità. Ora abbiamo un’occasione importante, – ha concluso Boldrini, – che è innanzitutto quella di assicurare protezione e pari dignità a tante persone, ma anche quella di dare un altro seguito al principio di uguaglianza previsto all'articolo 3 della nostra Costituzione e di collocare l'Italia tra i Paesi più avanzati d'Europa e del mondo in materia di diritti, di libertà e di progresso civile. Questa occasione, stavolta, non dobbiamo assolutamente perderla”.

Pagine