Suppletive Roma: Prestipino a Meloni, governo ha eliminato tasse della destra

  • 21/02/2020

“Giorgia Meloni in tema di fisco dovrebbe fare qualche ripasso e non esagerare con le sparate elettorali, se non vuole finire dietro la lavagna. Il governo ha infatti ridotto proprio quelle tasse che gli italiani avrebbero dovuto pagare per colpa della destra. Stop all’aumento dell’Iva, riduzione delle tasse per i lavoratori, via il superticket per la sanità, sono interventi che la leader di FdI non riesce a ricordare.

Suppletive Roma: Prestipino, con Gualtieri meno tasse, Meloni & co. fuori dalla realtà

  • 03/02/2020

“I tentativi di Meloni, Leo e compagnia bella di cimentarsi con il tema delle tasse ha del grottesco. Gualtieri ha evitato l’aumento di 23 miliardi di Iva e avviato una consistente riduzione delle tasse sul lavoro permettendo concreti aumenti in busta paga per 16 milioni di lavoratori. Tutto ciò, fra l’altro, per rimediare a una situazione disastrosa lasciata proprio dal centrodestra”. Lo dichiara la deputata democratica Patrizia Prestipino.

Fisco: Borghi a Salvini, con nuovo governo buste paga pesanti

  • 24/01/2020

“Da chi è scappato a Ferragosto dalle sue responsabilità di governo per paura di affrontare la Legge di Bilancio non accettiamo lezioni. Soprattutto se si tratta anche delle consuete fake news alle quali ci ha abituato. Salvini deve sapere che con il nuovo governo i lavoratori italiani, pubblici e privati, avranno buste paga più pesanti. Saranno in oltre 12 milioni, unendo chi già accede a bonus e i nuovi ingressi, ad avere 100 euro in più al mese.

Fisco: Fiano, da noi vero riformismo, Salvini fuori dalla realtà

  • 24/01/2020

“Il vero riformismo si vede nelle azioni concrete: abbassiamo le tasse sul lavoro e i lavoratori avranno più soldi in busta paga in modo permanente. Non si tratta di una tantum né di interventi di breve durata. Una riforma strutturale in favore delle fasce che in questi anni hanno più sofferto la crisi e che dà al Paese maggiore coesione sociale. Per Salvini, che dimostra anche di non saper far di conto, 500 euro l’anno sembrano pochi (forse perché ormai vive in un mondo tutto suo staccato dalla realtà). Ma per molti italiani significano molto.

Manovra: Fiano, Gualtieri ha chiarito: meno tasse, più welfare

  • 12/11/2019

“Dal calo della pressione fiscale di almeno 7 miliardi per il prossimo anno (con buona pace di Matteo Salvini & Co. che continuano a blaterare di fantomatici aumenti), alla buona notizia per molte famiglie italiane sulla gratuità degli asili nido già da gennaio. Dal fatto di aver messo in ordine i conti bloccando l’aumento dell’Iva che sarebbe costato più di 500 euro a famiglia, a molti altri temi come, solo per fare degli esempi, all’attenzione al welfare e alla lotta all’evasione fiscale.

Dl sisma, Pezzopane: taglio tasse voluto da governo. A Marsilio non piaceva, comportamento strumentale

  • 23/10/2019

“Il decreto terremoto è l’inizio di una svolta, un grande passo in avanti e una grande vittoria di questo governo, perché inserisce norme su questioni inascoltate dal precedente governo, primo fra tutte l’abbattimento delle tasse: per sei volte avevo presentato la proposta e per sei volte era stata purtroppo bocciata dal governo gialloverde.

Terremoto: Pezzopane, a lavoro per decreto complessivo. Confido in Conte

  • 16/10/2019

“Con la pubblicazione in Gazzetta del Decreto Clima e in particolare del suo articolo 8 diventa esecutivo il rinvio delle tasse sospese per le popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto del 2016. Si è così evitata la mannaia che sarebbe scattata proprio ieri, 15 ottobre. Ma l’emergenza per trovare una soluzione anche per le altre tante questioni ancora aperte resta ancora da affrontare e il governo Conte se ne deve fare carico.

Sisma: Pezzopane, bene proroga tasse sospese 2016, ora decreto terremoti

  • 11/10/2019

“Il governo ha recepito la nostra proposta di inserire nel primo provvedimento utile almeno la proroga delle tasse sospese per le popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto del 2016. Si tratta di un primo provvedimento tampone, contenuto nel decreto Clima approvato dal Consiglio dei ministri, che permette di affrontare l’emergenza dell’imminente scadenza prevista per il prossimo 15 ottobre.

Tags: 

Pagine