Green pass: De Maria, ferita parole contro Liliana Segre

  • 16/10/2021

"La lettera aperta di Gian Marco Capitani, nella sua ambiguità, non chiude certo la ferita aperta con gli insulti a Liliana Segre. Da Bologna, città Medaglia d'oro della Resistenza, nel giorno in cui tanti bolognesi hanno partecipato alla grande manifestazione antifascista di Cgil, Cisl e Uil a Roma, venga un messaggio univoco di solidarietà alla senatrice Segre. Non è accettabile che la sacrosanta libertà di manifestare il proprio dissenso, che è giustamente garantita in democrazia, scenda sul piano della intolleranza verbale, come in questo caso".

Segre: Verini, gravi tentativi della destra umbra di rivedere storia e memoria

  • 21/04/2021

“‘Non è legata al nostro territorio, il regolamento non lo consente’.  Così ha detto il sindaco di un Comune della mia Regione, si chiama Gualdo Cattaneo nel respingere la proposta di assegnare la cittadinanza onoraria a Liliana Segre. E poco lontano da quel Comune, a Todi, un altro sindaco ha promosso un festival del libro di chiara impronta sovranista con organizzatori che hanno legami con una destra estrema, negazionista, suprematista, a cui persino Facebook ha chiuso la pagina”. Lo ha detto ieri in Aula il deputato dem Walter Verini, nel corso degli interventi di fine seduta.

Shoah: Ciampi, Segre sia d’esempio alla classe politica

  • 02/02/2021

“Il conferimento della Laurea Honoris causa da parte dell’Università di Pisa a Liliana Segre in Scienze della Pace è un riconoscimento significativo per una persona che ha speso e spende la propria vita per testimoniare come l'odio e il dolore possano trasformarsi in futuro e speranza”.

Lo dichiara Lucia Ciampi, deputata del Partito democratico.

Segre: Mancini, avviamo raccolta firme trasversale in Parlamento per nobel a senatrice

  • 13/12/2019

“Condivido la proposta lanciata dal sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, di candidare la Senatrice Liliana Segre al Premio Nobel per la pace 2020”.

Lo dichiara Claudio Mancini, Deputato del Partito Democratico.

“La senatrice Segre - continua Mancini - ha provato sulla propria pelle la barbarie nazista e, oggi, più che mai la sua testimonianza rappresenta un messaggio forte e autorevole contro quel sentimento di odio che negli ultimi tempi si è riaffacciato nel nostro Paese.

Segre: Borghi, piena solidarietà a senatrice, occorre soprassalto culturale

  • 07/11/2019

"C’è qualcosa che non funziona più nella nostra società, se ad una reduce 89enne che ha visto in faccia i campi di sterminio siamo costretti ad assegnare una scorta! C’è bisogno di un soprassalto culturale e valoriale nel Paese, e non possiamo accettare supinamente queste regressioni del vivere comune. Piena solidarietà alla senatrice Segre."

Così Enrico Borghi, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera, in un post sul suo profilo Facebook.

Antisemitismo: Fiano, voto centrodestra al Senato è offesa alla coscienza del Paese

  • 30/10/2019

“Al Senato è andata in scena la vergogna, inaccettabile, dell’astensione di tutto il centrodestra sulla proposta di Liliana Segre per istituire una commissione sui discorsi d’odio nel web, il comportamento del centro destra rimarrà una macchia indelebile per la nostra storia parlamentare. Su questi temi non sono accettabili pelosi distinguo e manovre politiche di basso conio! L’astensione di tutto il centrodestra è un’offesa al Paese e alla sua coscienza e alla Memoria. Vergogna”.

Lo dichiara il deputato democratico Emanuele Fiano della presidenza del Gruppo.

Segre: Venittelli, senatrice a vita, il modo più bello per dire no al razzismo

  • 20/01/2018

 "Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a 80 anni dall'emanazione delle vergognose leggi razziali volute dal regime fascista e a pochi giorni dal 73esimo anniversario della liberazione di Auschwitz, Giorno della Memoria, nominando senatrice a vita Lilliana Segre, ebrea, deportata, donna che ha vissuto tutta una vita al servizio del ricordo e della testimonianza, ha rimesso alla dignità del mondo il nostro Paese.

Segre: Anzaldi, ribaditi valori che fondano nostra Costituzione

  • 19/01/2018

“La nomina a senatrice a vita di una donna come Liliana Segre, che da bambina fu deportata nel campo di concentramento di Auschwitz, conferma un’attenzione e una sensibilità verso tematiche che sempre più spesso vengono ricordate senza la minima conoscenza e, soprattutto, senza la dovuta condanna”. Lo dichiara Michele Anzaldi, deputato del Partito democratico, per commentare la decisione del Presidente Mattarella di nominare a senatrice a vita di Liliana Segre.

Pagine