13/06/2024 - 10:58

Ripristinare correttezza nel dibattito democratico

“Noi non possiamo lasciare agli atti una ricostruzione falsa, non corretta, non trasparente e non veritiera di quanto è accaduto ieri in quest’aula. Lo dobbiamo a questo Parlamento, al valore sacro che deve avere il Parlamento e al lavoro che noi facciamo qui dentro. Noi stiamo con dignità ed onore difendendo con questa battaglia nel merito l’unità nazionale e la Costituzione italiana ed è difendere la Costituzione italiana pretendere che il dibattito possa svolgersi in modo regolare. Quello che è accaduto ieri non è un disordine; è un’aggressione squadrista preordinata che non può trovare fondamento e non può essere accettata all’interno di questo Parlamento. Noi stiamo facendo valere la forza delle parole e argomentazioni; voi fate valere la forza di pugni e calci è inaccettabile e noi mostriamo i simboli fondamentali del tricolore rispetto a quelli della 10ª Mas. Ripristiniamo l’ordine e ripristiniamo la correttezza nel dibattito democratico in questo Parlamento”. Lo ha detto Piero de Luca della presidenza del gruppo pd alla camera intervenendo in aula sul processo verbale.

13/06/2024 - 10:43

“Ieri i fatti sono iniziati con una terribile simbologia del deputato Furgiuele che ha esposto i simboli della 10ª Mas e tutti sappiamo che cosa è stata la 10ª Mas in questo paese, un reparto che si è schierato con la Repubblica di Salò e che poi hai ispirato un golpe nel 1970 ad opera del colonnello Junio Valerio Borghese; e poi dopo questo ha acceso la miccia di una aggressione in cui il deputato Donno è stato colpito fisicamente e chi lo ha fatto, lo ha fatto ledendo il principio 54 della Costituzione che obbliga i parlamentari ad operare con onore e disciplina. Quindi noi chiediamo che quel processo verbale parli di aggressione e non di disordini”. Lo ha detto il deputato del Pd, Roberto Morassut, intervenendo in Aula sul processo verbale.

13/06/2024 - 09:52

Il responsabile d’aula del partito democratico, il deputato Federico Fornaro, ha contestato in aula la ricostruzione di quanto accaduto ieri alla Camera così come riportato nel processo verbale letto all’inizio di seduta e nel resoconto della Camera. “Ieri - ha detto Fornaro - non ci sono stati ‘disordini in aula’ (così come riportato nel processo verbale) ma una chiara aggressione politica”.

13/06/2024 - 08:22

“La misura è colma, i pugni in aula sono inaccettabili,  la maggioranza di destra ha oltrepassato la linea rossa” a dirlo è l’ex Presidente della Camera, Laura Boldrini, che sottolinea: “Negli anni in cui ho avuto l’onore di presiedere la Camera - sottolinea Boldrini - non sono di certo mancate occupazioni dell’Aula, proteste e scontri anche accesi delle opposizioni. Quanto accaduto oggi però va oltre, prendere a pugni un collega in Aula è gravissimo, a 100 anni dalla morte di Matteotti assistiamo nuovamente a atteggiamenti intimidatori e violenti da parte di alcuni esponenti della destra che hanno colpito fisicamente un deputato dell’opposizione. Una grande preoccupazione ”.

12/06/2024 - 20:27

Prima un “stai zitta” rivolto alla capogruppo del PD poi negato perché rivolto alla vicina di banco, poi il gesto della XMas di un deputato della Lega che lo giustifica con X-Factor, poi il gesto dell’ombrello dai banchi della Lega verso il tricolore consegnato e rifiutato dal ministro, poi l’aggressione di un deputato ancora della Lega verso un altro deputato dell’opposizione, forse anche di un deputato di FDI, e la giustificazione dell’aggressione con l’accusa di simulazione da parte della vittima come in un campo di calcio con la Var. Se non fosse gravissimo quello che è successo oggi alla Camera, siamo alle prese con una maggioranza incapace di trattenere le proprie pulsioni squadriste e secessioniste che si giustifica come una banda di bambini presi con le dita nella marmellata.
Questo è il biglietto da visita del Governo italiano per il G7, una maggioranza squadrista e secessionista che si racconta di avere titolo a guidare il mondo civile. Non cosi! Lo dichiara il deputato PD Silvio Lai

 

12/06/2024 - 20:27

"Un deputato della Lega mima il simbolo della X Mas in Aula e torna la violenza squadrista nel Parlamento. Le opposizioni sventolano il tricolore in Aula. 12 giugno 2024 e non 1924. Mobilitiamoci ovunque per difendere l'Unità d'Italia”.

Così Nicola Zingaretti, deputato e neo parlamentare europeo.

12/06/2024 - 20:25

"Alla vigilia del G7 in Italia la destra mostra al mondo il suo vero volto: i deputati di Giorgia Meloni, da veri patrioti, replicano in Parlamento le squadracce fasciste facendo fare al paese una figura ignobile e vergognosa a livello planetario e scrivendo una delle pagine peggiori della storia politica ed istituzionale della nazione".

