Femminicidio: Simiani, nuove risorse per i centri antiviolenza

  • 25/11/2022

Dichiarazione di Marco Simiani, deputato Pd 

"La violenza contro le donne è un crimine contro l'umanità. Si tratta di un reato che si verifica sempre più spesso all'interno delle famiglie e che coinvolge bambini e minori. La sensibilizzazione verso modelli di società che garantiscano pari opportunità nasce dalle scuole ma sono le istituzioni che devono garantire la protezione delle vittime. Per questo motivo vanno stanziate nuove risorse per i centri antiviolenza ed inasprite le pene, anche preventive, per i colpevoli": è quanto dichiara Marco Simiani, deputato Pd.

Violenza donne: Morassut, stop a cultura che vede uomo dominante

  • 23/11/2022

“Mentre celebriamo la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, il nostro pensiero va alle donne iraniane che con coraggio stanno rischiando la vita e ci ricordano che la lotta per i diritti delle donne corrisponde alla lotta per la libertà di tutti gli esseri umani.

Nonostante i molti sforzi messi in atto, non possiamo però ancora oggi apprezzare una riduzione dei casi di violenza sulle donne. Alla base di questi, come ci dimostra la cronaca quotidiana, c’è il permanere di un fondamento culturale che vede l’uomo in posizione dominante.

Violenza donne: Gianassi, governo e parlamento si impegnino per piena attuazione legislazione 

  • 23/11/2022

“Ci avviciniamo alla giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne in un quadro che è desolante, in Italia e nel mondo e rispetto al quale dobbiamo irrobustire la nostra azione in modo unitario e trasversale, affermando che il raggiungimento della parità di genere è un obiettivo ineludibile e che ogni volta in qualunque luogo, nelle nostre città, nel mondo, si verifica un'azione di discriminazione, la politica, le istituzione e l’opinione pubblica devono reagire con forza e con coraggio. Passi in avanti sono stati fatti.

Violenza donne: Schlein, fondamentali emancipazione economica e lavoro

  • 23/11/2022

“Dal 1° gennaio al 20 novembre di quest’anno sono state 104 le donne uccise, di cui 88 in ambito familiare o affettivo, e 52 sono state uccise dal partner o dall'ex. La metà delle donne uccise quest’anno sono state uccise con un’arma letale: il presupposto malato di un diritto al possesso del corpo della donna. Non, come spesso leggiamo in un’inaccettabile narrazione mediatica che assume il punto di vista del carnefice, da un raptus, non da folle gelosia o amore disperato, no: dal patriarcato.

Violenza donne: Marino, serve commissione bicamerale d’inchiesta

  • 23/11/2022

“Impotenti, stordite, interdette. È così che certamente si sono sentite e continuano a sentirsi moltissime donne. Ad alcune, va anche peggio. Tra loro, una parte è sopravvissuta, un’altra non è più con noi. Tra le vittime ci sono donne, cisgender, transessuali, lesbiche, eterosessuali, nere, bianche, asiatiche, ispaniche. Alcune di loro, come Saman Abbas, sono state uccise a causa dell’estremismo religioso. Altre, come Vanessa Scialfa, per l’ossessione del partner. Altre ancora perché si concedevano, o perché non lo facevano.

Femminicidi: Boldrini, è dramma sociale, nessuno può chiamarsi fuori

  • 17/11/2022

"Salerno, Bari, Roma: in poche ore 3 donne uccise e 2 gravemente ferite. Violenza sulle donne e femminicidi sono un vero dramma sociale. Nessuno può chiamarsi fuori: istituzioni, magistratura, forze dell'ordine, scuole. Massimo sforzo per prevenire e contrastare questa piaga".

Lo scrive sui social Laura Boldrini, deputata del Partito Democratico.

Violenza: D'Elia, su requisiti mini Cuav serve confronto con associazioni

  • 14/09/2022

"Credo sia importante convocare un Tavolo di confronto con le associazioni che si occupano di contrasto alla violenza di genere e che supportano le donne nel percorso di fuoriuscita. Le questioni presenti nel documento sui requisiti minimi previsti per i C.U.A.V (Centri per Uomini Autori o potenziali autori di Violenza di genere) vanno condivise per evitare che si rischi di contravvenire alle disposizioni della Convenzione di Istanbul e dunque alla reale protezione delle donne e dei minori coinvolti in caso di violenza.

Elezioni: Serracchiani, da Meloni parole volgari, recita moderazione e pratica intolleranza

  • 02/09/2022

Non è solo volgarità verbale: è lo specchio di chi recita moderazione e pratica intolleranza.
La violenza contro le donne non ha scuse, attenuanti, ragioni.

Lo ha scritto su Twitter Debora Serracchiani, Capogruppo del Pd alla Cemera dei Deputati commentando le parole di Giorgia Meloni.

Pagine