Informazione: Incontro Pd Camera – Stampa Romana – Ossigeno per l’informazione

  • 23/11/2021

Sicurezza per giornalisti e libertà d’informazione

Una delegazione del Gruppo democratico della Camera guidata dalla capogruppo Debora Serracchiani con i deputati Andrea Romano, Filippo Sensi e Walter Verini ha incontrato stamani Lazzaro Pappagallo, segretario di Stampa Romana e l’avvocato Andrea Di Pietro, legale di Ossigeno per l’informazione.

Editoria: Lattanzio, situazione preoccupante, Moles venga in audizione

  • 08/09/2021

“Ho chiesto ancora una volta in commissione Cultura alla Camera un'audizione al sottosegretario all'editoria, Giuseppe Moles, perché riferisca con urgenza su quanto sta avvenendo nel settore della stampa tra aggressioni ai cronisti e crisi editoriali che producono ulteriore precariato e sulla volontà del governo di affrontare il nodo dell’informazione. C’è infatti una questione urgente che riguarda le condizioni in cui si svolge il lavoro giornalistico in questo Paese e quindi, in definitiva, che riguarda la tutela della democrazia.

Covid: Pd, violenza intollerabile, monitoraggio Viminale primo passo

  • 30/08/2021

"La decisione del Viminale di riunire nei prossimi giorni il Centro di Coordinamento per le attività di monitoraggio, analisi e scambio di informazioni sul fenomeno degli atti intimidatori nei confronti dei giornalisti va nella direzione giusta ed è un primo, significativo passo di fronte a una intollerabile escalation di violenza e intimidazione ai danni di chi fa informazione.

Covid: Lorenzin, solidarietà a giornalisti per minacce No Vax /No Pass

  • 30/08/2021

“Piena solidarietà ai giornalisti che stanno subendo azioni minacciose e intimidatorie dai No Vax /No Pass in questi giorni. È inaccettabile che si limiti la libertà di stampa ed è un'assurdità che questa avvenga su un tema come quello della salute di tutti”.

Così Beatrice Lorenzin, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

Green Pass: Verini, inaccettabili minacce a giornalisti

  • 08/08/2021

“Le intimidazioni, le minacce, gli insulti rivolti a giornalisti da facinorosi sedicenti no vax sono gravissime e inaccettabili. Andare sotto le sedi delle redazioni di Stampa e Repubblica a Torino, La Nazione a Firenze a minacciare e insultare non ha niente a che fare con la libertà di espressione ma rappresenta solo un attacco alla libertà di informazione. Sono sempre più frequenti questi episodi ai danni di giornalisti e testate. Non vanno sottovalutati.

Editoria: Verini, tutelare giornalisti e sostegni al settore

  • 01/06/2021

“Difendere la libertà di informazione, il lavoro e la dignità dei giornalisti significa difendere la libertà di tutti. Come Pd in Parlamento siamo impegnati per cancellare la pena del carcere ai giornalisti per i reati di diffamazione, contro le querele-bavaglio fatte per intimidire il giornalismo d’inchiesta. In un momento di drammatica crisi ci battiamo per sostegni veri all’Editoria, anche a quella locale che svolge un ruolo fondamentale. E contro il precariato, il lavoro nero e per rapporti di lavoro trasparenti ed equi.

Giornalisti: Di Giorgi, risoluzione per difesa Inpgi e lotta al precariato

  • 31/05/2021

“Sono vicina ai giornalisti che saranno domani in piazza per chiedere la riforma della cassa di previdenza professionale, gravata dal carico eccessivo delle prestazioni pensionistiche a fronte di una platea di lavoratori attivi che si è andata sempre più assottigliando negli anni; e per sollecitare provvedimenti, non più procrastinabili, nella lotta contro il precariato che, nel settore dell’informazione, assume forme particolarmente odiose, con giornalisti pagati pochi euro ad articolo”.

Lo dichiara Rosa Maria Di Giorgi, capogruppo Pd in commissione Cultura alla Camera.

Pluralismo: Lattanzio, Mozione Pd per risolvere urgente questione precari del giornalismo

  • 26/05/2021

“E’ mio convincimento che non possiamo affrontare in maniera completa la discussione sul pluralismo se non cominciamo dalla volontà di risolvere la questioni dei precari e delle precarie della stampa. Perché parlare di pluralismo significa parlare della carne viva della nostra democrazia. Reporter senza frontiere nell’ultimo World Press Freedom Index pone l’Italia per il secondo anno al 41esimo posto della classifica, il che significa che le cose non vanno bene e non è solo una questione di infrastrutture e tecnica.

Pagine