Lo dichiara il deputato Pd e segretario Dem della Toscana, Emiliano Fossi.

12/06/2024 - 20:25

“Sono sbalordito, mai visto niente di simile neanche nei contesti diciamo iperagonistici che ho frequantato in tanti anni di sport. È stata superata ogni linea di confine e credo che questo sia un punto di non ritorno. Una aggressione, con un’intenzione così violenta, se fosse avvenuta sul marciapiede davanti a Montecitorio avrebbe condotto il protagonista a passare almeno qualche ora in una caserma dei Carabineri. Al di là dei provvedimenti che verranno attuati, qualche parlamentare della Repubblica stasera dovrebbe, con un refolo di dignità residua, lasciare il suo incarico” così il deputato democratico, Mauro Berruto.

12/06/2024 - 20:21

“Vergognosa aggressione squadrista della destra alla Camera. Non potendo far valere la forza di argomenti e idee rispetto ad una riforma secessionista che distruggerà l'unità nazionale, decidono di utilizzare la forza dei pugni e dei calci. Inaccettabile. Non ci fermeremo” così il deputato democratico, Piero De Luca.

12/06/2024 - 20:15

“Per darvi l'idea del clima che stiamo vivendo, poco fa alla Camera un deputato della Lega ha fatto ripetutamente il segno della X Mas mentre noi dell'opposizione abbiamo alzato la bandiera tricolore.
Altri, tra cui ben evidente Iezzi della Lega, hanno tirato cazzotti in faccia a un deputato del Movimento Cinque Stelle perché aveva portato una bandiera a Calderoli.
Alla Camera dei Deputati. Dentro le istituzioni. E ora pensate cosa possono fare fuori. Sono squadristi”. Così il deputato democratico, componente della segreteria nazionale del Pd, Marco Furfaro.

12/06/2024 - 20:04

“Il gesto della X MAS insieme alle aggressioni fisiche da parte della destra in aula sono segno di uno squadrismo che ritorna da parte della maggioranza. Loro spaccano il paese con l’autonomia differenziata noi  alziamo le bandiere tricolori  segno dell’unità d’Italia” Così su X il deputato democratico, Stefano Graziano.

12/06/2024 - 20:03

Lo dico da chi è stato Sindaco di Marzabotto. Vedere un deputato picchiato nell'aula della Camera indigna e preoccupa. Ora i gruppi parlamentari di maggioranza dicano parole chiare. Nella casa della democrazia deve essere garantita l'agibilità democratica.

Lo ha scritto su X Andrea De Maria, deputato Pd

12/06/2024 - 19:40

“Volete sostituire le targhe che qui ricordano i plebisciti dell’Unità nazionale, il referendum per la Repubblica e l’approvazione della Costituzione con i simboli di venti staterelli. Ma noi ve lo impediremo per il bene del Mezzogiorno, del Nord e dell’Italia intera”. Così, durante la discussione sull’Autonomia differenziata, il deputato del Partito Democratico, Roberto Morassut.

12/06/2024 - 18:00

Nuovo botta e risposta alla camera tra il Pd e il governo sull’autonomia differenziata. La capogruppo democratica, Chiara Braga, ha approfittato della presenza in aula del vicepremier Antonio Tajani per stigmatizzare le sue parole a conclusione dei lavori della segreteria di Forza Italia, dove Tajani ha annunciato che “Forza Italia sta lavorando ad avere il maggior numero di voti agli ordini del giorno per impedire che la riforma dell'autonomia differenziata non sostenga anche il Sud”. “Ministro Tajani le chiediamo coerenza - ha detto Braga - lei sa perfettamente che non si possono garantire i Lep con degli ordini del giorno, servono modifiche legislative perchè questo provvedimento, per come è scritto, penalizza il Mezzogiorno.

Fermatevi, convochiamo una capogruppo e ripensiamo il calendario in modo da riaprire una discussione su questo punto. Non possiamo ritardare questo momento questa discussione, perché è in questa fase, su questi emendamenti che si sta definendo esattamente il cuore della questione, cioè il finanziamento dei Lep”.

12/06/2024 - 14:39

Non vogliamo che i Lep vengano finanziati come la nave di controllo al G7

“Mentre stiamo cercando di far ragionare la maggioranza che sull'autonomia differenziata mancano le risorse, come Pd non vorremo che il calcolo del finanziamento dei Lep venisse fatto nello stesso modo con cui, pare, che siano stati dati, pare, 6 milioni per noleggiare una nave dove sono stati stipati 2500 agenti della Polizia per il controllo del G7 a Brindisi. Proprio ora la Squadra Mobile sta procedendo al sequestro della nave per alloggi sporchi e danneggiati, servizi igienici inutilizzati o fatiscenti e cabine allagate”. Lo dichiara la deputata dem, Debora Serracchiani intervenendo in Aula di Montecitorio durante lo svolgimento del dibattito sull'Autonomia differenziata.

“Vorremo che il governo si scusasse per quello che sta accadendo ai quei poliziotti che stanno facendo il loro dovere e che non meritano di essere trattati in questo modo. È una vergogna!”, ha concluso Serracchiani.

Pagine