Manovra: Carnevali, bene passo indietro governo su reddito cittadinanza a immigrati

  • 16/10/2018

“Il reddito di cittadinanza non sarà riservato agli immigrati”, precisava con enfasi il vice premier Luigi Di Maio solo qualche giorno fa. Per fargli eco con maggiore durezza, come da sua abitudine, l’altro vice premier Matteo Salvini dichiarava con solennità: “Bene, basta soldi agli immigrati”. Fatto sta che quando hanno dovuto scrivere il documento programmatico di bilancio da inviare a Bruxelles la linea è cambiata. “Ne possono beneficiare i maggiorenni residenti in Italia da almeno 5 anni…”, si legge in quel testo. Che poi è la regola già prevista dal nostro reddito di inclusione.

Manovra: De Luca, su ministro Roth la solita fake news M5s

  • 04/10/2018

“Il ministro tedesco per gli Affari Ue, Michael Roth, non ha fatto alcun riferimento al Reddito di cittadinanza in discussione tra la maggioranza di governo in Italia, come riporta invece la fake news diffusa strumentalmente dai deputati del M5s. Nel corso dell’audizione al Senato dinanzi alle commissioni congiunte Politiche europee, il ministro ha condiviso la proposta di un meccanismo di assicurazione contro la disoccupazione ciclica e di reinserimento lavorativo, da finanziare con fondi europei, sul modello del Reddito di Inclusione.

Manovra: Lepri, reddito di cittadinanza penalizza lavoratori onesti

  • 03/10/2018

"Il reddito di cittadinanza penalizza lavoratori e onesti". Lo dichiara Stefano Lepri, deputato del Partito democratico, a proposito della Legge di Bilancio.

"Da varie interviste - spiega - si apprende che il reddito di cittadinanza sarà concesso in forma ridotta se in presenza di casa proprietà. Quindi, se ti sei spaccato la schiena per comprartela, hai fatto male. Se poi faranno la pensione di cittadinanza e non hai versato i contributi, hai fatto bene".

Welfare: De Filippo, tagli certi oggi, solo fumose promesse per domani

  • 19/09/2018

A oltre cento giorni dall’insediamento al governo della maggioranza gialloverde in tema di politiche sociali sembra di essere ancora in campagna elettorale. Nessuna proposta concreta in campo e, quando si è fortunati, si leggono solo fumose e generiche linee programmatiche su fantomatici futuri provvedimenti come il reddito di cittadinanza o sulle misure di lotta alla disoccupazione.

Manovra: Rotta, reddito cittadinanza è presa in giro

  • 11/09/2018

“C’è grande confusione sotto il cielo del governo gialloverde, soprattutto sul fronte dei numeri. Di Maio non perde occasione di promettere il reddito di cittadinanza, man mano modificando i tempi di attuazione e la platea. Ieri ha parlato di 5 milioni di persone a partire da settembre 2019. Ma, si sa, per i provvedimenti economici il pallino ce l’ha il ministro dell’economia. Così si passa dai 17 miliardi di euro promessi ai 5 reali. Se Di Maio non cederà sulla platea allora arriveranno 83 euro al mese a persona, cifra alquanto lontana dai 780 euro promessi in campagna elettorale.

Reddito cittadinanza: Rotta, basta bufale

  • 02/08/2018

“In queste ore in molte edicole della capitale è affissa la prima pagina del periodico Roma Lavoro che annuncia a caratteri cubitali qualcosa che non esiste. Ma il reddito di cittadinanza non solo non c'è ma non è neppure prossima la sua approvazione”.

- lo scrive in un post su Facebook Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico -

Governo: D’Alessandro: inaudito attacco a istituzioni

  • 20/07/2018

“Dal reddito di cittadinanza che non c’è alla TAP che invece c’è, dall’anagrafe dei raccomandati che non c’è all’assunzione di Assunta che c’è , in realtà l’unico che dovrebbe dimettersi per manifesta incapacità è il Ministro Di Maio”.

Lo dichiara Camillo D’Alessandro, deputato del Partito Democratico.

“Siamo di fronte a un attacco senza precedenti all’autonomia della Pubblica Amministrazione, ci troviamo di fronte al tentativo di piegare INPS e istituzioni, terze per natura, ai rappresentati “politici “ che passano, mentre – conclude - le istituzioni restano, per fortuna”

Reddito Cittadinanza: Rotta, governo fa gioco delle tre carte

  • 17/07/2018

“Il Ministro Tria, parlando delle misure a sostegno della povertà e di protezione sociale che il governo intende realizzare, dice che "si tratterà solo di trasformare quelli già esistenti in altri strumenti". E il gioco è fatto. Oggi scopriamo, dunque, che il reddito di cittadinanza non sarà altro che un sapiente mix tra il Reddito di Inclusione approvato dal governo Gentiloni e la NASPI approvata dal governo Renzi. Spiegatelo bene a Di Maio prima che evochi un altro complotto!”

Reddito di cittadinanza: Carnevali, il grande bluff

  • 10/07/2018

A più di un mese dall’insediamento del governo, il ministro Tria ci fa sapere che per realizzare il reddito di cittadinanza sta organizzando una equipe di studio. Fin qui, dopo 5 anni in cui si è sbandierata la proposta, abbiamo assistito a versioni diverse a secondo del giorno o della platea a cui Di Maio si rivolge. Doveva  essere il primo provvedimento in discussione nel primo cdm. Ma la verità è che il M5s e i ministri Di Maio e Tria allungano il brodo perché non hanno ancora una straccio di proposta credibile. Se non è questo uno dei più grandi bluff ai danni degli italiani.

Pagine