Rai: Peluffo, M5S ha memoria corta, Maggioni ha già chiarito

  • 25/10/2017

"È a dir poco penoso fare campagna elettorale a discapito di una grande azienda culturale e sulla pelle delle persone”. Lo dichiara Vinicio Peluffo, capogruppo Pd in Commissione Vigilanza Rai, in risposta alle dichiarazioni della deputata Cinquestelle Mirella Liuzzi, a proposito della presentazione di un libro della presidente della Rai Monica Maggioni.

Rai: Boccadutri, da Cda contro Anzaldi inaccettabili minacce

  • 12/07/2017

“E’ davvero grave e inaccettabile che un consigliere di amministrazione della Rai prenda iniziative che corrispondono a vere e proprie intimidazioni dei confronti di un deputato perché svolge la funzione che la carica gli impone”. Lo dichiara Sergio Boccadutri, deputato del Partito democratico e componente in Commissione Vigilanza Rai.

Rai: Boccadutri, anche Freccero mezzo signor sì?

  • 22/05/2017

“Se il voto del Cda Rai sul piano delle news è una pura questione di ubbidienza, dovremmo allora dire che anche il consigliere di Di Maio e Fico è un mezzo signor sì?”. Lo dichiara Sergio Boccadutri, deputato del Partito democratico e componente in Commissione Vigilanza Rai.

“Il voto, di fatto, contrario del fedele Freccero prova che la bocciatura del piano di Dell’Orto aveva a che fare molto poco con le persone e molto con i contenuti del piano stesso”, conclude.

Vaccini, Gelli: "Legge per l'obbligo servirà a contrastare conseguenze di pericolosa disinformazione.Grave trattare con superficialità questi temi”

  • 19/04/2017

“Siamo al lavoro su una legge nazionale che renda obbligatorie le vaccinazioni per le iscrizioni a scuola. In questi giorni incontrerò un board composto dalle associazioni di medicina generale e, soprattutto, da tutte le maggiori società scientifiche che si occupano di questo tema (Siti, Sip, SImg, Fimmg, Fimp, Sismla) per capire quali vaccini inserire con urgenza nella lista degli obbligatori. Incontrerò inoltre il presidente dell'istituto Superiore della sanità Walter Ricciardi per avere ulteriori conferme sulle proposte che andremo a formulare.

Report: Peluffo, Fico compromette funzionamento Vigilanza

  • 19/04/2017

"Nessuno ha chiesto ne' paventato la chiusura di Report, l'unica cosa eversiva  è un presidente della Commissione Vigilanza che istiga gli italiani a non pagare il canone Rai". Lo dichiara Vinicio Peluffo, capogruppo Pd in Commissione Vigilanza Rai, per commentare le dichiarazioni di Roberto Fico su Report.
"Visto che Fico - continua - annuncia per domani presidi davanti alla sede Rai di viale Mazzini, lo immaginiamo impegnato nell'organizzazione dell'ennesima iniziativa di parte e non a ottemperare i suoi doveri istituzionali di presidente".

Rai: Morani, Mdp è sinistra che difende stipendi milionari

  • 31/03/2017

“Ma Gotor e Fornaro non avevano rotto con il Pd perché all'esame del sangue non era poi così di sinistra? Perché, allora, difendono stipendi stellari che per un sano principio di redistribuzione, anche solo interno all'azienda, potrebbe garantire qualche servizio migliore?”. Lo dichiara Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera.
“Se hanno davvero a cuore la Rai, gli esponenti di Mpd dovrebbero pensare che sono soldi di tutti e vanno dunque spesi bene. E poiché si tratta di cifre considerevoli, in tempi di crisi, basterebbe un po' di buon gusto per tacere”, conclude.

Rai: Boccadutri, Gotor-Fornaro presenti in Vigilanza solo per nomine

  • 31/03/2017

“Fornaro e Gotor sono talmente preoccupati per le sorti della Rai che, pur facendo parte della Commissione di Vigilanza Rai, non partecipano mai alle riunioni, né intervengono durante le sedute”. Lo dichiara Sergio Boccadutri, deputato e componente della Commissione Vigilanza Rai.
“La loro presenza si ricorda solo quando la commissione ha votato le nomine. Come difensori del servizio pubblico non sembrano molto credibili e la scelta di attaccare il Pd per difendere i mega stipendi appare un autogol in piena regola”, conclude.

Tv: Morani, perché la Rai accetta diktat M5s?

  • 30/03/2017

"Ho letto con interesse l’articolo di Sebastiano Messina su ‘Repubblica’ in cui denuncia ‘Il diktat M5s sui talk show’.  Credo che la vigilanza debba occuparsene subito e dare risposta a questa domanda: perché le trasmissioni Rai accettano il format imposto dai Cinquestelle? La circostanza poi desta ancora più preoccupazione se si pensa che i Cinquestelle hanno la presidenza della commissione di Vigilanza e un loro consigliere in Cda, spesso ospite di quelle stesse trasmissioni”.