Imprese, Benamati: governo faccia azioni concrete e difenda impresa italiana

  • 11/09/2018

"Le azioni che sono state poste in essere fino ad oggi dall'attuale governo in materia di politiche industriali ci lasciano perplessi. La situazione dell'Ilva, fortunatamente risolta, che ha avuto un decorso cosi complesso. Il tema di altre crisi industriali, non ultima quella della Bredamenarini; il tema delle infrastrutture, ancora incerto, il cosiddetto decreto dignità.

Lavoro, Gribaudo: da Di Maio zero risposte, Parlamento piegato a propaganda

  • 10/09/2018

 “Il ministro Di Maio si è inventato di dover concludere una precedente audizione per venire in Parlamento a far passerella su Ilva e poi parlare del niente. Ha addirittura preso in giro i tarantini arrabbiati con il M5s, promettendo alla città un’Università, una sovrintendenza, soldi a pioggia. Mentre non si capisce cosa vuol fare sui centri per l’impiego, come finanzierà la pensione di cittadinanza, quali soluzioni sono in campo per i tavoli di crisi al Mise.

Ilva: Moretto, a quale versione di Di Maio dobbiamo credere?

  • 06/09/2018

“Su Ilva siamo alle barzellette. Il vicepremier Di Maio che parlava di delitto perfetto e di presunta illegittimità sull’aggiudicazione della gara, ora annuncia che non ci sono elementi per revocare. Anzi, parla del miglior accordo possibile raggiunto. Ma quindi, quand'è che parlava sul serio Di Maio? Quando affermava che la gara andava revocata, oppure oggi che si congratula per l’accordo raggiunto? A questo punto lo aspettiamo in commissione per capire che versione ci darà”. Lo dichiara la deputata Pd, Sara Moretto, capogruppo Pd in commissione Attività produttive della Camera.

Ilva, Gribaudo: grazie a sindacati e azienda, nonostante Di Maio

  • 06/09/2018

“Finalmente grazie alla responsabilità di sindacati e azienda è stato trovato un accordo che permetterà ad Ilva di non chiudere e all’Italia di non perdere un ruolo strategico nella siderurgia. Ora la parola passa ai lavoratori. Irresponsabile per 100 giorni è stato invece il ministro Di Maio, riuscito a bruciare decine di milioni di euro mentre trascinava questa vicenda in baruffe legali e sterile propaganda.

Ilva: Rosato, grazie a sindacati, azienda e lavoro Calenda

  • 06/09/2018

Dopo mesi di chiacchiere sull’illegittimità della gara e promesse di chiusura dello stabilimento da parte del ministro Di Maio, finalmente su #ilva si è ad un passo dall’intesa che salva i posti di lavoro e che prosegue sulla strada del risanamento ambientale.
Un applauso a sindacati e impresa per l’intesa, a Calenda per il lavoro fatto. Ma anche a Di Maio per aver consentito che si facesse il contrario di quanto aveva detto.

Lo ha scritto su Facebook il Vice Presidente della Camera Ettore Rosato

Ilva: Rosato, Di Maio rinvia perché non sa che fare

  • 30/07/2018

“Che bello, ci piace questo governo della coerenza! Siamo passati dall’ ‘Ilva va chiusa’ a ‘non la regalo al primo che passa’”. Lo scrive su Facebook Ettore Rosato, vice-presidente della Camera, a proposito delle  parole del ministro Di Maio al termine dell’incontro sul futuro dello stabilimento di Taranto.

“Intanto a passare è il tempo. È un metodo che abbiamo conosciuto nei 5 stelle al governo: quando non sanno che fare o non possono mantenere le promesse, rimandano, rinviano, posticipano... ed è sempre colpa di quelli di prima. Il vero governo del cambiamento”, conclude.

Ilva: Braga, la passerella di Di Maio e il silenzio del ‘commissariato’ Costa

  • 30/07/2018

“Il ministro del lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, sa bene qual è la differenza tra una passerella, buona solo per qualche foto ed un paio di tweet, e la risoluzione dei problemi dell’Ilva e dei cittadini di quel territorio. Convocare 62 delegazioni, con 182 partecipanti che hanno un minuto a testa per porre un quesito e la possibilità di integrare il loro punto di vista con una mail, è surreale, sfiora il ridicolo.

Tags: 

Ilva: Pd, governo dimostra di non saper quale strada prendere

  • 26/07/2018

“Anche oggi, con la risposta a una nostra interrogazione in commissione, il governo ha dimostrato di non avere chiara quale sia la strada giusta per il futuro dell’Ilva. Da un lato verifica le condizioni per annullare la gara (senza saper indicare cosa farebbe poi in questo caso), dall’altro si siede al tavolo per migliorare l’offerta. Nel governo continua a regnare il caos nella difficoltà di coniugare responsabilità di governo e promesse/impegni di campagna  elettorale”. Lo dichiarano i deputati Pd della commissione  Attività produttive.

Ilva: Braga, chi è il vero ministro dell’Ambiente?

  • 25/07/2018

“Il ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, annuncia davanti alle telecamere fantomatici passi in avanti su Ilva, in tema di ambiente, nella trattativa con i rappresentanti di Arcelor-Mittal. Il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, alla Camera spiega invece che sta ancora studiando le carte e che al più presto, dice, sarà disponibile ad esprimere un giudizio sulla vicenda. La domanda a questo punto è d’obbligo ed è doppia: chi è il vero ministro dell’Ambiente e a chi spetterà l’ultima parola sulle speranze di risanamento dell’area di Taranto? Già abbiamo un presidente del Consiglio fantasma.

Lavoro, Cenni: Di Maio sceglie lo show su Ilva e delega Mercatone Uno al sottosegretario

  • 20/07/2018

Torna in Parlamento la crisi del Mercatone Uno di Colle di Val d’Elsa con la risposta, arrivata oggi, all’interpellanza urgente presentata da Susanna Cenni, deputata senese del Pd, dove si chiedevano garanzie sul futuro dei lavoratori dei negozi di arredamento tra cui anche il punto vendita colligiano.

Pagine