Lavoro: De Maria, Confermate tutte le preoccupazioni per "La Perla"

  • 06/11/2023

"Ho partecipato oggi pomeriggio al tavolo di crisi per "La Perla" al Ministero delle Imprese e del Made in Italy. Purtroppo la totale mancanza di risposte concrete da parte di chi era presente per la proprietà, peraltro accompagnata da generiche ed inaccettabili dichiarazioni su esuberi di personale, conferma tutte le preoccupazioni che abbiamo manifestato come deputati e senatori PD in una interpellanza parlamentare depositata questa mattina. E conferma le ragioni della mobilitazione dei lavoratori e delle loro Organizzazioni Sindacali.

Lavoro: Scotto a Calderone, valuti passo indietro segretaria generale Ministero

  • 31/10/2023

“Abbiamo depositato un’interrogazione parlamentare per chiedere alla ministra del Lavoro e della Previdenza sociale se reputa opportuna la permanenza della dottoressa Concetta Ferrari, segretaria generale del Ministero, al suo posto. Un possibile rinvio a giudizio nel processo che vede imputato il dottor Iervolino, fondatore dell’Università Pegaso e del segretario Generale della Cisal Cavallaro, rischierebbe di compromettere l’immagine e l’autorevolezza del Ministero in una fase così delicata del Paese.

Lavoro: Fossi, dopo via libera Antitrust Ue Ministro Urso convochi tavolo su Bekoansa

  • 28/10/2023
“Il Ministro Urso convochi immediatamente il tavolo istituzionale su Whirlpool: dopo che l’Antitrust Ue ha approvato la fusione della attività di Whirlpool con quelle di Arçelik in Beko è necessario che la multinazionale presenti un piano industriale rapido e credibile sugli investimenti negli stabilimenti italiani.

Governo: Scotto, Meloni sa solo attaccare opposizione

  • 22/10/2023

“I risultati dopo un anno a Palazzo Chigi sono così magri che l’unica cosa che sa fare Giorgia #Meloni è attaccare l’opposizione. La propaganda della destra ha sempre lo stesso registro: il vittimismo. Che è il modo migliore di galleggiare al potere senza assumersi responsabilità”.
Lo dichiara il deputato democratico Arturo Scotto, capogruppo in commissione Lavoro.

Lavoro: Scotto, con la destra mercato è una giungla

  • 21/10/2023

Aumentano i contratti precari, diminuiscono le assunzioni a tempo indeterminato. Fonte Inps. Il Governo ha contribuito a rendere il mercato del lavoro sempre più simile a una giungla, soprattutto per giovani e donne. I dati confermano questo fallimento. Basta con la propaganda.

Lo dichiara il deputato democratico Arturo Scotto, capogruppo dem in commissione Lavoro.

Lavoro: De Luca, subito nuovo contratto rider in linea con princìpi Ue

  • 20/10/2023

“La sentenza del Tribunale di Milano che obbliga Deliveroo Italy e Uber Eats Italy a versare all'Inps i contributi per migliaia di rider, perché in realtà non hanno lavorato come autonomi, è estremamente significativa. Si afferma in via giurisprudenziale in Italia un principio già riconosciuto a livello europeo dalla Corte di giustizia sulla verifica della reale natura delle prestazioni dei riders. Tutto questo dimostra ancora una volta il ritardo in cui ci troviamo in Italia in tema di lavoro, tutele e giustizia salariale. La destra batta un colpo.

Lavoro: Braga, Da sentenza rider chiarezza su contratti e tutela diritti. Ora salario minimo

  • 20/10/2023

Fare chiarezza sui contratti, garantire a tutti i lavoratori e lavoratrici uguali diritti - contributi, malattie, ferie - legiferare per tutelare il lavoro cominciando dal salario minimo prima che agisca la magistratura. Le buone ragioni della sentenza di Milano

Lo ha scritto su X Chiara Braga, capogruppo Pd alla Camera dei Deputati

Lavoro: Fossi, Gruppo Fiorentini chiude a Firenzuola? Con destra al governo meno tutele e diritti

  • 20/10/2023

“Con questa destra - e nonostante le false rassicurazioni su inflazione, costo della vita e aumento dell’occupazione - non solo le imprese sono in grave crisi, anche quelle radicate sul territorio, ma molte proprietà pensano di risolvere i loro problemi scaricando problemi e conseguenze solo sui lavoratori. Il caso del gruppo Fiorentini di Firenzuola, che decide di chiudere unilateralmente una fabbrica storica con oltre 80 dipendenti, è infatti emblematico.

Pagine