Ue: Pittella-De Luca, da Savona silenzi e contraddizioni con suo governo

  • 25/09/2018

“Savona in contraddizione con il governo. Da un lato, rievoca in modo nostalgico il mercato comune contro il progetto di un’Unione politica. Dall’altro, parla da semplice ‘tecnico’ dell’esigenza di assicurare maggiori risorse al bilancio europeo, conferendo più poteri ad organismi di controllo sovranazionali. Il Pd auspica e condivide l’esigenza di un budget europeo più ampio e ambizioso.

Ue: De Luca e Pittella, più risorse per Europa sociale, sanzioni per Stati non solidali

  • 13/09/2018

“Il Partito democratico si batte per un’Europa sociale e solidale. Un’Europa che non sia ostaggio né di una cieca burocrazia e tecnocrazia, né di egoismi e sovranismi nazionali. Un’Europa vicina ai problemi reali di famiglie, studenti, lavoratori, imprenditori. Per raggiungere questo obiettivo è fondamentale lavorare in modo serio sull’utilizzo delle risorse del quadro finanziario del bilancio pluriennale.

Migranti: Quartapelle, O Conte porta a casa risultati o governo ha preso in giro italiani

  • 22/06/2018

"L’essere centrali o il contare in Europa si misura sui risultati a favore dell’Italia negoziati nei summit europei. Non siamo disponibili a farci prendere in giro da questo governo. All'Italia serve la riforma di Dublino e più solidarietà europea con il ricollocamento dei migranti negli altri Paesi membri. O il premier Conte porta a casa questi risultati, oppure avremo la prova provata che il governo in questi giorni ci ha preso in giro con la retorica del "battiamo i pugni sul tavolo".

Lo afferma Lia Quartapelle, capogruppo del Pd in commissione Esteri della Camera.

Dazi, Verini: Dazi di Trump, mire di Putin: indebolendo l'Europa Salvini e Di Maio di chi fanno gli interessi?

  • 31/05/2018

"La gravissima decisione adottata da Trump circa l'imposizione di dazi alle importazioni dall'Europa - anche relative ai settori dell'acciaio e dell'alluminio - è molto pericolosa per le produzioni continentali e rischia di produrre danni incalcolabili anche alle esportazioni italiane. E' una conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, della necessità di non indebolire l'Europa come vogliono fare le irresponsabili posizioni della Lega di Salvini e dei comprimari 5 Stelle.

Governo. Fregolent: scelta elettori è fra decrescita e sviluppo

  • 29/05/2018

“Ormai lo scenario politico è chiaro. La scelta degli elettori sarà fra lo sviluppo economico e sociale assicurato in questi anni, pur con limiti e difficoltà ma con competenza ed affidabilità, dai governi a guida Pd e la decrescita già definita nel contratto di programma di Lega e M5S. Fra chi vuole quindi l'Italia protagonista in Europa e chi il nostro Paese fuori dall'euro; fra chi vuole infrastrutture moderne efficaci concordate con le comunità locali e compatibili con benessere ed ambiente e chi vuole bloccare tutto in nome di niente.

Pagine