Morti sul lavoro: Gadda, servono formazione sul campo e razionalizzazione controlli

  • 13/09/2019

La capogruppo del Partito Democratico alla Camera in commissione Agricoltura, Maria Chiara Gadda interviene sul tragico incidente sul lavoro che ieri è costato la vita a quattro persone in provincia di Pavia. “Quella delle morti sul luogo di lavoro è una guerra silenziosa che miete davvero troppe vittime. L’agricoltura è un settore dove purtroppo i dati sono allarmanti. L’ultimo episodio ieri ad Arena Po, nel pavese, dove una storia positiva di imprenditoria ed emancipazione sociale è diventata tragedia. Qualità e sicurezza non possono essere solo un adempimento documentale.

Morti sul lavoro: Gribaudo, invertire subito tendenza

  • 02/09/2019

“I dati sulle morti sul lavoro ci dicono che nell’ultimo anno la situazione è peggiorata. Una realtà dolorosa che non può lasciare indifferenti. Servono norme che tutelino i lavoratori e incentivi per le imprese a investire sulla prevenzione. Non si può aspettare, basti pensare alle norme per i rider. Serve un governo che si occupi al più presto di sicurezza nel mondo del lavoro. Abbiamo il dovere di invertire questa tragica tendenza”.

Così Chiara Gribaudo, vice capogruppo del Pd alla Camera.

Morti sul lavoro: Rotta, elenco si allunga ma Di Maio festeggia

  • 03/04/2019

“Dopo che il vicepremier Di Maio ha festeggiato in modo macabro il taglio delle tariffe Inail, cioè un taglio dei fondi contro gli infortuni e la sicurezza sul lavoro, anche oggi tre persone hanno perso la vita durante lo svolgimento del loro lavoro, andando ad allungare un elenco che sembra inarrestabile”.

Lo dichiara Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico, alla notizia di della morte di re operai, due a Milano uno nel veronese

Incidenti lavoro: Gribaudo, vergognoso Di Maio, conferma taglio risarcimenti lavoratori

  • 23/01/2019

“Di fronte al bollettino di guerra dei morti sul lavoro, Luigi Di Maio non riesce ad ammettere la vergogna e viene alla Camera per fare il suo solito show. È imbarazzante, non solo non si assume le proprie responsabilità, ma conferma il taglio dei risarcimenti ai lavoratori infortunati e il taglio dei fondi per la prevenzione, la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro. Di Maio continua a vantarsi di aver tagliato le tariffe Inail alle aziende, ma per farlo ha sacrificato i diritti di chi sul lavoro muore o rischia di rimanere invalido”.