Carceri: Verini, da governo colpo a norme civiltà

  • 02/08/2018

“Con la decisione di affossare il cuore della riforma dell’ordinamento penitenziario, il ministro Bonafede e il governo danno un colpo non solo a norme di civiltà che puntavano a garantire certezza della pena e alla rieducazione per evitare che chi sconta la pena torni a delinquere. Ma mortificano anche e vanificano il lavoro di anni compiuto da associazioni di volontariato, docenti, esperti, mondo dell’avvocatura e della magistratura, prima culminato negli Stati generali dell’esecuzione penale e poi tradotto nei principi della riforma”.

Tags: 

Carceri: Migliore, governo gialloverde mostra cinismo e incompetenza

  • 02/08/2018

Mancato esercizio delle deleghe è pugnalata alle spalle dei diritti e della ragione

“La decisione di non esercitare la delega sulla riforma del sistema penitenziario è una pugnalata alle spalle dei diritti e della ragione”. 

- lo dichiara Gennaro Migliore, capogruppo del Partito Democratico in Commissione Affari Costituzionali alla Camera e già sottosegretario alla Giustizia- 

Tags: 

Riforma penitenziaria: Delrio a Fico, i decreti in Commissione Speciale

  • 17/04/2018

“Avevamo già chiesto l’assegnazione dei due decreti sull’ordinamento penitenziario alla Commissione Speciale convinti dell’importanza e dell’urgenza dei provvedimenti, come evidenziato anche da tutti gli operatori e le istituzioni interessate e per questo non avevamo condiviso che l’esame venisse rinviato alla Commissione Giustizia, ancora  da istituire.

Carceri: Verini, grave e sbagliato ritardare la riforma

  • 10/04/2018

"Consideriamo sbagliata, oltre che grave, la scelta della maggioranza della Conferenza dei capigruppo della Camera di sottrarre all'esame della Commissione Speciale i provvedimenti sulle carceri. In particolare, quello che riguarda l'ordinamento penitenziario, che ha conosciuto un iter partecipato e ricco di approfondimenti, con l'espressione dei pareri delle Commissioni.

Carcere: Bazoli, Garantite sicurezza cittadini e certezza pena

  • 16/03/2018

“La riforma dell’ordinamento penitenziario è una buona notizia perché, al contrario di quanto urlano i detrattori, garantirà meglio sia la sicurezza dei cittadini, sia la certezza della pena. Stupefacente che la destra dica che si calpestano i diritti delle vittime. È bene ricordare al riguardo che il governo uscente ha dato attuazione alla direttiva europea che riconosce diritti e indennità alle vittime dei reati violenti, su cui i governi di centrodestra avevano colpevolmente tergiversato. E che con l’ultima finanziaria il fondo destinato alle vittime è stato dotato di risorse.

Carceri: Verini, riforma di civiltà

  • 16/03/2018

Pene certe, ma investire in umanità vuol dire più sicurezza per tutti

“Solo chi non ha cuore la sicurezza dei cittadini, ma vuole strumentalizzare questo tema, può sparare cinicamente contro la riforma dell’ordinamento penitenziario approvata oggi dal Consiglio dei Ministri su delega del Parlamento".  Così Walter Verini, Capogruppo Pd in Commissione Giustizia della Camera.

Carceri: Verini, Salvini vuole insicurezza e paura, vergognoso si opponga alla riforma

  • 07/02/2018

“Salvini, in buona sostanza, vuole che chi ha scontato una pena esca dal carcere come è entrato. Pronto a compiere nuovi reati. È vergognoso opporsi a una riforma in base alla quale, invece, dopo una giusta pena, chi esce sia recuperato e non torni a delinquere. Salvini non vuole la sicurezza, ma l'insicurezza e la paura. Per soffiare sul fuoco, speculare, vuole trasformare l'Italia da Paese civile a luogo di rancori e paure".

Carceri: Di Salvo, governo tuteli i minori

  • 20/09/2017

“Il governo intervenga per escludere che nei confronti di genitori di bambini di età non superiore ai 6 anni possa essere disposta o mantenuta la custodia cautelare in carcere, perché è necessario tutelare i minori, qualunque sia la colpa delle madri”.

- È quanto chiede Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico, in una interrogazione al ministro della Giustizia – .

Pagine