Serracchiani: grave sì a festival della società editrice di Casapound

  • 21/04/2021

È sconcertante che il Comune di Todi e il Consiglio regionale umbro diano patrocinio e finanziamenti ad una manifestazione i cui organizzatori hanno legami con destra estrema e negazionista. Il " Festival del libro" infatti sarebbe promosso da una società vicina alla Altaforte, casa editrice legata a Casapound, espulsa dal Festival del libro di Torino. È grave che le amministrazioni a guida leghista si prestino a offrire patrocinio e soldi a questa destra revisionista che nega i valori della lotta di Liberazione dal nazifascismo".

Giornaliste minacciate: Fiano, basta intimidazioni, subito mia interrogazione

  • 08/01/2020

“Le minacce ai danni di due giornaliste durante l’anniversario di Acca Larenzia, riprese in un video, saranno oggetto di una mia interrogazione. Non se ne può più di questo clima di intimidazione contro il diritto di cronaca, qualunque sia il colore di chi vuole intimidire i giornalisti.

Violenza Viterbo: Deputate Pd, sconcerto per lieve condanna ai due violentatori

  • 21/11/2019

“Esprimiamo sconcerto per le lievi condanne, 3 anni per Francesco Chiricozzi e 2 anni e 10 mesi per Riccardo Licci, entrambi ex militanti di CasaPound, per violenza sessuale di gruppo e lesioni contro una donna di 36 anni”. Lo dichiarano con una nota le deputate Dem alla Camera, commentando la sentenza con rito abbreviato del giudice di Viterbo che ha condannato i due imputati.

Centrodestra: Fiano, assurdo Ppe che manifesta con fascisti

  • 18/10/2019

“Se in Germania la CDU sfilasse insieme ad una sigla orgogliosamente fascista come Casapound verrebbe convocato il Parlamento in seduta speciale, in Francia la destra conservatrice neogollista non ha mai accettato di manifestare insieme alla Le Pen, neanche dico ai gruppetti neofascisti.
In Italia alla manifestazione di domani la Lega di Salvini e Fratelli d’Italia della Meloni manifesteranno insieme ai cosiddetti moderati di Berlusconi e ai fascisti di Casapound. Il PPE sfila con i fascisti. È evidente che urge la revisione del termine “moderati” nei nostri dizionari”.

Casapound: Rosato, bene decisione Facebook, da tempo denunciavamo

  • 09/09/2019

“Campagne d’odio, fake news e bugie seriali, perpetrate migliaia di volte, rilanciare da account più o meno ufficiali. È da tempo che lo denunciamo. Finalmente Facebook ha deciso di agire. Non so perché oggi, ma penso che, anche se in ritardo, è un provvedimento sacrosanto che non nulla a che vedere con i punti di vista, la democrazia, la libertà di parola”. Lo ha scritto su Facebook Ettore Rosato, vice-presidente della Camera.

Casapound: Nobili, rimozione scritta pagliacciata pro-tv

  • 06/08/2019

“Bugie. Da tre anni solo bugie. Rimuovere la scritta è una pagliacciata ad uso telecamere. Casapound va sgomberata da un immobile che occupa illegalmente con un danno erariale di 4,5 milioni di euro. E il M5S, cara Raggi, ha votato contro lo sgombero sia alla Camera che al Senato”.

Lo scrive su Twitter Luciano Nobili, della presidenza del gruppo Pd alla Camera, a proposito della notizia della rimozione della scritta ‘Casapound’ dall’edificio occupato in via Napoleone III a Roma.

CasaPound: Nobili, da M5S patetica figuraccia, per D’Uva più dignitoso silenzio

  • 25/07/2019

“Se per D’Uva e i 5 Stelle il rispetto della legalità è prioritario, perché ha votato contro il mio ordine del giorno per lo sgombero di CasaPound? E’ evidente che la sua spiegazione è la più patetica delle toppe”. Lo dichiara Luciano Nobili, della presidenza del gruppo Pd alla Camera, a proposito delle parole di Francesco D’Uva sullo sgombero di CasaPound.

Tags: 

Casapound: Morani, Patuanelli distratto e ridicolo

  • 25/07/2019

“Nella foga di difendere l’indifendibile sindaca Raggi, il senatore grillino Patuanelli si è casualmente dimenticato di un fatto non proprio secondario: M5S, insieme alla Lega, ha votato contro l’ordine del giorno presentato dal Pd che prevede lo sgombero di Casapound”. Lo dichiara Alessia Morani, della presidenza del gruppo Pd alla Camera, a proposito delle dichiarazioni di Stefano Patuanelli su Casapound.

Pagine