Ucraina: Serracchiani, bene Draghi alle Camere. Parlamento unito nella condanna

  • 24/02/2022

L’aggressione militare della Russia ai danni dell’Ucraina segna uno dei momenti più drammatici della recente storia europea. E’ inaccettabile che si pensi di invadere uno Stato, di riscrivere con le armi i confini, di calpestare la libertà di un intero popolo. La reazione non può che essere all’insegna della fermezza e della chiarezza. Bene che Draghi venga alle Camere a riferire, il Parlamento sarà certamente unito nella condanna della Russia e nel dare il massimo supporto al governo.
Così Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera.

Ucraina: Pd, fermare guerra, catastrofe per i bambini

  • 24/02/2022

“Si fermi questa assurda guerra lo diciamo con forza a nome degli 8 milioni di bambini ucraini. Per i bambini, la guerra è una catastrofe ancora più tragica, perché li obbliga ad abbandonare casa, distrugge le scuole e i centri sanitari, distrugge l’ambiente dove vivono. E i danni della guerra sui bambini si verificano anche anni dopo la fine di un conflitto, con ferite psichiche, cattivo sostentamento e mancanza di prospettive. E il numero di bambini orfani aumenterà con tutte le nefaste conseguenze.

Ucraina: P. De Luca, politica sia unita nella condanna di un attacco inammissibile

  • 24/02/2022

L'attacco russo all'Ucraina è un atto grave ed inammissibile da condannare con fermezza e in modo unanime, da parte di tutti i partiti politici, in particolare da parte di forze come la Lega che non hanno pronunciato finora parole chiare di censura netta delle azioni di Putin. Non sono consentite ambiguità sul punto, l'Italia è più forte se è unita nella condanna all'aggressione russa, che è un attacco alla democrazia, alla libertà, ai valori universali della convivenza umana, e richiede una risposta forte dell'Europa, della NATO e dell'intera comunità internazionale.

Ucraina: Delrio, Attacco ingiustificato. Condanna senza ambiguità.

  • 24/02/2022

Un attacco ingiustificato che colpisce soprattutto chi più indifeso. La comunità internazionale si ritrovi unita nella condanna e faccia il possibile per fermare la guerra. Anche in Italia nessuna ambiguità: la pace si costruisce nella giustizia.

Lo ha scritto su Twitter Graziano Delrio, deputato Pd, Commissione Esteri.

Tags: 

Ucraina: Serracchiani, Salvini usi parole chiare contro Russia

  • 24/02/2022

"L'aggressione militare della Russia all'Ucraina è un atto senza precedenti, gravissimo, ingiustificabile. La reazione non può che essere netta così come la condanna nei riguardi della Russia. Salvini quindi esca dal l'ambiguità ed usi senza incertezze parole chiare contro l'invasione russa".

Così Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera.

Ucraina: Fiano, anche Salvini condanni Putin con chiarezza

  • 24/02/2022

Non é certo questo il momento di condanne generiche. Forse qualcuno non si rende bene conto della gravità di quanto sta accadendo in Ucraina. Bisogna condannare senza se e senza ma l’aggressione decisa da Putin. Una volta tanto anche Salvini dovrebbe essere chiaro e netto su questo senza tentennamenti.

Lo dichiara il deputato democratico Emanuele Fiano.

Ucraina: Serracchiani, Russia ha aperto crisi gravissima. Niente ambiguità su sanzioni

  • 23/02/2022

La violazione dell'integrità territoriale di uno Stato non è accettabile. Dalla Russia un atto sconsiderato che ha aperto una crisi gravissima. Si deve fare di tutto per fermare il riaccendersi tragico della guerra nel cuore dell’Europa. La nostra risposta non può che essere netta e inequivocabile. E sulle sanzioni nessuna ambiguità perché non può essere accettato il fatto che chi aggredisce un altro Stato, chi viola il diritto internazionale, chi si arroga il diritto di ridisegnare con le armi i confini possa agire senza subire le conseguenze.

Ucraina: Pd, sport portatore di pace valuti su finale Champions a San Pietroburgo

  • 22/02/2022

“Esprimiamo enorme preoccupazione per quello che sta avvenendo lungo il confine orientale dell’Ucraina, la decisione di Putin di riconoscere le due repubbliche autoproclamate di Donetsk e Lugansk e l’invio di truppe nel Donbass spingono l’Europa sull’orlo della guerra. In queste ore tutte le iniziative diplomatiche sono indispensabili per scongiurare l’aggravarsi della situazione, così come le sanzioni che l’Europa e gli Stati Uniti riterranno utili applicare.

Ucraina: P. De Luca, serve risposta forte dell'Europa

  • 21/02/2022

"La decisione russa di riconoscere l'indipendenza delle regioni separatiste del Donbass è molto grave. Il Parlamento italiano condanni in maniera compatta questa scelta e chieda una risposta forte dell'UE contro questa inaccettabile violazione dell'integrità territoriale Ucraina". Lo scrive su Twitter Piero De Luca, vicecapogruppo del PD alla Camera.

Pagine