Durigon: Lattanzio, inchiesta sequestrata Fanpage precedente gravissimo, intimidazione che riguarda tutti

  • 23/09/2021

“Secondo quanto si apprende, la redazione di Fanpage ha ricevuto un decreto del Gip di Roma che dispone il sequestro, mediante oscuramento, dei video che contengono l’inchiesta ‘Follow the money’ su Claudio Durigon e i fondi della Lega. Un provvedimento non solo inusuale e contrario alla Costituzione, mai utilizzato in Italia, ma che costituisce un gravissimo episodio di limitazione della libertà di stampa, inaccettabile in un paese democratico.

Tags: 

Durigon: Verini, sequestro inchiesta Fanpage inaccettabile, colpita libertà informazione

  • 23/09/2021

"La decisione del Tribunale di Roma di autorizzare il sequestro dell'inchiesta di Fanpage legata alle imprese dell'ex-sottosegretario leghista Durigon (nella quale lo stesso millantava condizionamenti verso i vertici della Guardia di Finanza che indagavano sulla Lega) non è accettabile perché colpisce il diritto di cronaca e la libertà di informazione. Se è giusto - e necessario - che coloro che si sentono diffamati reagiscano e tutelino la propria reputazione (tanto più se rappresentanti di Corpi dello Stato) non è giusto colpire il giornalismo d'inchiesta.

Tags: 

Durigon: De Maria, Dimissioni atto dovuto

  • 27/08/2021

"Finalmente Durigon ha preso atto della incompatibilità delle sue affermazioni con la permanenza al Governo. Le dimissioni sono un atto dovuto. Grazie all' Anpi che ha con forza aperto una discussione che poi ha visto scendere in campo diverse forze politiche, in primo luogo il Partito Democratico". Così Andrea De Maria, deputato PD e Segretario di Presidenza della Camera.

Durigon: Bazoli, non ci sono alternative alle dimissioni

  • 25/08/2021

“Durigon deve dimettersi dal ruolo di sottosegretario, non ci sono alternative. Qui non è questione di alimentare polemiche agostane, si tratta di rispettare la nostra Costituzione e la nostra Repubblica democratica. L’antifascismo non è il fondamento di questo o quel governo ma il pilastro su cui si basa il nostro vivere civile. Le parole di Durigon non sono ammissibili, meno che mai se pronunciate da un esponente di governo”.

Lo dichiara Alfredo Bazoli, capogruppo del Partito democratico in commissione Giustizia della Camera.

Stazzema: De Maria, Nell’antifascismo radici democrazia. Durigon deve dimettersi

  • 12/08/2021

“Nell'antifascismo ci sono le radici della nostra democrazia e della nostra Repubblica. Ricordiamolo sempre. A maggior ragione oggi, nell'anniversario della strage di Stazzema. Per questo Durigon deve dimettersi. Se non lo farà si voti la mozione di sfiducia”. Lo ha scritto su Twitter Andrea De Maria, deputato Pd, Segretario d’Aula della Camera.

Lega: Serracchiani, Durigon non può restare al governo

  • 12/08/2021

"Una sola cosa è certa, Durigon non può restare al suo posto. Stracciare la memoria di Falcone e Borsellino per sostituirla con quella di un fascista è inaudito. Durigon prenda atto e lasci l'incarico di governo ricordando di aver giurato sulla Costituzione nata dalla lotta a quel fascismo che lui vuole celebrare. Diversamente ci penserà il Parlamento. Come da regolamento, i deputati e le deputate del Pd chiederanno al presidente Draghi di invitare il sottosegretario alle dimissioni e in caso di suo rifiuto di revocargli le deleghe". Così Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera.

Durigon: Morassut, Latina vuole liberarsi da stereotipo città fascista

  • 12/08/2021

“Nella città dove domina il clan Di Silvio, dal quale il sottosegretario della Lega Durigon ha avuto notevoli e dichiarati sostegni elettorali, la questione dell’intitolazione del Parco ha un significato politico prima che ideologico.

Cancellare la memoria di due simboli della lotta alla mafia come Falcone e Borsellino, è ancor più grave che riesumare quella di un congiunto di Mussolini”. Così sulla sua pagina Facebook il vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera, Roberto Morassut.

Durigon P. De Luca, Durigon si dimetta, questo governo non è il suo posto

  • 11/08/2021

“L'idea del sottosegretario Durigon di intitolare nuovamente ad Arnaldo Mussolini il parco che Latina ha voluto dedicare a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino è inaccettabile e gravissima. Come non è accettabile che nessun esponente della Lega, ad oggi, abbia chiesto scusa alla Città e alle famiglie dei due magistrati. Invece di attaccare indegnamente la Ministra Lamorgese, Salvini batta un colpo ed eviti questo silenzio terribile.

Durigon: Fiano, Durigon non degno di rimanere al Governo e Salvini tace?

  • 11/08/2021

“Mentre Matteo Salvini insulta la Ministra dell’Interno Lamorgese rea di fare bene il proprio lavoro e di non passare le proprie giornate lontano dal Viminale oppure di passare dall’ufficio per fare qualche diretta Facebook, lo stesso segretario della Lega non dice una parola per condannare il comizio del sottosegretario Claudio Durigon che trova normale proporre di cancellare l’intitolazione del Parco di Latina a Falcone e Borsellino per reintitolarlo ad Arnaldo Mussolini, il fratello del criminale Benito.
È già, nella nostra storia quei cognomi sono proprio equivalenti.

Pagine