Dl fiscale: Fregolent, Bitonci rivendica condono e M5S zitti

  • 18/10/2018

"Il romanzo fantasy sul decreto fiscale si arricchisce oggi di un nuovo imbarazzante capitolo: il leghista Bitonci che spiega ai commissari della Commissione Finanze, a braccio e senza fornire alcun numero o cifra, il condono tombale". Lo dichiara Silvia Fregolent, capogruppo Pd in Commissione Finanze della Camera, a proposito di un fatto accaduto durante una riunione della Commissione Bilancio della Camera, a cui era presente.

Manovra: Rosato, sposta risorse senza spiegare chi paga

  • 17/10/2018

È un cancella e aggiungi senza vergogna, uno spostare risorse senza spiegare chi paga. È questa la manovra economica del governo del cambiamento. Ecco qualche esempio. La flat tax 546 milioni di euro per il 2019 si finanzia con la cancellazione dell’aiuto alla crescita per le imprese e con l'Iri, l’imposta sul reddito degli imprenditori.

Manovra: Carnevali, su numero chiuso medicina demagogia a costo zero

  • 16/10/2018

"Quella sullo stop del numero chiuso a medicina è l'ennesima trovata del governo del cambiamento  che denota, insieme alla solita demagogia spiccia, una inquietante improvvisazione". Lo dichiara Elena Carnevali, della presidenza del gruppo Pd alla Camera, a proposito della legge di Bilancio.

Manovra: Rosato, Regalo a evasori, governo lontano dagli onesti

  • 16/10/2018

“Si chiama CONDONO ovvero un regalo a chi ha evaso le tasse e un bell’incentivo a chi vorrà continuare a farlo. Alla faccia dei proclami, da Grillo a Savona. Ma soprattutto alla faccia dei redditi tassati all’origine, dei contribuenti onesti, di quanti ogni anno contribuiscono alla finanza pubblica, ai servizi per tutti. Vero, proprio il governo del cambiamento. Lontani dagli onesti, da chi lavora o da chi vuole lavorare”.

Lo scrive su Facebook il Vice Presidente della Camera, Ettore Rosato

Manovra: Fiano, con il condono M5s diventa M5furbi

  • 16/10/2018

“Hai evaso le tasse? Bravo! Sei stato più furbo di tanti altri italiani. Ora ti premiano. Puoi brindare. Fino a 100.000€ di euro in 5 anni vincono i #furbetti del #condono. Mi dispiace per quelli che si sono fidati dei #grillini. Da oggi con i #cinquefurbi si festeggia”.

Così su Twitter Emanuele Fiano, della presidenza del gruppo Pd della Camera.

Dl fisco: Rotta, voltafaccia del m5s

  • 15/10/2018

Per Pesco  rottamazione cartelle era favore a evasori

“Il pentastellato Pesco, attuale presidente della Commissione bilancio, 3 anni fa definiva la rottamazione delle cartelle esattoriali un favore agli evasori fiscali. Oggi il M5S dà il via libera a uno dei più grandi condoni tombali che si ricordi. Sono senza vergogna #pacefiscale”

Lo scrive su Twitter Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico, commentando l’intervento in Aula alla Camera di Daniele Pesco 

Manovra: Rosato, senza prospettive ieri bruciati 728 ml di euro

  • 12/10/2018

Con l’asta per la vendita dei titoli di stato di ieri sono stati bruciati 728 milioni di euro degli italiani.

È il frutto dell’incompetenza e dell’arroganza di chi sta al governo, delle dichiarazioni scomposte di questi giorni, di un documento di economia e finanza senza prospettive, del “me ne frego dei numeri” di Salvini e Di Maio.

Lo ha scritto su Facebook il Vice Presidente della Camera, Ettore Rosato.

Def: Marattin, previsioni fatte con stupefacente leggerezza

  • 09/10/2018

“Ci continuate a dire da mesi che ridurrete il rapporto debito/Pil facendo più debito e quindi più crescita. Ma ci sapete citare un solo esempio (uno) in cui il peggioramento strutturale - e per 3 anni - della fiscal stance ha prodotto una riduzione del rapporto debito/Pil? Io ho l’impressione che alcune previsioni siano state fatte con stupefacente leggerezza. Leggo che prevedete che nel 2019 la crescita produttività del lavoro raddoppi (da 0,3% a 0,6%). Ma in forza di quali misure, visto che nella Nadef non sono contenute misure sul lato dell’offerta?

Tags: 

Manovra: Fregolent, governo fa scommessa al buio con i soldi degli italiani

  • 09/10/2018

"Il ministro Tria ha chiarito che la manovra è scritta sull'acqua. Non ha fornito un elemento che possa suffragare i fantasiosi numeri di crescita e di possibile calo del debito. Tutto ha il sapore della scommessa. La speranza tiene il posto a una valutazione concreta di ciò che serve all'economia reale del paese.  Quando lo capiscono, riconfermano i provvedimenti dei governi del Pd altrimenti si va avanti per misure demagogiche confuse, a  mance elettorali  che dilapidano i soldi.

Tags: 

Pagine